Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2021>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Mensile
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
feb12


12/02/2021 15.20 

 
Nella caccia in battuta ai grossi selvatici a pelle tenera, la possibilità di sparare più colpi in rapida successione spesso è di fondamentale importanza. Per questo motivo sono stati progettati fucili a ripetizione a leva, a pompa ed infine con funzionamento semiautomatico (le armi automatiche sono quelle che sparano a raffica!).
 
Quando il percussore viene lanciato ed innesca la cartuccia, all’interno della camera di scoppio avviene una piccola esplosione. Questo fenomeno genera calore, pressione e quindi energia. Perché non sfruttarla meccanicamente per creare un sistema di ripetizione? Il primo che ebbe la geniale idea di modificare una carabina Winchester a leva, utilizzando l’energia del rinculo, fu Hiram Maxim nel 1882. Poi venne Ferdinand Ritter von Mannlicher, che tra il 1885 ed il 1900 ideò persino un fucile in grado di sparare a raffica. Seguirono il loro esempio molti altri inventori, più o meno noti come: Mauser, Walther, Cei-Rigotti, Scotti, Sjogren, Griffiths, Friberg e Mondragon, ma il più geniale di tutti rimane sempre lui: l’inimitabile John Moses Browning.
 
 
Il sistema di ripetizione per eccellenza di tutte le armi semiautomatiche è quello che sfrutta lo spillamento di una piccola parte dei gas propellenti, che fanno disimpegnare ed arretrare il blocco otturatore che, successivamente, spinto in avanti da una robusta molla, preleva dal caricatore una nuova cartuccia e la spinge nella camera di scoppio pronta per ripetere il ciclo di sparo. Tale “brevetto”, vecchio più di cento anni, salvo qualche piccola modifica è rimasto invariato fino ad oggi. Il sig. Browning lo progettò per il fucile mitragliatore BAR (Browning Automatic Rifle), ma fu la Remington quella che nel lontano 1906 lo prese come campione per creare un’arma sportiva da caccia. Dapprima nacque il modello 8, poi nel 1936 seguì il modello 81 SHPCR (Semiautomatic High Power Centerfire Rifle).
 
 
Ambedue i modelli furono offerti nei calibri .25, .30, 300 Savage, .32 e 35 Remington ed erano armi talmente ben fatte, precise ed affidabili che con una di queste, ma opportunamente modificata, il capitano dell’FBI Frank Hummer affrontò ed uccise i famosi Bonnie & Clyde. Comunque, l’evoluzione delle carabine semiautomatiche da caccia nel mondo fu lenta e alquanto limitata, perché erano più delicate e meno precise delle carabine ad otturatore. Inoltre in America la loro celerità di tiro non serviva visto che in quel paese la caccia in battuta era ed è tuttora pochissimo praticata. In Italia invece abbiamo il cinghiale. Anche in alcune zone dove era più o meno sconosciuto, il vispo e coriaceo suide ha fatto la sua apparizione ed è prolificato a tal punto che in alcuni casi è addirittura nocivo. E tutti gli appassionati di armi e di caccia in battuta sanno che la carabina semiautomatica è la scelta migliore.

La Remington agli inizi degli anni sessanta propose la sua 740 Woodsmaster, seguita qualche anno dopo dalla 742 ed infine dalla 7400. Complessivamente, dei tre modelli, ne sono stati costruiti più di un milione di esemplari. Nonostante la 7400 fosse un’ottima arma da caccia, ben rifinita, affidabile, precisa e relativamente economica, per renderla ancora più competitiva nell’agguerrito mercato europeo, nel 2005 fu deciso di modificarla ulteriormente. Ecco com’è nata la nuova Woodsmaster 750, secondo me la semiautomatica più bella mai costruita, con uno stile e un’eleganza unici presi da esempio da tanti altri costruttori come Benelli, Verney Carron, Winchester mod.100 e Vulcan, Merkel.
 
 
Esteticamente la nuova 750 Woodsmaster non differisce molto dalla sua progenitrice, ma le poche modifiche apportate sono tutte degne di nota. E’ stato rivisto e migliorato il gruppo scatto, la presa gas, sono state ridotte le tolleranze dell’otturatore, è stato leggermente ritoccato il designer, sono state istallate le magliette portacinghia di serie, ed è stato adottato il rivoluzionario calciolo R3.
 
A mio parere si dovrebbero rivedere  gli organi di mira. Un’arma del genere necessita a mio giudizio di qualcosa di più pratico e più facilmente acquisibile, magari il solito mirino in fibra ottica di colore rosso acceso ed una buona tacca regolabile nei due sensi o una mezza bindella da battuta con i riferimenti di colore verde acceso. Comunque, nel caso della 750 Woodsmaster, sia il mirino sia la tacca possono essere sostituiti con qualcosa di molto più visibile. Il montaggio di un sistema di mire metalliche più idoneo per un’arma da battuta è una operazione semplice alla portata di tutti quelli che hanno un minimo di manualità.
 

La Remington Woodsmaster 750 impiega una chiusura stabile a sottrazione di gas, con otturatore a testina rotante con ben nove tenoni di chiusura. Non mi è ancora chiaro perché l’otturatore abbia nove risalti di chiusura quando ne vengono impegnati soltanto quattro
.
Il sistema di presa gas è stato migliorato rispetto al modello 7400, grazie all’alleggerimento delle masse in movimento e ad una diversa taratura dello spillamento dei gas. In questo modo il semiautomatismo risulta più equilibrato, più veloce e più fluido. Il calciolo R3 è, a nostro avviso, forse l’innovazione più azzeccata. E’ costruito dalla Limbsaver in soffice materiale poliuretanico con al suo interno un sistema di camere di espansione a forma fungoidale (denominato Navcom, acronimo di Noise and Vibration Control Material), che al momento dello sparo e quindi quando si genera il rinculo, si dilatano dissipando l’energia in tutte le direzioni e non solo in asse con la spalla del tiratore. In questo modo la carabina si mantiene sempre allineata e ferma sul bersaglio.
 
 
La calciatura può essere in legno di noce a grana fine di buona qualità, finita con un trattamento di verniciatura opaca, oppure in materiale sintetico (modello 750 Synthetic). Entrambe sono caratterizzate da un calcio tipo Montecarlo senza poggiaguancia con l’impugnatura a pistola. L’asta è forse il massimo compromesso che si possa raggiungere tra estetica e funzionalità, in una sola parola la definirei perfetta. E’ dimensionalmente molto azzeccata sia come lunghezza sia come spessore ed è di una ergonomia unica. I punti di presa sono zigrinati a macchina e complessivamente le linee sono molto piacevoli. Non spiace neanche la sigla R. Finalmente, per chi ama usarle, le magliette a sgancio per il montaggio della cinghia di trasporto sono diventate di serie dell’arma. Il caricatore è una costante di tutte le versioni di carabine semiautomatiche Remington, visto che è praticamente intercambiabile. Costruito in lamiera stampata è bifilare ed ha un capacità di quattro colpi. Con la semplice aggiunta di una piccolo meccanismo composto da un nottolino che scorre in un’asola sul lato inferiore sinistro e da un leverismo, si è ottenuto un valido Cut-Off–Hold–Open senza intervenire sulla carcassa dell’arma. Con poca fatica si è costruito un accessorio veramente molto pratico. La leva di sgancio del caricatore è di dimensioni un poco ridotte ed è caricata da una molla particolarmente forte. Questo, se da un lato scongiura il rischio di sganci accidentali, dall’altro è scomodissima da azionare. L’avremmo preferita più sporgente e più pratica.
 

Le canne delle Remington 750 sono costruite con degli ottimi acciai speciali ad alta resistenza e possono essere di due lunghezze: da 18,5” (470 mm) e da 22” (558 mm). Anche qui ci sarebbe da qualcosa da dire, non capisco il motivo per cui alla Remington hanno sempre costruito il modello Carbine a canna corta nel solo calibro 30.06, quando l’ideale sarebbe stato di camerarlo nel più adatto (e corto!) calibro 308 Winchester. Munizioni questa che, essendo caricata con polveri più vivaci, non ha problemi a dare il meglio in canne medio-corte. Non capisco perché non abbiano “ricorventito” in classe 750 anche la bellissima carabina Remington modello 7400 Weathermaster con calcio in polimeri, canna in acciaio inox e meccanica nichelata.
 

Riassumendo, la 750 Woodsmaster è ancora una delle carabine Cult del cacciatore di cinghiali italiano, andrebbe leggermente migliorata, ma ha sicuramente più pregi che difetti. Il calciolo R3 rende il rinculo minimo, lo scatto a una corsa pulita, senza trattamenti e senza impuntamenti, il ciclo di riarmo è rapidissimo e quindi consente una celere ripetizione del colpo pur rimanendo sempre in punteria. L’arma è discretamente ben bilanciata e viene alla spalla che è un piacere, peccato che non sono disponibili caricatori maggiorati.
 

Marco Benecchi



SCHEDA TECNICA


Costruttore: Remington Arms Company Inc. - USA
Importatore – Distributore PAGANINI sas -  Torino
Modello: 750 Woodsmaster
Tipo: carabina a ripetizione semiautomatica.
Impego specifico: caccia in battuta – monterie.
Funzionamento: a sottrazione di gas con sistema di chiusura stabile.
Chiusura: A testina rotante con tre serie di tre tenoni in testa posti a 120°.
Calibri: 243W, 270 W, 308 W, 30-06 Springfield, 35 Whelen.
Canna: in acciaio speciale lunga 470 mm (Carbine) – 558,8 mm (22”)
Sistema di percussione: indiretto, a mezzo cane interno su percussore flottante.
Alimentazione: caricatore bifilare amovibile capace di 4 cartucce
Congegno di scatto: ad azione singola, diretto con peso di circa 2.300 gr.
Estrattore: ad unghia
Espulsore: a pistoncino posizionato all’interno della testa dell’otturatore.
Mire: Classica tacca regolabile nei due sensi e mirino su rampa regolabile in deriva.
Castello predisposto per il montaggio di ottica da mira o congegno di puntamento elettronico.
Congegno di sicurezza: manuale a traversino sul ponticello, che agiste direttamente sul grilletto.
Calciatura: in due pezzi, calcio tipo Montecarlo senza poggiaguancia, ed astina in noce con calciolo di gomma di colore nero.
Piega e vantaggio non sono regolabili. Magliette portacinghia aimovibili.
Peso: 3.350 kg ca.
Lunghezza totale: 1060 mm
Materiali: Canna e culatta in acciaio speciale ad alta resistenza


Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.62.35
Aggiungi un commento  Annulla 

26 commenti finora...

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Argo e pro favolosa carabina in 308 e che volere di piu dalla vita.

da Proargoepro'  18/02/2021 21.08

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Con le moderne carabine che abbiamo sul mercato come la benelli ma chi fessacchiotto si arrischierebbe andare a caccia con un vecchio rottame .Io no . Fate come volete.

da Ciaoneeee  18/02/2021 17.32

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

SONO SICURO SOLO DI UNA COSA che le carabine benelli da 10 anni a questa parte mio parere personale sono le migliori semiautomatiche al mondo. Ma perche' le remington sono nate perfette????? Inceppamenti a volonta estrattore difettoso e carrello sbrindellato .Non e' un anno che vado a caccia. Con una benelli non ti sogni di tirare a un capriolo a 100 mt?? questa e' bellissima. Io tiro anche a 150 e cascano fulminati

da Ciaoneeee  18/02/2021 17.30

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

E poi caro Ciaone finiamola quà,
Perché le tue considerazioni personali le abbiamo già capite.
Punto e Basta...

Devi sapere che quando la Remington produceva Carabine Semiauto da Caccia la Benelli costruiva isolo motorini a 3 marce e,
Diciamocelo, non lo faceva neanche tanto bene..
I Guzzi, i Minarelli e i Malanca erano migliori...

Poi Fece il grande salto (!????!!!?) iniziando a produrre armi...

La carabina ARGO rimarrà nella storia come l'arma ITALIANA semiautomatica che ha creato più problemi ai cacciatori italiani, anzi a quelli di tutta Europa per quanti malfunzionamenti ha fatto riscontrare dalla sua nascita..
Non sto qua ad elencarteli perché sono immaginabili in una arma da caccia..
ANCHE IO SONO STATO CHIAMATO DALLA BENELLI e più di una volta per collaudargli i nuovi modelli..
ORA, ma sottolineo soltanto
ORA, l'arma ha raggiunto un buon livello di precisione e di affidabilità dopo quasi una 15ina di anni di guai e problemi!

FIGURATI che Attualmente la uso anche io per la caccia al cinghiali in battuta ma no di certo per tirare ad un cinghiale, ad un capriolo o ad un daino da oltre 100 mt di distanza con un cannocchiale a lunga distanza...
Tu dici:

""""""""Ma allora a cosa e' servita tutta questa tecnologia applicata alle nuove armi"""""""""

Mi sapresti diri qual è tutta questa grandissima tecnologia che ha applicato la benelli nella sua ARGO??
Funziona a recupero di gas come una comunissima altra semiauto,
Utilizzando un sistema di presa TROPPO vicina alla camera di scippi composta da un pistone più adatto ad un arma calibro 12,
Una BAR, ma anche un catorcio come la 750 Rem, hanno delle prese gas un terzo più piccole...
Te ne sei MAI ACCORTO quanti si sporca la NOSTRA Benelli durante l'uso?
Magari dopo aver sparato appena 10 colpi?
E quanto lavoro ci vuole per pulirla completamente?
Poi, a te piace un arma che si smonta in tutte quelle parti quando è destinata a sparare munizioni che generano pressioni prossime alle 4000 BAR?

Ma lo sai di cosa stiamo parlando o no?.

OK, la ARGO è una buona carabina, altrimenti dovrebbe essere venduta a diverse migliaia di euro e non a 1200....,
Ma da lì a dire.....che oltre a Lei tuttto il resto è sorpassato troppo ce ne vuole...
Su, fai il bravo e diamoci una calmatina...
Continua a riempire TIR di animali, ma ti pregherei di essere MOLTO riflessivo prima di partire a raffica con così tanti elogi per un prodotto che rientra onestamente in una fascia MEDIA di mercato.....

MB

da Marco B x Ciaone  18/02/2021 7.13

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Guarda fidate... questa 750 e' un vero bidone!

da DA CIAONE dA MARCO X CIAONE  17/02/2021 16.49

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

La benelli non ha difetti. La benelli e' perfetta nasce perfetta e per tutta la vita restera' perfetta. Abbiamo raggiunto la perfezione piu' di questo criticherei anche la benelli.

da DA CIAONE dA MARCO X CIAONE  17/02/2021 16.47

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Andrebbe leggermente migliorata... ha ha ma per piacere!!!!

da DA CIAONE dA MARCO X CIAONE  17/02/2021 16.45

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

E poi.... unica cosa qua' unica cosa la'.. bisognerebbe rivedere questo e quello .ma per piacere!! Fatevi una benelli e lasciate perdere i vecchi rottami.

da DA CIAONE dA MARCO X CIAONE  17/02/2021 16.43

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Ma quello che dite e' assurdo! Ma allora a cosa e' servita tutta questa tecnologia applicata alle nuove armi e munizioni se dobbiamo tornare a cacciare con una vecchia remington?? ALLUCINANTE !!!! Quindi il vecchio e' meglio del nuovo? tutta la tecnologia benelli e' una buffonata? Praticamente non ci piove . dite questo!

da DA CIAONE dA MARCO X CIAONE  17/02/2021 16.40

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Leupold european e un meopta ma a volte anche solo la tacca di mira.

da Ciaoneeee  16/02/2021 22.13

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Scusa..
Un'ultima domanda...
Che cannocchiale hai sulla tua Benelli "Riempi TIR"
Marca e ingrandimenti
Grazie
Marco

da Marco B x Ciaone  16/02/2021 21.18

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Ha dimenticavo.. non parlo a vanvera ma ho visto amici spaccarla per terra dopo ripetuti inceppamenti questa illustre carabina remington 750 .Ripeto va benissimo collezionarle , ma allora la tecnologia applicata sulle modernissime armi a cosa servirebbe?Torniamo indietro di 40 anni e aquistiamo la remington 750?

da Ciaone ragionatore  16/02/2021 17.18

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Non so se state scherzando ma paragonare una cosi' datata e sorpassata carabina a una modernissima benelli mi sembra ridicolo! Allora significherebbe dire che siamo tornati indietro di 40 anni con tutta la tecnologia che abbiamo applicato su questi modelli rivoluzionari di oggi compreso la bar reflex ?

da Ciaon  16/02/2021 17.10

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Ma .. ho cacciato pochissimo all'estero e con tanti gradi sottozero non saprei come si comporterebbe la mia fedelissima benelli,ma sui miei figli giuro che nel range di 200metri forse meno ho riempito 4 tir di quadrupedi in 3 anni da quando me ne sono innamorato e cestinato qualsiasi altra carabina anche di alto livello esecutivo.

da Ciaon  16/02/2021 17.07

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Crede che sia ottima anche per cacciare i camosci in alta montagna fino a 4-500 mt di distanza?
E idem i caprioli in selezione nella Puzsta ungherese alle stesse distanze?

Ci racconti quando lo ha fatto e come si è comportata la sua Benelli
Grazie
M

da Marco B x Ciaone  16/02/2021 13.58

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Vuoi per il piacere del passato vuoi per la tradizione di come funzionavano un tempo le vecchie carabine .. anche io le colleziono , ma con un 308 benelli e un ottica come si deve non avete bisogno piu' di niente.

da Ciaonee  16/02/2021 13.20

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

A proposito del calibro 308, tempo fa ho visto su Sky un programma promozionale della carabina Maral della Browning. Forse per il nome, ma comunque si svolgeva in Asia e il cacciatore insidia a proprio il Maral. Che alla fine ha abbattuto. La carabina era in 308... E il Maral non credo pensasse meno di 350kg...

da Filippo 53  16/02/2021 8.58

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Dimenticavo
Ci farebbe piacere che tu non facessi come il Cantante mascherato ed invece
ti presentassi con Nome Cognome e Regione di provenienza...
Non ci sembra di chiedere troppo ad un collega esperto di armi calibri e caccia a palla in generale

da Marco B x AH AH AH  15/02/2021 21.29

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Non solo sei stupido, volgare e maleducato..
E non negarlo perché nei NOSTRI BLOG ci si può confrontare apertamente SU TUTTO
Sempre con educazione..
Ovvio,
Altro che risate..(il mio povero nonno ti avrebbe subito detto: Ma che cazzz c'avrai da ridere poi!"
Ma credo che più di tutto SEI UN VERO IGNORANTE,
Specialmente in materia di caccia grossa a palla..
FIDATI
Fattelo dire da uno che ha girato il mondo..
Molto spesso ARMATO!!

Una volta mi feci fare un preventivo per andare a caccia di ALCI e ORSI GIGANTI in Siberia o meglio in Kamkhakta

La guida ORIGINARIA DEL POSTO mi consigliò di non portare la mia arma perché troppo complicato con le leggi attuali,
ma di stare TRANQUILLO perchè sul posto avrei trovato delle ottime armi calibro.........????????
Lo dico io o lo dici tu??
Dai che lo sai........
Forse a quest'ora potresti pure averla...smaltita.....
Va bene, mi sei simpatico perché ingenuo....Te lo dico io.
In 308 Winchester!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
ma possiamo continuare.
Croazia
Slovenia
Bielorussia
Svezia
Norvegia
Estonia
Lituania
Canada
Asia

TUTTE LE GUIDE X LA GROSSA SELVAGGINA compreso Bisonte Europeo, Alce, Orso, cervi e cinghiali
USANO e/o affittano carabina calibro 308 W , 30.06 ed 8 x 57....

Ora, dopo averti pubblicamente scoperto e smentito, mi piacerebbe MOLTO sapere su che
GROSSI SELVATICI europei hai usato TU il 308 per esserne rimasto così insoddisfatto...

Un ultima cosa, perdonami,

In Svezia, proprio sul confine norvegese ho visto CON I MIEI OCCHI abbattere un orso di 350 kg con una Sellier & Bellot da 180 grani originale
Un solo colpo.
Allo stesso modo ho visto abbattere delle alci in battuta. Stesso calibro stessa palla...
Ma ....dimenticavo
quelli...sanno sparare....

da Marco B x AH AH AH  15/02/2021 21.26

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

il benelli è per la vita ma il 308 li puoi buttare nel WC !! ah ah ah

da ah ah ah  15/02/2021 20.44

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

E' roba sorpassata. Oramai quando hai un bel benelli in 308 sei a posto per sempre.

da Ciaone  15/02/2021 19.19

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

La rubrica in questione nn lo letta ma la mia era una domanda x sapere se l avessero ripresa a produrre visto che lo pututa provare e spara magnificamente lunica pecca è come dice lei nel articolo lo sgancio caricatore di una scomodità unica. tra l altro è una delle mie carabine preferite assieme alle winchester 100 e alla regina delle semi auto h&k 770 k

da Hunter93 x marco benecchi  15/02/2021 9.28

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Se tu avessi seguito i miei scritti nel tempo,
Ti saresti accorto che sono stato io quello che ha lanciato la rubrica su DIANA e ACTION ARMS

VECCHIE GLORIE


Perché mi piace più dedicarmi alle armi come le facevano una volta piuttosto che quelle, diciamo moderne,
Costruite con poca passione ma con l'unico scopo di aumentare i dividendi degli azionisti.....

Saluti
Marco

da Marco B x Hunter 93  14/02/2021 13.36

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Io l'arma in OGGETTO l'ho provata, testata, accuratizzata,
L'Altra settima...
Tu dici...
Spero convinto...

articolo vecchio e riciclato.

Mi puoi indicare dove l'hai visto pubblicato

GRAZIE


da Marco B x bimbo  14/02/2021 13.32

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

"Forse sbaglio ma nn è fuori produzione"

gia da qualche anno...
articolo vecchio e riciclato.

da bimbo  14/02/2021 8.40

Re: La carabina Remington 750 Woodsmaster

Forse sbaglio ma nn è fuori produzione

da Hunter93  13/02/2021 20.02
Cerca nel Blog
Lista dei Blog