Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"


venerdì 8 settembre 2017
    

Gianni Fava Assessore regionale Agricoltura Caccia Lombardia"È da oltre un anno che, sulla caccia, attendiamo riposte del ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti". Così dichiara l'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava, che ricostruisce la vicenda legata alla caccia in deroga e il conflitto fra lo stesso ministero dell'Ambiente e un ente sotto il suo diretto controllo, che è Ispra, l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

"Un anno fa, ancora nell'agosto 2016, Regione Lombardia, tramite la conferenza Stato-Regioni, chiedeva la convocazione di un tavolo tecnico che definisse le condizioni entro le quali attivare in maniera legittima le deroghe previste dalla Direttiva Uccelli - ricorda Fava -. Tavolo che dopo mesi si è costituito, ma senza pervenire a risultati, tanto più che il ministero dell'Ambiente non era neanche riuscito a garantire una presenza sistematica di Ispra".

"Il lavoro di Regione Lombardia, che a quel tavolo aveva cercato di portare un contributo costruttivo, è stato mortificato dai pareri resi nel giugno di quest'anno da Ispra, alla nostra richiesta di attivare gli impianti di cattura dei richiami vivi e di esercitare il prelievo venatorio in deroga - prosegue l'assessore -. In quei pareri Ispra non entrava nel merito scientifico delle richieste, ma si limitava a dichiarare illegittime le deroghe e a richiamare Regione Lombardia alle sue responsabilità pecuniarie, in caso di riapertura della procedura di infrazione, smentendo il ministro dell'Ambiente e tutte le aperture che, a parole, aveva fatto nei mesi precedenti. In quell'occasione chiesi conto pubblicamente al ministro Galletti di questa discrepanza tra le sue dichiarazioni e il comportamento di un ente controllato dal suo stesso ministero. Non ne pervenne alcuna replica".

ANCHE IL GOVERNATORE MARONI IN CAMPO - "Anche il presidente Maroni, che sul tema ha incontrato le associazioni venatorie, ha scritto al ministro - specifica l'assessore Fava - al fine di avere un incontro per dirimere la questione delle deroghe in tempo utile per affrontare la stagione venatoria che sta per aprirsi. Noi restiamo in attesa di un cenno del Ministro".

L'assessore Fava è intervenuto anche sulla questione dei tesserini venatori: "Stiamo ricevendo sollecitazioni da diverse componenti del mondo venatorio a fare chiarezza sul tema della compilazione dei tesserini venatori, in particolare sul tema dell'annotazione del capo di selvaggina abbattuto. La legge europea 2015-2016, approvata dal Parlamento nazionale, aveva introdotto infatti l'obbligo dell'annotazione subito dopo l'abbattimento, lasciando però adito a interpretazioni diverse, ed esponendo i cacciatori ad inutili possibili contenziosi - spiega -. Per questo, da subito, con provvedimento amministrativo, Regione Lombardia aveva precisato che il capo dovesse essere annotato una volta abbattuto e raccolto, stabilendo così una regola decisamente più chiara e difficilmente equivocabile. Regola che abbiamo comunque deciso di tramutare in legge: alla prima occasione utile, ho concordato con il consigliere Roberto Anelli la presentazione di un pdl di modifica della legge 26, per sancire definitivamente la norma e garantire il cacciatore da possibili sanzioni dovute solo ad un problema interpretativo". (Lombardia Notizie)


11 commenti finora...

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

Lisandro ,la tipica alpina in Piemonte è stata chiusa con legge ,i dati per contrastare i TAR li non c'entrano nulla....In Piemonte che io sappia non hanno nemmeno la legge regionale sulla caccia,ma a caccia ci vanno e pure parecchio sia alla stanziale che alla migratoria,senza contare che ad esempio il cinghiale con la caccia di selezione è possibile cacciarlo dal 15 aprile fino al 31 gennaio mentre gli ungulati in selezione ,sono possibili dal 1 giugno al 15 marzo,quindi a parte gli anatidi messi al bando con provvedimento della regione,mi pare che in Sardegna il vostro sport consolatorio è pestarvi i coglioni nel mortaio.Lo ripeto non avete uno straccio di gestione faunistica ,ne territoriale,ed in più inadempienti verso le leggi dello stato.In Pretica ad ogni ricorso vi prendono a calci in culo........A questo punto direi che fanno pure bene,anzi...è ancora poco,ma sapranno sicuramente affinare la mira ai prossimi ricorsi,così oltre al culo vi ci c'entrano pure le palle,ma è ciò che vi meritate

da Rustico 17/09/2017 0.51

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

Assessore sostituisca immediatamente,gli incompetenti presenti negli uffici caccia regionali della Lombardia!!!

da Fucino Cane 10/09/2017 14.58

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

Caro Madunina , il problema è proprio questo , che i pareri di ISPRA , ente ASSOLUTAMENTE DI PARTE , sono vincolanti.

da Pasquino 1 10/09/2017 5.46

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

Con il tuo assessorato stai demolendo quel poco di buono che rimaneva. Ma tu ed i tuoi burocrati che figuraccia che fai.

da Barba 09/09/2017 10.39

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

Forest Gump...per caso??riprova in italiano di senso compiuto possibilmente

da Anatide 09/09/2017 8.06

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

la stagione alle porte aspettate galletti,,,quello non sa se e al mondo ascolta ispra ente nullita chiudetelo

da forest 08/09/2017 18.59

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

Cacciatori intanto pagate poi ve lo mettono nel didietro come tutti anni tante parole e niente fatti

da Un cacciatore 08/09/2017 17.40

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

Fava è un incompetente patentato ,che fa comunicati di pura propaganda.Galletti ha già dato tutte le risposte del caso sulle cacce in deroga ,sulla base della legislazione nazionale vigente ,art 19/bis legge 157/92.......Evidentemente fava e i suoi insipienti suggeritori,sono poco attenti ed informati.Evidentemente al posto di fare proclami senza senza,si rivolgesse all'avvocatura regionale lombarda,che su queste tematiche si è già espressa ufficialmente ,ribadendo,che la legge è chiara e che i pareri ispra sulle deroghe hanno carattere vincolante.

da Madunina 08/09/2017 15.23

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

CAMPA CAVALLO......

da GALLETTI GRIGLIATI . 08/09/2017 14.58

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

l'ispra è solo un istituto creato per conservare il posto di qualcuno che chiede laute sovvenzioni e finanziamenti per poi certificare che il ripasso di certe specie avviene sin dalla prima parte dell'inverno e che la quaglia dovrebbe essere cacciata da ottobre (sic. !) Per non parlare degli studi sulle quantità richieste per il prelievo in deroga. Sarebbe interessante sapere se gli studi per aggiornare i KC sono iniziati e con quanti e quali denari. Purtroppo ci sono anche le nostre tasse versate a istituti mangiadenari.

da ispra etc. 08/09/2017 13.03

Re:Lombardia caccia, Fava: "da oltre un anno attendiamo risposte da Galletti"

aspetta aspetta. che ti risponde. se ti risponde, chiedigli di chi sono i soldi che è costretto a pagare, non per infrazioni sulla caccia, ma per ripetute e vergognose inadempienze in campo ambientale che portano danno anche alla nostra salute. per cui, da una parte paghiamo tutti per colpa dei governi (nazionale e locali) e perdipiù ci smeniamo in salute. e chiedigli anche come mai le associazioni ambientaliste che anche lui (ma non solo) tiene in piedi con lauti e ingiustificati finanziamenti fanno di tutto per mortificare i cacciatori e nulla fanno di altrettanto appariscente per i reali problemi dell'ambiente e della salute dei cittadini, oltre che degli animali selvatici.

da Ciofeghe a gogò 08/09/2017 10.56