L'ecoturismo fa danni


lunedì 26 ottobre 2015
    

Cervi e caprioliLe aree protette di tutto il mondo ricevono ben 8 miliardi di visitatori l'anno. Quando gli animali interagiscono con gli esseri umani abbassano il proprio livello di guardia anche nei confronti dei predatori.

Il turismo ecologico, sebbene incentrato sull'impegno ambientalista e sociale, potrebbe rappresentare una grave minaccia per l’esistenza di molte specie animali oggi considerate a rischio estinzione. A lanciare l’allarme, creando non pochi sensi di colpa tra i sostenitori di questa tipologia di vita è stato il professor Daniel Blumstein, della University of California di Los Angeles. L’ecoturismo, che negli ultimi anni sembra aver conquistato una moltitudine di persone in tutto il mondo, risulta essere pericoloso quanto il bracconaggio. Secondo l’esperto, che ha visto i risultati del proprio studio pubblicati anche sulle pagine della rivista Trends in Ecology & Evolution, le interazioni che vengono inevitabilmente a crearsi tra gli esseri umani e la fauna selvatica possono mettere in grave pericolo migliaia di specie.

“I dati più recenti - ha evidenziato Blumstein - ci dimostrano che le aree protette di tutto il mondo ricevono ben 8 miliardi di visitatori l'anno. Un dato importante che equivale a dire che ogni essere umano sul pianeta visita un'area protetta almeno una volta l'anno. Anche se i turisti tentano di limitare le interazioni con le specie animali delle aree protette, l'ecoturismo può essere aggiunto di diritto alla lunga lista dei pericoli per l’ambiente”.

Questi risultati, precisa Blumstein, vogliono essere un ulteriore strumento di sensibilizzazione per scienziati e gestori delle riserve: entrambi dovranno imparare a considerare i nuovi rischi per la biodiversità. "Quando gli animali interagiscono con gli esseri umani - spiega l’esperto della University of California - finiscono inevitabilmente con l’abbassare il loro livello di guardia". Gli animali imparano a fidarsi dell’uomo ma, allo stesso tempo, diventano più audaci anche nei confronti dei predatori naturali. Questo comportamento causa una pericolosa crescita della mortalità".

L’ecoturismo, fa notare il ricercatore, è per diversi aspetti simile all’addomesticamento derivato dall’urbanizzazione. Anche in quel caso le interazioni periodiche tra uomo e animali possono portare a una sorta di assuefazione, e quindi a un “letale” addomesticamento. E’ tuttavia vero che, una massiccia presenza umana tende ad allontanare i predatori. Nel Grand Teton National Park, situato nello stato americano del Wyoming, alci e antilocapre sembrano dedicare meno tempo a guardarsi le spalle dei potenziali predatori e più tempo a nutrirsi. Ora i ricercatori dovranno dunque comprendere cosa sia meglio per le specie.

"Sappiamo che gli esseri umani hanno la capacità di causare un rapido cambiamento fenotipico - commenta Blumstein -. Un turismo così invasivo può incrementare il livello di assuefazione tanto da portare allo sviluppo di sindromi comportamentali pericolose. Anche una piccola perturbazione antropica potrebbero influenzare il comportamento e la biologia di una specie e influenzare la funzione della specie all’interno di un ecosistema più ampio”.


Roberto Zonca*

*da Tiscali Notizie


NOTA DELLA REDAZIONE

Sarebbe come dire, implicitamente, che una caccia ben regolamentata, come quella che si pratica nei paesi occidentali, e in Italia in particolare, è straordinariamente salutare per le specie selvatiche.


15 commenti finora...

Re:L'ecoturismo fa danni

era pura ironia la mia. dietro questa gente c'è sempre il solito furbetto che vede scomparire il suo businisso. detto alla don corleone, perchè sta'gente non ha proprio niente da invidiare ai soliti noti. la pacchia è finita e i soldi del ministero (ambiente tramite tesoro) devono essere impiegati x pagare le salatissime multe per le infrazioni reali (non quelle finte sulla caccia) per i veri reati ambientali che si sono consumati mentre lor signori erano distratti.

da fungaiolo 01/11/2015 17.47

Re:L'ecoturismo fa danni

Bravo fungaiolo!Dagli ragione!Bisogna sempre dargliela,per una giusta serie di ragioni,psichiche e sociali!Di casta a cui appartengono tutti gli "andate a raccogliere...".

da Pietro 2 30/10/2015 16.39

Re:L'ecoturismo fa danni

Castagniaio, dalle mie parti non più tardi dello scorso secolo, intere generazioni sono cresciute a castagne. Forse erano meno strassati, ma nel frattempo la speranza di vita è cresciuta di una trentina d'anni. Mangiando carne. La tendenza attuale, veganvegetariana che come dice Veronesi considera un crimine uccidere gli animali, ha consentito anche a te e a quelli come te di ingrassare, sperperare, essere complici nell'uccisione (magari)inconsapevole di tanti animali che non hai un idea. E forse di generazioni infinite di bambini. Il parco, la parcomania, l'animalismo a cui ti affidi, sono la foglia di fico per consentire ancora questi genocidi che - lo so - ti lasciano indifferente. Con quello che bolle in pentola, sarai costretto anche te a scendere in piazza per raccomandare i cacciatori che procurino selvaggina (sana e nutriente), eliminino - magari a tue spese - gli ungulati in esubero (forse sui cinghiali ci può essere stato un coinvolgimento anche dei cacciatori, ma non di certo su cervi e caprioli, che si sono moltiplicati causa i parchi), ti diano una mano a capire come stanno veramente le cose in natura. E fornirti infine anche un modello etico che ti consenta di continuare a professarti appartenente al genere umano. Attualmente mi sembri più una marionetta nelle mani dei soliti furbacchioni. O, anche, ma non lo so, uno che trae vantaggi economici da queste idiozie animaliste.

da teladicotutta 28/10/2015 11.44

Re:L'ecoturismo fa danni

Non sapete più a cosa, o meglio a quale [email protected] attaccarvi, e quindi scopiazzate queste P...., commentandole in modo grottesco! Auguri.

da Andate a raccogliere castagne 27/10/2015 23.06

Re:L'ecoturismo fa danni

intanto questa la dovete leggere: Diversi profughi sono stati " acquartierati " in una ex base militare a Cona. La base si trova all'interno di una ZRC per lepri..Bene in questi giorni stanno mietendo la soia ,gli " ospiti " di origine africana ,si sono dedicati alla caccia con bastoni ed altro alle lepri...E' seguita protesta al Prefetto....

da toni el cacciator 27/10/2015 14.10

Re:L'ecoturismo fa danni

COME PER LA CARNE CANCEROGENA, C'è CHI LA VEDE BIANCA E CHI LA VEDE NERA. PER ESEMPIO, CANCORNESI CONTINUA A DIRE CHE SE I BAMBINI SONO VEGETARIANI NON HANNO PROBLEMI, QUANDO ORMAI LO SA ANCHE IL GATTO CHE SI CONTANO A DECINE I CASI DI BAMBINI RICOVERATI PER MALNUTRIZIONE VEGANA. STESDSA COSA PER I PARCHI E LA CACCIA. IN AFRICA, AD ESEMPIO, I GOVERNI LOCALI DICONO CHE LA CACCIA FA BENE AGLI ANIMALI SELVAGGI E ALLE POPOLAZIONI, IN AMERICA, I SOLITI SALOTTIERI CORROTTI SI BATTONO PER LASCIARE I COLRODED AFRICANI NELLA LORO MISERIA E INNEGGIANO ALLA NON VIOLENZA CONTRO LEONI E ELEFANTI. IN UN MONDO (GUIDATO DAI MAGNATI AMERICANI) IN CUI VALE SOLO IL PROFITTO, SI FA PRESSIONE - COME FA VERO/CANCRONESI, VEGETARIANO PER SCELTA ETICAS, MA RICCO DA FARE SCHIFO GRAZIE ALLE DISGRAZIE ALTRUI - PER AFFERMARE I "DIRITTI" DEGLI ANIMALI. SECONDO ME E' IL MONDO ALLA ROVESCIA, PERò, HO PAURA DI FAR PARTE DELLA PARTE CHE PERDERà LA PARTITA.

da VALENTINO 27/10/2015 11.09

Re:L'ecoturismo fa danni

la parodia degli atc, o della caccia con gli atc, è lo specchio del nostro carattere di italiani. vogliamo fare i tedeschi ma di nascosto da noi stessi facciamo di tutto per mantenere il nostro spirito gagliardo. e furbetto. vorremmo che tutti, meo npoi, pagassero le tasse, vorremmo che tutti meno noi rispettasero le regole, vorremmo che i giudici e la giustizia fossero inflessibili con tutti meno che con noi. se riascoltate su la 7 (oggi, verso le 13:00) le dichiarazioni di Cantone, autorità anticorruzione, capirete per l'ennesima volta quello che tutti sappiamo: siamo italiani. siamo bravi negli arrangiamenti

da pulicenella 26/10/2015 18.46

Re:L'ecoturismo fa danni

Come???? in Italia si pratica una caccia che???? ma se vi sono solo Parchi e quant'altro che inibiscono lo svolgimento di un'attività vecchia quanto l'uomo, ma con la differenza che mentre fino a pochi anni fa era la vera caccia, oggi viviamo il sostituto della caccia: e lì non possiamo andare perché è parco, in quell'altro posto non possiamo andare perché Sic in un altro posto sono Zps in un altro ancora ripopolamento e cattura, qui invece ci sono le strade e le case ( Bisogna rispettare le distanze ) Ci rendiamo conto come è antropizzato il nostro territori? dalla fine degli anni 60 ad oggi solo strade e case, e 'mbeh dobbiamo pensare al prodotto interno lordo, e allora teniamoci il Pil ma non parliamo di natura e di selvatici: io mi chiedo ma quale caccia oggi? come i selvatici hanno cambiato comportamento in queste aree, anche il cacciatore ha cambiato in peggio la propria passione. Dicendo tutto ciò non penso di aver detto delle fesserie.

da luigi 26/10/2015 18.46

Re:L'ecoturismo fa danni

PRIMA DEGLI ATC: Caccia libera con animali veri e i bracconieri erano perseguitati come si deve; CON GLI ATC: Parodia di Caccia ad animali meno selvatici di quelli da cortile, con miriade di divieti cretini e con i bracconieri liberi di fare ogni cosa e riveriti dai comitati di gestione.

da Stanzialista DOC 26/10/2015 13.42

Re:L'ecoturismo fa danni

Ahh bhe' da tiscali notizie..Credo che questo editoriale avra' diverse prese per il c..o..

da toni el cacciator 26/10/2015 13.34

Re:L'ecoturismo fa danni

Quanti sono i parchi e le aree protette nel mondo? Come sono organizzati. Molti costituiscono punti di riferimento per fare escursioni e campeggio, e per questo, magari una famiglia in camper ci sta una settimana. Per cui 4 persone per 7 giorni sono già 28 presenze. Personalmente, ho fatto gite "culturali" all'estero, e in quelle occasioni ho avuto modo di fare una capatina a qualche parco marino o naturale. Se vado in vacanza nel Pollino, vengo annoverato fra i visitatori del parco. Non credo sia difficile raggiungere certe cifre, se si dimensiona il dato a livello mondiale. Sulla questione, ho letto il lavoro originale, e non mi pare che si discosti tanto dai contenuti della nota di tiscali. Condivido comunque il commento. Basta vedere le innumerevoli immagini che ci propinano sui tanti safari fotografici africani. Per quanto in Italia, la parcomania oltre a ingiustificabili costi di gestione (per lo più consumati in stipendi) e alla stura che ha dato all'aggressione indiscriminata sulla restante parte del territorio, sono da tempo note le critiche che più o meno corrispondono a quelle proposte da questo professore. Per di più, la vicenda cinghiali e ungulati, porta un'ulteriore nota amara, che secondo me dimostra come stravolgere le regole della natura provoca effetti che nella nostra mente sono difficilmente concepibili, e immaginabili. Quando ci troviamo di fronte al fatto compiuto, ci meravigliamo e cerchiamo il solito capro espiatorio a cui attribuire le responsabilità.

da ABACUK 26/10/2015 10.52

Re:L'ecoturismo fa danni

X nota della redazione: Ah ah ah, che intepretazione! E' un po' come voler sostenere che siccome Cristo è morto in croce e poi risorto, allora implicitamente questo vuol dire che essere crocifissi è straordinariamente salutare.

da Nota di un lettore 26/10/2015 10.46

Re:L'ecoturismo fa danni

Ogni Cacciatore normale, sa che all'apetura con gli animali poco disturbati è più facile fare carniere, dopo che iniziano a stare all'erta si salvano di più dal Cacciatore ma anche da animali nocivi, per quello che i lunghi periodi senza poter uscire con il cane, sono un danno; appena chiude la Caccia si DEVE aprire il periodo di addestramento, con solo un piccolo periodo di fermo per consentire ai piccoli di crescere fino a che siano crescuiti tanto da oter interagire con il cane che li rende più diffidenti.

da Stanzialista DOC 26/10/2015 10.38

Re:L'ecoturismo fa danni

Uno stupido commento della Redazione a una notizia stupida, scritta da una persona che probabilmente non ha letto il lavoro originale (o non l’ha capito) e tra l’altro interpreta in maniera personale la grammatica italiana.

da Abacus 26/10/2015 9.20

Re:L'ecoturismo fa danni

Si, va beh! Ma 8 MILIARDI di visitatori in un anno? Forse ha contato anche le zanzare?

da MarioP 26/10/2015 8.45