Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Campania, Circolare per i cacciatori di selezione al cinghialeAssemblea nazionale Anuu "Caccia: una passione al servizio della società"Cacciatori veri ambientalisti: continuano le iniziative dei paladiniAB (Agrivenatoria Biodiversitalia) chiede Iva 10% su cessioni fauna selvaticaDecreto Agricoltura (e caccia?): ecco il testo in esame in CommissioneRiforma legge caccia Marche, polemiche da ColdirettiArci Caccia Marche: Calendario Venatorio non concertato con le associazioniLiguria, Piana: "con autoconsumo cinghiali vero coinvolgimento dei cacciatori"Il Decreto di Lollobrigida fa infuriare i 5 StelleBonelli chiede referendum contro la cacciaIn Francia 90 specie cacciabili, 60 sono uccelliDe Carlo:"Dl Agricoltura in approvazione entro fine giugno"Bruzzone: pronti a superare ostruzionismo contro le modifiche alla 157/92 sulla cacciaLollobrigida annuncia firma di Mattarella su Decreto AgricolturaInterrogazione M5S chiede al Governo di rafforzare ruolo del SOARDAFidc: riconosciuta finalmente utilità pubblica della cacciaScienza e calendari venatori. A Bastia Umbra il punto di Federcaccia Bargi (Lega Emilia Romagna) "su regolamento ungulati persa occasione di confronto"Preapertura caccia e deroghe in Umbria. Puletti chiede di sollecitare IspraCommissario Caputo: già 15 mila bioregolatori, puntiamo a 100 mila entro l'annoAutoconsumo cinghiali abbattuti. Pubblicata Ordinanza PSA30 mila ingressi a Caccia VillageBruzzone: "Cinghiali, torna diritto all'autoconsumo in zone PSA"Ministro Lollobrigida all'inaugurazione di Caccia VillageCarabinieri Forestali, Mattarella esprime dubbi su Decreto AgricolturaProblema oche in Olanda, cacciatori lamentano regole inattuabiliCaccia, l'Enpa attacca Vaccari e i cacciatori "allarme selvatici inesistente"Ignazio Zullo (FdI) interroga il Ministro: "densità venatoria, disparità tra i cacciatori pugliesi"Francia: nuovo stop alle deroghe per "caccia tradizionale"Successo per il progetto nidi artificiali per il germano realePercezione distorta della caccia, un nuovo sondaggio in UE la fomentaAssessore Beduschi "su PSA siano riconosciuti gli sforzi dell'Italia"Selvatici e buoni: nasce manuale operativo per gli addetti alla filieraEmilia Romagna: Giunta vara nuovo regolamento ungulati Europee: Anna Maria Cisint (Lega) sottoscrive il suo impegno per il mondo venatorioArci Caccia: "finalmente corretto l'errore sulle guardie volontarie"Coldiretti "Bene Dl Agricoltura su cinghiali ma servono i piani regionali"Buconi "positivi provvedimenti dal Decreto Agricoltura"Fiocchi all'evento contestato di Sumirago “fiero di essere cacciatore”Europee: Cabina di Regia Venatoria chiede impegni alla politicaTar respinge ricorso contro 842 (ingresso cacciatori sui terreni privati) Face raccomanda ai cacciatori di votare alle prossime europeeApprovato DL Agricoltura. Novità su vigilanza venatoria, Psa, ForestaleCacciatori ancora all'opera nel weekend per ripulire boschi e ripristinare habitatCalendario Venatorio 2024 - 2025 Liguria: ecco il testoIl Soarda passerà sotto il controllo del MinAgricoltura. Decreto al CdMPutin e Berlusconi, quando l'amicizia si incrinò per una battuta di cacciaMassimo Buconi confermato alla guida di FedercacciaFondazione Una e Università Pollenzo presentano nuova filiera selvaticaL'invito di Buconi ai candidati: "caccia argomento da maneggiare con cura"Valle D'Aosta. Lega propone riapertura caccia allo stambeccoFiocchi ricandidato al Parlamento Ue. Polemica per il manifesto col fucileRegione Umbria preadotta Calendario Venatorio 2024 - 2025Coldiretti: fauna selvatica causa 200 milioni di euro di danniConsiglieri Lega Umbria "accolte nostre richieste su Calendario Venatorio"Campania: tra Salerno e Benevento stanziati quasi 200 mila euro per i fagianiCaccia di selezione aperta nella Zps del Parco Sirente VelinoDopo focolaio Lombardia, Ue aggiorna zona di restrizione PSA in ItaliaCalendario Venatorio Umbria: Morroni annuncia novità in ConsultaInterrogazione Brambilla contro la caccia al cinghiale in area protettaColdiretti "mancano ancora i Piani regionali di controllo della fauna selvatica"Buconi nella tana del lupo: Confronto con Wwf sul Fatto Q.In Estonia l'88% dei cittadini promuove la cacciaDimissioni Arci Caccia. La lettera di Gabriele SperandioOsvaldo Veneziano si dimette dal comitato scientifico dell'Arci CacciaLegge Bruzzone: Commissione Agricoltura tratta (e respinge) solo 5 emendamentiLega Umbria scrive al Governo per la caccia in derogaUmbria, rinnovato Piano controllo gazza e cornacchia grigiaBolzano: nel 2023 picco di licenze, crescono le cacciatriciBarbara Mazzali a difesa della caccia in deroga in LombardiaFriuli chiede aiuto ai cacciatori per abbattere 4 mila cinghialiTrento, approvato Calendario Venatorio 2024 - 202512 mila visitatori alla Fiera di Longarone Caccia, Pesca Natura Emilia Romagna, Mammi chiede intervento del Governo. Occhi (Lega) "perso troppo tempo"Bertacchi (Fidc Lombardia): giudici ignorano gestione faunisticaCaccia selezione Umbria: approvato Calendario Venatorio 2024 2025 A Villar Dora (TO) convegno Anuu su Fauna e AmbienteGiunta Liguria approva Calendario Venatorio 2024 - 2025Aggiornamenti Acma sul progetto Folaga

News Caccia

Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai


mercoledì 5 febbraio 2014
    

Una casa da dover mandare avanti, due figli piccoli, un compagno, e poi, la caccia. Antonietta Mechelli, casalinga di Viterbo dice di avere “una passione incontrollabile per la beccaccia”.  E' stato suo padre a trasmetterle il sacro fuoco: “era un cacciatore –  racconta -, quando rientrava dalla caccia mi divertivo a contare le sue catture, e passavo la sera a guardarlo mentre puliva il suo amato fucile, spesso dopo averlo riposto prendeva tutto l’occorrente per armare le sue cartucce ed io restavo li a guardare e fare mille mille domande alle quali lui con molta pazienza rispondeva”.

“Un giorno – ricorda Antonietta - , avevo circa 7 anni, mi disse: vuoi venire domani con me alle allodole? Mi serve una mano con la nuova giostrina…. Io ho immediatamente risposto di si, così ho passato tutto il tempo a tirare una cordicella ed andare a recuperare gli abbattimenti. D'estate lo accompagnavo a portare i cani a correre, e riaperta la stagione ho iniziato a seguirlo quando usciva con i cani e mi incantavo a vederli al lavoro”.
 


Poi Antonietta cresce, e con l'ad
olescenza abbandona queste avventure, fino a che un giorno, da adulta, riscopre ciò che si era assopito in lei. Quindi la licenza, chiesta in dono all'attuale compagno, anche lui cacciatore, in occasione di un compleanno. “Mi ha chiesto cosa desiderassi per regalo ed io senza pensarci gli ho chiesto la licenza da caccia. Non so descrivere la sua espressione, forse era spiazzato, forse pensava che scherzassi... di solito le ragazze chiedono una borsetta firmata, un paio di scarpe, un gioiello, io no!”.

Poco dopo l'esperienza più emozionante: la prima beccaccia. “Alla terza uscita ho avuto la fortuna di trovarmi davanti il cane in ferma, avevo visto in tv queste scene di caccia centinaia di volte, ma ero sorpresa. Ho iniziato a sudare, i battiti aumentavano, ho guardato Gregorio (il mio cane) e con una carezza sulla testa l’ho spinto verso la nostra beccaccia, subito dopo ho sentito quel rumore… il frullo ed ho sparato, mai avrei immaginato di riuscire a prenderla e invece l’ho vista cadere, un attimo dopo il mio cane era ai miei piedi con la regina fra i denti, ho scaricato il fucile, l’ho poggiato ad un albero e mi sono messa ad esultare e gioire con Gregorio. Mi tremavano le gambe al punto di dovermi sedere a terra, cercavo di rivivere con la mente ogni secondo di quell’azione. So soltanto che ho provato delle emozioni uniche, quando il mio compagno mi ha raggiunta e mi ha vista con quella beccaccia fra le mani era felice quanto me, sapeva bene cosa stavo provando, la prima cosa che ho fatto è stata quella di ringraziarlo per ciò che mi aveva regalato, per l’impegno che si era preso nell’accompagnarmi in questo mondo della passione per la regina dei boschi”.

“Da quel momento – continua la nostra Antonietta - non faccio altro che andare a caccia di queste sensazioni, l’emozione che provo quando vedo il cane in ferma è quasi indescrivibile, io non conto il numero degli abbattimenti ma so quanti incontri faccio, a volte credo di provare anche un po’ di dispiacere quando la prendo, perché quando la vedo alzarsi e volar via in fondo sono felice, felice di averla incontrata, felice di sapere che posso continuare ad inseguirla, e per giorni ogni volta che chiudo gli occhi la rivedo volare con tutto il suo splendore, è un animale fantastico, è intelligente, è furba e con lei è una sfida ogni volta”. “Ricordo ogni singolo incontro, quando qualcuno mi chiede quante ne ho prese durante la stagione quasi mi infastidisce, la regina non è un trofeo di cui vantarsi, non è una sfida a chi ne a
bbatte di più, no! La regina è un vulcano di emozioni che soltanto noi ed il nostro cane possiamo condividere”.

Da questa stagione condivide la sua ricerca alla regina con la una cucciolona di 15 mesi di nome Gina, “stiamo crescendo insieme – sottolinea -. Certo, con un cane già formato sarebbe stato tutto più facile, ma con lei sto creando la “nostra caccia”, non c’è una scuola dove imparare questa passione, qui sono gli errori ad insegnarci tutto, io e Gina ne abbiamo perse molte questa stagione, ma questo è servito a farci crescere”.

 La lotta ai postaioli. “Nella mia zona ce ne sono, ed io non so spiegarmi quale emozione possa darti sparare ad una beccaccia in quel modo, la maggior parte di loro non sono mai entrati nel bosco”. Per Antonietta questa è una battaglia culturale, la sua battaglia. “Litigare è inutile. Io ne ho conosciuti due ed invece di discuterci sono riuscita a convincerli a seguirmi in un paio di battute”. Il risultato? “Ora hanno il cane e vengono a cercarsela nel bosco, si sono uniti alla mia causa e stanno iniziando anche loro a “combattere” queste persone. Per me è stata una gioia infinita: due beccacciai in più e due postaioli in meno”.

Vai alla sezione Amiche di BigHunter

Leggi tutte le news

24 commenti finora...

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Laura, quello che è successo e succederà ancora in Albania non ha nulla a che vedere con la caccia così come la intediamo noi e il mio punto di vista l'ho già espresso al meglio delle mie possibilità sulla discussione dedicata. Per Salvatore. Condivido tutto. Sono emozioni indescrivibili! :-)

da Ezio 07/02/2014 8.36

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Io tendo a distinguere la caccia e i piani di contenimento/eradicazione come due entita' diverse (che avvengono per arginare eccessi di popolazioni). A caccia non si va nei periodi riproduttivi e di cura della prole (non deve portare alla scomparsa delle specie). Se si tratta di contenimenti tutto cambia poiche' cio' che conta sono i risultati (l'etica non viene quasi per nulla considerata), il numero di abbattimenti e che per essere efficaci vanno effettuati in tutto il periodo dell'anno (non per 3-4 mesi e in maniera saltuaria). Mi sa che a continuando a discutere saltera' fuori... un bel minestrone ;-) La parola "mattanze" la volevo riferire a quello che e' successo in Albania, mi scuso per la poca chiarezza.

da Laura x Ezio 07/02/2014 0.31

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

é tutto meraviglioso é indescrivibile tutto quello che succede qndo sei in un bosco,nn si racconta cn semplici parole dal tuo cane dalle ruve che ti strappa il pantalone mentre corri xandare in contro al tuo cane dallo frullo e il silenzio ke ti circondaprima dello sparo nn é fantascienza é l'unica emozione quella della regina!!!!!!mi amoziono solo nel scrivere qeste brevi parole e nel leggere ki la pensa cm me!!grazie.....

da Salvatore 06/02/2014 22.27

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

COMPLIMENTI ANTONIETTA BRAVA NON PERDERE MAI QUESTA PASSIONE.......

da FRANCESCO...... 06/02/2014 19.20

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Io sono uno semplice mi piaciono le cose semplici e tento pertanto a semplificare. Non mi piace la parola mattanza abbinata alla caccia. Ci sono persone che per i luoghi e/o i tempi in cui vivono o sono vissuti hanno semplicemente la possibilità di abbattere più o meno selvatici. In Argentina le tortore, i colombi, le lepri sono considerati una sorta di calamità nazionale e trattati come tali. Che dovremmo fare?? Dire che non è giusto?? Che non è etico?? In Italia abbiamo regole scritte e non scritte inerenti l'attività venatoria. Le ultime, tramandate da generazione in generazione, in genere hanno persino più valenza delle prime. Che dovremmo dire che le prime non vanno rispettate?? Continuo semplicemente a ritere che se non piacciono o non si ritengono giuste vanno cambiate. Tutto li.

da Ezio 06/02/2014 13.48

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

LA BATTUTA SULLA MAESTRINA è DIRETTAMENTE PROPORZIONALE ALL'IMBECCATA DEI VERI CLUB SCOLOPAX ED AFFINI CHE HANNO FATTO CONCLUDERE UN'ARTICOLO BELLO E PENSO ANCHE APPASSIONATO CON UN FINALE PUERILE ALLA STREGUA DELLE ESTERNAZIONI DEGLI ANTICACCIA CONTRO IL NOSTRO MONDO ( MI SEMBRA DI SENTIRE PARLARE ( COME OPPOSTO ESTREMISMO )GLI ANTI-NOI FUORI DAI CIRCHI )

da ZERO ASSO9LUTO+ INOX + FRIDA (amica di Inox bracca tedesca ) 06/02/2014 11.25

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Si OK Ezio l'etica di chi citi rispecchia la realtà, ma la sanzione è prevista solo per beccaccia e beccaccino ( anche se il beccaccino non se lo fila nessuno e non ha difensori palearticisti o microcippatori ) Personalmente visto che caccio solamente il fagiano in ATC AL2 non è che non mi fa dormire nè la beccaccia e financo il suo beccone. Non mi và il beccacismo integralista che fa SOLO DANNI , ognuno ha il libero arbitrio e se gli piace rischiare certe pratiche ne subirà eventuali conseguenze, Io il libro CUORE lo uso come zeppa per non far traballare il tavolo del soggiorno,una volta però l'ho anche letto e la maestrina dalla penna rossa che redime due cacciatori postaioli è un po infantile ( anche INOX ha riso ) Ciao belli!!!!

da ZERO ASSOLUTO + BRETON INOX 06/02/2014 10.42

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Quello che scrivi ZERO rispecchia già la realtà. I VERI segugisti non sparerebbero mai ad una lepre all'alba vicino ad un palo di una vigna. E non lo fanno da SEMPRE senza aver bisogno che nessuna legge o norma o regoletta glielo imponga. Così come chi caccia pernici con il cane certo non gli tira nel "mucchio" a terra e così via... Allo stesso modo a NESSUN VERO beccacciaio verrebbe in mente di sparare ad una bekka alla posta. In questo caso però una norma di legge che lo vieta c'è. Piaccia o non piaccia. E, come ho già detto in passato, se non piace così tanto è sufficiente farla abolire quella norma. Chi è il primo che inizia la raccolta firme??!!

da Ezio 06/02/2014 8.53

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

sensazionale non ho parole per esprimere gratitudine e complimenti a questa donna cosi vicina a noi cacciatori e che donna ,i postaioli alla beccaccia vanno umiliati ,perseguitati ,sono ib distruttori di una passione e di un,etica che non gli appartiene .....

da peppe 05/02/2014 22.38

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Cara Laura e di riflesso Antonietta che non merita nel suo candore di novella cacciatrice essere coinvolta in qualcosa di diverso da i complimenti degli amici cacciatori,chi mi conosce sà della mia lingua linguaccia tagliente, il mio pensierino della sera era rivolto ad un'approccio alla caccia TUTTA ED INSCINDIBILE contro i nostri denigratori, noto con rammarico che la "beccacciodipendenza" sta facendo delle vittime fra le nostre fila , non ci sono cacciatori di serie A e di B , chi ama il tordo o il fringuello è uno di NOI PUNTO!A parte il fatto che la beccaccia è un migratore perciò ... bla bla ....... di questo andazzo non mi meraviglierei se i segugisti cominciassero a chiedere a gran voce e perchè nò giustamente che una lepre fucilata all'alba vicino ad un paletto di una vigna sia peccato mortale come la posta alla beccaccia. Ciao bella senza rancore ( INOX ti manda una musata di affetto)

da ZERO ASSOLUTO + INOX 05/02/2014 21.20

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

LAURA praticamente non hai capito nulla. Ci sono pagine suggerite dal cuore tu praticamente te le sei fatte suggerire dal pancreas

da ZERO ASSOLUTO + INOX 05/02/2014 20.34

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Belin a parte quel " tubone che imbracci mi sembra una canna " 75" non proprio da beccaccia. In una paginazza di belle cose non ti viene in mente come pensierino della sera che la NOSTRA lotta ora e più che mai deve essere rivolta ad anticaccia,licie colò varie ed a politici del NON FARE che ci stanno massacrando!!!!!!La posta alla beccaccia sta alla caccia dei giorni nostri come un unghia incarnita stà ad un tumore alla pleura.Questo è il mio pensiero da rivolgere a giovani cacciatori/cacciatrici spero sia considerato costruttivo poi si sà le persone con i capelli bianchi ed anche pochi (come mè ) possono essere dei saggi o dei rimbambiti, ( con "rimbambiti" ho scoperto il fianco ma INOX mi ha detto di dire così )

da ZERO ASSOLUTO + INOX 05/02/2014 17.21

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

x La Bella Cacciatrice Antonietta L'ho detto in un recente commento,la DONNA CACCIATRICE possiede tre caratteristiche fondamentali:FEMMINA CON GLI ATTRIBUTI,MOGLIE PERFETTA,E MAMMA ADORABILE. Salutoni

da Spartacus60 05/02/2014 15.30

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Va beh...diciamo che se ogni tanto si fa pure qualche numero con qualità, non è che casca il mondo! Anzi!! Ancor più che noi ci "esaltiamo" in genere per veramente poco. Rimarrà un momento indelebile nei nostri ricordi.

da Ezio 05/02/2014 15.19

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Grazie! per quello che hai scritto!tutto quello che hai detto è pura verità! "per un vero cacciatore" spero che le parole che hai scritto facciano riflettere tutti i cacciatori (anche ai postaioli) e anche per le persone che hanno un brutto pensiero per chi esercita l'attività venatoria. Viva la regina dei boschi!

da Salvy 05/02/2014 15.17

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Bello, semplice e colpisce il centro . Brava Antonietta . Non è il numero che fa il carniere, ma la qualità; sono perfettamente in sintonia .

da Renzo 05/02/2014 15.11

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

bello questo è quello che faccio io tramandatomi da mio nonno e poi mio padre. l'ETICA !!!! Non sono i numeri che contano . E' LA QUALITA' senza se senza ma.

da falco 05/02/2014 14.59

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Sono senza parole di quello che scrivi è magico complimenti

da Alberti Mauro 05/02/2014 13.35

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

GRANDISSIMAAAAAA!!!!! :-)

da Ezio 05/02/2014 12.36

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Complimenti Antonietta!!! Condivido in pieno, tutto quello che hai scritto...W i nostri ausiliari, w la regina dei boschi e abbasso i postaioli INFAMI!!!!!!

da Dino LE 05/02/2014 12.11

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Bravaaaaaaaaaa!!!!!!!

da AlessandrobFederighi 05/02/2014 12.01

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

Complimenti Antonietta, ricordati che chi fa la posta alla beccaccia non è un cacciatore ma uno sparatore e quando davanti al bar si vanta di averne abbattute la sua coscienza continua a sporcarsi... contenti loro. Io non vado a beccacce( sono tordaiolo nel cuore) in dieci anni di caccia solo una volta ho incontrato una beccaccia e sono anche riuscito a prenderla ... e si ti capisco è stata un'emozione grandissima, ma la più grande emozione è stata regalarla ad un mio zio (beccacciaro per una vita) malato e alla fine dei suoi giorni e vedere i suoi occhi luccicare per l'emozione. Brava e se puoi coinvolgi altre donne forse è l'ultima speranza che ci resta.

da P.G. 05/02/2014 11.45

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

sono felice di aver avuto la possibilità di aver dato voce alle mie emozioni di caccia, per questo ringrazio bighunter e tutte le persone che ne fanno parte, ringrazio chi mi appoggia ed anche chi mi critica dandomi ancora più forza per continuare in questa passione, ringrazio Andrea Mariani per la fiducia che mi ha dimostrato nell'avermi affidato Gina una sua cucciola, ed infine ma non per ultimo Andrea il mio compagno che mi sopporta quando lo butto dal letto per andare a caccia... :-)

da Antonietta Mechelli 05/02/2014 11.39

Re:Antonietta Mechelli: la prima beccaccia non si scorda mai

questo ci vuole. donne con la passione, con la competenza, con la modestia di chi sa che non basta mai sapere, che bisogna sempre mettersi in discussione, che si impegna per raddrizzare le tante cose storte che anche da noi ci sono.eccome se ci sono

da Salvo S. 05/02/2014 11.00