Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Arci Caccia scrive al Ministro CingolaniMarche, Tar dispone limitazioni sul calendario venatorioUmbria: in arrivo altre giornate per il controllo del cinghialeSardegna: si decide per lepre e pernice sardaLombardia: Mazzali per un corpo di polizia ittico venatorio regionaleFrancia. Aumentano i candidati cacciatoriSparvoli confermato alla guida di Anlc fino al 2025Cinghiale in Piemonte. La parola ai cacciatoriFedercaccia Abruzzo: sentenza del TAR inaccettabileCommissione Ue risponde ad Arci CacciaToscana vieta prelievo della tortoraCinghiali in Piemonte. Coldiretti all'attacco55ª assemblea Uncza. All'ombra del ghiacciaioNota Ispra siccità e incendi. La risposta di FidcAbruzzo: modificato calendario venatorioCongresso Arci Caccia. Confermato il Presidente MaffeiSicilia, la Regione modifica il calendarioAbruzzo: ordinanza del Tar dà ragione agli animalistiToscana. Tar sospende tortora, pavoncella e moriglioneSparvoli (ANLC): "Ispra ci ha dichiarato guerra, ma noi risponderemo"Chianciano, aperto il XII congresso nazionale Arci CacciaIspra chiede limitazioni sulla caccia a causa di incendi e siccitàToscana: Cabina di Regia chiede chiarimento sulla tortoraSicilia. Nuovo decreto del Tar sulle date di aperturaInterrogazione Bruzzone sul Piano Nazionale TortoraMazzali chiede uniformità procedure caccia e pescaUmberto Venturini Presidente AcvDario Faccin nuovo Presidente nazionale ConfaviToscana. Al via il cinghialeUmbria. Una protestaLombardia: nuove regole per la carne di selvagginaSvizzera. Aumentano le donne a cacciaUk. Attacco alla cacciaLisa, cacciatrice in Corsica30 mila presenze alla sagra degli oseiGiannini attacca blog La cornacchiaTortora. Il Molise si adeguaTar Veneto sospende anche caccia alla pavoncellaSicilia: nuovo decreto riapre la caccia da sabato 4Sardegna. Niente tortora in preaperturaTortora. Sospensione anche per le MarcheNuova sospensione in Abruzzo e rinvio dell'udienzaSicilia: Tar blocca l'apertura della cacciaFrancia. Lo sport si schieraToscana. Promemoria per lo stornoTrentino. I camosci stanno beneMancata preapertura in Calabria. L'assessore bacchetta l'opposizioneSvizzera: Mostra sulla caccia al Museo Alpino di BernaCct: approvata delibera sulla preaperturaFrancia. Aumentano i cacciatoriPuglia: Tar respinge richiesta sospensiva sulla tortoraCalabria: Tar sospende caccia tortora e quaglia fino al 22 settembreSicilia: approvate modifiche al Calendario VenatorioEmilia Romagna. Pompignoli "vergognosa scelta sulla tortora"Acma aggiorna sulla situazione richiami viviTortora. La Cabina di Regia protesta con Mite e Conferenza Stato RegioniLombardia: pasticcio sulla coturniceRaccolta ali tortora. Il progetto Fidc continuaTorino: preapertura al colombaccio e altre modificheEmilia Romagna: la Regione toglie la tortora dalla PreaperturaCabina regia Toscana "ora lavorare per Piano tortora"Richiami vivi. Nuova circolare ministeriale ne permette l'utilizzoLazio. Arci Caccia "senza Piano tortora impossibile prelievo"Arci Caccia "Ma in Europa la legge è uguale per tutti?"Francia. Il Presidente dei cacciatori chiede le dimissioni della Ministra all'AmbientePreapertura. Anche la Regione Lazio risponde piccheKey Concept. Le associazioni scrivono al GovernoValle Canna. I cacciatori s'impegnano, gli animalisti si fanno fotografareAcma denuncia ritardi per il moriglioneTortora. Berlato protestaTortora in Toscana. La CCT non ci staToscana. Saccardi e la mancata preapertura alla tortoraIncendi. La Regione Sicilia arruola anche i cacciatoriLazio: le associazioni venatorie chiedono la preaperturaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"


mercoledì 28 luglio 2021
    

 
"Prima di riportare sui media le solite sparate contro i cacciatori, in maniera demagogica quanto gratuita, l'autrice del prestigioso articolo apparso sul giornale online OggiTreviso.it, in merito a una gattina presa a fucilate, poteva dare un'occhiata ai principi deontologici a cui si attiene la categoria di cui probabilmente fa parte e verificare l'incongruenza di quanto riportato nell'articolo". E' quanto dichiara l'on. Maria Cristina Caretta, deputata di Fratelli d'Italia.
 
"La proprietaria del gatto - continua Caretta - ha fatto denuncia contro ignoti, ma nel post scritto sui social dalla stessa proprietaria e ampiamente riportato nel pezzo, si accusano i cacciatori. Se la giornalista che ha riportato questa non notizia, ha invece certezza che il colpevole sia un cacciatore, la invitiamo cortesemente a coadiuvare le indagini per risolvere il caso del gatto impallinato, ad oggi, da ignoti. I Cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare il delirio del primo che passa e che ritiene legittimo diffamare un'intera categoria di persone che legittimamente esercitano l'attività venatoria".

Leggi tutte le news

28 commenti finora...

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Concordo pienamente con quello che dice Giuseppe non siamo appetibili al mondo politico e continuiamo ad esistere è solo perché se si sparisce noi non avrebbero più senso molte attività ambientaliste, x quanto riguarda il buo senso purtroppo tra L'essere umano non esiste più ma in tutti i settori non solo x la caccia.

da Maurizio. B. 31/07/2021 11.27

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Sicuramente la giornalista che ha scritto quell'articolo vive in un altro mondo. Noi cacciatori siamo persone perbene e con la fedina penale pulitissima. A noi piace andare a caccia per sparare alla selvaggina. Prima di scrivere fesserie che si accertano veramente di come stanno le cose. Alla on. Le Caretta vorremmo dire di impegnarsi molto di più sul lato venatorio di far sì che il parlamento modifichi la legge 157/92 per poter allungare i periodi di caccia e cioè da 1 settembre ed almeno fino al 28 febbraio. W la CACCIA ed i Cacciatori

da Cacciatori calabresi 31/07/2021 10.34

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Dai Friuli. Non essere così drastico. Mi sembra di aver specificato che se le discussioni si affrontano con serenità si possono fare con chiunque. Anche con chi la pensa diversamente da noi cacciatori. L'arroganza non la tollero neppure io e se sei spesso su questo forum te ne sarai accorto che se ho da sparare a zero su qualcuno lo faccio senza remore. Con simpatia

da Hunter74 31/07/2021 1.57

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

veneto sei d'impiccio. perchè la maggiornaza di noi è esaperto e questo provaca le dure reazioni dei cacciatori. Ma non siamo i soli. Ho pravato a lamentarmi in un blog di ciclisti e mi sono preso delle offese che tu neppure ti immaggini. Stessa cosa per i trekker ( cattivi impestati ) pensano che la natura sia di sua proprietà. Veneto vai su quei siti a fare il figo che qua ne abbiamo le balle piene e la gente dopo il COVID il bon ton lo ha messo sotto le scarpe !

da Friuli 30/07/2021 11.24

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Veneto, ti assicuro che pur non essendo tu un cacciatore, non sei affatto d'impiccio. Penso che in questo forum, come tanti altri, se si commentano le notizie, i fatti in maniera mite, educata e soprattutto razionale, anche i non cacciatori credo siano ben accetti. E' sempre costruttivo ed interessante uno scambio di opinioni con persone anche distanti dal mondo venatorio, purchè il tutto si svolga in modo civile e non fazioso, prepotente o addirittura estremista. Anch'io perdo le staffe e so diventare offensivo con chi si rivolge in malo modo. E non è il tuo caso per quel che mi risulta leggendo i tuoi post. Con stima

da Hunter74 30/07/2021 0.07

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Veneto se non si conosce la storia è difficile poi giudicare. Le aaw troppo indaffarate a farsi la guerra racimolare proventi sulle spalle dei cacciatori, per garantire un posto di lavoro ai propri parenti e/o amici degli amici si sono inventati i tecnici faunistici per un migliore gestione degli ATC. Cosa che invece non è avvenuta come in molti avevamo già previsto. In quanto al tecnico in questione non è stato più di tanto strapazzato seppure gli abbiamo allungato solo la la lista di altre professioni che volontariamente o meno aveva dimenticato. Non credo che questi commenti possano essere oggetto di censura.

da Saluti 29/07/2021 21.08

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Meno male che il Blog invita alla moderazione ed a usare un linguaggio appropriato. Non comprendo questo accanimento contro l'operatore faunistico e non mi si venga a dire che solo gli animalisti e gli ambientalisti usano linguaggi inappropriati per contro ribattere le idee e prese di posizione di parte del del mondo della caccia. A me pare da come che leggo i commenti che raramente senti un cacciatore che richiama all'ordine i suoi collegh, qualora ne fosse il caso. E' vero la solidarietà deve essere un punto di riferimento puirchè non sia offensiva verso altri e viceversa. Ho ancora fiducia in Hunter 74 anche se comprendo la sua posizione. Non lo so, devo ammettere che pensavo diverso questo blog, probabilmente non essendo un cacciatore, un estremista animalista o ambientalista inizio a comprendere che in questo Blog o la pensi come coloro che lo governano oppure sei di impiccio ed altro.

da Veneto 29/07/2021 19.03

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

x Lex, purtroppo di imbecilli senza testa ne esistono in tutte le categorie. Ma da qui a coinvolgere tutta una categoria di persone mi sembra un errore grossolano.

da Frank 44 29/07/2021 13.29

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Andrea, operatore faunistico. Hai scritto bene . Era quello che dovevano programmare e vagliare prima che tirassero fuori la 157/92 invece questi omini pieni di [email protected] e distintivo hanno comperato prima la frusta del cavallo e il cavallo li sta prendendo a calci solo che son ancora pochi.

da Pippo 29/07/2021 11.20

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Caro Mike, non sono un tecnico faunistico, sono solo un tecnico, e le cose provo ad affrontarle con il metodo che va bene per tutti. Per la ZRC che ti interessa servirà: 1° ambiente adatto al selvatico di vocazione, 2° volontariato quanto serve, 3° assenza del bracconaggio, il resto di quello che serve verrà fuori piano piano. Se si pensa che mettendo i cartelli e lanciando qualche selvatico la ZRC sia a posto, è bene farne di niente … Per chiarire, a me dà fastidio che qualche politico prenda visibilità commentando fatti come quello richiamato in questo blog, e se fossi un giornalista proverei a fare un’informazione meno di parte possibile (però forse, addio lavoro….).

da Andrea, operatore faunistico. 29/07/2021 10.50

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

A proposito. Stanotte un gatto mi ha ucciso 18 quaglie. Mi sa che se ci riprova gli faccio aprire un'altra inchiesta.

da Hunter74 29/07/2021 10.34

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Caretta,questi sono I problemi? Un lauto stipendio per questo....(non rimpiango nulla perche' non vi ho mai votato)

da Mario 29/07/2021 9.02

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Della lobby dei cinghialai e degli animalisti.

da X questo qua sotto 29/07/2021 7.17

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

E i farmacisti....dove li lasci ???...una domanda al tecnico faunistico che sará senz altro al top ,....una ZRC che nn funziona...di chi é la responsabilitá a)della Regina d Inghilterra b)dell Atc,del tecnico e del carrozzone C)di Natale Babbo D) varie ed eventuali insapute E)il commissario Basettoni F,g,h,i,l,m.......Zeta.

da Mike Buonanotte 29/07/2021 6.19

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Operatori faunistici dentisti laureati in albania e perché no magari anche becchini.

da X operatore faunistico 29/07/2021 2.23

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Per Lex (questo nick name mi sembra sciupato): Quella di additare al pubblico ludibrio sembra stia diventando una moda. Credo che ogni fatto debba essere analizzato da tutti i possibili punti di vista, e quello della tortura di un essere vivente è senz’altro da condannare. Però a quale categoria sociale appartengono i colpevoli non aggiunge niente alla valutazione in quanto gli stessi probabilmente fanno parte anche di altre categorie tipo: pensionati, dipendenti pubblici, elettricisti, automobilisti, ecc. ecc.. Di questo dovrebbero tenere conto in primis quelli che si occupano di informazione, per dare al loro lavoro una forma un po' più professionale del gossip. Però anche chi recepisce le informazioni dovrebbe metterci del suo, se ce n’ha …….

da Andrea, operatore faunistico 28/07/2021 22.33

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Brutta copia di Berlato in oltre due anni e mezzo in Parlamento cosa ha portato a casa di concreto per la caccia?

da Nato per la caccia 28/07/2021 20.50

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Taccia, è lavori.

da Falco 28/07/2021 20.45

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

In realtà i due sono iscritti a nota associazione ambientalista!

da Roncola 28/07/2021 20.28

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

da anonimo 28/07/2021 19.40

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Egregia Caretta, glieli do io i principi deontologici, visto che siete di nuovo in prima pagina: "Siete di nuovo in prima pagina, questa è la verità: "Firenze, un cucciolo di volpe usato come esca e morto di fame. Firenze, denunciati due uomini che volevano catturare la madre. Gli agenti: che pena, era terrorizzato. «Il cucciolo di volpe, prigioniero nella doppia trappola, mi ha guardato sino agli ultimi istanti di vita — racconta —. Era terrorizzato, non aveva quasi più denti perché se li era spezzati cercando di uscire dalle gabbie di ferro arrugginito. Poi, quando eravamo quasi riusciti a salvarlo, è crollato a terra. È stato terribile». Il cucciolo di volpe, quattro mesi, era stato trasformato in un’esca. Lo avevano catturato nella tana due fratelli sessantenni, uno dei quali ha anche un regolare porto d’armi per la caccia, e lo avevano usato per catturare, con i suoi lamenti disperati, la madre.". Io non so di quale categoria faccia parte la giornalista contro cui lei sbraita, ma di certo il pezzo di .... che ha torturato quel cucciolo di volpe era un cacciatore.

da Lex 28/07/2021 19.15

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Infatti. Giuseppe ha pienamente ragione. E poi che notiziona: il gatto impallinato. Che problemi seri da affrontare x i nostri onorevoli pagati e strapagati. Non sono questi i deliri che i cacciatori italiani non sono più propensi a tollerare. Io me ne strafotto di ciò che pensa di me cacciatore la gente. I problemi per i cacciatori italiani sono altri. Politica avversa in primis; parcomania, Animalismo fazioso, bugiardo e talebano; aavv inutili e vendute. Questi sono i problemi. Altro che gatti impallinati.

da Hunter74 28/07/2021 15.06

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

... read news

da ... read news 28/07/2021 13.53

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

purtroppo attualmente non siamo appetibili dalla classe politica come lo sono le ass. ambientaliste,ce la siamo giocata male nei tempi d'oro della caccia dove le ass.venatorie invece di essere solo interessate alle tessere avrebbero dovuto portare avanti il mondo venatorio rendendolo appatibile alle varie fazioni politiche ma questo non e' stato fatto ed ora siamo piu morti che vivi ci sostiene solo una cosa che se vogliono chiudere la caccia sparirebbero anche chi ci vuole morti,un'ispra a cosa servirebbe? e le varie ass.ambientaliste che succhiano soldi allo stato a che servirebbero? per non parlare della moltitudine incontrollata di parchi e parchetti buoni solo ai rovi ed ai cinghiali chi darebbe da sfamare i vari direttori di questi parchi inutili?altro oggi non c'e'quindi godiamoci possibilmente quest'altro anno di caccia covid permettendo e poi!!!!!!!!!

da giuseppe 28/07/2021 13.44

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Grazie onorevole.A prescindere dal pensiero politico che può essere o non essere condiviso,se in passato ci fossero stati più politici attenti come lei,forse adesso non ci saremmo trovati sepolti sotto ogni tipo di calunnia e dipinti da tutti come dei delinquenti.Grazie comunque onorevole Carretta.

da Pilade 28/07/2021 12.41

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

I coglioni vanno sempre a coppia.Queste scribacchina invece di riportate queste infamie gratuite dovrebbe riportare cose serie come l'aumento esponenziale di tumori nelle terra dei fuochi. Dati di medici scienziati e procura: aumenti fuori norma aumento di casi di malattie a polmoni, mammella, vescica, stomaco. La “zona rossa” tra Marcianise, San Marco, San Prisco e Mondragone. Oggi su Cronaca di Caserta. Che andasse a leggere forse un giorno potrebbe diventare anche una giornalaia. Giornalista non di certo in quanto amica di quell’omino che invece di vigilare su questi crimini correva dietro ai cacciatori e regalava soldi pubblici a animalari senza scrupoli.

da Paolo 28/07/2021 11.17

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

E questa si spaccia per amica dei cacciatori, fa una sua associazione venatoria e si impegna su queste cazzate. Poveri cacciatori.

da poveri noi 28/07/2021 10.38

Re:Caretta "I cacciatori italiani non sono più disponibili a sopportare deliri e diffamazioni"

Grande notizia, grande impegno per i problemi della caccia. Viva il Minculpop.

da Starace 28/07/2021 10.29