Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo


giovedì 13 marzo 2014
    

La prossima settimana sarà di nuovo all’ordine del giorno della terza commissione della Regione l’esame della proposta di regolamento che prevede anche di aprire la caccia al cervo e al capriolo. Secondo Stefano Allavena Pietro Matta, Delegato LIPU per l’Abruzzo Coordinamento regionale di Pro Natura,  il cervo e il capriolo si erano completamente estinti in passato in Abruzzo a causa soprattutto di una caccia eccessiva, sono ritornati grazie a reintroduzioni in aree protette e, nel caso del capriolo, anche per ricolonizzazione da regioni vicine, ma questo processo non è ancora concluso.
In una nota si legge: “Già se ne è ampiamente discusso il 5 marzo. In quella sede è emersa chiaramente l’opportunità di approvare un regolamento che disciplini su scala regionale la caccia al cinghiale. Finora infatti la caccia a questa specie è stata caratterizzata da una grande confusione per cui in ogni ambito di caccia si è proceduto in modo autonomo e il risultato non è stato certo quello di organizzare razionalmente i prelievi venatori di cinghiali."
Nella nota si legge anche: " E’ invece necessario che non si proceda all’apertura della caccia al cervo e capriolo, anche se preceduta da censimenti delle due specie.”  Poi contina: "assurdo pensare di aprire la caccia a queste due specie visto che è ancora in pieno svolgimento il processo di ricolonizzazione di vaste aree, - sottolineando – che la massima concentrazione di cervi si trova nella Zona di Protezione Esterna del Parco Nazionale d’Abruzzo. Aprire la caccia al cervo e al capriolo in questa zona, di estrema importanza per l’orso marsicano, significherebbe aggiungere un ulteriore grave fattore di disturbo ai già molti presenti nella zona, tanto più che il periodo della caccia al cervo verrebbe in gran parte a sovrapporsi con quello cosiddetto della “iperfagia”, quello cioè in cui gli orsi devono nutrirsi abbondantemente per prepararsi ai mesi invernali”.
 Il regolamento quindi dovrebbe disciplinare su base regionale la caccia al cinghiale, in modo da consentirne un prelievo adeguato con modalità tali da non mettere a repentaglio, tra l’altro, altre specie, come l’orso e il lupo”.


9 commenti finora...

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

Alex tu invece risparmiati la morale...io parlo x me, non parlo a nome di nessuna categoria! ci ho letto un "non so che" di presa x il culo nel commento del leghista...ma quando cazzo la fate questa secessione, fate presto!

da wp 16/03/2014 10.10

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

la tua riflessione è perfetta , vecchio cedro , ma se si applicasse quello che dici non saremmo in ITALIA.

da carabix3006 14/03/2014 15.02

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

giusto vecchio cedro, questa è saggezza saluti

da sergioA 14/03/2014 9.41

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

Cari Colleghi, purtroppo sono vecchio del mestiere, la mia vita di cacciatori di ungulati è sul viale del tramonto ed ho accumulato una certa esperienza gestionale sul tema. E' vero che l'Abruzzo non è il Tirolo come afferma Padano, ma, a parità di specie, i modelli di gestione sono gli stessi: in tutta Europa gli ungulati si prelevano per sesso e classi di età con modalità e tempi di prelievo pressochè uguali dalla Svezia in giù fino all'area mediterranea dove, tipicamente, la gestione faunistica diventa un'area confusa, non scientifica e non tecnica ma "emotiva". Invito quindi caldamente a prendere in considerazione i migliori modelli di gestione e, attraverso la formazione (degli amministratori prima - comprese le aa.vv. e dei cacciatori), applicarli anche a quei territori dove gli ungulati sono una realtà recente. In questo modo si risparmierà tempo ed errori. In bocca al lupo!

da vecchio cedro 14/03/2014 8.58

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

CONCORDO CON Padano LA RIFLESSIONE, MA PRIMA O POI SI DOVRA COMINCIARE A CAMBIARE ROTTA... Molte sono le regioni che dovrebbero cominciare,l'importante farlo secondo le regole guidate dal RISPETTO E CULTURA. Per wp risparmiati certe espressioni che non fai altro che offendere tutta la categoria !!!

da Alex22 14/03/2014 7.25

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

La padania mettitela nel culo c.oglione

da wp 13/03/2014 23.21

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

VECCHIO CEDRO L'ABRUZZO NON E' IL TIROLO, UNA LEGGE FATTA IN DANIMARCA E POI RIPROPOSTA IN UGANDA NON DARANNO GLI STESSI RISULTATI

da PADANO 13/03/2014 15.27

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

Falco mi associo. Prelievo selettivo per sesso e classi di età, copiate il regolamento/calendario della Provincia di Bolzano. Il cacciatore di selezione in area di preparco è una garanzia contro atti illeciti e non un fattore di disturbo. Ne avete di strada da fare!.

da vecchio cedro 13/03/2014 14.48

Re:Abruzzo, la Regione discute l’apertura della caccia a cervo e capriolo

ma te senti come ragionano. roba da cottolengo.

da falco 13/03/2014 12.48