Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Venezia. Manifestanti ottengono promesse sul Calendario VenatorioToscana, insediati nuovi comitati Atc Costa "quasi completata recinzione anti-cinghiali tra Piemonte e Liguria"Toscana: approvata braccata cinghiale in area non vocataCaccia aree contigue Aree protette del Po piemontese. PrecisazioniToscana, approvati Piani di prelievo del CervoColdiretti "bene primi via libera ad allargamento caccia cinghiale"CCT: gli eletti in ToscanaL'Austria (e non solo) chiede modifica status del lupoVeneto. I cacciatori scendono in piazza contro la sospensioneFidc Lombardia: Tar confonde sassello con bottaccioTar sospende caccia al tordo in LombardiaSolidarietà dei giovani cacciatori per le MarcheVeneto. Tar sospende caccia alla migratoria fino al primo ottobreRegione Lombardia modifica Calendario VenatorioLega Umbria: "Tar conferma correttezza del Calendario Venatorio"Su Rai 3 la solita criminalizzazione della cacciaSicilia: Regione modifica calendario venatorio su tortoraPozzuoli elimina gabella per i tesserini venatoriTar Sicilia sospende caccia alla tortoraTar Umbria respinge sospensiva. Ripristinate aperture cacciaStorni, rendicontazione al 27 settembre in ToscanaSicurezza caccia, FNC sul piede di guerra Interscambio cacciatori Umbria Lazio: ecco gli accordiTrento: Novità per il controllo del cinghiale Tar Veneto respinge sospensione apertura cacciaCCT: ricorso animalista non riguarda date apertura cacciaTar Marche. Soddisfazione da Anlc, Enalcaccia e Arci cacciaCampania, Calendario Venatorio sospeso. Apertura a colombaccio, tortora e merloApertura caccia. Bana (Assoarmieri) scrive ai cacciatoriTar Marche conferma validità Calendario VenatorioGli animalisti e le indicazioni di voto (Ecco chi non votare)Castellani (Anuu) "Si torna a caccia!"Berlato lancia raccolta firme per la modifica della 157/92Marche: Fidc presenta ricorso contro chiusure anticipate cacciaMarche, chiesto aggiornamento confini degli AtcCasanova (Lega) bacchetta Conte e i 5 Stelle "Caccia attività legittima e normata a tutti i livelli"EOS riconosciuta dalla Regione Veneto tra le fiere di rilevanza internazionaleColdiretti scrive al Commissario PSA "urgente allargare caccia al cinghiale"Umbria conferma apertura il 18 settembre a corvidi merlo e colombaccioSardegna, Tar sospende avvio caccia al moriglioneConte "affrontare di petto l'abolizione della caccia"Cpa Lombardia "noi cacciatori lombardi discriminati dal Tar"Maffei sollecita nuovamente sull'unitàApertura a settembre. Tar Lombardia sospende per alcune speciePernice Rossa e addestramento cani. Regione Marche modifica CalendarioTar Umbria anticipa udienza su sospensione Calendario VenatorioSicilia, riformata ordinanza Tar caccia coniglio, tortora e colombaccioLa Regina Elisabetta era anche una grande cacciatriceCommissariato Atc L'AquilaRegione Umbria chiede revoca drecreto del TarBerlato presenta proposta di modifica 157/92Campania "caccia anticipata per ricorso Associazioni Venatorie" Face: "Far funzionare i piani strategici della PAC per la piccola selvaggina"Umbria, Regione convoca le Associazioni VenatorieBuone notizie, richiami vivi acquatici permessi in Lombardia e VenetoTar Emilia Romagna respinge sospensione Calendario VenatorioFidc: consegnati i primi tablet alle scuoleTar Umbria sospende l'apertura della cacciaCaccia. Le associazioni agricole chiedono riforma 157 nei programmi elettoraliDaini del Parco del Po, ancora proteste animaliste Elezioni. Sen. Bruzzone "sì alla filiera del cinghiale"Siccità e caccia. Lac fa marcia indietro Psa, nel Lazio contagi fermi da maggioGiglio. Ad ottobre riparte la caccia selettiva dei mufloniVeneto, caccia vietata in presenza di irrigazione a gocciaMancini e Puletti (Lega Umbria) "su tortora servono censimenti"Aldo Mattia (candidato FdI) "modificare al più presto legge sulla caccia"Roma, cittadini ostaggio dei cinghialiBenevento. Passo indietro sui ripopolamenti del fagiano Campania, anticipata apertura caccia fagiano, quaglia e acquaticiTroppi cinghiali, sindaco chiede commissariamento Atc OlgiateseFauna selvatica e caccia. Programmi elettorali a confrontoMarche, caccia in deroga allo storno fino a fine novembreCalendario Venatorio Sicilia, interrogazione di FdIPiemonte. Tutte le novità sulla caccia al cinghialeFigline Valdarno: area esclusa da territorio di cacciaPolemiche su ripopolamenti nelle Marche. L'Atc Ascoli Piceno risponde alla LipuLega Emilia Romagna chiede interventi urgenti su fauna selvaticaPreapertura. Caccia alla tortora chiusa nelle prime orePiemonte, Regione vara misure urgenti per caccia cinghialeMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Calendario Venatorio Calabria: le osservazioni delle Associazioni Venatorie


giovedì 11 agosto 2022
    
 
 
Dopo quasi due mesi e mezzo dalla presentazione della proposta tecnica congiunta dalle Associazioni Venatorie riconosciute regionali, (FEDERCACCIA, ANLC, ENALCACCIA, ARCICACCIA, ANUU, ITALCACCIA, EPS), corroborata da atti e dati tecnico-scientifici forniti in primis dall'Ufficio Studi e Ricerche di Federcaccia; e dalla discussione nella prima seduta di Consulta Faunistico-Venatoria, finalmente la Giunta Regionale approva il Calendario venatorio.

In sintesi, sono previste 5 giornate di preapertura, fissate nei giorni 1, 3, 4, 11 e 14 settembre, che vedranno consentite nelle prime tre il prelievo di colombaccio e gazza e la possibilità dell'utilizzo dei cani da riporto. Nelle ulteriori due giornate dell’11 e 14 settembre, oltre a colombaccio e gazza, si aggiunge il prelievo della quaglia, con l’ausilio del cane da ferma e cerca oltre che da riporto.

Invariata la data di apertura alla terza domenica di settembre (18 settembre) con chiusura al 30 gennaio per anatidi, rallidi e volpe.

Mantenute inalterate le date di prelievo con apertura 2 ottobre e chiusura 30 gennaio per i turdidi, mentre per la beccaccia dal 15 ottobre al 19 gennaio.

Mantenute le date 2 ottobre - 31 dicembre per il prelievo della specie allodola e dal 18 settembre - 31 dicembre per il merlo, dal 18 settembre al 30 novembre per il fagiano e oltre alla preapertura colombaccio e gazza saranno cacciabili continuativamente dal 18 settembre al 14 gennaio. Per la caccia alla lepre dal 18 settembre al 19 dicembre.

Mantenuta l’estensione del prelievo di alcune specie (cornacchia grigia e ghiandaia) nella decade di febbraio.
 
Per queste ultime e per le specie inserite in preapertura, le date di apertura/chiusura devono essere purtroppo obbligatoriamente adeguate rispetto alle ultime sentenze della Corte Costituzionale sull’applicazione dell’arco temporale massimo, con riferimento a un articolo di legge della Regione Liguria.
Per la specie cinghiale nell’auspicio che il nuovo parlamento esca dall’ignavia e decida finalmente la modifica della 157 con una adeguata estensione temporale oltre gli attuali tre mesi, il prelievo caccia in braccata potrà essere svolto dal 1° ottobre al 31 dicembre.

Per quanto riguarda l’addestramento e allenamento cani questo sarà consentito già dalla pubblicazione del calendario fino al 10 settembre, eccezion fatta, come è ovvio, nelle giornate di preapertura sopra richiamate.

Nel dare atto all’Assessore Gallo e al Dipartimento e all’Ufficio Caccia  per il lavoro svolto e per aver accolto buona parte delle proposte delle AA.VV. con riguardo alle specie e i tempi di caccia, si deve ribadire il disappunto per il mancato inserimento della tortora in preapertura a causa del mancato completamento della lettura ottica dei tesserini dell’ultimo quinquennio così come previsto dal piano nazionale di gestione. Per questo motivo si reitera quanto già espressamente richiesto in consulta, richiamando all’impegno di Assessore e Direttore Generale ad ottenere i dati prima della fine del mese e a recuperare con l’inserimento in calendario della tortora con una delibera integrativa.

Analogo totale disappunto non può non esprimersi con riferimento alla Vinca, con effetto sulle Aree della Rete Natura 2000, che è ancora una volta penalizzante, addirittura con ulteriori 4 aree ZSC inibite alla caccia, 2 nella provincia di Cosenza (Fiume Lese e Fiumara Trionto) e 2 nella provincia di Crotone (Monte Fuscaldo e Murge di Strongoli). Ricordiamo che già dall’anno scorso la commissione del Dipartimento Ambiente con un approccio ingiustificato aveva già inibito ben 15 ZSC sul territorio regionale: 5 in provincia di Cosenza, 2 in provincia di Crotone, 1 in provincia di Vibo, 5 in provincia di Reggio Calabria. Ricordiamo ulteriormente che in provincia di Catanzaro restano inibiti i Laghi La Vota, che si trovano in stato di inquinamento per mancanza di ricambio idrico e sottoposta negli ultimi tempi addirittura a sequestro preventivo per le gravi inadempienze dei soggetti gestori. Sul punto chiederemo chiarezza e gli atti alla Regione, così solerte nell’inibire la caccia ma evidentemente non così solerte nell’assumere conseguenti decisioni nei confronti dei responsabili della grave situazione.

Il divieto assoluto di caccia in aree ZSC non trova giustificazione, considerando che tali zone sono designate ai sensi della direttiva Habitat, che non riguarda gli uccelli, e non sono riportate nelle motivazioni quali influenze negative avrebbe l’attività venatoria sugli habitat o sulle specie animali diverse dagli uccelli. Anche l’analisi dell’elenco delle ZSC inibite non riporta elementi tecnici che supportino il divieto di caccia, mentre troviamo singolare la prescrizione di divieto di caccia alla tortora nelle aree Rete Natura 2000, considerando che rispetto all’anno scorso, è vigente il Piano Internazionale di Gestione con la sola prescrizione della riduzione del prelievo e nessuna menzione di limitazioni da imporre nei siti Natura 2000. Tale complessivo approccio non può che definirsi ideologico contro l’attività venatoria e di fatto impedirà a molti cacciatori di esercitare la propria passione nei territori da sempre conosciuti e frequentati. Una discussione preventiva sulla VINCA con le AAVV calabresi avrebbe invece permesso di trovare soluzioni condivise, senza arrivare a divieti assoluti del tutto ingiustificati.
Al netto delle limitazioni di cui alla Vinca, è un calendario sostanzialmente equilibrato, che risponde in linea di massima alle attese generali e che soprattutto ha tenuto conto dei risultati scaturiti dai tavoli di confronto e concertazione.

Federcaccia Calabria 
Libera Caccia
Anuu
Arcicaccia 
Enalcaccia 
EpS 
Italcaccia

Leggi tutte le news

4 commenti finora...

Re:Calendario Venatorio Calabria: le osservazioni delle Associazioni Venatorie

SE NON ERRO NEI DIVIETI NON VEDO NESSUN ARTICOLO PER QUANTO RIGUARDA I CACCIATORI EXTRAREGIONALI NEL PERIODO DI PREAPERTURA,QUINDI INSERIREI URGENTEMENTE LA CLAUSOLA DI DIVIETO DI CACCIA(IN PREAPERTURA) CHE OGNI ANNO CI RISERVA LA LA REGIONE SICILIA IN PARTICOLARE A NOI CACCIATORI CALABRESI NON CHE DIRINPETTAI COME TERRITORIO GRAZIE

da UN CACCIATORE CALABRESE 13/08/2022 19.59

Re:Calendario Venatorio Calabria: le osservazioni delle Associazioni Venatorie

Siamo al 12 agosto e i calendari vanno approvati entro e non oltre il 15 giugno. Inetti

da Carmine 12/08/2022 8.25

Re:Calendario Venatorio Calabria: le osservazioni delle Associazioni Venatorie

Questa della Rete Natura 2000 è una piaga che va risolta. Sono state istituite con la clausola che non avrebbere interdetto l'attività venatoria nel loro interno. Invece sono diventate zone protette a tutti gli effetti. Però, la 157/92, in fatto di perimetrazioni delle aree protette, parla chiaro e senza lasciare spazio ad interpretazione alcuna: le aree interdette alla caccia devono essere regolarmente tabellate. E tutti i siti Natura 2000 non lo sono affatto. Allora mi chiedo: la legge 157/92 è valida solamente quando fa comodo agli ambientalisti? Io vado. Nella peggiore delle ipotesi discuteremo nelle opportune sedi.

da Hunter74 12/08/2022 1.27

Re:Calendario Venatorio Calabria: le osservazioni delle Associazioni Venatorie

"Al netto delle limitazioni di cui alla Vinca, è un calendario sostanzialmente equilibrato, che risponde in linea di massima alle attese generali" Certo...peccato che non c'è più territorio dove andare a caccia.....

da Michele 11/08/2022 21.37