Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<agosto 2021>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
Mensile
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ott15


15/10/2013 

In guerra si sa, molte delle regole sociali, decadono temporaneamente, sotto la spinta della necessità. E' ciò che sta accadendo in Siria dove la popolazione, ridotta allo stremo da un conflitto che va avanti da oltre due anni e mezzo, sta cominciando a fare razzia anche di cani e gatti. L'evidenza della fame ha spinto in questi giorni anche alcuni imam a emettere fatwa (editti religiosi) che autorizzano i fedeli al consumo di carne di gatto e di cane. Della serie, quando ci si trova di fronte a situazioni umanitarie a dir poco drammatiche, di fronte alla possibilità di morire perchè non si ha nemmeno un tozzo di pane da mangiare, non c'è animale carino che tenga.

E' successo anche da noi, chissà quante volte nella storia prima che si costruisse il benessere in cui viviamo oggi, che ci permette di considerare un delitto l'uccisione di un animale da compagnia. L'ultima volta fu durante la seconda guerra mondiale. Sappiamo per certo (e non soltanto dopo la gaffe di Bigazzi su Rai1) che gli italiani in quell'occasione sacrificarono diversi gatti, cani e chissà quanti altri animali oggi intoccabili, per sopravvivere. Se non lo avessero fatto forse molti di noi nemmeno sarebbero nati.

Con questa consapevolezza, e soprattutto con la coscienza del fatto che senza l'attuale livello di ricchezza e benessere non esisterebbe nessuna coscienza animalista, possiamo continuare tranquillamente a fare delle preferenze tra "classi sociali" animali. E anche chiamare queste differenze amore, rispetto, o semplice opportunismo. Ma è un dato di fatto che saremmo tutti un po' più evoluti se vagliassimo l'dea dell'enorme ipocrisia che sta dietro ad ogni movimento puramente animalista.
 
 
Cinzia Funcis

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


108.162.219.122
Aggiungi un commento  Annulla 

7 commenti finora...

Re: Carne di cane e gatto, in guerra si può

Lo Zio.Il punto è che hai equiparato il cibarsi di carne animale con la carne umana dicendo che è una alterazione della coscienza anche se spinti da necessità.Già di per se grave.Ma il non rispondere alla seconda domanda(doverosa a questo punto)quella se uccidere un animale equivale ad uccidere un essere umano è ancora più grave.

da agostino  17/10/2013

Re: Carne di cane e gatto, in guerra si può

Le sue osservazioni stridono tanto quanto stride la sua inutile arrampicata sugli specchi. Io non sono nato col fucile in mano,( per inciso in questo blog specifico non si parla nè di caccia nè di fucili,non capisco perchè tira fuori argomenti fuori contesto),ma sono nato onnivoro e lo sono rimasto, non ho ucciso animali appena nato,ma c'era qualcuno che lo faceva per me; gli omogeneizzati di carne non crescono sugli alberi e quando ho iniziato a mangiare le prime fettine di petto di pollo o i primi panini col prosciutto,c'era sempre qualcuno che uccideva per me...quindi non sono cosi ipocrita da pensare che un pollo si possa uccidere e un fagiano no o che se qualcuno uccide per me la mia coscienza è a posto. Lei ,presumo,abbia seguito lo stesso mio percorso,almeno fino al punto in cui ha deciso di seguire la coscienza animalista,e da qui che nasce il suo rinnegare. Dice di non essere mai cambiato,bene,questo mi spinge a pensare due cose: o che sia nato in una famiglia vegetariana,quindi non ha mai mangiato carne o che continua a mangiare carne. In entrambi i casi lei rinnega se stesso che è cosa peggiore. Qui si parla di fame,e fortunatamente nè io,nè lei credo
( spero ),sappiamo cosa significa.Ma possiamo solo immaginarlo quando vediamo persone che raccattano resti nei bidoni dell'immondizia dei supermercati,o quelle persone( come è capitato a me di vedere) che fanno il giro delle provinciali per trovare qualche lepre o fagiano o anche gatti investiti da macchine. Lei è cosi sicuro di se da pensare di sostenere sempre la sua coscienza ( animalista)?

da enzo972  17/10/2013

Re: Carne di cane e gatto, in guerra si può

Vede " lo zio", lei ha già rinnegato la sua coscienza,lo ha fatto nel preciso momento in cui ha deciso di seguire,per l'appunto,la coscienza animalista,che di coscienzioso ha veramente ben poco; perchè non credo che lei sia nato vegetariano.Per cui uno che è abituato a cambiare coscienza,dovrebbe per lo meno evitare di fare moralismo spicciolo su temi di coscienza. La domanda a questo punto è: se ha gia cambiato una volta,chi dice che non cambierà ancora?

da enzo972  17/10/2013

Re: Carne di cane e gatto, in guerra si può

X Lo Zio/Lone wolf. Da quello che dite sembra che mangiare un animale o un essere umano è la stessa cosa.E' così anche per uccidere?State tranquilli che se avrete fame il gatto della vicina sarà in pericolo e sarete molto lucidi.E se vi piacerà lo rifarete senza averne la necessità.

da agostino  16/10/2013

Re: Carne di cane e gatto, in guerra si può

Ma che state a di, la fame vera per fortuna noi non sappiamo nemmeno cosa è, ricordate i ragazzi cileni precipitati sulle ande? mangiarono i cadaveri dei propri compagni per sopravvivere.

da Lone wolf  16/10/2013

Re: Carne di cane e gatto, in guerra si può

Grande gaffe della RAI licenziare Bigazzi.Un mio pro-zio(prigioniero 2°guerra mondiale) ritornò a Roma dalla Germania con la bici e durante il tragitto per fame si mangiò un cane lupo.Recentemente un esploratore attraverso l'Amazzonia in compagnia del suo cane...che puntualmente fu mangiato per fame.Infatti l'animalismo è una masturbazione mentale del benessere.

da agostino  15/10/2013

Re: Carne di cane e gatto, in guerra si può

E la Brambilla & C. non si precipitano in Siria a fermare questo scempio??!! ... Comunque Signora Funcis, per la questione "Bigazzi", sono convinto che fu la rai a fare una gaffe licenziandolo.

da Ezio  15/10/2013
Cerca nel Blog
Lista dei Blog