C'è l'accordo su interscambio cacciatori Umbria e Lazio


mercoledì 6 ottobre 2021
    
 
Le Regioni Umbria e Lazio hanno sottoscritto oggi l’accordo sull’interscambio dei cacciatori per la stagione venatoria 2021/2022 che consente la mobilità fra i due territori, nel rispetto delle disposizioni dei calendari venatori regionali.

L’intesa, siglata dai rappresentanti dei due Assessorati regionali alla Caccia, è finalizzata ad un’equilibrata distribuzione dei cacciatori nel territorio. 

I cacciatori umbri, nei limiti delle quote ammesse dalla normativa regionale del Lazio, possono richiedere la residenza venatoria negli Atc (Ambiti territoriali di caccia) laziali e, previo pagamento della quota di accesso, esercitare la caccia a tutte le specie consentite. Prevista anche la possibilità di chiedere l’iscrizione come secondo Atc nel Lazio. 

La Regione Umbria ha riservato ai cacciatori provenienti dal Lazio 2950 posti ripartiti tra i tre Atc umbri per il conferimento della residenza venatoria e per il secondo Atc, ed ha ammesso complessivamente 10 squadre di cacciatori laziali per la caccia al cinghiale.  Gli accordi di dettaglio sono demandati agli Atc.  

L’accordo di interscambio stabilisce, inoltre, che i cacciatori del Lazio e dell’Umbria potranno usufruire di un pacchetto di 20 giornate per la caccia alla selvaggina migratoria nel rispetto dei limiti stabiliti dalle rispettive norme regionali, mediante un sistema di accesso, che sarà reciprocamente consentito per un numero massimo giornaliero di 1200 cacciatori.

L’accesso in Umbria potrà essere prenotato ed autorizzato esclusivamente attraverso il sistema gestionale on line di mobilità venatoria della Regione. Reciprocamente, per le prenotazioni da parte dei cacciatori umbri che si recano in mobilità è attivo il sistema di prenotazione on line (messo a disposizione dall’Atc RI1).

Redazione Big Hunter. Avviso ai commentatori
 
Commentare le notizie, oltre che uno svago e un motivo di incontro e condivisione , può servire per meglio ampliare la notizia stessa, ma ci deve essere il rispetto altrui e la responsabilità a cui nessuno può sottrarsi. Abbiamo purtroppo notato uno svilimento del confronto tra gli utenti che frequentano il nostro portale, con commenti quotidiani al limite dell'indecenza, che ci obbligano ad una riflessione e una presa di posizione. Non siamo più disposti a tollerare mancanze di rispetto e l'utilizzo manipolatorio di questo portale, con commenti fake, al fine di destabilizzare il dialogo costruttivo e civile. Ricordiamo che concediamo questo spazio, (ancora per il momento libero ma prenderemo presto provvedimenti adeguati) al solo scopo di commentare la notizia pubblicata. Pertanto d'ora in avanti elimineremo ogni commento che non rispetta l'argomento proposto o che contenga offese o parole irrispettose o volgari.
Ecco le ulteriori regole:
1 commentare solo l'argomento proposto nella notizia.
2 evitare insulti, offese e linguaggio volgare, anche se diretti ad altri commentatori della notizia.
3 non usare il maiuscolo o ridurre al minimo il suo utilizzo (equivale ad urlare)
4 rispettare le altrui opinioni, anche se diverse dalle proprie.
5 firmarsi sempre con lo stesso nickname identificativo e non utilizzare lo spazio Autore in maniera inappropriata (ad esempio firmandosi con frasi, risate, punteggiatura, ecc., o scrivendo il nickname altrui)
Grazie a chi si atterrà alle nostre regole.

4 commenti finora...

Re:C'è l'accordo su interscambio cacciatori Umbria e Lazio

tutti a caccia nel proprio comune-- anche questa volta lo hai preso nel [email protected]@@.

da la talpa 07/10/2021 16.15

Re:C'è l'accordo su interscambio cacciatori Umbria e Lazio

…e numero di telefono!

da Giuseppe 06/10/2021 20.46

Re:C'è l'accordo su interscambio cacciatori Umbria e Lazio

nomi cognomi e indirizzi x gli autori dei commenti

da francesco 06/10/2021 20.17

Re:C'è l'accordo su interscambio cacciatori Umbria e Lazio

Sbagliatissimo. Ognuno cacci a casa propria.

da Tutti a caccia nel proprio comune 06/10/2021 16.18