Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Tortora in buona salute in Grecia, si caccia da agosto ad ottobre La Commissione Ue invita la Francia a vietare le cacce tradizionaliSardegna, su proroga al cinghiale convocato Comitato faunisticoPiano Parco Migliarino Massaciuccoli, manca ancora concertazione con cacciatoriAnuu: Governo alla prova del nove con i calendari venatoriFiocchi (FdI-Ecr): mercoledì 1 febbraio convegno su ruolo positivo cacciatori per biodiversità in UeFidc: "I numeri di Ispra sul cinghiale in Italia. Alcune considerazioni necessarie"Umbria, protocollo con prefettura Terni per emergenza cinghialiBerlato: Giunta Veneto approva delibera per conclusione caccia acquaticiMarche, sinergia tra Atc, cacciatori e Parco per monitoraggio faunaLombardia, partono i lavori sul nuovo calendario venatorioReferendum anticaccia. Alla Camera una conferenza stampa imbarazzanteCabina Regia Toscana: "Tre Atc non riconoscono il coordinamento"Ministero Agricoltura. Al Sottosegretario La Pietra le deleghe sulla cacciaEmilia Romagna: Le associazioni Venatorie in Regione per il calendario venatorioAnuu: "Modifiche 157 controllo faunistico aprono nuovi scenari"Basilicata, da stagione caccia 2023 - 2024 iscrizioni Atc on lineRegionali Lombardia: Carlo Bravo candidato con FdI nel collegio di BresciaPiemonte. Assessore Protopapa "non siano ostacolati gli abbattimenti dei cinghiali"Foti (FdI) minacciato dagli animalisti per legge controllo faunisticoAllevamento turdidi, Anuu "sentenza importante a Udine"Bulbi (PD Emilia Romagna): Regione applichi calendario 21 -22 non oggetto di ricorsiLa Regione Abruzzo intende aprire la caccia a cervo e caprioloVeneto, le associazioni venatorie chiedono nuova deliberaRegionali Lombardia. La cacciatrice Monia Todeschini candidata con FDIA Bruxelles un convegno organizzato da Fiocchi su caccia, piombo e lupoMolise proroga caccia cinghiale fino a 29 gennaioSentenza Tar Veneto blocca caccia acquaticiRegionali Lombardia, Emma Soncini (cacciatrice) con FdI Grazie a due cacciatori ritrovato uomo scomparsoControllo faunistico. Regione Piemonte invita Province a coinvolgere i cacciatoriGenovesi: (Ispra) "sterilizzazione cinghiale ancora impossibile"Pineta di Classe. Bando daini va deserto per paura degli animalistiAnimalisti fermati e identificati. Ostacolavano cattureEmilia R.: Confagricoltura "no all'esclusione degli agricoltori dagli abbattimenti"Regione Calabria corregge discrepanze in Calendario VenatorioFACE: pubblicato ottavo rapporto su Manifesto BiodiversitàGrande Cena della Fidc di Lari per beneficienza. Ricavato all'AircFidc Toscana: continua la mobilitazione su Piano Parco San RossoreFidc Lombardia: ecco cosa cambierà sul controllo faunisticoCia: "in Piemonte e Liguria emergenza PSA nel pantano"Beccaccia: nessuna sospensione a gennaio in LombardiaSardegna chiede proroga caccia al cinghiale a febbraioSelvaggina d'autore con Igles Corelli a Caccia Village 2023Confagricoltura: "su cinghiale e fauna selvatica necessario cambio di passo"Ispra: in Italia si abbattono 300 mila cinghiali l'anno, 86% a cacciaCia: bene revisione legge 157/92Caretta (FdI), grazie a governo Meloni finalmente cambio di passo su gestione fauna selvaticaAcma: anche i cacciatori partecipano ai censimenti Cabina Regia Toscana chiede confronto su ampiamento Parco San RossoreAnuu: soddisfazione per la sentenza sul Calendario venatorio lombardoFidc Toscana: da Piano strategico nazionale opportunità per la cacciaUmbria, Morroni commenta sentenza Tar "Calendario venatorio invariato"Calendari Venatori. Sparvoli (Anlc) "La verità alla fine viene a galla"Toscana: 393 i cinghiali abbattuti dagli agricoltori nel 2022Controllo faunistico, ecco il nuovo testo nella 157/92Umbria: sentenza Tar salva chiusure caccia al 30 gennaioFidc Uct: nominato nuovo coordinamento Atc toscaniFrancia. In Piano sicurezza caccia respinto divieto domenicaEmilia Romagna, i cacciatori chiedono incontro urgente in RegioneIl calendario 2023 delle cacciatrici con i disegni dei bambiniDisinformazione su caccia e controllo faunistico. Ci casca anche RaiNewsFidc Toscana Uct "Scolopax Overland, l'importanza della ricerca scientifica"Confagricoltura ed Eps: convegno sulla gestione del cinghialeTre borse di studio per il Master in gestione della fauna selvatica In Friuli assessore Zannier smentisce i 5 Stelle "nessuna caccia nel Parco"Fidc Toscana scrive a Parco San Rossore "Chiarezza sul Piano del Parco"Tar Lombardia respinge ricorso della Lac su Calendario VenatorioFidc: "Pac, cosa cambia per la fauna selvatica e per la caccia"Liguria cancella restrizioni caccia nell'area contigua del Parco di PortofinoToscana, per gli appostamenti fissi lista annuale dei frequentatoriLombardia, nessuno stop caccia alla beccacciaFidc Marche "noi soli a lottare per il calendario venatorio"PSA: Ministero della Salute aggiorna i Manuali operativiCNCN: bene emendamento Governo su fauna selvaticaFidc - UCT "Un anno per la caccia in Toscana"

News Caccia

Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità


mercoledì 16 novembre 2022
    
muflone
 
 
Riceviamo e pubblichiamo:
 
 
Con una lettera firmata dal Presidente nazionale Massimo Buconi e dal Presidente regionale toscano Marco Salvadori, Federcaccia si è rivolta al Comando Carabinieri Isola del Giglio, al Comando Carabinieri Forestali Isola del Giglio e al Comando Superiore Carabinieri della Compagnia di Orbetello per chiedere l’intervento della forza pubblica a tutela dell’attività venatoria sull’isola

La vicenda del Giglio ha avuto inizio qualche mese fa quando l’Ente Parco dell’Arcipelago Toscano ha avviato sull’isola, con il beneplacito della Regione Toscana e il parere positivo di Ispra, il programma di eradicazione del muflone, specie alloctona, così come richiesto nelle misure dei progetti europei Life. 

Come ormai abitualmente accade per ogni intervento gestionale intrapreso da qualsivoglia Ente, immediatamente è partita la consueta, ben organizzata, macchina del fondamentalismo animalista, che senza alcuna attenzione per le conseguenze negative sulla tutela reale della biodiversità ha prima dato vita a una campagna denigratoria nei confronti del Parco e successivamente con la presenza da oltre un mese di un gruppo di attivisti, che stanno costantemente presidiando tutto il territorio dell’Isola del Giglio inscenando incessanti azioni di disturbo e provocazione volte a impedire il normale svolgimento dell’attività venatoria, estesa dal prelievo dei mufloni a qualsiasi forma di caccia praticata secondo le attuali normative e regolamenti.

Una situazione surreale e inaccettabile, in cui gruppi di esagitati violano la legge e il diritto in nome di una personale visione animalista, che richiede un intervento fermo e risolutivo da parte delle autorità.

Auspichiamo adesso che ci si attivi sollecitamente ponendo fine a questa condizione di palese incostituzionalità tollerata già fin troppo a lungo e che impedisce l’esercizio di una attività consentita e regolata da leggi dello Stato a cittadini che hanno ragione di veder tutelati i propri diritti.
 

Ufficio Stampa Federazione Italiana della Caccia

 

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.
Leggi tutte le news

12 commenti finora...

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

Isola Del Giglio: Buconi sarebbe meglio che i cacciatori non partecipassero a tale intervento. Le istituzioni facciano intervenire i vigili provinciali. Non diamo motivazioni agli animalari anticaccia di schierarsi contro i cacciatori !!!

da bretone 19/11/2022 12.33

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

Ci sono stati studi che mostrano l' impatto negativo dei mufloni sull' ecosistema dell' isola. Niente di nuovo sotto il sole, succede SEMPRE quando si introduce una specie aliena. Percio' bisogna decidere se accettare la specie aliena e con essa i cambiamenti oppure no. Hanno deciso di eradicarla. Punto. LE vie di mezzo come mantenerne una piccola parte NON ha senso. Il resto e' fuffa. Una volta tanto ISPRA non c' entra molto in quanto ha semplicemente preso atto degli studi e della volonta' dell' ente Parco e "ratificato" la questione visto che e' parte del loro lavoro. Se andate sul sito del Parco, alla sezione animali, il muflone non c'e'....Piuttosto la lettera di una associazione venatoria, visto che con la caccia no ci azzecca nulla, e' completamente fuoriluogo. Non e' che serviva questa lettera per far conoscere i malati terminali all' opinione pubblica. Hanno tempo da perdere? Pare di si....

da Flagg 18/11/2022 23.27

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

Bravo Gianni. Contenimento del numero in proporzione al territorio disponibile. Non eradicazione. L'isola, c'era 70 anni fa e c'è ancora. L'Ispra si occupasse di cinghiali, daini, lupi nel resto d'Italia anzichè atteggiarsi da onnipotente su un isolotto e stracciarsi le vesti per quattro mufloni. Incompetenti e buoni a nulla

da Hunter74 18/11/2022 10.05

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

I Mufloni al Giglio sono stati portati dalla Sardegna negli anni 50 del secolo scorso dall’allora INFS (oggi ISPRA) guidato dal Prof. Mario Spagnesi (cacciatore). È tutto documentato. Idea ottima dato che per 70 anni non hanno dato fastidio a nessuno. Oggi ci sono i fenomeni plurilaureati all’università del NULLA che devono dimostrare la loro ragione di esistere.

da Gianni 17/11/2022 22.05

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

E chi ha parlato di codice penale? Ma che articolo hai letto? Ste capre chi ce le ha portate sull’isola se non l’INFS? Qualche privato? Chiedo perché non ne so nulla, non me ne sono mai interessato (non che ora mi interessi qualcosa).

da Fauno 17/11/2022 21.44

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

Qualcuno di FIDC sa dire quale sarebbe l'articolo del codice penale violato?

da Oscar 17/11/2022 19.14

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

L'isola del Giglio ha 24 kmq. di superficie. Ha 1.400 residenti fissi, turisti a parte. Solo un ignorante può chiamarla scoglio. Non è INFS o suo antenato che ne ha proposto l'introduzione sull'isola.

da Remigio 17/11/2022 17.28

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

Perfettamente in linea con Hunter 74.

da Frank 44 17/11/2022 11.00

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

Mi associo in toto a Gianni e Marco. 1) Non si tratta di caccia, bensì di pest control; 2) i cacciatori dovrebbero farsi da parte; 3) gli animalisti sono una piaga da eradicare dal pianeta; 4) Ispra è l'emblema del nulla e parecchio dannosa, faziosa e anticaccia; 5) FIDC perde tutte le migliori occasioni per star zitta. Ecco ciò che penso.

da Hunter74 16/11/2022 22.09

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

... Ma lasciare che si arrangino le istituzioni con i loro amici ambientalisti... no vero.... cosa c'entra la caccia con queste operazioni proprio non si capisce.

da marco 16/11/2022 17.36

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

Quella non è “attività venatoria”. Si tratta solo di eliminare un piccolo gruppo di pecore semiselvatiche su uno scoglio al largo della Toscana. Pecore che si trovano li perché l’INFS (antenato di ISPRA) diretto allora da Mario Spagnesi (cacciatore) decise che era il posto giusto per loro. Oggi ISPRA (che non ne azzecca una) ha deciso che vanno eradicati e qualcuno ha chiamato bassa manovalanza ad eseguire il lavoro sporco. Opporsi a ISPRA, sempre.

da Gianni 16/11/2022 17.09

Re:Disturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autorità

aspetta e spera....

da ? 16/11/2022 17.06