Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Piano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?


martedì 20 marzo 2012
    
La Stampa Interessante il dibattito aperto dal quotidiano La Stampa sul referendum  caccia a partire da una lettera di un cittadino, pensionato e non cacciatore, Gianni Carnevale, che avanza una serie di dubbi sulla liceità delle domande referendarie. “In primo luogo – dice -  perché solo la caccia e non anche la pesca? Che differenza c’è? Si tratta sempre di sopprimere animali per poi cibarsene”. Cacciare un fagiano, spiumarlo e cucinarlo per Carnevale è equivalente ad acquistare un pollo in rosticceria. “Mi sembra che in questa proposta – dice -  ci sia poco raziocinio, a meno di non voler diventare tutti vegetariani, vietando il consumo di alimenti animali”. Il suo ragionamento non fa una piega:  “se si vuol colpire l’aspetto sportivo della caccia, allora si colpisca anche nella pesca, se si vuol colpire l’uccisione di animali per uso alimentare, allora chiudiamo allevamenti, mattatoi, vietiamo la pesca, chiudiamo macellerie e pescherie. Certo caccia e pesca non possono essere lasciate all’arbitrio di ognuno, vanno regolamentate. Ma posso avere una risposta logica, razionale?”.

Qualche giorno dopo il quotidiano pubblica la risposta del Comitato, di Rossana Vallino. Di logico e razionale però c'è però ben poco. “Il Referendum ha lo scopo di regolamentare l’attività venatoria in modo da adeguarla alla situazione ambientale e sociale dei nostri giorni” dice, e ancora, riferendosi agli incidenti venatori “la caccia è quindi un’attività non necessaria, che però può avere, ed ha, conseguenze negative”. Poi la stoccata del tutto antiscientifica.  “Tante specie -  scrive - sono alla pura sopravvivenza a causa dei vari usi del nostro territorio oltre che della caccia, e pare tutt’altro che logico eliminare e per divertimento gli ultimi sopravvissuti”.

A tutte queste considerazioni, si aggiungono quelle del presidente provinciale dell'Arcicaccia di Cuneo, che  in queste ore ha inviato la sua risposta, al quotidiano, elencando in vari punti le posizioni del mondo venatorio.  Eccoli:

A) - L a Regione Piemonte adotta il più restrittivo ed ultraregolato calendario venatorio d'Europa e forse del mondo intero, 
B) - Le 60mila firme, raccolte venti e passa anni fa, per indire il referendum non sono poi tante se si contano i circa 4milioni e mezzo di abitanti (nel 1992 i cacciatori piemontesi erano circa 45mila);  C) - "Si evoca lo spettro della mancata sicurezza per i cittadini, quando gli incidenti venatori, seppur sempre dolorosissimi e deprecabili, sono pochissimi in confronto a pressochè qualsiasi altro tipo di attività umana. In Piemonte poi, sono ancor più sporadici e legati perlopiù alla caccia al cinghiale. Quest'ultima sarà, però, comunque consentita anche in caso di "vittoria" degli animalisti/anticaccia". D) - "Si parla infine di salvaguardia della biodiversità. E questa la si dovrebbe recuperare convogliando le attenzioni venatorie su tre sole specie di selvatici?  quelle decine, se non centinaia, di specie animali e vegetali di NESSUN interesse venatorio che sono scomparse negli ultimi decenni, o rischiano di farlo nel prossimo futuro, per motivi noti a tutti, a quale referendum si dovranno appellare per avere qualche speranza di vita presente e/o futura?".

"In gran parte del mondo - sottolinea Ezio Cardinale -  l'attività venatoria è considerata una risorsa ed ambientalisti (quelli veri e seri) e cacciatori (quelli veri e seri), combattono insieme per preservare l'habitat". 
Il fatto è che, conclude il presidente di Arcicaccia Cuneo, "in Italia siamo ancora fermi alla caccia alle streghe, ai capri espiatori e dei risultati di questo atteggiamento ne fanno mestamente le spese tutti e tutto. In quanto ai milioni di euro che si andranno a BUTTARE per la consultazione referendaria, appare ovvio ma forse necessario ricordare, che non sono stati i cacciatori a volerla, così come certo non  desiderano  togliere ancora più risorse a chi opera a vario titolo nel settore specifico e/o collaterale".

Leggi tutte le news

64 commenti finora...

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

sto leggendo commenti gistissimi, ci mancherebbe, ma finchè ci scriviamo tra di noi a circuito chiuso, non otteniamo nulla . Riempiamo di commenti seri e duri i siti degli animalisti anticaccia e facciamo sentire A LORO le nostre motivazioni, sottolineando la loro vigliaccheria e malafede quando parlano di REGOLAMENTARE AL CACCIA e invece la vogliono distruggere. E facciamo sapere che i danni degli ungulati li paghiamo noi e non loro. Evidenziamo le loro bugie, distinguiamo i bracconieri dai cacciatori che devono avere la fedina penale pulita etc.etc.etc. CORAGGIO CHE IL REFERENDUM LO VINCIAMO NOI PARLANDO CON CHI CI STA INTORNO.

da Agostini Domenico 23/03/2012 18.03

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Ma siii Laura dai!!! Mo' se siamo arrivati al punto che bisogna pure giustificarci se facciamo i complimenti o critichiamo una persona, vuol proprio dire che sti 2000 e passa di di storia dell'essere umano son serviti proprio a poco, nè!! ;-))

da Ezio 23/03/2012 13.22

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Gentile sig. RB, preciso subito che pur avendo fatto "cose", soprattutto nell'ambito professionale, che la stragrande maggioranza delle persone va a vedere al... cinema, non ho mai cercato la (vana) gloria e forse per questo NESSUNO me l'ha men che meno attribuita. Infatti intendo ed ho sempre inteso il mio agire, in senso lato, come "servizio" per gli altri e/o semplicemente per ciò che è giusto, razionale, di buon senso. Poi non sono così presuntuoso da pensare che il "buono" che faccio o che ho fatto, o che ho tentato di fare, sia solo merito mio ma piuttosto di chi mi sta vicino e mi aiuta e della volontà del Padre Eterno o dei suoi spiriti delegati. Per non dilungarmi troppo, le dico che in sostanza condivido gran parte della sua analisi. In particolare quando accenna alle responsabilità. E si! Perchè a "tanto" potere, equivale "tanta" responsabilità. Molti però paiono glissare sempre su questo argomento. Devo anche dire che, ovviamente a mio modesto parere, un tempo le persone erano, per così dire, funzionali al partito, alla associazione, alla "categoria" di appartenenza, ovvero operavano per quei soggetti, come formiche per il successo del formicaio. Da qualche anno a questa parte è esattamente l'opposto. Ovvero i singoli "usano" l'associazione e/o il partito ecc ecc per far si che le proprie idee possano emergere. Credo che in entrambi i casi ci siano i pro ed i contro, come del resto in tutte le vicende della vita. Se mi posso permettere, le consiglio, tanto non costa nulla a me farlo ed a lei ignorarlo, di lasciar perdere i "colori". Sicuramente però è vero che oggi c'è tanto grigio ma non mi pare sia da rifersi a quella materia a cui lei fa riferimento. Cordialità a Lei.

da Ezio 23/03/2012 8.51

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

L’ANUU e la Libera Caccia si barcamenano a seconda delle circostanze ,convenienze, del baratto, con i loro bassi e alti, i loro scheletri negli armadi, ma di certo non sono peggiori delle sopracitate. In ordine di nefandezze per me ---ovvio--- in Pole Position ho valutato l’Arci Caccia non foss’altro per la raccolta firme per l’abrogazione dell’Art. 842, legge 157/92 , quanto riportato da me sopra di cui non ho letto smentite, e tanto altro ancora che non sto ad elencare in quanto è tutto scritto e di libera lettura a tutti i possessori di PC. di buona memoria scevri da interessi venatori e partitici, insomma per tutti quelli che ragionano con la propria materia grigia attenzione ripeto, grigia non rossa. Cordalit

da RB 23/03/2012 3.20

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

La FIdC essendo la più “corposa” per me ----ovvio----- è la massima responsabile di questo degrado che si interseca tra la 157 /92, la gestione di cui e al 99% titolare, la 394 e molto altro ancora. Vorrei sottolineare che le prime proposte sui parchi risalgono al 1964 e dopo varie peripezie, forzature, voti di scambio, cadute di governi ecc…ecc… la legge fu approvata ed entrò in vigore il 28 Dicembre del 1991 e come riportato dalle varie pubblicazioni si contentavano ( si fa per dire) di un 10% di territorio. Viene spontaneo chiedersi, ma i dirigenti di quel tempo alla guida di queste aaw hanno mai letto le bozze di quella che poi diventò la legge 394 ? eppure il tempo non gli è mancato. A che titolo i dirigenti di quel tempo non solo non si opposero a questa legge anzi, elargirono un 20% in più di territorio come riportato sulla 157/92. I dirigenti che si sono succeduti fino ai giorni nostri si sono mai degnati di dire una parola contro il superamento abnorme del famoso 30% specialmente i sig. dell’Arci Caccia e della FIdC?

da RB 23/03/2012 3.16

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Prendo in esame le quattro aaw, non che le altre non siano meritevoli di critiche o lodi solo che, le non riconosciute non si possono valutare se non a livello localistico spesso le vedono arrancare come meglio possono e il più delle volte addirittura snobbate anche se propositive al meglio, mi fanno quasi tenerezza, mentre il loro potenziale a livello nazionale è sconosciuto a me quanto al resto della “compagnia” e su questi presupposti molti hanno messo un punto interrogativo. Le altre due riconosciute Enal/Ital caccia con tutti il loro meriti per me—ovvio--- non hanno voce in capitolo. E’ la volta delle quattro aaw che contano a livello nazionale e periferico che dovrebbero essere le “colonne” portanti di quella che doveva essere una Reggia ma che aimè è diventata nel giro di venti anni un fatiscente rudere.

da RB 23/03/2012 3.13

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Fatta questa premessa è tempo di passare alla risposta del Memoriale. Sig. Ezio la invito a rilegge alcuni passaggi richiamando la sua attenzione soprattutto su questo ( e come mai cacciatori che si dicono ,o così vorrebbero far credere, estranei alla gestione, apartitici, apolitici, con le mani fuori dal barattolo della marmellata pur essendo informati del comportamento di si fatta aaw ancora si ostinano a tenere simile tessera in tasca?) e si accorgerà che non ho parlato di “fari “proprio per non fare la fine della Concordia. Se pure, leggendo i vari commenti intrisi di “lacrime e sangue” costellati di appelli di SOS ._____. alle aaw mi sono chiesto quale grato di obiettività e giudizio sono possessori alcuni colleghi soprattutto quelli che hanno casa proprio in una specifica aaw. Sig. Ezio per usare una sua parola non sono un “faro” e conseguentemente non ho il potere di illuminare chi che sia ma se posso permettermi un consiglio, faccia come il sottoscritto, stili una sorta di graduatoria sui vari comportamenti e modi di porsi al cospetto dei cacciatori di alcune aaw e trovi la “taglia” che le colza meglio.

da RB 23/03/2012 3.09

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Sig Ezio mi scuso per non avergli risposto sul Memoriale Uccelli D’Europa ma quando il tempo me ne ha dato l’opportunità, esso era stato chiuso dei Gestori. Costatato che anche lei sta avendo il suo momento di gloria su questo argomento(Referendum Piemontese Quali ragioni per farlo?) riporto qui la mia risposta sperando che abbia la bontà di leggerla anche se a prima vista potrebbe sembrare fuori tema. Mi sia consentito di spendere due paralo anche sull’argomento in oggetto per chiudere il cerchio. Leggendo le lodi riservategli da alcuni “commilitoni” (mi passi il termine) perchè non me la sento di svilire la parola caccia/cacciatore é/ siete veramente convinti che militando in Arci Caccia state facendo il bene della caccia? Inoltre, lei Sig Ezio e suoi fans è/siete altrettanto convinto che una rondine fa primavera o se preferisce una voce fuori dal coro anche se autorevole come la sua può rendere una canzone armoniosa ansichè sgradevole?

da RB 23/03/2012 3.04

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

mi scuso per il ripetuto invio della mia risposta a gatto maone.

da NASO 22/03/2012 9.27

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

PER GATTO MAONE..???????

da NASO 22/03/2012 8.16

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

PER GATTO MAONE..???????

da NASO 22/03/2012 8.16

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

PER GATTO MAONE..???????

da NASO 22/03/2012 8.16

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Un plauso ad Arcicaccia Cuneo.Ma le altre.E'mai possibile che difronte ad una questione di primaria importanza per il mondo venatorio,a pochi giorni dal voto,le altre AAVV non sentano la necessità di confrontarsi con l'altra parte della cittadinanza piemontese?Si pone davanti al problema un onesto cittadino che vorrebbe capire,quindi presumo che ce ne saranno moltissimi con dei dubbi o convinzioni sbagliate,e chi dovrebbe difendere e far capire che la caccia è sbagliato farla apparire come una minaccia anzichè risorsa,e tante ce ne vorrebbero di risorse in questo paese,tacciono,magari con la classica scusa che è meglio non molestare il can che dorme.Non è con queti metodi,anche un pò codardi,che si fa il bene della caccia.

da francesco cattani 21/03/2012 22.07

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

ezio non ci sono parole !!!!!!!avanti cosi per la nostra strada senza'nessuna tipologia di accordi di mediazione o cose varie avanti x la nostra strada....anzi se qualcuno vuole aggiungersi e' sempre in tempo !sei troppo unico

da beppe 82 21/03/2012 21.27

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Ma non sarà che Carnevale abbia voluto precorrere i tempi,ipotizzando un sondaggio voluto da.. per chiedere che venisse limitato l'alpinismo,in quanto, le montagne,come esseri senzienti,vengono calpestate e,quindi,ne scaturisce una sofferenza per l'habitat?

da pietro 2 21/03/2012 14.45

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

... alla fine celebriamolo questo referendum, ci sono tutte le ragioni perché sia celebrato! Ancor meglio, il dibattito sulla Stampa pone a confronto una persona che conosce il mondo per come è e lo accetta in modo razionale ed un Comitato che sfaccenda aria cotta, che non scende a patti, che porterà alla fine solo danno, in entrambi i casi, sia vincendo che perdendolo questo referendum. Certamente che si prende la briga di rispondere a tale Signor Carnevale! ancor di più trattandosi di tale Carnevale, ex alpino, organizzatore di Overland. Una voce, a Torino, seguita, non solo noto in Fiat, ma nell' ambito degli alpini, che non è che con la caccia abbiano poi così poco a che fare, una voce capace di 'suonare l'adunata', per capirci.

da Fromboliere 21/03/2012 13.02

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

NASO: "Ieri sera ad un tg parlavano delle rondini e del loro imminente arrivo..peccato che mostravano immagini di branchi di storni..questo solo per far capire quanto la gente è informata sulla fauna nel nostro paese..." Chi sa fa, chi non sa insegna.

da il gatto maone 21/03/2012 11.33

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Scusami te Ezio, sono io che ho frainteso il soggetto, anche perché ho qualcosa in comune con "il presidente dell'Arcicaccia"... Spero di conoscerlo di persona, magari in fiera a Novara. Il mio primo post non voleva essere un'accusa nei suoi riguardi, anzi un'autocritica perché siamo/sono abituati/a a criticare solo gli articoli che ci vengono messi davanti agli occhi, senza ampliare i nostri orizzonti e ricercare le notizie oppure ad impegnarci noi in prima persona a far valere i diritti. E' più facile associarsi alle azioni degli altri che impegnarci noi... Un caloroso abbraccio anche a te.

da Laura X Ezio 21/03/2012 11.25

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Ieri sera ad un tg parlavano delle rondini e del loro imminente arrivo..peccato che mostravano immagini di branchi di storni..questo solo per far capire quanto la gente è informata sulla fauna nel nostro paese...

da NASO 21/03/2012 9.33

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Cara Laura, mi rendo sempre più conto che è difficile spiegarsi con dei semplici e veloci post. Almeno per me lo è sicuramente!! Vedi che quello che ho scritto era riferito a quel pirla di presidente arcicaccia cuneo che non ce la fa a star dietro a tutto e non certo verso la tua splendita persona e personalità!! Abbi pazienza e scusami!!

da Ezio 21/03/2012 8.15

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Fortisssssssiiiiiiiiiiiiimoooooooooooo..............il "presidente dell"arcicaccia di Cuneo............mi sembra di conoscerlo, tale ,,,,,,Cardinale,,,,,,,,continua cosi Ezio!!!!!!!!!!!!!saluti

da alessandro federighi 20/03/2012 22.46

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

... ma nooo, leggere meglio, cortesemente!

da Fromboliere 20/03/2012 22.10

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Non capisco cosa ti ho fatto Ezio per diventare così acido nei miei riguardi, comunque mi scuso per quello che ti ho fatto. Mi spiace che ti appaio come "panzone fannullone di brunettina" perché se mi conoscessi magari ti ricrederesti... Cordiali saluti

da Laura X Ezio 20/03/2012 22.00

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Ezio,non una lancia,ma uno stuzzicadenti spezzato a favore dei miei "errori";un attimo fa,a striscia(vista solo l'attimo di zapping).è scorsa la pubblicità fatta dalla Lav contro l'uso di animali per la produzione di cosmetici.Beh,sapete la cosa buffa(eufemismo)?Che sia chi pubblicizzava l'iniziativa,sia immagino molte iscritte,sia forse tuuto il personale dello studio in quel momento,ERANO TRUCCATISSIMI!Per carità tutto in buona fede,ma tant'è!

da pietro 2 20/03/2012 21.21

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Approfitto della circostanza per chiedere scusa a tutti per i miei numerosi errori grammaticali e di sintassi che caratterizzano molti dei miei post. Ma "qui" scrivo di getto e... via. Abbiate pazienza.

da Ezio 20/03/2012 20.57

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Frombo, non lo so ma lo già invitato alla nostra cena dei cacciatori come ospite d'onore. Nel senso che l'onore sarà solo nostro ad averlo come ospite ammesso che riesca a essere libero dai suoi molteplici impegni. Però ripeto e ribadisco che sarebbe stato UGUALE si fosse trattato di "Mario Rossi".

da Ezio 20/03/2012 20.54

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Pietro, te l'ho già detto. Per come e cosa scrivi, così come molti altri qui e su altri siti venatori, vorrei vederti almeno alla guida di qualche ministero. Il fatto è che solo e semplicemente ciò che penso io e pertanto mi sa che rimarrai il pinco pallino che sei. Ovvero uno molto in gamba ma senza leve del vapore in mano!! Se caso mai farai "carriera" ed avrai bisogno di un portaborse, tienimi però in considerazione. Le ferie le piglio a novembre e dicembre ;-)

da Ezio 20/03/2012 20.50

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

è lo 'cheque'... che fa cambiare i punti di vista. A proposito di doni: Gianni Carnevale... un valore aggiunto, gratis amore dei. Mi chiedo se te ne sei accorto solo tu?

da Fromboliere 20/03/2012 20.48

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Certe volte,36 anni di lavoro ti condizionano mentalmente;se a ciò aggiungi una passione e tutto quello a cui hai assistito e visto,capisci come cerco di giustificare le sviste(fammi essere benevolo con me stesso) spiego

da pietro 2 20/03/2012 20.41

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Ma l'ex parlamentare della Res Pubblica italiana Vladimir Luxuria non era anticaccia ed animalista?? No, perchè lo vedo ogni tanto all'Isola dei famosi che ironizza sulla morte di questo piuttosto che di quell'altro mollusco e/o animaletto... Questa sera, in particolare e ad esempio, agiva in tal senso nei confronti della Elia che si dimostrava piuttosto dispiaciuta nel dover far cuocere VIVO un mollusco.... E i promotori referendari anticaccia piemontesi e gli animalisti italiani in toto non hanno nulla da dire su queste morti ASSOLUTAMENTE non necessarie??? Boh.

da Ezio 20/03/2012 20.32

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

:-(

da Fromboliere 20/03/2012 20.16

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Pietro, se fai una semplice ricerca su google, aggiungendo a quel nome anche la parola "Overland", vedrai che non si tratta di un pinco pallino qualsiasi ma di una persona speciale, anche se ovviamente non di quelle che hanno le leve del vapore in mano. Ma a mio modesto avviso, comunque, la sostanza del discorso rimarrebbe "in piedi" lo facesse chiunque. Piuttosto credo dia da pensare...oppure no??.... che a farli, sti discorsi, non siano MAI quelli che hanno le leve del vapore in mano. X Frombo. Temo che, prima, durante e dopo, io rimarrò un idealista frustrato e tu continuerai ad essere triste.

da Ezio 20/03/2012 20.04

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

... Ezio, il tuo idealismo dovrebbe essere d'esempio per tutte quelle persone che per la caccia potrebbero fare, ma in realtà non fanno, o non fanno a sufficienza... staremo a vedere cosa succederà dopo questo referendum e magari mi sbagliassi ne sarei molto felice

da Fromboliere 20/03/2012 19.29

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Scusate se mi intrometto ma credo che la più alta espressione,nei fatti,di democrazia,sia l'ottenimento di risultati che,quando si era iniziato un percorso,non si erano minimamente ipotizzati.Alle volte, guarda te,quando si dice il fato:CHI si sarebbe mai aspettato che un pinco pallino qualsiasi,non addetto ai lavori,andasse a scrivere ad un giornale dove molti commenti di cacciatori,nel reparto "la zampa"vengono "bannati" rei di contrarie idee alla maggioranza dei frequentatori?

da pietro 2 20/03/2012 19.23

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Non condivido perchè nonostante tutto sono ancora ...ahimè.... un idealista ma ti comprendo al 100% caro Frombo.

da Ezio 20/03/2012 19.19

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

... no, la democrazia non ha la parola maiuscola, la democrazia è questa: dove dei pirla provocano solo scempio senza rendersi nemmeno conto di quello che fanno. Sono i cacciatori che non hanno ancora capito come, questa democrazia, la possano usare a loro vantaggio, ti saluto

da Fromboliere 20/03/2012 19.05

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Frombo, la democrazia, quella vera è tutta un'altra cosa. Questo è diventato il "sistema" dei paradossi. Forti con i deboli e deboli con i forti. Fate come dico ma non come faccio. Abbiamo insegnato il diritto a tutto il mondo...quello romano lo studiano ancora nelle università americane.... ed ora siamo il Paese del rovescio..... X Luca A. Non è che devo cominciare a preoccuparmi?? :-)))))

da Ezio 20/03/2012 18.49

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

L' Italia è un paese che sempre ha lasciato vivere, nella sua culla democratica, chiunque, ancor più spesso riesce a tollerare l'intollerabile. Ora vedremo chi, alla fine, avrà il diritto di esistere, perché è civile un paese dove chi sbaglia paga, prendendo atto dei propri errori. Questo andrebbe ricordato a tutti coloro che blaterano di civiltà, svilendo il valore di tale parola con il falso pretesto che civiltà sia incompatibile con la parola caccia. Sebbene questo referendum sia una porcata, per come strutturato, non essendone comparabile il risultato, qualsiasi che se ne otterrà, confronto a quanto è costato. Quando l'animalismo becero perderà questo referendum dovrà capire che è arrivato il momento di capovolgere il rapporto volontà_obiettivo, o sparire, lui, o scendere a più miti consigli.

da Fromboliere 20/03/2012 18.13

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Fatalo pagare hai verdastri o a chi a firmato....

da Boia chi molla 20/03/2012 18.11

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Bravo Ezio, se eri una bella donna ti baciavo pure!

da Luca A. 20/03/2012 18.10

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Quel tapino di "presidente" che conosco di vista ;-))) ha anche scritto alla sig.ra Vallino & c., che vista la sua/loro attenzione spasmodica alla sicurerezza, doverebbe/ro attivarsi immediatamente e comunque ben prima di pensare alla caccia, sull'utilizzo a scopo LUDICO, e perciò anche quello, come miriadi di altre attività umane, NON NECESSARIO, di autovetture e moto, da cui scaturisce una vera e propria mattanza di esseri umani. ... X Laura. Hai ragione ma oltre a scrivere sui blog e cercare di difendere almeno un pochetto caccia e cacciatori con varie iniziative, bisogna anche lavoricchiare e pensare alla famiglia. E pur vero che, per quel che ne so, si tratta di un "panzone fannullone" di brunettiana memoria, però.. Un abbraccio!:-))) .... X auto5. Se ti riferisci al tapino di cui sopra, credo sia già sveglio...poco addormentato vah... da parecchi anni. Il fatto è che, o ad alcuni da un fastidio da morire, oppure viene allegramente snobbato come tutti quelli che chiedono in questo Paese cose LOGICHE, semplici, lineari, CREDIBILI. Ciao.

da Ezio 20/03/2012 17.19

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

finalmente qualcuno si sta svegliando...

da auto5 20/03/2012 16.34

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

PERCHE' QUANDO HANNO LA POLMONITE SI FANNO GLI ANTIBIOTICI AMMAZZANDO TUTTE QUELLE CARE BESTIOLINE DEI MICROBI?NON SONO ANIMALI ANCHE LORO ANCHE SE MICROSCOPICI?MEGLIO SAREBBE CHE PER PROFESSARE IL LORO CREDO ANIMALARO FINO IN FONDO NON SI CURASSERO E PASSASSERO A MIGLIOR VITA LIBERANDO IL MONDO DA UNA PIAGA INFAMANTE PER IL GENERE UMANO!

da mario 20/03/2012 15.57

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Quoto Marco F. a loro degli umani non frega niente, neanche sanno quanti bambini muoiono al giorno per morbillo in Africa e che potrebbero essere salvati con un semplice vaccino da 50 centesimi, a questi ebeti bisogna parlargli solo di salvare qualche randagio, qualche gatto e qualche rospo

da Renzo 20/03/2012 15.44

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

ennò Ghigo, è qui che casca l'asino! Hai detto "azioni umanitarie", accidenti a te! Non lo sai che a lorsignori degli esseri umani, eccezion fatta forse (ma non sono nemmeno sicuro) per quelli della loro congrega, non frega assolutamente niente? Se proprio volessimo mettere in pratica la tua proposta, bisogna proporre di utilizzare i 20 milioni in questione per pagare l'avvocato difensore ai randagi che hanno sbranato, di recente, due uomini, o magari destinarli al "fondo insetti vittime di calpestamento sui marciapiedi", dato che i vegani ultimamente paiono molto sensibili a tale problema, al punto da indossare addirittura scarpe apposite con superficie di calpestamento ridotta (e qui, ahimé, non sto scherzando).

da Marco F. 20/03/2012 15.38

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Perchè non proponiamo agli animalisti referendari di accettare - cosa che dovrebbero promuovere loro, ovviamente - un onesto pareggio (senza celebrare il referendum, naturalmente,perchè se lo celebrassimo perderebbero con ingnominia, per aver fatto dilapidare 20milioni di euro) lasciando le cose come stanno (attuale legge del Piemonte), in cambio dell'impegno di Cota a destinare i soldi risparmiati in azioni a valenza umanitaria? Proviamo a spargere la voce. Ne trarrebbero sicuramente un beneficio, e trutti i piemontesi, con loro.

da Ghigo 20/03/2012 15.30

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

UN'ATTIVITA' NON NECESSARIA, tipica frase di chi giudica secondo il suo parere e ideologia personale, ma, ovviamente, non riescono a dare una vera motivazione se non il solo e chiaro arrampicarsi sugli specchi. Allora ben venga il referendum. Intanto su un sito serio si critica una ricerca inutile e costosa fatta su delle tartarughe chiedendone quale sia il costo e allo stesso tempo si pubblica la foto di una donna anziana che rovista nella verdura guasta di un mercato per trovare qualcosa da portare a casa. 20 milioni di euro e magari tante persone povere non lo sanno nemmeno altrimenti andrebbero tutti al comitato referendario e con conseguenza dell'eccesso di salivazione manifesterebbero tutto il loro sdegno. Noi, sopratutto gli amici piemontesi, dovremmo darci da fare affinchè queste cose vengano rese note, specialmente a chi vive nel disagio e si illude che un giorno potrà esserci equità sociale. Un saluto.

da Gimessin 20/03/2012 15.02

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

E' una battaglia persa,gli animalari vanno dritti per la loro strada come i muli,a loro non interessa aprire dibattiti o informarsi seriamente.Pontificano e lanciano sentenze e presunti insegnamenti triti e ritriti, sono paranoici nelle loro convinzioni e come dimostrato ampiamente è gente con seri problemi comportamentali e con difficoltà ad inserirsi nel tessuto sociale attuale. Come diceva Oscar Wilde:"Tutti coloro che sono incapaci d'imparare si sono messi ad insegnare". A me fanno solo una profonda pena.

da Giulio 20/03/2012 15.02

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Le nostre associazioni hanno scelto,da tempo,una linea soft..credono che lo sbraitare, di certi animalisti, non abbia risultati,mentre invece il silenzio e la moderazione porti qualche cosa..non vi siete accorte,associazioni,che loro bombardono giornalmente il popolo con le loro idee??svegliatevi, è verament arrivato il tempo!!!

da NASO 20/03/2012 14.41

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Bisognerebbe regolamentare l'attività animalara in modo da adeguarla alla situazione economica e sociale dei giorni nostri, quindi questa diverrebbe un'attività assolutamente non necessaria, assai costosa e soprattutto fatta senza le dovute competenze da chi crede di averle, dimostrando il contrario in più di vent'anni, così da doverla abolire.

da Steven 20/03/2012 14.16

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Anche la Sig.ra Rossana Vallino deve pur vivere...se però Lei non vuole mangiare carne , libera di farlo.....intanto dà addosso alla categoria dei cacciatori ,bistrattata da un sacco di gente che non sa nemmeno di cosa parla..cacciatori che pagano salatissime tasse...e la Signora in questione si prenderà pure un lauto stipendio .....comunque vedremo il risultato del referendum...poi se ne riparlerà....intanto 20.000.000 di Euro se ne vanno in fumo........solo per far piacere agli ambientalisti.....quei soldi si potevano portare in detrazione di qualche tassa regionale.....pazienza.....vedremo comunque come andrà a finire.......

da begallo 20/03/2012 13.14

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

si deve fare costi quel che costi e poi li prendiamo a calci sti animalisti di merda a lavorare pezzenti e non aggiungo altro

da zorro 20/03/2012 12.58

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

La Stampa????????ma avete letto x caso i commenti sul sito "la zampa"??....persone malate..punto.Spero proprio che lo facciano questo referendum nella data del 03 Giugno, e poi ci sarà da ridere. Se cediamo adesso, allora ci meritiamo quel niente che abbiamo.

da Giovanni59 20/03/2012 12.47

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

UN ATTIVITA NON NECESSARIA,VORREI CHE LA SIGNORA ROSSANA CI ELENCASSE,VISTA LA SUA PREPARAZIONE IN MATERIA,QUALI SONO E PERCHE LE ATTIVITA NECESSARIE,E NATURALMENTE LE MOTIVAZIONI....

da max1964 20/03/2012 12.39

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

se la caccia è ridotta a subire attacchi di questa portata la colpa è totalmente di chi dovrebbe tutelarla. A mio avviso abbiamo solo un modo per spostare il peso contrattuale, attuare lo sciopero delle licenze contro le associazioni inermi e contro i governi e i politici che ci hanno sempre preso per il c..o.....allo stato delle cose è l'unica soluzione per far capire l'importanza, economica e sociale, della caccia.....un anno fermi e ci pregheranno per riprendere l'attività venatoria. P.S. qualsiasi associazione che proporrà questa forma di protesta avrà comunque la mia quota associativa, altrimenti,senza i nostri euro, a casa anche loro!!

da segugio 20/03/2012 12.22

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

CARA ROSSANA VALLINO,SI FA PER DIRE,SE LA CACCIA NON E' NECESSARIA LO SIETE ANCOR MENO VOI ANIMALARI CHE NOVELLI SAVONAROLA ADDITATE TUTTI I MALI DEL MONDO NELLA CACCIA!SECONDO ME TUTTI I MALI DEL MONDO BISOGNEREBBE ADDITARLI A VOI ANIMALARI CHE QUANTUNQUE PIENI DI INCONGRUENZE (IL PESCE LO MANGIATE?) TRA LA SALVEZZA DI UN ROSPO E QUELLA DI UN ESSERE UMANO SCEGLIERESTE SENZ'ALTRO IL PRIMO!

da mario 20/03/2012 12.12

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Ma a livello nazionale chi parla in qualche tv, giornale ed esprime tutto quello che accade ingiustamente nel mondo venatorio per colpa di 3 - 4 animalisti convinti ed appoggiati da non so che sistema e partito politico? Le associazioni venatorie dopo tutti i milioni di euro che ricevono dalle nostre tasche non muovono benchè un millesimo di dito per divulgare le notizie e difendere con le unghia la nostra passione, che DOVREBBE essere anche la loro...!!

da Adamo - Foggia 20/03/2012 12.09

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Grande Ezio!

da Marco F. 20/03/2012 11.41

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

La quasi totalità delle persone la caccia neppure la conosce,se non fosse che i vampiri,parassiti, fanatici in nome delle loro convinzioni e della loro "democraticità"vogliono imporre le proprie idee a tutti.Se i mezzi di informazione non fossero di parte perchè in combutta col fanatismo scellerato e dilagante dovrebbero dar voce a tutti in modo obbiettivo.Certi personaggi sono la rovina ad libitum di tutto ciò che li circonda,tranne per i propri interessi personali.In italia siamo tutti vittime dei negazionisti a prescindere,tutta colpa del 68,da quel giorno iniziò il cammino verso la rovina.

da vince50 20/03/2012 11.38

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Ma chi lo dice che non si va a caccia per mangiare? Io personalmente, ma come me tutti i cacciatori che conosco, quello che mi esce dalla carniera lo metto direttamente sul tavolo di cucina, dove sapienti mani, anche le mie talvolta, la traducono in succulenti e nutritivi manicaretti. A volte, è vero, qualcosa sfugge alle mie "fauci" voracissime. E' quanto regalo ad amici e conoscenti, spessissimo non cacciatori e anche piuttosto acriticamente critici verso l'attività venatoria. Pronti a ricredersi, comunque, dopo aver assaggiato quello che inconsapevolmente perdono.

da Ghigo 20/03/2012 11.35

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Ma e' chiaro la gente non e' sciocca e le domande se le fa'...E un discorso che ritorna alla base di tantissime considerazioni passate.Le gente della caccia non interessa nulla.Su questo argomento ho avuto liti feroci con alcuni autori di articoli pro-caccia che andavano chiedendo,e cercando, con svariate ricette, il benestare della popolo Italiano attraversando il mare dell'etica,della credibilita'...

da Alessandro Cannas. 20/03/2012 11.03

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Come purtroppo accade spesso agli animalisti estremisti, la Signora Rossana Vallino non è convincente, anzi.

da Arrabbiato 60 20/03/2012 10.54

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

ORA ANCHE i GIORNALISTI piu' intelligenti, e dotati di buon senso e di buone capacita' critiche, cominciano a porsi delle domande su questa subcultura animalista....e cominciano a ragionarci sopra..... quindi confido nella Ragione, che prima o poi prevale sempre sulle mistificazioni e sul fanatismo, da qualsiasi aprte provengano. L? ho scritto e lo ripeto: il referendum piemontese sara' una figura orribile per i nostri nemici e segnera' l' inizio della loro fine in tutto il Paese. la lobby animalista, per quanti giornalisti possa avere reclutato nei decenni scorsi, sta perdendo credibilita' di giono in giorno e sanno benissimo di essere alla frutta.

da Fabrizio 20/03/2012 10.52

Re:Referendum Piemonte: quali ragioni per celebrarlo?

Era ora. Finalmente un dirigente, anche se periferico, di Arcicaccia che prende netta e chiara posizione a favore dei suoi associati.

da Argo 20/03/2012 10.43