Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2021>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Mensile
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
apr24


24/04/2018 14.01 



Dopo l’avventurosa caccia all’alce nell’estremo nord della Bielorussia, quando rientrai a Minsk avevo ancora qualche ora di tempo prima della partenza del mio volo così, tanto per cambiare, ne approfittai per visitare un’armeria. Devo ammettere che mi ero illuso di fare qualche buon affare, visto che in quel paese uno stipendio medio si aggira intorno agli ottanta Euro al mese, ma rimasi alquanto deluso.

L’armeria che visitai si trovava al centro e non aveva nulla da invidiare a quelle europee perchè moderna e ben fornita, ma purtroppo i prezzi non erano certo a buon mercato, neanche per gli stranieri. Comunque, visto che guardare non costa niente, fui curioso di vedere cosa offrivano le belle ed ordinate rastrelliere. C’erano dei Beretta,dei Benelli, dei Browning e dei Winchester e persino alcune bolt action Sauer, Steyr e Mauser, ma l’arma che mi colpì più di ogni altra fu una carabina semiautomatica Izhmash Tigr 9, e indovinate un po’ in che calibro? Tenetevi forte: nel potente 9,3 x 64 Brenneke! Avevo già letto qualcosa sulla catalogazione di un’arma semiautomatica di derivazione militare camerata in quella esuberante munizione (la meccanica della Tigr è pressoché identica a quella del famoso Kalashnikov o ad essere precisi del fucile da tiratori scelti Dragunov), ma non credevo che avrei avuto l’occasione di vederla così presto.

Quando il gentile commesso bielorusso me la fece visionare, l’impugnai con una certa soddisfazione. Nonostante il peso, l’insolita impugnatura, la canna lunga e le mire approssimative, decisi che potevo annoverarla come una discreta arma da caccia, se non fosse stato proprio per l’inutile esuberanza del calibro. A chi può mai servire una carabina semiautomatica camerata in un calibro da bufali? Ai cacciatori sportivi o professionisti di orsi e di alci del Nord Europa? Ma se proprio questi ultimi mi hanno sempre confidato che, secondo il loro parere, i migliori calibri per la caccia alla grossa selvaggina sono il 30.06 e l’8 x 57 Mauser! Mi venne subito da pensare (ed anche da ridere) che in Italia sicuramente qualche bontempone avrebbe visto nell’aggressiva Izhmash la soluzione estrema per la caccia al cinghiale!




Anche se l’arma era bella (con calcio ed astina in un bel legno scuro e venato) e funzionale, il mio interesse (forse per deformazione personale) venne subito suscitato dalle caratteristiche della munizione. Il calibro 9,3 x 64 Brenneke fu ideato nel 1910 dal grandissimo genio tedesco Wilhelm Brenneke (1864–1951) ed è la munizione più potente della piccola famiglia che porta il suo illustre nome. Lo scopo di Brenneke fu quello di fornire ai coloni tedeschi in Africa un calibro “medio” con cui poter cacciare tutte le grandi antilopi e che fosse, all’occorrenza, anche in grado di fermare la carica di un felino pericoloso o di un bufalo cafro. Per gli stessi motivi già agli inizi del secolo erano nati calibri come il 9,3 x 74 R (1900) ed il 9,2 x 62 Mauser (1905) che, pur essendo delle validissime munizioni, potevano essere migliorate, specialmente se paragonate al loro eterno antagonista britannico: il 375 Holland & Holland Magnum. L’inventore tedesco, famoso per la creazione dell’omonima palla per anima liscia e per i proiettili Torpedo, riuscì nel suo intento creando con poca fatica una munizione che effettivamente eguagliava le prestazioni della concorrente inglese. Credo sia il caso di ricordare che il 9,3 x 64 è stato ampiamente utilizzato da molti cacciatori contro tutta la grossa selvaggina africana ed anche dai famosi White Hunter John Taylor e Tony Sanchez Arino, che lo definirono addirittura come ”l’unica vera alternativa al 375 H.& H.”. Ma allora cosa ne frenò la diffusione e la popolarità?

Senz’altro la limitata offerta dei caricamenti e la sleale concorrenza da parte delle munizioni britanniche e statunitensi. Con il passare degli anni i cacciatori sportivi e/o professionisti che si dedicavano ai grandi safari africani sceglievano munizioni più specializzate, come i “trecento” ad alta intensità per la caccia alle antilopi a lunga distanza ed i calibri superiori al .450 per le specie più grandi e pericolose. In Europa il 9,3 x 64 Brenneke potrebbe andar bene soltanto per la caccia alle grandi alci siberiane e agli orsi bruni dei Carpazi perché non possiamo certo definirlo un calibro idoneo per tutte le altre specie minori compresi i grandi cervi e cinghiali dell’Est.



 
Se fuori dal Vecchio Continente il 9,3 x 64 ha subito la concorrenza dei calibri più moderni, in Europa è stato proprio un suo connazionale e quasi coetaneo a dargli il definitivo colpo di grazia: il 9,3 x 62 Mauser. Quest’ultimo, anche se molto meno potente del Brenneke (che riesce a spingere facilmente una palla da 293 grani a 785 metri al secondo mentre l’altro sfiora appena i 740 m/s) era (ed è) comunque sufficiente ad abbattere qualsiasi selvatico cammini sul nostro pianeta, compresi bufali e pachidermi, sempre a patto di utilizzare la palla giusta e con precisione. A vantaggio del 9,3 x 62 poi, ci sono gli oltre venti caricamenti commerciali in cui viene tuttora offerto ed il loro costo contenuto, il discreto numero di carabine (anche molto economiche e tutte ad azione standard) che lo hanno adottato ed il modesto rinculo. La creazione del grande Wilhelm è stata invece proposta in armi particolarmente robuste (sviluppa 3800 atm ed ha un fondello di 12,6 mm di diametro) e di un certo lignaggio come le Mauser, le Sauer, le Weatherby, le Voere, le Sodia e le Franzoj, e di munizioni commerciali se ne sono sempre trovate veramente poche. Attualmente la SRA russa ha in catalogo un caricamento con palla SP da 286 grani, le francesi Sologne e Double Noyau ne producono uno ciascuno da 15,4 e 14,6 grammi, la RWS (Ruag) continua a deliziarci come ha fatto per decenni con la sua splendida TUG da 293 grani e con la nuova DK da 14,6 gr e l’A-Square ha in catalogo la sua famosa Triade (tre tipi di palla: Monolithic Solid, Dead Tough e Lion Lead) da 18,53 gr.’ recentissima la notizia che presto la vecchia DWM riprenderà la produzione di munizioni, e se lo farà includerà senz’altro il 9,3 x 64 nel suo catalogo. E pensare che una volta era proprio la sola DWM di Karlsruhe a produrre munizioni in calibro 9,3 Brenneke e addirittura con quattro tipi di palle. La serie comprendeva: una TUG da 19 grammi, una Vollmantel blindata da 19 gr, una Teilmantel da 18,5 gr ed una bellissima Starkmantel da 17 grammi che raggiungeva la straordinaria velocità di 850 metri al secondo.
 
 
Oggigiorno chi desidera una carabina in un calibro medio-grosso di solito l’acquista in 375 H. & H. Magnum oppure in 9,3 x 62 Mauser, mentre chi ne possiede già una in calibro 9,3 x 64 Brenneke se la tiene ben stretta, anche se non credo per utilizzarla a caccia o per lunghe serie al poligono. Se poi ci si vuole divertire a sparare anche qualche colpo in più o magari si teme che un domani possa avere qualche difficoltà a reperire le munizioni originali, si può sempre ricorrere alla ricarica. Ho fatto qualche ricerca in proposito ed ho notato che i dies sono ancora reperibili, che di palle calibro 9,3 (.366 millesimi di pollice) ce ne sono in commercio più che a sufficienza, che i bossoli nuovi sono distribuiti dalla Bignami, ma che di dati ce ne sono veramente pochissimi.

 
Per una volta mi limiterò a riportare soltanto quelli estrapolati dai manuali Rottweil Dynamit Nobel, Vectan e VihtaVuory, perdonatemi ma purtroppo non posso offrivi di più. Mi sarebbe piaciuto eseguire qualche prova utilizzando delle polveri Norma (che sono molto simili alle Rottweil), in particolare con la 204 e con la MRP, che, viste le loro caratteristiche, le vedrei molto indicate, ma sfortunatamente non ho al momento disponibile un’arma in questo calibro.

I felici possessori di un’arma in 9,3 x 64 che vogliono avventurarsi nella ricarica, devono ricordare che qualsiasi tipo di polvere o palla impiegheranno è bene usare degli inneschi di tipo Magnum e di limitare la lunghezza della munizione finita a 87-87,3 mm.

POLVERE DOSE (grani) PALLA (grani) VELOCITA’(metri/sec)

VV N 140 67,9 258 815
VV N 140 67 285 770
VV N 160 75,9 293 777
Vectan T 4000 65 285 770
Vectan T 4000 63 293 750
R 907 70 258 820
R 907 68 285 780
R 907 67 293 770
R 904 76 258 815
R 904 75 285 785
R 904 75 293 785
R 903 69,5 258 820
R 903 66,5 293 765

A voler utilizzare un linguaggio “matematico” potremmo dire che il calibro 9,3 x 64 Brenneke sta 375 Holland & Holland Magnum come l’8 x 68 Shuler sta al 300 W Magnum. Io ho una netta predilezione per i calibri europei, ma purtroppo anche se possiedo l’8 x 68, il 375 H. & H. e il 300 WM non ho ancora in batteria un calibro 9,3 x 64! Nei miei frequenti pellegrinaggi nelle armerie di tutta Italia ho trovato alcune bolt action in questo calibro ma costavano sempre più del budget che mi ero imposto. Guarda caso quelle carabine erano sempre le meravigliose Mauser Europa 66, l’arma rigata che preferisco in assoluto. Chissà se in futuro non riesca a trovarne una camerata nella bella creazione di Herr Brenneke a buon mercato?

Marco Benecchi 
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.110.194
Aggiungi un commento  Annulla 

15 commenti finora...

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Hai ragione; comunque l'arma era stata riparata a perfezione (e il tiratore non ha esitato....)

da Filippo 53 x MB  02/05/2018 18.25

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Solo per precisare

TUTTI I GROSSI SELVATICI ripresi in foto sono stati abbattuti con il 308 Winchester..........

E questo dovrebbe dare da pensare sulla reale destinazione venatoria di un calibro come il 9,3 x 64 Brenneke!!!
M

da Marco B x TUTTI gli amici  02/05/2018 12.02

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Con te Caro Filippo sono stato
PROFESSIONALE
Perché quando ad una 375 da SAFARI sostituisci e accuratizzi

L'ESTRATTORE

Quello poi deve essere collaudato e .. per bene!!
Quindi 5 colpi in rapida successione ma....
in APERTA campagna e stando in piedi!!!!

Te lo immagini se ti avessi fatto tirare 5 colpi di 375 HH Palla da 300 grani in rapida successione stando seduti all'interno di un poligono!!!!!!!!!!!???
Avresti potuto denunciarmi per istigazione al suicidio...

Qui ci vorrebbe una sfilza di faccine che ridono!

MB

da Marco B x Filippo 53  02/05/2018 11.59

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Ciao Marco; allora con me sei stato sadico, mi hai fatto tirare 5 colpi in pochi secondi con la mia 375 H&H, dopo che me l'avevi riparata...

da Filippo 53  02/05/2018 10.04

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Carissimo,
E' un po che non ci si sente....
Io, per quanto riguarda i disturbi accusati dal sig. Benito, ancora non ne percepisco presenza,
ma mai dire mai,
Invece posso dirti che alcuni anni fa ho sofferto MOLTISSIMO con l'ipocondilite, il famoso Gomito del Tennista ed il mio dottore (amico!) mi raccomandò di sparare meno,
Additando che "forse" il disturbo poteva essere dipeso anche da quello....

Quello che è chiaro comunque è che nonostante i simpatici appezzamenti detti da Vecchio Cedro & C,
Stare ore ed ore a prendere calci sulla spalla e in FACCIA non è molto piacevole...
Oddio, ho conosciuto anche persone che pagava per farsi picchiare...
Quindi, come al solito devo parlare solo per me stesso...

Per ricapitolare preferisco tarare 1000 volte meglio un 222 o un 243 piuttosto che un 300 Ultra o un 470 Nitro Express

Ma sono scelte personali
Gli amanti del botto e delle "violenze fisiche" non mancano di certo...

Un caro saluto
Marco

NB
Dovresti vedere quante persone conosco che dopo avergli tarato una carabina 300 WM, 8 x 68, 9,3 x 62, 375 HH o un express 45/70 o 9,3 x 74 R
gli dici di tirarci qualche colpo per prendere confidenza dell'arma dicono tutti

"""NO NO è Perfetta così..
Ci sparo a caccia!!!"""
Che è MOLTO diverso dallo sparare AL CHIUSO e da SEDUTI!!!!!

da Marco B x Bansberia  01/05/2018 18.08

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Grande Benito !

da Tordo  30/04/2018 11.15

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Forse qualcuno ha conosciuto il compianto Benito Tani, capocommesso di Bignami quando il negozio era in centro a Bolzano. Il buon Benito (Tani, non l’altro) raccontava che, tarando express in calibri africani, più di una volta era finito gambe all’aria perché il secondo cane era stato sganciato dal rinculo del primo colpo.
Era duro d’orecchio, più dei normali tiratori e cacciatori e aveva un forte tremito alle mani, che non gli impediva di sparare bene a più di 70 anni. I medici gli avevano chiesto se in gioventù avesse fatto pugilato o se avesse avuto traumi cranici. Lui rispose di no, poi ripensando alle peripezie in poligono capì che la causa era il rinculo.
Raccomandazione di Benito: per sparare tanto al banco conviene mettere un sacchetto di sabbia fra calcio e spalla per assorbire il rinculo, altrimenti il cervello viene sbatacchiato nel cranio come accade ai pugili.

da bansberia  29/04/2018 10.29

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Non è così semplicecaro Amico mio....

Ad esempio, quanto è bello cuocere una bella pizza o una succosa grigliata nel nostro barbicue in giardino?
Ma vallo a dire a chi fa il fornaio o a chi ha un chiosco di hot dog!!!!
Poi, lo conosci il vecchio detto: "E' bello fare il g... con il c.. degli altri!"?
Ogni tanto sarebbe pure piacevole sparare una decina di cartuccione con un grosso calibro Nitro Express in un express sotto i 5 kg,
ma chi COME ME fa il "taratore" di mestiere comincia ad essere, non dico pesante, ma un pochino fastidioso!
Dato che sono al banco del poligono due - tre volte la settimana se non di più...
Anche ieri mi sono dovuto accollare la taratura di un Slug HATSAN (!?!?) con palle AX Gualandi che non sono noccioline da tirare AL CHIUSO seduti su uno sgabellino.
Ed il mio amico l'ha voluta anche "precisa" con tre palle al centro da 50 mt di distanza!! Neanche gli avessi montato sopra un cannocchiale!!
Con le carabine ad aria compressa e con le 22 ci si vorrebbero dilettare tutti nella regolazione delle ottiche, ma quando si comincia a parlare di calibri dal 300 WM in su,
Vogliono tutti che ci metta mano l'esperto...
In bolt ancora ancora, ma in semiauto
ESSENDO MANCINO,
Non sai quante spolverate bollenti mi prendo in faccia....

Spero di aver reso più chiara la mia lamentela sul "disagio" procurato dal rinculo (e dal fastidio in generale!) di un arma in fase di TARATURA..
A Caccia, come già sostenuto in 1000 occasioni io non l'ho mai avvertito...
Non so gli altri!
Un caro saluto
Marco

da Marco B x Vecchio Cedro  29/04/2018 5.59

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Siamo diventati tutti cosi' delicati?

da Vecchio Pedro  28/04/2018 13.07

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Concordo..dal punto di vista del rinculo tarare é il vero lavoro sporco..a caccia il rinculo non lo sento tranne quando in qualche fortunata giornata mi capita di sparare molti colpi alle anatre..per me il dodici resta comunque una bella botta..

da little john  28/04/2018 8.40

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Ricordi quando mi hai chiesto se il 9,3 x 64 era un calibro dal rinculo proibitivo?
E cosa ti ho risposto?
Lo stesso discorso includerebbe anche i famosi Freni di bocca..
Grande mistero il RINCULO di un arma..

Per me non lo è tanto perché ci "convivo quotidianamente",
Quindi ecco come la penso io

Il RINCULO di un'arma se lo becca TUTTO chi la tara!!!
Che sia l'armiere o il proprietario,
poi a caccia

MA CHI LO AVVERTE!!!!

Al banco invece. stando seduto te lo becchi proprio tutto,
Specialmente quando sei concentrato ad allineare tacca e mirino (quindi ben abbracciato al calcio!)
o a collimare un reticolo!

Stessa cosa per l'utilità del freno di bocca..
Al poligono è davvero ottimo, ma a caccia, preferisco un'arma più corta, più maneggevole, più leggera e soprattutto che non mi "spettini" e che non mi faccia diventare sordo quando sparo......

Saluti
M

da Marco B x Little  27/04/2018 19.53

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Il mio bambinone cucciolotto fru' fru'.

da Selly  27/04/2018 11.57

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Stamattina mi sono svegliato come se fossi stato investito da un camion...
Ieri mi sono davvero "fatto del male"!
Taratura mire metalliche di un po di armi compresi degli...
Express,
Tirare 15 colpi con il 470 Nitro è stato masochismo puro..
Dopo sparare con il 444 e il 9,3 x 74 R è stato come tarare delle 222............

Ho la guancia gonfia come se avessi ricevuto un bel gancio destro...

Buona
M

da Martco B x Vecchio Cedro e tutti gli amici  27/04/2018 7.19

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Bell’articolo come Al solito. Dovresti raccoglierli in una simpatica in locazione. Se vuoi ti aiito!

da Vecchio cedro  26/04/2018 21.27

Re: Il calibro 9,3 x 64 Brenneke

Oggi è San Marco,
Quindi il mio onomastico...
E per festeggiarlo cosa potrebbe esserci di meglio che stare al banco di lavoro dalle 8 alle 11 per sistemare lo scatto rotto di una Mallicher Schoenauer GK 7 x 64??

Ovviamente gratis, altrimenti che gusto c'è.....

Saluti
Marco

da Marco B x gli AMICI  25/04/2018 10.13
Cerca nel Blog
Lista dei Blog