Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2021>
lunmarmergiovensabdom
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
2829301234
567891011
Mensile
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
set18


18/09/2019 9.05 

 
 
Una volta tanto l’essere mancino mi è stato d’aiuto. Infatti è stato grazie a questa mia caratteristica che sono finalmente riuscito a prendere, ed a un prezzo più che onesto, una carabina che desideravo possedere da una vita. Un’arma che tutti gli appassionati di caccia grossa nel mondo considerano come una tra le combinazioni più classiche ed affascinati che siano mai state costruite: una splendida carabina Weatherby–Sauer Mark V Custom DeLuxe in calibro 378 Weatherby Magnum. La mia, oltre ad essere ovviamente mancina, è corredata con un’ottica  1,5–6 x 36 e con il freno di bocca integrale Pendetlon con 66 fori ricavati direttamente sulla volata della canna! Un gioiello simile non poteva che procurarmelo il caro amico Alberto Imeri, il titolare della famosa armeria – salotto milanese Excalibur in via Modestino. Conosco Alberto da più di venticinque anni, da quando aveva ancora l’armeria in via Maestri e durante tutto questo tempo non ho mai perso un’occasione per andare a trovarlo o per salutarlo al telefono, ma soprattutto per sentire sempre se tra le collezioni che ritira ci fosse qualche pezzo particolarmente interessante. Io, cacciatore e appassionato d’armi come sono, una Weatherby – Sauer MK V mancina pre-catalogo non potevo certo lasciarmela scappare, neanche se fosse stata in calibro 460 WM, mentre il caro Alberto è riuscito a scovarmela praticamente intonsa, addirittura in calibro 378 WM. Un calibro che, anche se possiamo definirlo “spaventoso” sia come potenza e prestazioni, sia come rinculo, come Giorgio Barbero insegna (uno dei più grandi e famosi safaristi internazionali e “padre fondatore” del museo naturalistico di Prolormo nelle Langhe!), è possibile utilizzarlo con profitto contro moltissime specie selvatiche, grosse e pericolose che siano, anche a lunga distanza e in tutti gli angoli del globo.
 
 

 Il 378 WM nasce ufficialmente come una splendida munizione finita nel 1953 e Roy Weatherby, il suo geniale ideatore, quando l’inventò si vantò di aver creato una munizione nuovissima, originale, sostenendo che nel farlo non si era ispirato a nessun altro calibro già esistente. Ma il buon Roy non fu del tutto sincero, perché la stretta somiglianza che c’era tra il suo “nuovo bossolo” e quello del vecchio 416 Rigby salta subito agli occhi. Ristringere il colletto del bossolo del Rigby da .416” (che può tranquillamente ospitare grosse quantità di polvere, ben superiori ai 100 grani!) a .375” e dotarlo di Belted (la cintura di rinforzo) non deve essere costata molta fatica al simpatico Guns Maker californiano. Il 378 WM fu immesso sul mercato in pieno “boom safaristico”, con l’intento di soddisfare una piccola schiera di cacciatori (tutti tassativamente americani!) che desideravano un calibro ultrapotente, ma tuttofare, con cui fosse possibile cacciare le grosse antilopi in terreno coperto, ma che all’occorrenza fosse  in grado di destreggiarsi bene anche contro la selvaggina di grossa mole e pericolosa. A quei tempi la 375 Holland & Holland Magnum, affettuosamente definita come la “Regina d’Africa”, con le sue superbe caratteristiche balistiche (palla da 300 grani - 19,4 grammi spinta alla bella velocità di circa 750 – 760 metri al secondo, con relativi 5800 Joule di energia!), stava riscuotendo un grandissimo successo, ma lo scopo di Weatherby non fu quello di mettersi in concorrenza con lei. Roy non l’ha mai fatto, con nessuno dei calibri da lui creati. Il suo intento è sempre stato un altro, quello di progettare, per pura passione, delle munizioni che fossero al Top della categoria. Il 378 di Weatherby, infatti, riesce senza sforzo a far raggiungere alla stessa palla della 375 la mostruosa velocità di quasi 900 metri al secondo, con relativi 7700 joule!
 
 

La diffusione del 378, anche se non eccezionale, fu abbastanza buona, specialmente se si considera che, come tutti i calibri Weatherby, è una “Proprietary Cartridge”, cioè una cartuccia sviluppata e messa in commercio dalla Weatherby (prodotta su licenza dalla svedese Norma) espressamente ed esclusivamente per le sue armi. Il connubio carabina Weatherby Mark V (specialmente quelle costruite da Sauer) calibro 378 WM è sempre stato considerato come la massima espressione di versatilità e di potenza anche dai non amanti dei calibri esuberanti. Conosco tantissimi cacciatori sportivi che con solo tre calibri Weatherby come il 257, il 300 ed appunto il 378, hanno conseguito trofei importanti in tutto il mondo. L’uso del 378 WM fu molto condizionato dall’eccessivo costo sia delle armi che lo cameravano sia delle munizioni, ma anche dal suo rinculo particolarmente violento, che non tutti sono in grado di saper gestire. Anche se molti cacciatori si sono potuti permettere le bellissime e costose carabine dalla famosa casa Californiana, in pochi sono riusciti a tollerarlo. Questo è un calibro che deve assolutamente essere sparato in armi dotate di freno di bocca e di uno spesso e morbido calciolo antirinculo. I vecchi Mark V avevano il Pendetlon integrale o il Magn-A-Port, mentre i nuovi modelli adottano i KDF o similari con i manicotti forati amovibili. Ho elencato i “contro” del 378 WM, ma è mio dovere ricordare anche i “pro”, che sono le sue eccezionali caratteristiche balistiche di potenza, di penetrazione e di “stopping Power”, ma anche di costanza e di precisione. Ho testimonianze dirette di come con il 378 WM sono stati abbattuti elefanti, bufali, rinoceronti, leoni ed anche tantissime grosse e medie antilopi tirate a lunga distanza. Gira anche voce che un cacciatore abbia ucciso con un solo colpo di 378 con palla blindata due elefanti: un grosso maschio e la femmina che gli stava accanto. Purtroppo per il successo del calibro, ma per fortuna di noi cacciatori, la 375 H & H Magnum, oltre ad essere molto più moderata e tranquilla, consente di fare più o meno le stesse cose per cui è stato concepito il 378, quindi….a buon intenditore poche parole.
 
 

Attualmente la disponibilità di munizioni originali, anche se non eccezionale è sempre molto buona. Sia i caricamenti originali sia quelli A-Square sono ottimi e abbastanza facili da reperire. Il campo d’utilizzo di un calibro simile si limita alla caccia della grossa selvaggina africana a buona distanza, ma oggi, con l’uso di nuovi materiali e di nuove tecnologie, se ne ampliano notevolmente le capacità d’impiego. Potremmo utilizzare il 378 WM anche per grossi orsi, alci, cervi canadesi e bisonti europei impiegando palle più leggere, più dure e ricorrendo a caricamenti meno esasperati. Esistono proiettili in calibro .375” che vanno dai 200 grani (della francese Sologne e della Sierra) ai 350 grani (i soliti pesantissimi Barnes). Nel mezzo troviamo gli ottimi Barnes da 210, gli Hornady da 220, i Speer e i Barnes da 235, i Sierra e i Barnes da 250 e un’infinita gamma di palle sia espansive sia completamente camiciate da 270 e 300 grani, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Degni di nota sono i Nosler Partition, i Trophy Bonded Bear Claw, gli Swift A-Frame, gli RWS TUG, i Sako Powerhead, i Woodleigh, le Speer Grad Slam, i Barnes X-Bullet e la triade A-Square. Qualche esperto ritiene che le munizioni originali con palla da 270 grani sono un po’ troppo fragili, specialmente se in configurazioni Spitzer. Io non la penso così, perché quelle ogive sono state concepite per un impiego particolarmente gravoso e se sono ancora in commercio avranno sicuramente superato i dovuti test. Comunque, senza confrontarsi con chi sostiene questa tesi, per stare tranquilli non ci costerà nessuna fatica utilizzare le palle Round Nose da 300 grani, le mitiche Barnes TSX o le Monolitiche Solid.
 
 

Parlare di radenza e di traiettoria con un calibro da elefanti potrebbe sembrare ridicolo, ma nel nostro caso non le é poi tanto. Tarando un’arma a 200 yarde (182 metri) con una palla da 270 grani (SP o Barnes TSX), a 300 yarde (273 metri) si ha un calo di soli 16, 5 centimetri! Come abbiamo visto, il 378 WM è un calibro esuberante per quasi tutte le cacce europee, nord americane ed asiatiche, fatta eccezione per le gigantesche alci siberiane, per i grossi orsi, per i bufali (d’acqua, banteng e gaur). Il suo impiego d’elezione rimane la caccia alle grosse antilopi africane, quella ai bufali cafri equinoziali e nani, ai grossi felini, al rinoceronte e all’elefante. Anche se in qualche paese africano viene ancora imposto il .400 come calibro minimo per la caccia alle specie pericolose, molti cacciatori professionisti usano e consigliano ai loro clienti il 378 WM, sostenendo che è meglio una palla calibro 378 che colpisce il bersaglio di una in calibro maggiore che lo fallisce. 
 
C’è un vecchio detto tra i sostenitori della creazione di Weatherby: “con qualsiasi palla tariamo l’arma, la precisione viene mantenuta anche cambiando tipo e peso del proiettile”. La mia Sauer l’ho tarata a 100 metri con le FMJ originali (tre colpi in una rosa di 3 cm) e spara precisamente nello stesso punto anche con le munizioni ricaricate con palla Hornady Round Node da 300 grani. Visto che le cartucce originali calibro 378 WM non sono certo a buon mercato, chi con la sua bella e potentissima carabina vuole (e deve) prenderci la necessaria confidenza senza spendere un capitale può prepararsi delle ottime ed economiche munizioni ricorrendo alla ricarica casalinga. Tutti i componenti sono facilmente reperibili, dalle palle alle polveri, molto progressive, necessarie a spingere palle pesanti a velocità elevatissime. Gli inneschi dovranno essere tassativamente i Federal 215. Questi inneschi, oltre ad essere considerati come i migliori per questo esuberantissimo calibro, c’è chi afferma addirittura che la Federal Cartridge & Company li abbia ideati proprio per questo calibro. Le dosi che elencherò sono da considerarsi come MASSIME e quindi devono essere raggiunte per gradi partendo da pesi inferiori di circa il 5%.
 


POLVERE DOSE (grani) PALLA (grani) VELOCITA’ (feet/sec)



Il 378 Weatherby Magnum non è “purtroppo” il mio punto d’arrivo, perché ho anche il 416 Rigby e il 470 Nitro Express. Ma nonostante ciò, non ho mai avuto molta simpatia per i “cannoni”. Però non nego che possederne qualcuno, indubbiamente fa piacere. Ma chi invece non può fare a meno, per simpatia, passione o vera esigenza di avere un calibro super potente, nel 378 Weatherby Magnum troverà senza dubbio la soluzione a tutti i suoi problemi.

 
 

Marco Benecchi 
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.34.216
Aggiungi un commento  Annulla 

5 commenti finora...

Re: Balistica: Il calibro 378 WEATHERBY MAGNUM

ho anche io un 378 wheat. mag privo di mire e freno magn a port, mi ha dato molte soddisfazioni e non lo cederò mai fino alla morte.

da filippo guerrieri  15/05/2021 21.56

Re: Balistica: Il calibro 378 WEATHERBY MAGNUM

Certo!!
Una delle le armi preferite,
Davvero bellissima,
Che mi è stata donata da una persona a me molto cara:
STEYR MANNLICHER STUTZEN modello M
"Fuoriserie"
Con calcio inciso (ovviamente scene di caccia all'orso!)
Portacolpi nel calcio e ZEISS 2,5 - 10 x 50 a piede di porco

il Calibro non poteva che essere il 9,3 x 62,
Un vero Asso Pigliatutto
In BOLT ACTION per i grandi giganti del Nord Europa!
M

da Marco B x Filippo  23/09/2019 20.09

Re: Balistica: Il calibro 378 WEATHERBY MAGNUM

Se non sbaglio Marco hai un'altra arma mancina che ci siamo procurati abbastanza facilmente proprio perché sinistra....

da Filippo 53  23/09/2019 10.10

Re: Balistica: Il calibro 378 WEATHERBY MAGNUM

Troppe a sentir mia moglie..
Comunque tra armi lisce, carabine, miste combinate ed express ho una sessantina di pezzi

Più qualche bella pistola

M

da Marco B x Peppe  19/09/2019 6.03

Re: Balistica: Il calibro 378 WEATHERBY MAGNUM

Ciao Marco toglimi una curiosità, quante armi possiedi ?

da Peppe  18/09/2019 14.02
Cerca nel Blog
Lista dei Blog