Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Cabina di Regia Toscana. Positivo primo incontro sul calendario venatorio e ripresa attività di cinofilia agonisticaToscana. Al via le consultazioni per il calendario venatorio 2021/2022Tortora. FACE e FIdC scrivono al quotidiano The IndipendentAAVV e Fondazione UNA per rafforzare le azioni antibracconaggioUSA. Orso nero uccide una donnaA Catanzaro Congresso Nazionale carni di selvagginaToscana. Carni di ungulati destinate alla beneficenzaLombardia. Si discuteSudafrica. Nuova era per la cacciaLiguria: in dirittura d'arrivo il piano faunistico regionaleI benefici della cacciaLiguria al via col calendario venatorio 2021-2022 Lombardia. I ritardi della RegioneAree protette e cinghiali. Lettera aperta delle AAVV umbre a Morroni Bracconaggio. Ecco cosa fa la caccia italiana per combatterloToscana: corsi per caccia di selezione in videoconferenzaRolfi "ok a semplificazione massiccia sulla caccia"Emozioni selvatiche nei quadri di Elisa Zanoli Umbria: convocato tavolo permanente cinghialiCCT Massa Carrara: no alla gabella per attraversare il ParcoMacerata. Migrazione abbondante grazie ai laghi dei cacciatoriTortora. La Federcaccia ribatteIn Francia campagna TV per la cacciaRecovery Plan. Non dovrà essere un libro dei sogniContenimento Cinghiali, in Liguria saranno coinvolti i cacciatoriFidc Lazio e Aiw "nuova area contigua Pnalm pretesto per ampliare il Parco"Caputo: "per preapertura mancano adeguati piani faunistici provinciali"Francia. Sondaggio positivo sulla cacciaCampania, appello della Lega per la preaperturaRegione Umbria preadotta calendario venatorio 2021 - 2022Tortora. Arriva l'ok della Conferenza Stato RegioniCabina Regia Toscana: "permettere spostamenti per manutenzione capanni"Fidc: anche la Calabria d'accordo sulla tortoraLa caccia fa bene al cervelloBruzzone: con il MITE spazio alle Politiche Agricole su gestione faunisticaL'Assessore Caputo interviene sul nuovo calendario venatorioFidc: sulla Tortora Regione Calabria riveda la sua posizioneUK: The Field Magazine commemora FilippoLiguria: Assessore Piana: "cacciatori impegnati nel ripristino dei sentieri"Spagna. I cacciatori si oppongono a moratoria tortoraToscana. Da Forza Italia un impegno per la cacciaCalendario Venatorio Campania. Le proposte di Eps Rapporto ELO piccola selvaggina "la caccia non è motivo di declino"Calendario Venatorio Umbria, la linea di Arci CacciaCampania, Regione posticipa discussione calendario venatorioColdiretti: In Italia oltre 2 milioni di cinghiali "incrementare abbattimenti"Fidc Forlì Cesena: bene nuovo calendario venatorio regionaleCalabria: al via caccia selezione cinghiale e addestramento caniPredatori opportunisti: la CE apre al controlloAggiornamento Tortora. Convocata Conferenza Stato RegioniObbiettivo Natura. A Bruxelles il confronto continuaGallinella (M5S) "ora può nascere filiera selvaggina italiana" Campania, Associazioni venatorie sul piede di guerraCampania. Regione perde ricorso su modifiche calendario venatorioFriuli, Piccin (FI): ok spostamenti fuori Comune se prelievo cinghialiFondo per la ricerca UnczaSuper riserva Unesco in AppenninoRegione Lombardia investe nei Centri Lavorazione SelvagginaGallo "Tar Calabria certifica legittimità calendario venatorio"Emilia R.: ok in Commissione a calendario venatorioFidc: soddisfazione per pronunciamento Tar CalabriaAddio al Principe Filippo. Grande cacciatore e ambientalistaSolidarietà ad Ibrahimovic attaccato dagli animalistiReferendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorieCampania. "Al peggio non c'è mai limite"FACE: così i cacciatori tutelano i migratori acquaticiFidc: approvate linee guida sulle carni di selvaggina Umbria. Le squadre avanzano le proprie proposte sul cinghialeBattistoni dalla Tuscia al Governo dei Migliori: "sulla caccia occorrono passi avanti"Francia. Asta di opere di DunchinMondo venatorio unito contro episodi di bracconaggio nel casertanoCCT, tortora: l'importanza dei dati per la preaperturaMacerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie


venerdì 9 aprile 2021
    

 
 
Come abbiamo visto, è stata recentemente ufficializzata la  richiesta presentata da 11 cittadini di procedere alla raccolta di almeno 500.000 firme per un referendum abrogativo dell'art. 842 del codice civile. Ovvero di questa disposizione di legge: “Il proprietario di un fondo non può impedire che vi si entri per l'esercizio della caccia, a meno che il fondo sia chiuso nei modi stabiliti dalla legge sulla caccia o vi siano colture in atto suscettibili di danno”.

Commentano le associazioni venatorie. Secondo Massimo Buconi, Presidente Fidc, “Evidentemente, non vedendo raggiungibile l’obbiettivo che si erano prefissati tempo fa con la analoga procedura volta all’eliminazione dell’intera legge sulla caccia, gli anticaccia ci riprovano con un progetto meno ambizioso e secondo loro evidentemente più facile” ha dichiarato il Presidente di Federcaccia Massimo Buconi. “Da parte nostra, oltre a vedere confermati i nostri forti dubbi sulla possibilità soprattutto in questo momento di raggiungere le firme necessarie, seguiremo con attenzione il procedere dell’iniziativa. Abbiamo già contattato parlamentari amici e i vertici delle associazioni agricole. Quello che questi gruppi di sprovveduti sempre all’inseguimento di una utopia anticaccia che stride col buon senso e la realtà, è che l’esercizio venatorio, che in Italia si articola attorno all’842, costituisce in primis per gli agricoltori, ovvero il 90% dei proprietari dei fondi di cui si sta parlando, un argine fondamentale e assolutamente insostituibile per prevenire danni alle colture, al bestiame e al controllo delle specie invasive. Anche a questo ennesimo attacco, se si concretizzasse e resta tutto da dimostrare, sapremo rispondere come già avvenuto in passato” ha concluso il presidente nazionale Federcaccia.


Questo invece il commento di Arcicaccia: "Si è arricchita di una nuova puntata, nella giornata di ieri, la telenovela dei Referendum sulla Caccia. Undici persone, forse le stesse che avevano proposto il Referendum mai nato sull’abolizione della 157/92, questa volta avrebbero puntato l’ART 842 del Codice Civile. Un attacco inziato depositando, tramite lo stesso legale della scorsa volta, un quesito per l’abolizione di questo famoso articolo, quello che permette a noi cacciatori di entrare nei fondi agricoli. Nel I Atto, quello che chiedeva l’abrogazione della 157/92, dopo aver avviato il procedimento, nessuno ha raccolto le firme, quindi il referendum non ci sarà. Sarà così anche stavolta? Così avremo la conferma della strumentalità dell’iniziativa? Ci viene spontaneo chiederci, visto che tutti gli ambientalisti li contestano, a cosa miri questo inconcludente gruppetto di animalisti. Visibilità? Oppure questa condotta fa comodo a qualcuno? Noi ovviamente attiveremo i nostri canali politici e legali e parleremo la Cabina di Regia e le Associazioni Agricole, per vigilare che non ci siano pericoli per la nostra passione, anche se a questo punto sembra superfluo.  E’ curioso, però, che siano sempre gli stessi ex onorevoli veneti ad accorgersi immediatamente di questi attacchi alla caccia,  quasi ci fosse un canale di informazione privilegiato, cosa che, al ripetersi di casi fortuiti, comincia a destare qualche dubbio. Di sicuro, noi pensiamo serva a poco diffondere comunicati allarmistici che provano a gettare nel panico i cacciatori che, per fortuna, non abboccano. Soprattutto, visto che la minaccia rappresentata da questi “Fratelli Animalisti-Cacciatori”, sembra serva solo ad alimentare un’operazione di “bracconaggio” elettorale e di tesseramento".

     

Leggi tutte le news

45 commenti finora...

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

ATTENZIONE TRATTASI DI COMMENTO FINTO, FALSO E TENDENZIOSO

da Marcus 12/04/2021 19.28

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

A me sembra siano stati tagliati i post dei cacciatori non quelli del gabibo'.

da Jamesin 12/04/2021 18.28

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

X Per ala redazione: ma qualcuno controlla ancora i commenti e gli insulti, di solito,tempo fa era la redazione a toglierli. Non sopportiamo più le seghe mentali del gabibbo 5s le sappiamo a memoria.Per chi non lo avesse capito ogni giorno un nuovo attacco al nostro mondo da parte di anticaccia urbani falsi ambientalisti.

da Bekea 12/04/2021 17.59

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

Gli altri post dove sono finiti ? Non è che adesso siamo giunti al punto che possono postare solo i lecchini' delle varie aavv' e partiti vari.

da Jamesin 12/04/2021 17.29

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

x MARCELLO64 : No non devono toglierlo ! Deve restare in bella vista per far ricordare agli elettori del Gabibbo Genovese per chi hanno votato ....chi vuol capire capisca !

da Toscano FIDC 12/04/2021 17.12

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

Lui odia........si guardasse dentro e ricordasse cosa ha combinato tempo fa.......

da Nn odio 12/04/2021 16.54

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

Ma i 39 commenti dove sono finiti?

da XXX 12/04/2021 16.33

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

Patetico, soltanto Patetico!!!

da 99 12/04/2021 16.21

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

Ma non si può rimuovere questo post demenziale qua sotto.....sai l'odio.....

da MARCELLO64 12/04/2021 16.00

Re:Referendum caccia 842. Il commento delle associazioni venatorie

Odio la caccia, chi uccide un capriolo, un gallo cedrone, una beccaccia, chi spara ai passeri o alle cinciallegre per divertimento, per farsi la mano, odio chi acceca gli uccelli da richiamo, chi dissemina trappole, esche, tagliole, odio chi usa il fucile, ma dice di proteggere la natura, odio i boschi, i prati trasformati in poligoni da tiro, odio l’odore del cuoio, della polvere da sparo, delle cartucce rosse, gialle e arancione grandi spesso come il bersaglio, odio il massacro spaventoso (*)1 di animali che ogni anno avviene in Italia, chi spara agli uccelli migratori, ai falchi, alle rondini, agli aironi, odio il cacciatore buono che difende l’habitat naturale e quello incosciente che ammazza l’amico o un parroco mentre dorme, odio i ristoranti con gli animali impagliati come trofei, scoiattoli, marmotte, civette e gufi che ti osservano con gli occhi di vetro, odio chi spara vicino alle abitazioni, i pallini di piombo nel tuo giardino, odio la legge fascista (*)2 che permette di entrare nei fondi privati, i cacciatori che si aggirano a meno di 100 metri dalle case (*)3 con il fucile e il colpo in canna quando la legge lo proibisce, odio chi mi toglie il piacere della vista di un cervo, di una ghiandaia, di animali che i miei figli vedranno solo allo zoo o nei parchetti, odio non poter andare a funghi senza la paura di essere scambiato per un cinghiale e ascoltare il rumore cupo e cadenzato delle doppiette invece che il canto degli uccelli, odio la scomparsa dal cielo degli arabeschi formati dagli stormi, odio l’esproprio della natura fatto per il piacere di pochi (*)4, il non poter vedere su un tetto i nidi delle cicogne che non migrano più per l’Italia per sopravvivere ai cacciatori, odio i riti della caccia, i coltellacci per squartare gli animali, il cameratismo tra uomini veri, odio chi uccide per piacere, chi definisce sport l’annientamento di una creatura, una di quelle con cui parlava San Francesco.Da BEPPE GRILLO.IT