LA SANZIONE DELLA VERGOGNA


lunedì 20 luglio 2015
    

Ecoballe CampaniaSe non succedesse in Italia, nessuno ci crederebbe. Provare per credere. Andate sul sito del Ministero dell'Ambiente (www.minambiente.it). Io ci sono andato, oggi venerdì 17 luglio. Soffermatevi sulle notizie "in primo piano". Quattro-cinque argomenti a scorrere. Uno, nei giorni scorsi lo aveva riportato anche Bighunter, campeggia su tutti. Quello che si riferisce alla polemica sull'orso in Trentino. Tutti ne hanno parlato, giornali, telegiornali in prima serata, talkshow, di tutto di più. Addirittura, una saputina di giornalista su un quotidiano di importanza nazionale è arrivata a ipotizzare che l'esubero di orsi in Trentino potrebbe dipendere dall'ingordigia dei cacciatori che vogliono sparare pazzamente al plantigrado. Il ministro, con molta enfasi, seppur con il suo dire e non dire, afferma l'ovvio: e cioè che bisogna rispettare la legge. Fra gli altri argomenti ne spicca un altro ("nativi ambientali") che all'insegna di "salva il mondo, salva la terra..." fa venire in mente l'approccio disneyano alla natura. Ce n'è anche un altro, per la verità, che riguarda lo scandalo odierno, ma ormai vecchio. Guarda com'è distratto il Ministro e chi gli confeziona l'informazione: saranno mica quelli dell'Ispra?

Vecchio, si, ma significativo, perchè chi lo leggesse alla luce dei fatti di oggi, non potrebbe non inorridire.
Partiamo dal fatto di oggi. 20, dico 20 milioni di multa per il mancato smaltimento delle ecoballe in Campania: sei milioni di tonnellate, lì, dall'epoca del Ministro all'Ambiente Pecoraro Scanio, quando erano già più di tre milioni. Tutti i quotidiani, chi più, chi meno, chi di rincalzo - vedi il quotidiano delle saputina di cui sopra, che nell'edizione cartacea gli riserva un ventesimo di pagina, in decima pagina o giù di lì,  in basso a destra su un colonnino in corpo 9, ma che dopo aver capito di essere uscito con un quasi-buco (notizia ignorata o quasi) rilancia a quasi un giorno di distanza sull'edizione online (senza il commento, per ora, della sciocchina) - tutti ne hanno parlato. Ma la ferale notizia non è poi questa, prevista, ma l'aggiunta quotidiana che qualcuno dei nostri (prodi?) dovrà pagare (Galletti, solerte commercialista,  dichiara che farà pagare tutto alla Regione Campania, come se i conti di Napoli non li pagassero anche quelli di Bologna e viceversa) e che ammonta alla bellezza di 120 mila Euro al giorno, fino a quando - se abbiamo capito bene - sussisterà il problema. E qui, cari miei, s'innesta la nota, vecchia, che si intercetta sul sito ufficiale del Ministero dell'Ambiente. Perchè, proprio leggendo il resoconto (Interrogazione a risposta immediata presentata dagli On.li Calabro’ – De Girolamo – De Mita/Ecoballe regione Campania) che vi troviamo in bella mostra, il nostro Ministro questo fa sapere.
Ecco il semplice copia-incolla della Risposta:  

La questione delle ecoballe è una vera e propria emergenza ambientale: va dunque risolta in maniera efficace, in collaborazione con tutte le forze politiche e i soggetti interessati, andando oltre le posizioni di mera contestazione.
A seguito dell’emergenza rifiuti che ha interessato la regione Campania, tra il 2000 e il 2009 sono state accumulate circa 5 milioni di tonnellate di rifiuti tritovagliati, suddivisi in circa 4 milioni di ecoballe, stoccate in 22 siti la cui gestione è affidata a società provinciali che provvedono anche a corrispondere i canoni di locazione per gli 11 siti di proprietà privata. Il costo complessivo della gestione è di circa 16 milioni di euro annui.

La mancata rimozione delle ecoballe espone, oltre ad un impatto sull’ambiente e sulla salute, al possibile pagamento di una sanzione che potrà essere irrogata all’Italia dalla Corte di giustizia dell’Unione europea per inadempimento degli articoli 4 e 5 della direttiva 2006/12/CE relativa alla gestione dei rifiuti nella regione Campania. Le cifre individuate dall’interrogante possono essere considerate indicativamente plausibili. La sanzione, ovviamente, non riguarderebbe solo le ecoballe, ma anche l’inadempimento della regione Campania nella gestione del ciclo dei rifiuti.
Credo che la soluzione del problema debba rispettare alcuni principi condivisi: l’eliminazione dei pericoli per l’ambiente e la salute pubblica, il contenimento dei tempi dello smaltimento e messa in sicurezza per contenere la penalità, la minimizzazione dei costi e l’accettabilità sociale della scelta, operata in condivisione con la Regione.

Gli uffici del Ministero hanno individuato una serie di ipotesi tecniche per lo smaltimento delle ecoballe, attualmente oggetto di un confronto con gli uffici dell’Unione europea:

1) realizzazione di un impianto di termovalorizzazione dedicato nel Comune di Giugliano (NA). Tale soluzione richiede 3 anni per la costruzione dell’impianto e circa 14 anni, cioè entro il 2033, per il completo smaltimento delle eco balle e sconta le perplessità della popolazione residente.
2) smaltimento presso impianti di termovalorizzazione esistenti in Italia e all’estero, con un costo di circa 800 milioni di euro e una durata di circa 10 anni.
3) Vista la notevole differenza esistente tra i diversi siti di stoccaggio (in alcuni siti sono stoccate 407 balle e in altri fino a 1 milione e mezzo) è possibile ipotizzare un approccio diversificato in rapporto alla dimensione dei siti. Per quello più grande (Taverna del Re-Villa Literno) si prevede la messa in sicurezza permanente dei rifiuti così come già avviene in altri paesi d’Europa (per esempio in Germania, a Karlsruhe). Il sito di stoccaggio sarebbe trasformato in una discarica a norma con impermeabilizzazione della falda, captazione del biogas prodotto e copertura delle ecoballe con strutture definitive e destinato sia per scopi sociali che per la produzione di energie rinnovabili. Contestualmente, per le rimanenti, dovrebbe avviarsi la termovalorizzazione come da normativa dettata dall’articolo 35 dello Sblocca Italia. Questa soluzione integrata avrebbe un costo di circa 280 milioni di euro e un tempo di realizzazione di circa 3 anni.

Questa la risposta del Ministro, prima dell'irrogazione della multa da parte della Corte Europea. La quale Corte, dal canto suo, prevede 15 anni per smaltirle. E qui sta l'orrore che ci dovrebbe far inorridire.
Prendiamo le tre soluzioni prospettate dal Ministro. La prima, che prevede 272 milioni di costi (teorici, senza contare di quanto storicamente succede in Italia con le previsioni di spesa degli enti pubblici e le spese reali, a rendiconto), più - se va proprio male, ma se si rispettassero i tempi, sulle multe si potrebbe forse anche risparmiare qualcosa - 120mila Euro al giorno per 6205 giorni. Che corrisponderebbe, ma ci auguriamo che sia solo un'incubo, alla bellezza (?!) di più di 744 milioni. La seconda, che costa 800 milioni più i soliti 120mila per 3650 giorni, pari a 438 milioni tondi. La terza, la più economica, 280 milioni più almeno altri 131milioni. (La Corte, infine, prevedendone 15 di anni per smaltire il tutto, prevede anche una multa complessiva che potrebbe arrivare a 657 milioni).

Di fronte a queste cifre, le paghi chi le paghi, ci auguriamo di aver sbagliato tutti i calcoli, e speriamo che qualcuno ci smentisca. Tuttavia, un bel compitino sia per il Ministro sia per quel fenomeno di quella giornalista di quella grande testata di quotidiano ce la sentiamo di assegnarlo. Signor Ministro, Signora Giornalista, scurdammuce 'o passato, ma da qui in avanti, dedicate un po' meno tempo a tartassare la caccia e i cacciatori, e occupatevi un po' di più dei problemi veri di questo paese. E se possibile, fate in modo che cose del genere abbiano a non ripetersi più.
 

P. Pasqui


24 commenti finora...

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

il problema del sud sono le mafie e la mentalità che si è creata. Il meridionale è una persona per bene ma è l'ambiente marcio e la gente si deve difendere. Io sono del nord ma ammiro la gente del sud che lavora in condizioni disastrose per colpa della mafia di ogni tipo .

da nordista 24/07/2015 12.26

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Di sicuro, il grande affare, a cui tutti sono soggiaciuti, caro lupo69, non ha frontiere, anche se la Campania è una cloaca piena di veleni e il nord, ricco, si ripulisce dei propri (tanti), criminosamente appioppandoli alle popolazioni del sud, consenzienti. Poi, altrettanto di sicuro, autostrade, porti, fondali sono pieni di schifezze, tutti più o meno consenzienti. Fa sorridere il Vendola, fondatore del partito Sinistra ECOLOGIA e Libertà, che ieri sera va in televisione a dire che è stato l'unico ad agire nel rispetto della legge. Si, è vero, e l'Ilva è stata quella che è stata, mentre lui dormiva. Non ho ricordo di averlo visto mai davanti al Quirinale, o a Montecitorio, o a Palazzo Chigi o al ministero dell'Ambiente incatenato per protestare. Mentre ho visto tanti suoi galoppini accompagnati da decine di teleoperatori blasonati, pagati dagli inquinatori loro datori di lavoro, a fare lo sciopero della fame per difendere un uccellino che si difendeva da sè. Poi ci sono i direttori generali plenipotenziari, che invece di essere in galera, fanno ancora il bello e il cattivo tempo.

da siamoinunmondodiladriiiii 24/07/2015 8.05

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Signor Perrotta, ma lei crede veramente che a Genova, discarica di Scarpino, noi non vedevamo i rimorchi dei tir targati Na, Ce, Bn... Pensa veramente che per fare il fondo a quello che oggi si chiama VTE Porto di Voltri (Ge), ci sia solo materiale inerte proveniente da cave oppure anche li non vedevamo i tir uscire dal casello autostradale con tutte le targhe di nord e sud... Per favore, di scrivere amenità varie, si informi bene, potrebbe evitare figure barbine..

da lupo69 23/07/2015 12.11

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Evvai! In una regione ad alto tasso di inquinamento camorrista, chi comanda è la sinistra! Questa non la sapevo. In una regione dove un governatore (di sinistra) se non erro è (o è stato) in galera per collusioni accertate, mentre in Toscana, Emilia, Marche, Umbria, dove il tasso di corruzione è piuttosto basso hanno governato.....i camorristi? mi pare logico. al governo, poi, scopro che in quel periodo, anche berlusconi e soci erano di sinistra. ho vissuto in un paese di cui fino a oggi non ho capito una minchia. ovvio che anche la magistratura, quando manda in galera dei camorristi o collusi è ...di sinistra?

da Caponnetto 23/07/2015 11.10

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Dovrebbero pagare tutti i politici che hanno impedito di avere in Campania i termobruciatori o comunque impianti adeguati come esistono in altre regioni italiane e all'estero (civilizzato). Chi sono questi politici? Tutti i governatori ed i ministri competenti che ci ha regalato la sinistra che ha amministrato questa sfotunata regione.

da BELGIO 22/07/2015 12.26

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

forse volevi dire villa certosa. là putin era di casa. ma non solo lui, in effetti. comunque, nicola, un bel buen retiro dei comunisti, li mortacci loro, eh?

da portorotondo 21/07/2015 17.12

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

eh si! prodi, altro grande comunista. era membro occulto del politburo. padre putativo di putin. passavo le vacanze insieme a yalta, oh, pardon, a cala volpe.

da fatrudolf 21/07/2015 14.13

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

no non sei un [email protected]@@@ne sei un furbo di sinistra con il motto "POCO LAVORO ALLE SPALLE DI CHI LAVORA SUL SERIO " per me siete dei ladri che avete sempre sfruttato tutto e tutti. e lascia stare Berlusconi povero vecchio 3000 processi falsi pensa al golpe del tuo partito di ladri patentati esperti in cooooperative per furto a chi lavora.... scanio era con voi con il tuo amico prrrrrroddiiiii

da P 21/07/2015 10.26

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

ma il signor scanio, si è levato la soddisfazione incredibile in quel periodo . destinò se non ricordo male più di 700milaeuro per un inceneritore in KENIA..........ROBE DA MATTI!!!

da IO 21/07/2015 9.54

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

mi dimenticavo. berlusconi, da giovane era un dirigente democristiano. (a parte la tessera P2), poi per costruire a milano passò ai socialisti. tramontato il partito del sole che sorge, se ne fondò uno, due, tre, via via che il precedente faceva fico, poi - vista la mala parata - s'infilò su per le scale del nazareno, che nazareno si chiama, non botteghe oscure. ma, lo so, per voi anche il papa è comunista, figuriamoci il suo datore di lavoro...

da maistatocomunista, enemmenocoglione.... 21/07/2015 9.53

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

ti areva che l kompagno non si afcesse sentire---vi siet mangiati l Italia e ancora hai il corggio di parlare NASCONDITIIIIIIII VEEME DI SINISTRA

da Pedro 21/07/2015 8.12

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

sinatra, la music a è buona ma i testi lasciano un po' a desiderare. leggo anche su bighunter che di comunista questi c'hanno proprio poco. galletti è il comemrcialista di casini, renzi è nato democristiano, a mosca, questi, se ci sono stati, erano in gita scolastica o in vacanza. cambia paroliere, ascoltami.

da mogol 21/07/2015 8.03

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

ma come li avete votati voi anzi noi di cosa ci lamentiamo la colpa è nostra MIA , TUA, SUA DI TUTTI inutile sempre lamentarsi e poi quando ci sono le elezioni si votano sempre gi stessi adesso poi con la nuova legge elettorale il PD non cadrà MAI ti saluto io emigro basta kompagni non se ne puo piuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuù

da frank sinatra 20/07/2015 17.30

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

un euro di multa no ma milioni si!!! è tutto un sistema di ladri quello italiano, ed all'estero fanno bene a chiamarci mafia e mandolino, siamo un popolo senza palle con ministri mafiosi, provare a dire di no!! basta vedere come funziona in italia...stai male..conosci un medico? no? allora sei morto, hai una multa da pagare? conosci ? no ? allora la paghi!! sei pensionato a 300 euro al mese? non arrivi a fine mese?? allora soffri la fame!! sei un negro? vieni pure in italia alberghi a 5 stelle soldi telefonini e la legge è dalla tua, perchè tu exstracomunitario servi ai mafiosi per farci soldi, ed al popolo italiano in ....!!

da dardo 20/07/2015 16.52

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

INFATTI. LA FA PAGARE ALLA REGIONE, E COSì LUI è A POSTO CON LA COSCIENZA. SI è DIMENTICATO, PERò, CHE I RIFIUTI SONO IN CAMPANIA, MA PROVENGONO DAL RICCO NORD. E ANCHE TOSSICI. A Casa mia si dice: ladro è chi ruba e chi para il sacco. Chi dei due, al sud o al nord, è l'uno o l'altro?. A prescindere dalla risposta, altra domanda: chi resta fregato?

da perotta m. 20/07/2015 16.51

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Ma il nostro caro ministro non aveva detto un po' di tempo fasu bibiglietti Hunter che non avrebbe pagato un euro di multa.....

da Cacciatore 71 20/07/2015 16.16

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

il piombo dei cacciatori inquina invece quello industriale no io abito a Colle val d'elsa Siena località nota per il cristallo il quale contiene il 24% di piombo ara non più prodotto ma fino ad alcuni anni fà ghi scarti di lavorazione acidatura conteneti piombo al 24% venivano gettatti in discarica situata nel bosco di Vico nei pressi di Colle val d'elsa creando dei cumoli di molte tonnellate di materiale tossico però nessuno se ne è mai accorto perche anche il sindaco era socio del'azzienda e neanche le guardie zoofile del wwf che abitano a poca distanza perche erano troppo occupati del piombo dei cacciatori e nessuno fa niente .

da cacciatore 20/07/2015 15.29

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Siamo alla frutta..ma che dico siamo all'amaro..si l'amaro di avere dei politici non solo molto LADRI! ma anche molto incompetenti!! non posso fare a meno di menzione Pecoraro Scanio, che fine ha fatto? e' in pensione alla barba nostra!?? [email protected]

da arturo 20/07/2015 14.14

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

......e le AAVV stanno a guardare !!! Incompetenti e colluse pure loro...

da A.le 20/07/2015 13.37

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

...Semplice, questi governanti non gli ha votati nessuno! Onde per cui... Resta solo la parola, Incompetenti in Materia, ma purtroppo esperti Ladri!!!

da s.g. 20/07/2015 13.07

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

non sono incompetenti sono solo ladri.

da dardo 20/07/2015 12.53

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

Siamo governati da persone incompetenti. Io la multa le facevo pagare al Ministro Galletti.

da Giovanni. 20/07/2015 11.48

Re: LA SANZIONE DELLA VERGOGNA

bastonate a destra e manca !

da deer 20/07/2015 10.52

Re: LA MULTA DELLA VERGOGNA

Galletti, una vergogna tutto italiota, solo in itaglia poteva diventare ministro. Come lui il 905 dei politicanti da strapazzo che ci ritroviamo a sproloquirae in tv.

da Italiano e non italiota 20/07/2015 9.39