Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Danni cinghiali. Per Patuanelli non serve modificare la leggeCalendario venatorio e Atc, il punto di Arci Caccia Umbria Dreosto: interrogazione in Ue su abbattimenti illegali uccelli migratoriNuovo corso Arci Caccia, con giovani e veteraniUmbria: in Commissione ok al Calendario VenatorioArci Caccia Marche: "chiarimenti sugli appostamenti fissi"Fauna in Costituzione. Fidc: in Senato sventato blitz animalistaFace: Parlamento Ue per commercio sostenibile di specie selvaticheCampania, Calendario Venatorio recepito dal Comitato faunisticoBasilicata. Si parla di filiera delle carniCampania: "passi positivi sul Calendario venatorio ma non basta"Umbria. Su Calendario Venatorio occorre chiarire situazione valichiMarche: ok al nuovo Piano per la caccia di selezione al cinghialeCpa diffida il Tg5 "nuovo attacco alla caccia"I Conservatori Europei e la tutela della biodiversitàChristian Maffei è il nuovo Presidente di Arci CacciaFidc. Marche "pavoncella, il Tar ci dà ragione"Cia Liguria chiede battute straordinarie per gli ungulatiDal CIC Italia una nuova guida per i trofei Molise. Corte Costituzionale boccia estensione periodi cacciaCapitale naturale. Anche la Federcaccia ha dubbiFrancia. Cacciatori contro l'eolicoPadule Fucecchio. Petizione di Arci Caccia Pistoia su divieto caccia vaganteSindaco Binago (Co) vieta ronde animalisteFidc, Anlc, Enalcaccia all'Atc Pg1 "caccia usata solo per pagare i danni"Fidc Lombardia: i cacciatori torneranno a fare controllo faunisticoAtc Perugia 1: "soldi dalle squadre? Lo dice il regolamento regionale"Berlato: Da protezione animali in Costituzione inevitabili aberrazioni giuridicheAumentare controllo predatori per preservare la pavoncellaArci Caccia: il 2 giugno elezione del nuovo PresidenteGrandi carnivori. Lega chiede uso dissuasori direttiCCT incontra gruppo consiliare di Fratelli d'ItaliaToscana. Approvati piani di gestione cinghiale e caprioloVeneto. Prorogata caccia cinghiale nel veroneseAnche la caccia nel film Divin CodinoUmbria. Scontro su bilancio Atc1 tra agricoltori e cacciatoriParte in Toscana l'operazione "Cinghiale solidale"Toscana. Agli agricoltori non solo il controllo degli ungulatiIn Svizzera un film dedicato alla caccia, contro ipotesi restrittiveLiguria, approvato Piano Faunistico regionaleEsternazioni anticaccia durante il Giro d'Italia. La Rai ci ricascaCaretta: "tutelare gli agricoltori dalle devastazioni di cinghiali"Guardie Zoofile. Per il Tribunale discriminatorio escludere cacciatoriFidc: "La caccia strumento per la biodiversità"Richiami vivi. E in Toscana?Fidc. Ambiente e animali in Costituzione. Battuto l’animalismo estremistaFidc. Monitoraggio Nazionale lupo. Conclusa prima faseAbilitazione Venatoria, ripartono gli esami anche in CampaniaCCT: a giugno riprendono esami abilitazione venatoriaPiemonte: aumentano i soggetti autorizzati al controllo del cinghialeIn Senato la vicenda del Don cacciatore vittima dell'odio animalistaLombardia, Massardi (Lega): “Votati importanti provvedimenti a favore della caccia”Mazzali soddisfatta per emendamenti sulla caccia approvatiLiguria: pubblicato Calendario Venatorio 2021 - 2022Referendum caccia, non c'è due senza treArci Caccia: Fassini dimissionario?Lupo, Dreosto interviene su tema bocconi avvelenatiAbruzzo. Gli agricoltori protestanoMarche. Ancora sulle funzioni degli AtcLazio, FederFauna sollecita intervento per servitù venatoriaAbruzzo. Regione modifica norme controllo faunisticoTortora: il punto dall'EuropaCabina regia Toscana: "no intervento diretto agricoltori nei contenimenti"Macerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio


giovedì 6 maggio 2021
    

Fondazione UNA
 
In occasione della pubblicazione del Manifesto FACE per la Biodiversità, un documento in 38 punti d’azione volto a dimostrare l'impegno dei cacciatori a livello europeo per la conservazione della biodiversità, Fondazione UNA evidenzia ancora una volta che l’attività venatoria è da intendersi come diametralmente opposta alla pratica del bracconaggio, essendo la prima caratterizzata da un’etica venatoria, da responsabilità e consapevolezza dell’importanza del proprio ruolo nella tutela degli equilibri naturali di flora e fauna, e svolgendosi all’interno di confini normativi ben delineati; il bracconaggio è invece un’attività illegale e irrispettosa dell’ambiente, priva di etica e condotta puramente a fini di lucro.

I principi di Fondazione UNA sono perfettamente in linea con quelli di FACE, organizzazione internazionale non governativa che dal 1977 dà voce a 7 milioni di cacciatori in tutta Europa. L’organizzazione, composta dalle associazioni nazionali di cacciatori di 37 paesi europei, lavora con i suoi partner su una serie di questioni legate alla caccia, dagli accordi internazionali di conservazione alle questioni di attuazione locale, con l'obiettivo di sostenere il comparto in Europa.

Dal Manifesto per la Biodiversità emerge un forte impegno per combattere l'uccisione illegale di uccelli, con notevoli miglioramenti rilevati in molti paesi europei; per FACE, così come per Fondazione UNA, l'uccisione illegale non è solo un problema di conservazione ma danneggia anche la reputazione di una caccia sostenibile, ed è per questo che promuove la tolleranza zero, in linea con la posizione delle istituzioni dell'UE e di vari accordi internazionali. L'Italia è attualmente l'unico Stato membro dell'UE con un Piano d'Azione contro l'uccisione illegale di uccelli e fauna selvatica. È inoltre allo studio un progetto di Fondazione UNA ad hoc sul tema del contrasto al bracconaggio che verrà lanciato nei prossimi mesi.

Il Piano, attuato da tutte le associazioni venatorie italiane da oltre quattro anni, prevede una serie di azioni e 4 obiettivi principali per contrastare il bracconaggio:

Potenziamento delle forze di polizia ambientale per un totale di circa 14 mila tra guardie professionali e volontari delle associazioni di cacciatori. Sono state rafforzate le Unità Cinofile Anti-Veleno ed è stato istituito un Portale Nazionale Online contro l'Avvelenamento Animale, che fornisce mappe accurate della situazione in tutto il paese.

Iniziative tese a rendere più efficaci le attività degli Organi preposti alla vigilanza e al contrasto

Prevenzione degli atti di bracconaggio attraverso campagne di sensibilizzazione e di informazione sui mass media e nelle scuole. Le Associazioni venatorie sono molto attive sul fronte della prevenzione del danno faunistico e sociale prodotto dai bracconieri.

Monitoraggio dell’attuazione dell’Action Plan, attraverso la raccolta di dati e la redazione di Report annuali per descrivere il trend delle attività illecite e valutare l’efficacia delle azioni di contrasto messe in atto.

Il piano incoraggia anche misure per prevenire e compensare i danni della fauna selvatica alla produzione agricola, in modo da evitare azioni illegali di autodifesa per contrastare i danni, impiegando decine di migliaia di cacciatori volontari che, sia nelle aree protette che in quelle regolari, svolgono un ruolo fondamentale nel controllo di specie problematiche.

La corretta formazione dei nuovi cacciatori e i corsi di aggiornamento per cacciatori esperti, svolti da tutte le associazioni di caccia in Italia, sono fondamentali per raggiungere questi obiettivi, ad esempio per renderli maggiormente consapevoli dei danni causati dal bracconaggio e favorire un'efficace prevenzione sociale.

Leggi tutte le news

31 commenti finora...

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Quantità per circa 50 – 60 Chiacchiere 300 gr di farina ’00 40 gr di zucchero 2 uova medie 60 gr di latte 30 gr di burro fuso 2 cucchiai di liquore Strega ( in alternativa Rum, Gran Mariner, Grappa o liquore a scelta) buccia grattugiata di 1 limone grande non trattato 1 pizzico di sale 1 lt di olio di semi di girasole per friggere zucchero a velo vanigliato per guarnire

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX ( per sempre) 09/05/2021 22.54

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

bracconaggio:cacciatori=chiacchiere:comari

da Chiacchiere 09/05/2021 20.47

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

CACCIA AI CACCIATORI - PESCA AI PESCATORI -CHIACCHIERE ALLE COMARI

da ZERO ABSOLUTE + breton INOX ( forever) 09/05/2021 18.29

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X hunter 74: se chiedere che i cacciatori rispettino la legge venatoria significa essere anticaccia estremi, allora io sarò un anticaccia estremo… e lei un cacciatore talebano visto che trova giustificazioni per i suoi colleghi che la legge non la rispettano. Come già scritto: se vi lamentate che non si riesca a distinguere cacciatori da bracconieri, è con voi stessi che dovete prendervela: perché la colpa è dei suoi colleghi cacciatori che bracconano, e di chi come lei li giustifica e li supporta. Siamo arrivati al punto della questione: a chiacchiere i cacciatori son tutti onesti, gente per bene, integerrimi osservatori della legge, e acerrimi nemici dei bracconieri… Nei fatti la realtà è ben diversa, come lei stesso ha appena confermato, visto che con una scusa o con l’altra certi cacciatori giustificano chi non rispetta la legge venatoria (bracconieri) e invocano depenalizzazioni per chi commette reati venatori. Lei è la chiara dimostrazione e la ragione del perché è sostanzialmente impossibile distinguere tra cacciatori e bracconieri: perché la maggior parte dei secondi fanno parte dei primi e perché buona parte dei primi (a cominciare da lei) giustifica e supporta i secondi. Quindi chi è causa del suo mal pianga se stesso, invece di far la vittima e dar colpe agli altri per la situazione in cui si ritrova.

da Chiacchiere 09/05/2021 14.11

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X zero assoluto: Si risparmi le ridicole storielle sui cacciatori anziani multati per la mano tremolante… a parte che i suoi aneddoti lasciano il tempo che trovano in quanto non verificabili, anche facendo atto di fede e ammettendo che ciò sia vero, sarei proprio curioso di vedere che numero ci aveva scritto il tizio in questione sul tesserino, con mano tremolante… non mi stupirebbe se ad esempio con la sua piccola manina tremolante avesse scritto un numero di capi abbattuti inferiore a quello che poi gli hanno trovato. E comunque ad un vecchio con le mani tremolanti non dovrebbe esser consentito di maneggiare armi e andare in giro a sparare, perché è un pericolo. Se lei non lo capisce (ed è evidente che non lo capisce, altrimenti non avrebbe scritto certe cose pensando persino di essere nel giusto) è un pericolo quanto lui.

da Chiacchiere 09/05/2021 14.08

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X zero assoluto: Non si capisce se nel caso di cui parla, il cacciatore era 64 cm entro o oltre il limite dell’area permessa; nel secondo caso, come già scritto, un cacciatore non dovrebbe sforare nemmeno di 1cm, quindi chi lo fa è già in torto e in quanto tale dovrebbe almeno avere la decenza di star zitto. Se i cacciatori non conoscono la zona in cui stanno cacciando e non sanno individuare le aree vietate, stiano a casa o studino le cartine. Quando manca tabellazione anche solo parzialmente, so di cacciatori che pur sapendo benissimo di essere in area protetta (in quanto perfetti conoscitori della zona) sono stati scagionati proprio per la mancanza della tabellazione; quindi la mancanza di tabellazione è già un esempio in cui i cacciatori non vengono sanzionati con buona pace della legge persecutoria; quando sono sanzionati è perché la tabellazione c’è e l’hanno ignorata. Quindi le idiozie su cacciatori perseguitati le racconti ai suoi compagni che nel piscio di cui parlava ci sguazzano beatamente: la legge non la fanno di certo gli animalisti, e quella venatoria è fin troppo permissiva e blanda verso i cacciatori. Se vi sentite perseguitati state a casa, visto che la caccia non è un obbligo né un dovere. E se vi sentite dei perseguitati per il solo motivo che vi viene richiesto il rispetto della legge, chi di dovere farebbe bene a togliervi le armi a scopo cautelativo, perché lasciare delle armi a chi si ritiene un perseguitato, è un grosso rischio.

da Chiacchiere 09/05/2021 14.03

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Chiacchere. Sei un giradischi incsntato. e per giunta stonato. Hai stancato con le tue esternazioni da anticaccia estremo. Che ben vengano le depenalizzazioni. E impara a distinguere cacciatori da bracconieri. Scindi contravvenzioni da delitti. A risentirci caro amico.

da Hunter74 09/05/2021 0.59

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

sceriffi dopolavoristici ( chiacchiere e distintivo tanto per intenderci) non dormono di notte pur di sanzionare un cacciatore rotella metrica anche a 64 centimetri. delimitazioni di aree protette senza tabellazione ( devi girare con cartine e gps )senza contare che il cane và e non sa leggere i cartelli, a parte un bracconiere che fucila un orso marsicano o una foca monaca tutti gli altri sono cacciatori perseguitati e perseguiti da leggi fatte apposta contro , diciamo che nel mio caso da ex appartenente alle forze dell'ordine sta attento anche al pelo so di innumerevoli cacciatori ( perlopiù anziani e non dico decrepiti con arma in mano, sanzionati per un numero scritto con la mano tremolante sul tesserino , detto questo non mi aspetto che mi dici; si ti capisco, mi aspetto che la prossima volta scrivi l'ennesima paginata di caxxate come tuo solito. Ti saluto bello vado a vedermi la SAMPDORIA

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX ( per sempre) 08/05/2021 18.02

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X IO: Per i dati, quelli in mio possesso sono forniti dal CABS Committee Against Bird Slaughtenring, sono facilmente reperibili in rete (se ha bisogno le posto il link) e riportano che fino a prima del periodo covid i reati di bracconaggio risultano compiuti per circa l’80% da cacciatori con licenza, mentre negli ultimi due anni per almeno il 64% dei casi... quindi siamo ben oltre la “maggior parte”. Adesso gradirei invece vedere i suoi dati, visto che dichiara “a noi risulta il contrario” ma , pur accusando me di non postare le fonti, lei evita accuratamente di postare le sue! Detto ciò, il nodo della questione resta ancora tale: perché i cacciatori, pur dichiarandosi integerrimi osservatori della legge, persone pulitissime, e sostenendo che il bracconiere è il loro nemico numero uno e li danneggia oltremodo, non solo non sono pronti a chiedere inasprimenti di pena per i bracconieri, ma anzi chiedono persino depenalizzazioni per i reati venatori?

da Chiacchiere 08/05/2021 17.53

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X IO: quelli disturbati dalla mia domande sembrate voi a giudicare dal tono e dagli argomenti dei vostri commenti. Come sempre quelli come lei cercano di buttarla sulle semantica, con l’ argomentazione che se un cacciatore compie un illecito, è definibile come un bracconiere e questo lo distinguerebbe dalla categoria dei cacciatori. O altre volte fate perno sul concetto del c.d. “bracconiere puro”, vale a dire colui che non possiede licenza di caccia, ma va a caccia (il che è già un reato di per se’). Ma un cacciatore con licenza che braccona, non perde la qualifica di cacciatore, semplicemente acquisisce anche quella di bracconiere. E’ importante ricordare anche che un soggetto senza licenza di caccia che venga sorpreso a compiere lo stesso identico reato venatorio (e dico lo stesso IDENTICO) di un cacciatore con licenza, viene punito molto più severamente dall’ordinamento, e questo basterebbe già a chiarire quanto i cacciatori siano una categoria protetta e privilegiata dalla legge 157/92 visto che non solo i reati venatori sono tutti solo contravvenzionali, ma lo stesso atto è punito più blandamente se compiuto da un cacciatore con licenza anziché da un soggetto senza licenza.

da Chiacchiere 08/05/2021 17.50

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X capitelo!!! : quello che scrivo è lì nero su bianco. Non so dove avrei scritto che si pretende la pena la capitale; ma quel che è certo è che oggi le cose stanno nella situazione diametralmente opposta: persino un cacciatore che spara intenzionalmente ad un’aquila, attualmente commette un reato solo contravvenzionale, quindi giudicato molto meno grave di quello commesso da chi ruba una caramella in un bar. Se a parole dite che i bracconieri sono il nemico numero uno dei cacciatori onesti, ma poi non siete disposti a chiedere di alzare le pene contro costoro e anzi spesso chiedete depenalizzazioni per chi infrange la legge, mi scusi ma vuol dire che qualcosa non quadra.

da Chiacchiere 08/05/2021 17.38

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X hunter 74: la differenza tra cacciatori e bracconieri non la deve spiegare a me , ma ai suoi colleghi (cacciatori con licenza) che quegli illeciti li commettono beatamente. E deve avercela ben chiara anche lei, visto che evidentemente non ce l’ha: che lei non giudichi ‘bracconiere’ qualcuno che di fatto lo è, non ha alcuna importanza, visto che è il mancato rispetto della legge venatoria che lo definisce tale. Legge che è già troppo blanda di per se’ visto che ogni reato venatorio perpetrato da un cacciatore , anche il più abietto e ignobile, è solo contravvenzionale e altri sono comunque oblazionabili! Ma come al solito, e come lei dimostra, ci raccontate sempre quanto i cacciatori siano integerrimi osservatori della legge, e che i bracconieri sono il nemico numero uno… salvo che poi appena si parla di inasprire le pene verso chi non rispetta le leggi a caccia, ecco che iniziate con le scuse e le giustificazioni più ridicole verso chi per una ragione o per l’altra quelle leggi di cui vi dite tanto rispettosi, non le rispetta. Ripeto anche a lei : considerato il bassissimo rapporto controllori/cacciatori, incappare in un controllo è già un evento raro per un cacciatore, e incapparci proprio quell’unica volta nella vita (come spesso vi piacerebbe farci credere) che per errore ha commesso un illecito sarebbe un evento statisticamente al limite dell’impossibilità… Per cui, chi viene beccato a sconfinare in aree protette, o a portarsi a casa un’allodola più del dovuto, vuol dire che quelle cose le fa costantemente e ci marcia, quindi è un cacciatore-bracconiere abituale, con buona pace delle vostre chiacchiere.

da Chiacchiere 08/05/2021 17.34

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X Zero assoluto: il cacciatore non deve sforare, e se viene beccato a sforare, considerando quanto sia difficile incappare in controlli visto il rapporto cacciatori/controllori, vuol dire che il cacciatore in questione su quegli sforamenti ci marcia e che non sono certo un caso. Inoltre sarebbe interessante sapere quanti cacciatori sono stati sanzionati per 2.6 metri… posso pensare che la maggior parte si sia spinto ben oltre??? Chi ha paura di rischiare di finire in una botte di piscio, probabilmente non ha la coscienza tanto pulita, e forse in quelle botti di piscio ci sguazza quando nessuno lo vede. Se fossi un cacciatore e sapessi che in un certo punto c’è il confine su un’area vietata, non andrei a rosicare fino all’ultimo centimetro rischiando di sforare, ma il minimo buon senso mi imporrebbe di tenermi ben distante dal quel limite; invece qualcuno sfora appositamente e poi quando lo beccano in flagranza fa finta di cascare di pero. E ribadisco un altro concetto: persino un cacciatore che venisse beccato a cacciare 6 km dentro il parco del gran paradiso, sarebbe sanzionato meno di qualcuno che rubasse una caramella in un bar. Come volevasi dimostrare: i bracconieri sono i vostri nemici solo a chiacchiere, ma quando si tratta di inasprire le pene contro di loro ecco che cominciano le scuse, i distinguo, le giustificazioni, i pretesti, le attenuanti… e spesso chiedete addirittura depenalizzazioni.

da Chiacchiere 08/05/2021 17.29

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Il Chiacchere è la classica figura dell'animalista prototipo di una categoria di gente che considera corretto soltanto ciò che a lui aggrada e fa comodo. E scorretto tutto il resto. Lasciamolo cuocere nel suo brodo, continueremo a cacciare con e senza di lui. Costi quel che costi.

da Hunter74 08/05/2021 14.16

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Il chiacchiere(ottimo nick)tenta ovviamente di affossare ciò che disturba lui ed i suoi amichetti..per il loro il cacciatore è sempre anche un bracconieri,ed è questa l'unica immagine che deve passare all'opinione Pubblica . Non vedete come è pronto ad intervenire im qualsiasi post dove il cacciatore non deve passare per ciò che è ma il contrario? Non vuole/vogliono che sia percepita e capita da ciò che differenzia cacciatore/bracconieri per cui giù di cavolate come quella che i dati dimostrano che gli atti di bracconaggio sono eseguiti in maggioranza da cacciatori...ma dove sono questi dati? È da tempo che chiediamo i numerii,a noi risulta il contrario preciso,ma non arriva niente che smentisca ciò che risulta a noi! Ed un qualunque signor chiacchiere, sempre per colpire l'opinione Pubblica, continua con la sua tiritera che noi non vogliamo inasprimenti di pene sul bracconaggio...

da IO 08/05/2021 10.09

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Ancora non vi è chiaro? Per ciacchiere i cacciatori sono TUTTI bracconieri e da visionario vuoi che siamo incline a far alzare le pene. Forse vorrebbe la pena capitale!!!

da Capitelo!!!! non sta bene 08/05/2021 6.59

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Bravo ZERO ASSOLUTO. Il signor CHIACCHERE (mai nikname fu sì appropriato), non ha ancora ben chiara la differenza tra bracconieri e cacciatori che, a causa delle infinite restrizioni e parcomanie che affliggono la caccia oggi, incappano in errori quotidianamente. Anch'io prendo le distanze da uno sciagurato che spara un'aquila o qualsiasi altro animale protetto ed è giusto che paghi chi lo fa. Ma non chiamo bracconiere chi ha sconfinato dentro una ZPS, per evitare una SIC, adiacente ad una riserva naturale (dis)orientata, istituita a 100 metri da un parco. E neppure quello che porta a casa 11 allodole al posto di 10. Cerchi di essere serio signor CHIACCHERE e la smetta di fare il professorone con noi cacciatori. Non ne abbiamo bisogno delle sue lezioni. Grazie

da Hunter74 08/05/2021 0.28

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

SE SE SE un cacciatore "sfora" di 2.6 metri all'interno di aree vietate alla caccia per l'abbattimento di specie consentita venabile è sanzionato come se fosse dentro il parco del Gran Paradiso all'interno per kilometri 6 armato di RPG belin non ce ne sono musse!!!!! quando vai a caccia rischi ALLA GRANDE di essere tacciato e SANZIONATO come robin Hood dallo sceriffo di Nottingham, non va bene ma è chiaro che questi inasprimenti non vanno bene ai cacciatori perchè rischiano di finire in una botte di piscio un giorno sì e l'altro anche

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX ( per sempre) 07/05/2021 21.31

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

X Hunter74 : Non ci sono problemi può insinuare tutto quel che vuole di me: che io sia un pirata della strada, un criminale, un assassino, un evasore, uno stupratore, un ladro, un bracconiere. E’ libero di pensare questo e altro di me, ci mancherebbe. So di non esserlo quindi ciò che insinua non mi tange affatto e non mi causa alcun problema. E aggiungo che proprio perché non sono nessuna di quelle cose, e anzi quelle cose le detesto e mi danneggiano come individuo e come essere umano, non chiederei mai che i reati di criminali, assassini, pirati della strada, stupratori, evasori e bracconieri, fossero depenalizzati… anzi per tutti costoro non ho problemi a chiedere aumenti di pena. Fa riflettere che invece i cacciatori, che si dicono i primi danneggiati dai bracconieri e li definiscano loro nemici, anziché inasprimenti di pena chiedano però depenalizzazioni e sconti di pena proprio per costoro.

da Chiacchiere 07/05/2021 20.43

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Fonte: LE SCIENZE Loss e colleghi riferiscono i risultati di una revisione sistematica e una stima quantitativa della mortalità causata dai gatti negli Stati Uniti, dove si calcola che i gatti uccidano ogni anno un numero di uccelli variabile tra 1,4 e 3,7 miliardi e di mammiferi tra 6,9 e 20,7 miliardi. Alla luce di queste cifre, è addirittura probabile che rappresentino la più importante singola causa di mortalità antropogenica per uccelli e mammiferi negli Stati Uniti. E stiamo ancora a parlare di bracconaggio

da Mauro 07/05/2021 19.48

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

XFrancesco,concordo pienamente per le ggvv,che le regioni assumano dei giovani li preparino come è sempre stato e mandino in pensione tutti gli sceriffi mancati con sindrome poliziesca

da Mino 51 07/05/2021 18.13

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Il continuo eccesso di restrizioni porta sempre a trovarsi prima o poi a poter sbagliare ma questo non vuol dire che uno è un bracconiere, parola che ultimamente viene appioppata a gli errori in materia di caccia quando invece il bracconaggio è la caccia di frodo a livello di lucro e tanti anni orsono per tirare a campare. Riguardo alle guardie venatorie volontarie sono contrario a tutte qualsiasi sia l appartenenza.

da Francesco 07/05/2021 13.19

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Cari colleghi è una vita che dico che questa gente con la caccua e i cacciatori non c entra niente, mandatelo a fare dei lavori socialmente utili chi li sponsorizza dovrà dare spiegazioni.

da Mino 51 07/05/2021 12.42

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Diceva un vecchio cacciatore appena ci svegliamo e mettiamo il piede a terra per andare a caccia siamo già in difetto.

da Sergio 52 07/05/2021 9.04

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Fratelli cacciatori non cadete nel giochetto delle provocazioni dei soliti disturbatori .... IGNORATELI !!! Tanto non serve a niente rispondere. Non c' è peggior sordo di chi non vuole sentire. Non c'è peggior cieco di chi non vuole vedere

da Ugo 07/05/2021 8.37

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Egregio Billy ed altri, fintantoche' etichettate gli animalisti, etc., nel vostro modo di farlo quando mai potete pretendere il dialogo tra le varie categorie? A me sembra che Chiacchere come Zero Assoluto fino a prova contraria vogliano mantenere un dialogo di conoscenza della materia Preferisco a volte ma non sempre leggere i sproloqui di chi ha cultura di caccia o di ambiente o mondo animale piuttosto chi continua a offendere o altro di simile.

da Dalla parte degli animali di ogni specie 07/05/2021 7.40

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Chiacchere. A quelli li terrei sotto controllo su tutto. Su ogni cosa. Su ogni movimento, spostamento, contatto, amicizie, lavoro. Mi sai proprio di quelli che fanno tutti i perfettini e poi.... Mi sai di uno che guarda e critica la gobba altrui perche la sua non riesce (o non vuole) vederla. Tu la patente ce l'hai? La macchina la guidi? Allora sarai certamente un pirata della strada. Un farabutto pirata della strada. Voglio ragionare come te. Ci voglio provare. Ma vai altrove a sproloquiare.

da Hunter74 07/05/2021 0.26

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Avevo un quadernetto dove scrivevo " COSE DI CACCIA" + o - condivise da altri cacciatori, ora da un pò di tempo il mio quadernetto è giornalmente scarabocchiato da chi non gli va bene che io scriva " QUALCOSA DI CACCIA" cosa devo fare butto via il quadernetto e guardo il cielo come è azzurro, se è rimasto qualche cacciatore mi indichi la via perchè sto traballando! per chi non avesse capito il quadernetto sono le PAGINE DI BIG HUNTER !!!! fatemi mandare un messaggio nell'aere: All'apertura a fagiani con il cane da ferma va bene piombo 7 36 grammi borra di feltro in prima e seconda botta ed il terzo colpo piombo 5 36 grammi con contenitore fatemi sapere perchè non ho neanche + la certezza di questo ( sob )

da ZERO ASSOLUTO + breton INOX ( per sempre) 06/05/2021 20.58

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Oh, sono un facile profeta. Il BULLO con la verità in tasca, da una parte i buoni e dall’altra i cattivi, è arrivato con la solita litania trita e ritrita.

da Billy 06/05/2021 20.42

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

1. "Potenziamento delle forze di polizia ambientale per un totale di circa 14 mila tra guardie professionali e volontari delle associazioni di cacciatori." : cacciatori che controllano altri cacciatori, magari parenti, amici, o cmq conoscenti... me lo immagino proprio quante denunce tra colleghi! 2. "Iniziative tese a rendere più efficaci le attività degli Organi preposti alla vigilanza e al contrasto" , come quando i NOA sono andati nel bresciano (una delle zone a più alto tasso di bracconaggio di tutta europa) e i cacciatori locali pretendevano che fossero mandati via, mentre i politici cacciatori facevavo interrogazioni parlamentari sui NOA invece che sul bracconaggio nel bresciano!. "Prevenzione degli atti di bracconaggio attraverso campagne di sensibilizzazione e di informazione sui mass media e nelle scuole", sicuramente i cacciatori che se ne infischiano delle leggi, grazie a questa campagna informativa smetteranno di bracconare! "la raccolta di dati e la redazione di Report annuali per descrivere il trend delle attività illecite e valutare l’efficacia delle azioni di contrasto messe in atto." ma vuoi scommettere che alla fine ci racconteranno che è stato un successone e il bracconaggio è diminuito drasticamente!

da Chiacchiere 06/05/2021 19.43

Re:AAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggio

Ora arriva il BULLO animalaro a offendere e pontificare.

da Billy 06/05/2021 19.14