Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Cct si oppone al contenimento affidato agli agricoltoriLombardia. Altri 8 valichi montani vietati alla cacciaLombardia, Fidc commenta modifiche alla legge sulla cacciaToscana: agricoltori con licenza potranno sparare agli ungulatiCalabria. Prorogata caccia di selezione al cinghialeBaggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"


lunedì 19 dicembre 2016
    

Gianni Fava Assessore regionale Agricoltura Caccia LombardiaL'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava ha incontrato alcuni rappresentanti di associazioni venatorie della provincia di Brescia, per un confronto sulle problematiche del bracconaggio, insieme al consigliere regionale Giampietro Maccabiani e ai parlamentari Tatiana Basilio, Ferdinando Alberti e Claudio Cominardi.
 

FENOMENO MODESTO
- "Un fenomeno modesto nei numeri - ha rilevato Fava -, non tale da spingerci a gesti estremi nei confronti dell'attività venatoria. Ciò non toglie che ce ne stiamo facendo carico: l'incontro di oggi va nella direzione di aprire una fase di dialogo tra soggetti portatori di interessi contrapposti, che, rispettando le singole posizioni, devono confrontarsi nell'interesse generale del sistema. I cacciatori, da un lato, devono emancipare la propria immagine pubblica e affermare i valori positivi dell'attività che svolgono, e dall'altro l'universo ambientalista e animalista deve mostrare maggior disponibilità a confrontarsi con una attività lecita e legittima. Un dibattito costruttivo, nei toni a tratti vivace, ma me lo aspettavo. La questione è alla nostra attenzione, e ci interessa particolarmente".

LE ASSOCIAZIONI VENATORIE - "E' stato un incontro positivo - ha detto Franco Russo, Italcaccia Brescia -, bisogna lavorare sulle tradizioni, innovando. Non c'è un atteggiamento di chiusura sulla caccia: servono criteri moderni, da terzo millennio". "Uno scambio franco di idee, in cui sono emerse posizioni anche forti - ha spiegato Marco Bruni, presidente Federcaccia Brescia - anche il nostro mondo deve cambiare. Puntiamo molto sull'aspetto culturale: l'art.1 della legge nazionale lo dice chiaro, la fauna è patrimonio indisponibile dello Stato, ma 70 mila cacciatori non possono abusare di un patrimonio di tutti. Devono adeguarsi e rispettare le leggi"
 
POLITICA COLLABORI CON ASSOCIAZIONI - "Vogliamo collaborare con le associazioni - ha detto il consigliere regionale Maccabiani -; senza di loro il fenomeno del bracconaggio sarebbe difficile da contrastare, non servono solo azioni. Occorrono prevenzione e cambiamento culturale. Certo, le posizioni sono differenti, ma vogliamo avere tutti gli strumenti possibili per contrastare le irregolarità. È importante che il mondo venatorio prenda una posizione chiara e precisa contro il bracconaggio".

PIANO FAUNISTICO VENATORIO IN DIRITTURA D'ARRIVO - "Utile e positivo che si sia aperto un dialogo con una parte della nostra opposizione - ha detto, in conclusione, l'assessore Fava -. Su questo tema il fatto che parti opposte si siano parlate è utile per tutti. Si apre una fase, quella di approvazione del piano faunistico venatorio. Il dibattito deve continuare. La caccia ha elementi positivi, è un diritto, e consente anche la gestione del territorio. C'è chi sbaglia, ma non dobbiamo criminalizzare tutti per colpa di qualcuno".
(Lombardia Notizie) 

Leggi tutte le news

12 commenti finora...

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

Leggo una serie di commenti critici nei confronti di Beretta che esalta il mercato americano. metto anche qui un mio commento. Con la premessa che per chi non l'avesse capito, il Marchio Beretta, in america e nel mondo è più famoso del marchio ferrari. Con tutto quello che ne consegue. Forse avete bisogno di un piccolo corso di... intelligenza. Il 95% è il fatturato, non la produzione che resta in buona parte in Italia, pur se anche localizzata in altre aree del globo, visto che viviamo in una realtà...globalizzata. Secondo me, distratti come siete dalle vostre chiacchiere, non vi siete accorti nel tempo, che probabilmente la Beretta, tramite i progetti che sostiene (pagando che fa o chi s'impegna a fare) è il primo e più importante soggetto del nostro settore che non ha mai smesso di porre attenzione ai problemi della caccia italiana. Per questo, penso che il prosciutto, di parma o di San Daniele, o danese o cinese, a vasti strati, vi ingorghi quella poca e corta vistra che credete di avere. Semmai, il fatto è che spesso, anche la Beretta o chi con lei, fa fatica a dare seguito alle vostre idee balzane, perchè si è accorta da tempo che il mondo è cambiato e non si ferma più a Thiene, o a Bergamo o a Viareggio.

da Laùra 22/12/2016 8.58

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

Altro che bracconaggio. L'Italia affonda per lotte politiche,per illegalità e corruzione (in questo momento anche i 5 stelle pare ne sappiano qualcosa), per malaffare. L'Italia affonda nei rifiuti, nelle discariche, nell'inquinamento ambientale e nelle terre dei fuochi che nessuno vuole aprire. Finchè per nascondere tutte queste cose si dà la caccia al cacciatore (il bracconiere è tutt'altro che cacciatore) perchè gli attacchi sono contro la caccia e non contro il bracconaggio l?italia ffonderà sempre più e aprirà le porte al saccheggio del nostro Made in Italy da parte di cordate straniere. CHE SI SVEGLINO ALMENO I POLITICI ONESTI, quelli a cui interessa il bene del nostro piccolo Stato.

da zorro 20/12/2016 11.56

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

fenomeno modesto???!!! andate a guardare i recenti sequestri di avifauna protetta in Valsabbia (fonte Brescia oggi) basta coprire i bracconieri , sono la vera fonte di rovina della caccia. e soprattutto basta invocare norme sparatutto utopistiche e non degne di una caccia moderna ed integrata nella società.

da vittorio66 20/12/2016 9.39

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

Mariolino, dal momento che una legge viene "fatta" come dici, non è più utopia. Poi dura lex sed lex. Nel caso opterei di non andare più a caccia o meglio di non portare più il fucile e andare solo con i cani. Niente e nessuno può "costringermi" a fare cose contra legem e da quanto scrivi forse tu sei suddito di qualcosa che nel caso specifico si chiama "delinquere" dal latino "delinquere «venir meno (al dovere)». Dalla caccia alla vita quotidiana il passo è breve. Epicuro: " Il giusto è sempre tranquillo, l'ingiusto è sempre inquieto". Buone feste

da Manolo 20/12/2016 8.49

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

Non avevo dubbi!!!!!!!

da Fucino Cane 19/12/2016 18.51

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

PERCHE' NON PARLATE DI QUELLO CHE FANNO GLI ANIMALARI CHE AGGREDISCONO I CACCIATORI ED I PESCATORI MANDANDOLI FINORA ALL'OSPEDALE MA CON LA PROSPETTIVA SE TANTO MI DA TANTO CHE ALLA FINE CI SCAPPI ANCHE LA CASSA DA MORTO?ALTRO CHE QUATTRO FRINGUELLI SPARATI QUESTA SI CHE E' DELINQUENZA!

da mariolino 19/12/2016 18.08

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

IO CONCORDO CHE IL DATO E' PIUTTOSTO MODESTO, E SBANDIERARLO AI QUATTRO VENTI SERVE A PORTARE CONSENSI ALLE TURPI CAMPAGNE PROMOSSE DA QUEGLI ANIMALISTI E AMBIENTALISTI CHE HANNO COME LEADER DEI TRISTI FIGURI CON I QUALI NON ANDREI NEMMENO A PRENDERE UN CAFFE'. CON QUESTO NON AVALLO NENACHE UN ATTO DI BRACCONAGGIO, CHE RITENGO DANNOSO PER LA CACCIA E ANCHE PER LA MIA IMMAGINE DI CITTADINO. MA QUESTA E' L'ITALIA DI OGGI, DOVE SI MISTIFICA LA REALTA' A COLPI DI FALSI SONDAGGI, E SI PROPAGANDANO VERITA' FASULLE PER NASCUNDERE BEN ALTRE VERITA', DI CUI COME CITTADINO, APPUNTO, MI VERGOGNO. PENSO ANCHE PERO' CHE NIENTE SUCCEDE PER CASO E PER TORNARE ALLA CACCIA CI DOBBIAMO CONVINCERE CHE IL PASSATO CI PUO' SERVIRE ALLA GRANDE SOLO SE LO CONSIDERERERMO FINALMENTE PASSATO. ABBIANO ANCHE UN GRANDE FUTURO SU CUI IMPOSTARE I NOSTRI PROGRAMMI, MA SERVE UN SALTO DI QUALITA'. CI RIUSCIREMO?

da CHISSACHILOSA 19/12/2016 17.44

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

QUINDI MANOLO SE FACESSERO LA LEGGE NON PIU' TANTO UTOPICA CHE TI FACESSERO SPARARE SOLO ALLE ZANZARE PER TE ANDREBBE BENE!POVERA ITALIA CON QUESTI CITTADINI RIDOTTI A SUDDITI CAPACI DI INGURGITARE QUALSIASI NEFANDEZZA DA PARTE DEI PREPOTENTI ANIMALARPOLITICI!

da mariolino 19/12/2016 15.22

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

Bravo alla Bravo Willy parole sante se invece di parlare tanto farebbero un Po di fatti i nostri politici che non ci sarebbe meno bracconieri in giro

da Claudio 19/12/2016 14.08

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

Ma non ci faccia ridere Fava. Per cortesia ci risparmi queste sciocchezze almeno a Natale!!!! Io sono e sarò sempre un cacciatore onesto e dissento da quanto affermato nei due precedenti commenti. Forse per loro è così, per altri no.

da Manolo 19/12/2016 13.07

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

SE PERMETTERESTE DI CACCIARE QUALCHE FRINFUELLO QUALCHE STORNO QUALCHE PEPPOLA QUALCHE PISPOLA ...LA GENTE SAREBBE PIU RISPETTOSA DELLE LEGGI..MA TOGLI OGGI TOGLI DOMANI CHIUDI IN ANTICIPO APRI DOPO ...LA GENTE ANCHE ONESTA DIVENTA DISONESTA....ANCHE SE NON ACCETTO CHE TANTI IGNORANTI DEBBANO SPARARE AD UN RAPACE COME NON ACCETTO DARE SEMPRE LA COLPA HAI MIGRATOISTI PERCHE IL FUCILE LO USANO PURE GLI STANZIALISTI...

da WILLY 19/12/2016 12.51

Re:Bracconaggio. Ass. Fava "nei numeri fenomeno modesto"

SE FACESTE LE LEGGI PIU' GIUSTE VEDI LA PRECLUSIONE DELLA CACCIA ALLO STORNO FORSE I CACCIATORI LE RISPETTEREBBERO CON COSCIENZA!FINCHE' STATE LI A FARE LE LEGGI SENZA SENSO E PUNITIVE SOLAMENTE CI SARA' SEMPRE QUALCUNO CHE NON LE RISPETTERA'!LE LEGGI DEVONO AVERE UN SENSO PER ESSERE RISPETTATE DAI CITTADINI!

da mariolino 19/12/2016 11.13