Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2021>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Mensile
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ago8


08/08/2014 

Ogni  qualvolta si tratta la materia venatoria in termini peggiorativi si evoca l’Europa e la legge Comunitaria per continuare una politica venatoria recessiva. Si evocano messe in mora e sanzioni e procedure varie spesso promosse da Europarlamentari Italiani, non ultima quella annunciata da un esponente del Movimento 5 Stelle.

Italiani che di fatto invocano misure verso il proprio paese, un bel record!  Di fronte alla recente apertura in Francia di numerose specie cacciabili, alcune in deroga c’è da chiedersi se i Francesi siano extracomunitari o se invece siedano a pieno titolo come padri fondatori dell’Unione Europea. Poiché tra i padri fondatori vi è anche l’Italia qualcuno ci dovrebbe spiegare come sia possibile questa diversità di trattamento. Senza entrare nei dettagli e per essere concreti chiediamo al Nostro Paese di allinearsi alla Francia nella materia venatoria e, se necessario, fare fronte comune insieme ad altri paesi come la Spagna, di fronte alla lobby ambientalista. Sarebbe quindi opportuno che i nostri Parlamentari europei si rapportassero con i cugini Transalpini e si facessero spiegare, con un po’ di umiltà e rispetto,  quali fossero gli strumenti idonei per far valere  le rispettive tradizioni in materia venatoria.

La vicenda delle caccie tradizionali ed in deroga rappresentano un esempio eclatante e significativo.  In passato delegazioni Regionali si sono recate in Europa per  ottenere qualcosa di concreto e se ne sono ritornate con la chiusura dei roccoli entro il 2017. Ci è giunta voce che una delegazione di Regione Lombardia capeggiata dall’Assessore con delega alla caccia abbia intenzione di recarsi in “pellegrinaggio” a Bruxelles, per la metà di settembre, non sappiamo bene a far cosa e con quali obiettivi e scopi. Se sono quelli di andare dai soliti personaggi e Funzionari di cui conosciamo bene il pensiero, diciamo subito e fermamente di non spendere i soldi della trasferta e starsene a casa. Se invece l’intenzione è quella di porre le basi per un’audizione alla Commissione in presenza del Presidente della stessa allora le cose cambiano.

Vogliamo però sin da ora richiedere che qualsiasi delegazione si rechi in Europa debba essere supportata e accompagnata da un pull, un gruppo di esperti qualificati in materia indicati dalle Associazioni venatorie. Solo così avremmo la garanzia di avviare un confronto con l’Europa vedendo affiancate le forze politiche regionali supportate dagli Europarlamentari eletti anche con il voto dei cacciatori nell’esporre le nostre sacrosante ragioni come quelle di mantenere in vita un’attività plurisecolare come quella rappresentata dalle nostre cattedrali verdi: i roccoli , un patrimonio di tradizione e di storia che non può essere cancellato né barattato o oggetto di scambio con nessuna altra cosa al mondo. Questo deve essere un monito che giunga chiaro e forte a chi governa Regione Lombardia.
 

LA PRESIDENZA  DI  A.C.L.                                                
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


108.162.219.122
Aggiungi un commento  Annulla 

30 commenti finora...

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Il problema della caccia in Italia e' che non c'e' rappresentanza politica seria ai livelli piu' alti. GLi ambientalisti talebani sono padroni incontrastati. Negli altri paesi europei e' diverso. Questo non significa che si debba creare un altro partito ma e' semplicemente questione di avere rappresentanti politici nei partiti gia' esistenti che abbiano potere, onesta' intellettuale ed esperienza! Hai detto niente.....Piu' spesso il problema e' che la caccia a livello politico viene affidata a gente che non ne capisce un tubo o, ancora peggio, a cui non interessa un tubo!! Capisce solo di soldi e metodi per far soldi....per se stesso e pochi altri.

da Liberte' egalite' fraternite'  19/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Se non fosse per i produttori di armi, cartucce e accessori per caccia "che tengono la barra dritta", in Italia la stagione venatoria sarebbe già scomparsa, i cacciatori sono divisi e male rappresentati in tutto il territorio Italiano, quindi perdete ogni speranza sui cacciatori, bravi solo a rispettare le regole e leggi imposte dallo stato (vedi la 157/92) e inasprite da Leggi Regionali. Le regioni sono un feudo a se, dove possono legiferare a proprio piacere grazie al "Titolo V della Costituzione". Se una cosa è giusta e necessaria farla e tuttavia non la si fa è perché non la si è capita abbastanza.
Un saluto.

da cf  18/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Posso appoggiare Dardo, i Francesi hanno una marcia in più, forse anche nel sangue, di recente sono stato a caccia in Camerun (francofoni) vi posso dire che anche in quel paese i Francesi la fanno da padroni, come organizzazione, riserve, rapporti con le istituzioni ecc... conferme che anche in patria valgono molto di più di noi in Italia. Qualcuno ha detto: (Italiani...sangue di rana).

da Valdo  14/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Dardo hai colto il bersaglio sante parole. In Francia la caccia è sacra, da noi dopo che hanno creato gli ambiti è diventata uno schifo e tutti stanno zitti.

da Giovanni  14/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

posso solo dire che i francesi per ottenere quello che hanno lottarono con una grande manifestazione a parigi, dove il loro presidente nazzionale Mitterand era in prima fila e liberarono pure i cinghiali per le strade con tanto di cani a seguita, noi saremmo in grado, nooo e sapete perchè perchè ??? perchè noi italiani quando ci dicono ruggite!!! noi rispondiamo bebebebebebebeeeeeeeeeeeee! un popolo che vive del proprio orgoglio fa paura ai politici, un popolo che vive del proprio orto è già diviso sul nascere e l'infezzione politica si propaga, come da noi in italia!

da dardo  14/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Vedi Arrabbiato la mia innata tendenza a considerare il bicchiere mezzo pieno e non il contrario?Ero nella convinzione che fossero i numeri del tuo anno di nascita:-);basterebbe moooolto meno,credo;sarebbe sufficiente approvare un codice(etico)secondo il quale chiunque rivestisse nelle aavv cariche diverse da quella di semplice iscritto,non potrebbe avere, a qualsiasi titolo,legami con aziende sia agro che faunisticovenatorie.

da pietro 2  13/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Se la caccia fosse gestita come la magggior parte delle aziende private italiane che sopravvivono nonostante la persecuzione statale alla quale sono sottoposte, saremmo i primi della classe. Altrio che francesi.

da Arrabbiato 62  13/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

x Pietro 2: gli anni crescono non calano.Ho compiuto da poco i 62.Ciao

da Arrabbiato 62  13/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Vorremmo andare a caccia come i Francesi?non è possibile,noi NON SIAMO FRANCESI.Siamo Italioti,prendiamo quello che ci danno strapagandolo e ringraziando pure.

da vince50  12/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Beh,è risaputo:è con lo studio che si ottengono i risultati,nella vita;più che i margini però,dovrebbero studiare i correttori automatici,così,giusto per dare quelle cifre che,in ogni caso,sborsano per il ricorso al Tar,ai cuginetti della Lipu,costretti a chiudere per mancanza di fondi(pubblici,ovvio)il centro recupero fauna selvatica,dopo che,in passato,i soldi li hanno usati per ricorsi(inutili perchè non hanno portato a nulla)al competente Tar(ma perchè non fanno una convenzione con tutti i Tar d'Italia,mi chiedo?);oltretutto,nelle zac,a pagamento ricorso o non ricorso,si potranno continuare ad allenare i cani ed è risaputo che la fauna selvatica,leggendo i cartelli che delimitano tutte le zac,non si sogna minimamente di varcarne i confini,per non essere "disturbata".So che molti vorrebbero cacciare come i francesi sì,ma ai tempi di Robespierre.

da pietro 2  12/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Vogliamo andare a caccia come i Francesi? intanto su h 24 notizie Legambiente minaccia ricorsi legali sul calendario venatorio Laziale perchè ritenuto troppo lungo e si attaccano anche al periodo di addestramento cani, quindi stanno studiando se ci sono i margini per far ricorso,.... altro che Francesi

da Alvanto Ass. Cacciatori Genzano di Roma  12/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Arrabbiato,non cominciamo a calarci gli anni eh!Per i Piemontesi:vi e' mai venuto in mente che " le colpe dei padri ricadono sempre sui figli"?Il destino ha voluto che i pro-pronipoti pagassero l'unita' d'Italia:-)!E quale categoria e' stata scelta per il conguaglio?:-)

da Pietro 2  12/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Ezio,hai ragioni da vendere. In Piemonte sono risusciti a far strame anche della legge nazionale che invece dovrebbe essere applicata senza "interpretazioni" sempre restrittive. Nel ca dove caccio (?) io permangono i sedici giorni/anno agli ungulati ,metà dei quali il giovedì giorno in cui, è noto, tutti sono liberi da impegni di lavoro!
Poi si lamentano "per l'eccesso di selvagina e per i danni" sono tutti in mala fede e nessuno interviene.

da Arrabbiato 62  12/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Anzi, vorrei cacciare almeno come dice la nostra 157/92. Mai avuto il piacere almeno di quello qui in Piemonte ma sempre moooolto meno e moooolto peggio. Ed ANCHE o forse soprattutto alle tanto grandi quanto inutili masturbazioni mentali di certi "dirigenti" venatori. Altro che animalisti ed anticaccia! :-(((

da Ezio  11/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Io come i nostri fratelli greci. Una faccia, una razza! ;-)

da Ezio  11/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Mi accontento anche Trentini o, meglio, Bolzanini!

da vecchio cedro  11/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Io invece vorrei andare a caccia come i cugini Austriaci, Tedeschi, Sloveni, Ungheresi, ... !

da vecchio cedro  11/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

è presto detto come mai noi siamo trattati da serie b. Tutto il problema è in noi il popolo la non voglia di lottare per ottenere, l'apatia, la resa incondizionata che i nostri politici ci hanno e ci fanno imparare ogni giorno! vi chiedo se l'india avesse arrestato due americani, due francesi, o due inglesi sarebbero ancora in prigione come i nostri marò? che badate bene li hanno mandati in quel sito a vigilare, o meglio il nostro stato li ha mandati! se fossero stati due americani la mattina quando gli indiani si fossero affacciati sulla costa avrebbero visto più navi dello sbarco in normandia, ma perchè? perchè essi sono patriottici ed hanno un popolo che al loro stato non l'avrebbe fatta passare liscia, così i francesi e non meno gli inglesi, ci ricordiamo il ministro Thatcher in argentina..... beh siamo noi tutti la debolezza dell'italia, ogni uno di noi pensa al proprio orticello non curandosi di chi ha affianco ed ogni giorno diventiamo sempre più pecoroni....

da dardo  11/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Al di la della criticabile modalità espressiva , un pochino ci siamo informati.
In molti paesi , dalla Slovenia alla Francia , il piccolo proprietario è tenuto per legge ad associarsi con gli altri fino al raggiungimento della superficie minima gestibile , oppure a costituire fondo chiuso e in qualche caso a rifondere eventuali danni ai terreni confinanti.
Le modalità e gli esempi sono tanti , ma il dato di fondo è che io in Italia devo pagare lo stato che però non mi manda a caccia nel demanio ,ma nei terreni agricoli privati che dalla caccia non traggono alcun beneficio... Ti pare normale?
Sai quale è il problema vero ? Che paradossalmente gli agricoltori vogliono che le cose rimangano così , perché dopo dovrebbero andare loro a discutere con l'ispra su quanti e quali animali prelevare, perché non pensare che una volta che il diritto di caccia passa al proprietario del terreno questi possa abbattere tutto quello che vuole . Specie se , come in Slovenia la selvaggina rimane un bene statale.
Io spesso sono molto critico con il mondo agricolo, ma la storia che lo stato riscuote e il contadino paga ...deve finire.

da Rewilding  11/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Prima di sparare cassate sulla abolizione della art 842 sapete quale dimensione media ha la proprietà Ferriera in Francia e quale ha in Italia? Questo solo dato dimostra che abolire l 842 significa abolire la caccia, almeno quella vagante. Cavolo, prima di scrivere informatevi

da blanco  11/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Per andare a caccia come i francesi , o come in qualsiasi altro posto civile , bisogna abolire l'articolo 842.

Basta con le mezze decisioni , basta con le scorciatoie.

da Rewilding  11/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Per ottenere ed avere le stesse disposizioni in campo venatorio della francia o d altri stati europei dovremmo prima aver celebrato il funerale ( in forma privata sarebbe meglio.. per una questione di soldi) della maggior parte degli attuali politici italiani, di tutti i direttivi delle grandi AAVV, di tutti gli inutili animalari e per finire di tutti gli ambientalisti. Sarebbero si giornate intere da passare nelle chiese e nei cortei funebri , ma vuoi mettere tu quanto marciume in meno in italia. Ma dove la prendiamo questa fortuna ?.... resta solo un sogno.. un bel sogno.

da P.G.  10/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Fino a quando le associazioni venatorie non fanno forza tra loro noi continueremo a essere fanalino di coda poi per i nostri politici noi non siamo presi in considerazione basta che paghiamo una barca di soldi per tasse atc e quant'altro va tutto bene poi noi siamo un popolo che basta che si lamenta ma non tiriamo fuori le palle

da Caccia 69  10/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

ottimo Jack !
piangistei accalappiatessere e privi di un reale fondamento di esecuzione.
Proprio per i morivi da te sopra citati.

e non pensar che loro non lo sanno..ci provano "per qualche tessara in più "

da russel crowes  10/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Eccoli qua i soliti fenomeni inconcludenti di ACL !!cacciare come i cugini francesi??per cacciare come in Francia bisognerebbe stravolgere totalmente il sistema e la legislazione italiana,passando dalla caccia libera e alla libera circolazione dei cacciatori su terreni agricoli,al sistema privatistico francese dove la selvaggina e di proprietà del proprietario o del conduttore del fondo,e dove per accedere alla caccia si pagano fior di soldoni!!i roccoli in Lombardia non verranno chiusi nel 2017.....fattivamente lo sono già da ora in quanto il passaggio della materia sotto il 19/bis mancando i presupposti e le motivazioni alternative al prelievo di fatto sono già finiti,così esattamente come per le deroghe a fringuelli e pispole!!chi troppo vuole ,ora si attacca ACL compresa ,che con il continuo farneticare,e cercare sponda oggi in questo ,domani in quello,a seconda di come tira il vento,non avendo nessuna cognizione seria in materia oggi è rimasta nuovamente trombata,così come quelli che supporta a alle elezioni politiche.ora andate a piagnucolare altrove!!

da Jack the rapper  10/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

amici non dobbiamo essere rappresentati dalle associazioni venatorie sono le prime a remarci contro ci vorrebbero semplicemente delle persone oneste x far valere i nostri diritti.........

da antonio...  09/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Purtroppo ci sono ancora cacciatori italiani e quel che è peggio alcuni di quelli che li rappresentano che hanno paura della caccia e dei cacciatori! Un po' come se i sindacalisti avessero poca stima dei lavoratori che rappresentano. Finchè non saremo veramente solidali tra di noi e interpreteremo una limitazione a chi fa una caccia che noi non facciamo o prediligiamo come una ingiustizia per TUTTI e non solo per quelli che la subiscono, non arriveremo da nessuna parte.

da Ezio  09/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

secondo mè da noi manca un impegno serio da parte delle associazioni venatorie in campo governativo. Come si fa' a non mettere in evidenza, ed ad aprire tavoli di confronto, difronte a situazioni chiare ,come i calendari venatori negli stati vicini in confronto al ns.Ponendo questi interrogativi al governo, che risposte forniscono i governanti? ma le ns associazioni le pongono queste contraddizioni? SE qualcuno sa in merito scriva ed informa.Grazie

da cacciatore calabrese  09/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

per ottenere quello che hanno ottenuto i "francesi" ci vuole gente capace come quella "francese". capito? quello che abbiamo è quello che ci meritiamo. punto e basta!

da paolo t fano pu  09/08/2014

Re: Vogliamo andare a caccia come i cugini francesi!

Posso fare una domanda,alla quale spero(per colmare mie lacune):ma,solo per sapere,quando furono trasmessi,dall'Italia,i deprecatissimi KC posti come scheletro inderogabile per la 157,chi partecipo' alla loro redazione?Lo chiedo,perche' se anche allora vi fu la partecipazione di qualche rappresentante delle allora aavv,permettetemi di avere oggi,qualche dubbio.

da pietro 2  08/08/2014
Cerca nel Blog
Lista dei Blog