Parliamo di cose serie


lunedì 3 maggio 2021
    

Ormai sembra che si sappia tutto sui pallini e le munizioni di piombo e sui loro effetti sui terreni e nei confronti della fauna selvatica. Se però andate a tastare l'universo del web per "saperne di più", vi accorgerete che aldilà della vicenda "caccia", poco si sa del resto. E non solo per la faccenda piombo. Vi risulta a voi, per esempio, a proposito dell'utilizzo di questo metallo, che qualcuno abbia mai citato il pericolo derivante (e derivato) da batterie, prodotti rotolati e estrusi, leghe, pigmenti e composti, guainatura di cavi? Eppure sono ampiamente utilizzati e sicuramente molto di più dannosi che per le munizioni da caccia!

I media, poi, mentre tutti i giorni ci tartassano....occhi e orecchie sulla vicenda avvoltoi, quando si parla dei terreni che quotidianamente calpestiamo e degli inquinanti che nascondono, tacciono, svegliandosi dal torpore una volta all'anno, in occasione della giornata della difesa dei suoli.
Allora, pur armati di pazienza, non c'è che da constatare che le informazioni che un comune mortale è in grado di rilevare dall'infinita parcellizzazione dei dati sono poche, spesso vecchie e criptiche. Ma qualcosa c'è. Allargando la visuale sui metalli pericolosi per la salute, non solo di quella degli animali selvatici, si scopre un mondo. Dice: ma tu, cacciatore,  occupati dei tuoi problemi. Lascia stare il resto. Lì ci pensiamo noi! Cioè loro. Lorsignori, padroni dei salotti, delle filiere produttive, della comunicazione.

Eh no! Non sarei d'accordo. Abbiamo o non abbiamo gli stessi diritti dei nostri concittadini? E allora, seppur con dati vecchi, seppur frammentari, vediamo come stanno davvero le cose. Una mappa delle terre contaminate da metalli pesanti in Europa (Joint Research Center della Commissione Ue) dà un'idea del fenomeno e ci fa sapere che anche nel nostro paese la situazione non è rosea.
Non si tratta solo, com'è ovvio, di piombo. La faccenda riguarda ben altri metalli: arsenico, cadmio, rame, nichel, mercurio, cromo, zinco, antimonio, cobalto. E interessa sia le aree urbane sia quelle rurali. Di sicuro, nelle aree urbane la caccia non c'entra! La cause principali? Eccole: l’attività umana, sia industriale che civile, ovvero estrazione dal sottosuolo, ma anche scarichi fognari e fumi industriali, fertilizzanti, pesticidi, vernici, combustibili.
Eppure nessuno ne parla, o comunque se ne parla poco, se ne rapportiamo il clamore a quello del piombo nelle munizioni.
 
E' la solita storia, si attacca l'anello più debole della catena, per far passare in secondo piano il problema reale. Oggi poi, con i raffinatissimi strumenti di marketing di cui i grandi sistemi di produzione dispongono, non sai mai per quale ragione ti propongono un argomento. Danno voce per esempio a un affabulatore televisivo che mette sotto schiaffo l'olio d'oliva (perché fa ingrassare) e poi ti accorgi che dietro c'è un concorrente che produce bevande zuccherine il cui esagerato consumo, statisticamente documentato, provoca effetti dieci volte peggiori.
Meditate gente. E fate meditare.

 

Paolo Longo





Commenta
Titolo:
Commento:
Autore:


162.158.62.231
Invia il tuo commento

20 commenti finora...

Re:Parliamo di cose serie

Randolph : da come si esprime e sostiene mi sorge il dubbio che in testa non porti il berretto o il cappello, ma le mutande. A buon intenditor.......

da brfetone 06/05/2021 21.20

Re:Parliamo di cose serie

rICCHI BELLI POVERI E ME FRIGA STOZAXAZZ HA AH IO VADO A CACCIA DDA SULOLO E PORTO TANTI UCCELLI LEPRI FAGIANI BECCACCE E MAGNO ALLA FACCIA DE TUTTI QUANDI ME FREGA STOCAXXZZU

da mAGGNONE 4 06/05/2021 20.30

Re:Parliamo di cose serie

La licenza di caccia dovrebbe costare 5.000 euro. Tanti bruciasiepi toglierebbero il disturbo. Se a caccia andassero solo i benestanti l’immagine del cacciatore ne guadagnerebbe: i ricchi sono sempre belli e invidiati. Pensateci

da Randolph 06/05/2021 16.38

Re:Parliamo di cose serie

X Randolph....non la mando a fare in culo x rispetto il suo è un discorso discriminatorio x tutti i CACCIATORI ITALIANI si deve solo VERGOGNARE BRUTTA TESTA CELEBRO-LESSA....

da MARCELLO64 06/05/2021 15.57

Re:Parliamo di cose serie

La caccia non può essere attività di massa ed è giusto che venga praticata solo dai benestanti.

da Randolph 06/05/2021 14.11

Re:Parliamo di cose serie

La caccia è sempre stata per i signori o mi sbaglio?...

da 99 06/05/2021 13.15

Re:Parliamo di cose serie

Bughiu hai ragione , infatti noi le usiamo solo in valle per "raccogliere" qualche germanaccio impestato che non è convinto della nostra tesa. prezzi da capogiro. in una buona giornata di caccia potremmo arrivare a sparare anche 150 colpi ( con i recuperi in acqua) sul serio serve il mutuo ! meglio il piombo... fonderemo clandestinamente i pallini alla faccia dei burocarti... della froestale ....sei verdi ...ecc. ecc.

da pierino 06/05/2021 12.05

Re:Parliamo di cose serie

I costi delle munizioni no toxic attualmente sono davvero elevate, soprattutto del bismuto ( il più vicino per peso e prestazioni al piombo), con queste condizioni spariranno alcune delle cacce tradizionali, come quella al capanno e alla piccola migratoria..( e qui come dice l'amico Rupert con somma libidine dei cinghialai, dei selecontrollori ecc) come potrà essere sostenibile spendere 5-7 € per un tordo la speranza è che tutte le ditte di munizioni producano le cartucce al bismuto e conseguentemente per la legge del mercato, piu prodotti meno prezzo, ma fino ad un certo punto però perchè la materia prima quella è. Il tucsteno come dice Pierino fa paura ed è vero che uccide a distanze impensabili....ma proprio questo a mio parere è proprio il suo limite, l'utilizzo in luoghi dove non ci sia visibilità..provate ad immaginare una fucilata in bosco magari in una mattina di novembre con un po di nebbia, dove si vede per una cinquantina di metri e basta,...

da Bughiu 06/05/2021 10.29

Re:Parliamo di cose serie

Un quadro politico che principalmente si occupa di proteggere clandestini, omosessuali, vegani , animalisti, corrotti, drogati, approfittatori del reddito di cittadinanza , mafiosi ecc., come può affrontare e parlare di cose serie ?

da bretone 06/05/2021 0.25

Re:Parliamo di cose serie

Pierino hai ragione, meglio prenderla a ridere

da esteban 05/05/2021 14.58

Re:Parliamo di cose serie

esteban. Stavo spiegando la balistica lo so che costa molto piu caro ma se vuoi raccogliere un anatra a 70/ metri lo puoi fare. Poi a fine cacciata , passi in banca e richiedi il mutuo con il bonus caccia detraibile dalle tasse! ????? ahaha

da pierino 04/05/2021 18.04

Re:Parliamo di cose serie

COMUNQUE BISOGNERà ABITUARSI ALL'IDEA. sE SI VA DI QUESTO PASSO, FRA QUALCHE ANNO DOVREMO CAMBIARE TIPO DI PALLINI, O DI PALLE, PER QUALSSIASI FORMA DI CACCIA. RESTERA' INVECE IN PIEDI IL PROBLEMA PIU' GROSSO DEI VELENI SUL TERRENO. E QUESTA POTREBBE ESSERE UNA BATTAGLIA, NELLA BATTAGLIA PIU' COMPLESSIVA PER IL RECUPERO DI AMBIENTI, CHE MERITEREBBE COMATTERELA DA PARTE DI NOI CACCIATORI. IO CREDO CHE CI FAREBBE BENE PER RECUPERARE REPUTAZIONE DI FRONTE ALLA GENTE, CHE BEVE TUTTE LE FANDONIE CHE CERTA STAMPA GLI PROPINA.

da FIRMANI E. 04/05/2021 17.10

Re:Parliamo di cose serie

Il problema è che il tungsteno costa 5 volte più del piombo

da estaban 04/05/2021 15.49

Re:Parliamo di cose serie

il tungsteno - se permetti - arriva volte più lontano ed è mortale tre volte più del piombo! Che prove hai fatto? anche tu hai letto i giornali di settore ? ma ho capito sei il solito idiota maleducato che non capisce una mazza!!!

da Pierino 04/05/2021 15.18

Re:Parliamo di cose serie

Io vado solo e andro' solamente con pallini di piombo!!!! il motivo??? ripetute prove e controprove con le migliori cartucce e leghe metalliche tungsteno rame acciaio come il piombo non ammazza niente e se devo fare feriti non andrei piu' a cacia.

da Foffo il foreocioetto 04/05/2021 14.20

Re:Parliamo di cose serie

Tot capita, tot sentenzia. Tante teste, tante idee. E' sempre stato così. E non credo sia colpa (solo) dei giornalisti di settore. Che spesso, sono poco giornalisti, e tanto cacciatori di parte. Il fatto è che ognuno si arrangia come può. Non è, infatti, solo questione di passione o di punti di vista. Ci sono, fortunatamente o sfortunatamente, anche interessi di ben altro genere. Affari, insomma, piccoli o grandi che siano. Per cui se da una parte il mondo armiero cerca di resistere, dall'altra si dà da fare per trovare soluzioni a questa marea anticaccia (adesso il piombo, poi le specie a rischio, poi l'etica ecc.), non avendo l'interesse o le capacità a perdere affari o a contrastare posizioni negative. Certo è che se continuiamo a dividerci platealmente su principi e interessi (il cinghialaio contro il selettore, il migratorista contro il cinghialaio eccetera, quella associazione contro quell'altra), non riusciremo mai a trovare un punto di riferimento unico da cui poter ripartire. Eppure, malgrado la situazione molto critica, non sarebbe neanche tanto difficile recuperare soprattutto nell'immagine.

da Rupert 04/05/2021 11.48

Re:Parliamo di cose serie

io uso il piombo in valle e lo continuerò a usare dappertutto ! la colpa è dei giornalisti idioti (troppi) che sono tutti mezzi cacciatori o cacciatori per niente che scrivono puttanate di continuo e si schierano sempre contro i cacciatori VERI! Ma ho letto che sarebbe da usare il rame o inox anche per la caccia agli ungulati?????????????? un pallettina di qualche grammo potrebbe devastare l'ambiente ! MA CI RENDIAMO CONTO DI QUESTE ASSURDITA??????????? bene questa è la stampa di settore...

da piombo forever 04/05/2021 8.23

Re:Parliamo di cose serie

ci consoliamo tra noi ?

da Vito Canevese 03/05/2021 22.05

Re:Parliamo di cose serie

Sacrosanta verità da far conoscere e diffondere con tutti i mezzi di comunicazione a disposizione (soprattutto su quelli di orientamento animal-ambientalista-integralista).

da un pinco pallino qualsiasi 03/05/2021 16.17

Re:Parliamo di cose serie

Sacrosanta verità.

da Giovanni 03/05/2021 12.09