Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Lupo, Dreosto interviene su tema bocconi avvelenatiAbruzzo. Gli agricoltori protestanoMarche. Ancora sulle funzioni degli AtcLazio, FederFauna sollecita intervento per servitù venatoriaAbruzzo. Regione modifica norme controllo faunisticoTortora: il punto dall'EuropaCabina regia Toscana: "no intervento diretto agricoltori nei contenimenti"Cct si oppone al contenimento affidato agli agricoltoriLombardia. Altri 8 valichi montani vietati alla cacciaLombardia, Fidc commenta modifiche alla legge sulla cacciaToscana: agricoltori con licenza potranno sparare agli ungulatiCalabria. Prorogata caccia di selezione al cinghialeBaggio il Cincinnato e il "Divin codino", il film prodotto da NetflixCabina Regia scrive al MITE su Piano gestione tortoraMazzali: approvate semplificazioni a legge cacciaL'Arizona apre la caccia al bisonteCia Ferrara. I fagiani fanno danniRolfi: per il cinghiale occorre riforma nazionaleUmbria: bozza calendario venatorio in CommissionePiano gestione allodola. Cabina di regia scrive al MITEUna giornata per celebrare in tutto il mondo gli uccelli migratoriCCT incontra il gruppo consiliare Lega ToscanaCabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Toscana: approvata riforma sugli ATC


mercoledì 14 dicembre 2016
    

Regione Toscana Regolamenti attuativi Con 21 voti a favore, nove contrari e tre astenuti, nella seduta di martedì 13 dicembre, il Consiglio toscano ha approvato la riforma sugli ambiti territoriali di caccia. L’Aula ha respinto gli emendamenti, oltre una ventina, collegati al testo in approvazione, presentati dalle opposizioni e una proposta di risoluzione del Movimento 5 stelle.

Il Consiglio ha inoltre respinto la proposta di legge presentata dal gruppo della Lega Nord, primo firmatario il consigliere Roberto Salvini, che intendeva consentire ai portatori d’interesse del mondo agricolo e venatorio, “che da soli compongono la maggioranza dei comitati di gestioni degli Atc”, ha rilevato Salvini nel corso della presentazione, di eleggere in modo democratico le proprie rappresentanze. Il testo intendeva mettere a confronto, in un’assemblea generale, due mondi che hanno spesso interessi divergenti ma la cui sinergia è fondamentale per la gestione del territorio e della fauna selvatica. 
 
Di seguito il dibattito in aula, come riportato dall'ufficio stampa della Regione:
 
Voto contrario alla nuova riforma in materia di Ambiti territoriali di caccia è stato espresso dal consigliere regionale di Lega Nord Roberto Salvini. Il no è stato motivato dal fatto che "non si prevede un comitato di controllo più allargato" e che "con questa legge si va a regolamentare la gestione di finanziamenti pagati solo da una componente". Salvini ha spiegato che "la gestione degli Atc viene fatta da una componente degli agricoltori, una del mondo venatorio, una degli ambientalisti ma tra questi solo il mondo venatorio versa soldi ed è per questo che rivendica il controllo di una buona gestione dei soldi". Per Salvini anche "questa nuova legge è impugnabile in quanto la Corte Costituzionale ha detto che occorreva ripristinare il preesistente e non di disegnare un nuovo assetto".
 
Voto favorevole all'atto è stato espresso da Irene Galletti (M5S). "Bene – ha detto Galletti - per la suddivisione in 15 sottoambiti e utile anche la centrale unica di committenza, lasciando poi le spese spicciole all'interno delle Atc". Galletti ha espresso dubbi sul "perché si sia deciso di mettere l'ufficio della centrale unica all'interno di un atc e non in uffici della Giunta a garanzia di maggior trasparenza". Galletti ha ribadito la necessità di maggiori controlli e vigilanza, proponendo che questi siano svolti sia "dalla commissione Controllo del Consiglio regionale che dalla Giunta regionale".
 
Voto contrario da Tommaso Fattori (Sì).  "La soluzione proposta dalla Giunta – ha detto Fattori – presenta vizi di incostituzionalità e contrasta con la normativa statale. Tutti gli ambiti dovevano essere sub provinciali". "Si violano norme nazionali – ha aggiunto Fattori – anche sui criteri di rappresentatività all'interno dei comitati di gestione degli Atc e la normativa regionale sulla parità di genere".
 
Il capogruppo Pd Leonardo Marras ha ribadito l'esigenza di "un'organizzazione che garantisca efficienza" e l'importanza della "scelta di innovazione della centrale unica di committenza, un'organizzazione obbligatoria ma autogestita dagli atc". Sui criteri di rappresentatività Marras ha ribadito che "i comitati devono garantire funzionalità, devono essere quindi giustamente contenuti e vi devono coesistere in equilibrio le competenze di tutte le varie componenti da quella venatoria a quella agricola". "Non è nemmeno vero – ha concluso Marras -che non esiste la parità di genere perché da qui in avanti si seguirà la legge sulle nomine".
 
Secondo l'assessore regionale all'Agricoltura Marco Remaschi si tratta di un testo che ha rispettato tutte le procedure e che per le previsioni che contiene è da considerarsi al riparo da nuove ed eventuali impugnazioni. Remaschi ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto dalla commissione consiliare, per il confronto aperto e per le numerose consultazioni. L'assessore regionale ha sottolineato il contributo del M5S con l'emendamento nel quale si chiedeva, per dare chiarezza e trasparenza all'attività degli Atc, un controllo da parte della commissione consiliare competente e dalla Giunta regionale. Remaschi ha aggiunto che "fare una centrale unica con persone che abbiano competenze specifiche è una garanzia del rispetto delle norme".
 

Leggi tutte le news

5 commenti finora...

Re:Toscana: approvata riforma sugli ATC

E ora stiamo a vedere che i 5stelle sono.diventato buoni...

da L.b. 14/12/2016 20.20

Re:Toscana: approvata riforma sugli ATC

per come l'hanno scritta se li inculano senza sputo....Non rispetta i canoni della 157 per cui era già intervenuta la corte costituzionale.

da inceneritore!!! 14/12/2016 15.47

Re:Toscana: approvata riforma sugli ATC

Se non vi sono gli ATC sub provinciali,il che vuol dire almeno 2 per provincia,sto giro gli reimpugnano la legge.......e ci fanno una figura da idioti patentati !!!

da De medici 14/12/2016 14.47

Re:Toscana: approvata riforma sugli ATC

Gli ATC ci portano alla rovina. Vanno eliminati subito.

da Giovanni 14/12/2016 13.43

Re:Toscana: approvata riforma sugli ATC

Ho paura che venga impugnata dal Governo in quanto alcune province hanno solo un ATC e non due (sub provinciali). Per il resto sono più che d'accordo. Ma fino a che non viene rivista la 157/92 il margine di movimento è minimo. Via gli ATC al massimo unico regionale.

da Simone 14/12/2016 12.12