ALLA FIERA DELL'EST


lunedì 29 luglio 2013
    
Alla fiera dell'est, un topolino mio padre comprò. Mi viene in mente questa bellissima ballata di Branduardi se penso che dopo tanti strilli per rimettere in discussione la montagna di obbrobri  di questa nostra ormai vecchia 157 si sta  - probabilmente alla chetichella, ma la situazione del paese, e del Parlamento e del Governo e della politica in sè, non consentono altro. Probabilmente - si sta, dicevo,  per affrontare l'argomento.

Circola infatti da un po' fra gli addetti ai lavori una bozza (ufficiosa, datata?) prodotta dal Ministero dell'Agricoltura (chissà se a sua insaputa, ormai si usa così) che tratta della materia.

Da quello che si dice, non è che tratta di tutto, e soprattutto non è che tratta  di molti degli argomenti che anche in queste calde giornate estive sono oggetto di discussione nei bar e nelle armerie dove si affacciano con sguardi sempre più vogliosi - l'apertura s'avvicina - coloro che la caccia hanno a cuore.

Insomma, da quello che si dice, le questioni in ballo sono poco più e poco altro se non quelle legate all'ormai indifferibile problema dei danni all'agricoltura, provocati da un'insana, si, insana, politica protezionista, scaturita da quella geniale legge sui parchi e dall'antiquata valenza ideologica delle "avanguardie" ambientaliste nostrane, spazzate  via dalla scena politica dalla loro stessa insulsità. E dalla loro incapacità: dov'erano quando si perpetravano crimini come quello dell'Ilva? Ah, dimenticavo, erano davanti a Montecitorio a dimostrare a favore del fringuello; ricordate la famigerata - così la definirono - legge cartuccia?

I danni, quindi, e, udite udite, l'articolo 9 della direttiva UE, che prevede le deroghe. Eh già, perchè il problema, lo sanno anche i sassi ormai, il problema della fauna selvatica in Italia  sono le deroghe. Non che non ce ne sia bisogno di dare un po' più di chiarezza alla materia, visto l'infinito contenzioso giudiziario che da qualche anno provoca alzate di scudi di gran parte dei TAR della penisola (piccola annotazione: ogni tanto ne arrestano un presidente, ma questo fa parte del gioco in un paese disgraziato come il nostro che non riesce a rigenerarsi neanche di fronte alla ripulsa generalizzata per una classe politica [e dirigente] di levatura terzomondista)  e a seguito di sentenze della Corte Costituzionale che decretano tutto e il contrario di tutto. Tuttavia, ove si volesse affrontare il tema, è l'impianto stesso della legge che ormai fa acqua da tutte le parti. Gli equilibri faunistici stanno scappando di mano. I cacciatori, che un tempo insieme a  sapienti pratiche agricole erano un magnifico elemento di equilibrio a costo zero, oggi sono meno della metà e condizionati da disposizioni cervellotiche e ormai in balia, i cacciatori, degli umori di frange animaliste le cui stranezze rasentano l'idiozia.

Insomma, quali potrebbero essere queste sconcertanti modifiche in discussione?

Per i danni della selvaggina, stando sempre ai si dice, oltre a puntare all'eradicazione o al contenimento delle popolazioni con l'obiettivo della densità zero per le specie non autoctone, si introduce il concetto, nuovo a occhio e croce, che il controllo della fauna selvatica - quale attività di interesse pubblico per la tutela della biodiversità e delle attività umane - non costituisce esercizio di attività venatoria, e quindi può essere effettuato sull'intero territorio nazionale, ivi comprese le aree protette e le zone nelle quali è vietata l'attività venatoria, ed è disposto e organizzato dalle regioni o dagli enti gestori delle aree protette. Un bel guazzabuglio di enunciati che con la chiarezza che contraddistingue le istituzioni italiane del diritto e le leggi conseguenti non mancherà certo di dare lavoro a stuoli di giudici, soprattutto dei TAR, e di avvocati.

Le deroghe. Quelle sì che troveranno finalmente pace e chiarezza. Soprattutto se come sembra si rafforzeranno ancora i poteri dell'ISPRA e del Ministero dell'Ambiente, che entro aprile - secondo gli enunciati che circolano - dovranno ricevere la richiesta dalle regioni, esprimersi entro 40 giorni, vigilare sulle disposizioni, che a loro volta dovranno essere adottate almeno 60 giorni prima della data d'inizio dell'attività di prelievo. Prelievo, che capo per capo, becco per becco, dovrà essere annotato immediatamente subito dopo l'abbattimento. Con perentoria diffida del Presidente del Consiglio (perchè non del Ministro degli Interni e dei suoi addetti, visto la ormai congiunturale acclarata solerzia?) in caso di inadempienza riscontrata dal Ministro dell'Ambiente e successivo e altrettanto perentorio annullamento entro quindici giorni dalla diffida.

Questo quanto ci è dato sapere, a cui va aggiunta un'altra manciata di amenità, compresa quella del divieto assoluto dell'uso di pallini di piombo in tutte le zone con acqua, fiumi compresi e pertinenze entro 150 metri dalle rive più esterne, e quella dell'uso di munizioni  contenenti piombo con armi a canna rigata.

Ciliegina sulla torta: per rimediare all'insulso divieto di caccia sulla neve, derogata solo per la Zona Alpi, si consente la stessa deroga per la caccia di selezione agli ungulati, caccia completamente rivisitata e finalizzata alla conservazione e alla diffusione delle specie in rapporto di compatibilità con l'ambiente (capito? Tutto, e il contrario di tutto).

Ma tanto, penso io, con tutto quello che al governo e in parlamento c'hanno da fare, ferie permettendo, chissà quando ne parleranno. E, mi chiedo: se ne parleranno, riusciranno a trovarsi d'accordo, o partoriranno il solito rinvio, come è costume di chi, non sapendo cosa fare, fa finta di avere ...altro da fare?


Vito Rubini


21 commenti finora...

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Gino che dici?

da Gionny 04/08/2013 12.19

Re:ALLA FIERA DELL'EST

in toscana ci sono i toscani... una specie a parte...

da Gino 03/08/2013 15.33

Re:ALLA FIERA DELL'EST

In Toscana ci sono ungulati e un po' di lepri. Poi qualche colombaccio e tordo a ottobre. Stop.

da Gionny 03/08/2013 14.08

Re:ALLA FIERA DELL'EST

non si può avere tutto dalla vita. anche in toscana facciamo fatica, altrove mi pare peggio. sarà colpa dei toscani?

da s. antoci 02/08/2013 8.20

Re:ALLA FIERA DELL'EST

in toscana ci sono i toscani... altrove non so...

da Gino 01/08/2013 17.38

Re:ALLA FIERA DELL'EST

IN TOSCANA SIAMO ANCORA IN TANTI AD ANDARCI. QUALCOSA SI TROVA, HAI VOGLIA!. ALTROVE NON SO.

da BERTOLDO 01/08/2013 16.36

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Bravo Steve hai ragione è UNA PRESA PER IL CULO LA PRE-APERTURA AL NULLA !! tortore non ci sono piu, storni devi fare di tutto per non farli venire, piccioni idem, colomabbi chiusa, quaglie dal capanno ahahahahahhahahahah

da Faber 31/07/2013 15.35

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Agli affamati anche un tozzo di pane sembrerà un magnifico pranzo, ma esiste ancora l'orgoglio negli uomini ed in particolar modo nei cacciatori? Possibile che nessuno abbia compreso che quella misera preapertura di 2 mezze giornate serve solamente a far confluire nelle casse dello Stato e delle Regioni fior di milioni di euro un mese prima (circa)della (vera?) apertura? Mostriamo un pò di dignità! Personalmente farò i versamenti il 14 settembre o ..chissà.

da Steve 31/07/2013 9.19

Re:ALLA FIERA DELL'EST

la nuova ministra lo sa che fra le sue competenze c'è anche la caccia? Qualcuno sa cosa ne pensa?

da maria goretti 30/07/2013 17.48

Re:ALLA FIERA DELL'EST

La proposta di ritocco della 157 che dovrebbe andare in Senato è stata partorita quando c'era il ministro Catania. Non hanno sentito nessuno. Ha fatto il funzionario come ha voluto lui. ha persino rigettato proposte Ispra interessanti come l'apertura dello stambecco, così perché a sua signoria non piaceva. Già solo per questo va respinta in tutto e per tutto. Solo, che attenzione le AAVV non si esprimono ma alle Regioni va bene così. Se va in parlamento rischia di passare: alla faccia di un'apertura a una discussione sulla caccia che sia sempre più alla luce del sole e con tutti.

da Mino 30/07/2013 17.06

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Caro Gino siamo in tanti ormai a " vedere" colpe ed errori vari perpetrati innanzi tutto da NOI la belinata è che siamo in............. ZERO ad avere soluzioni o quant'altro perlomeno onorevoli per la caccia in Italia purtroppo penso che neanche ci faranno un funerale..... ci imbelinano in un fossa comune insieme a tutte le cose che non servonio + tipo: carosello, rischiatutto,........ ad altro ciao bello stammi bene

da ZERO ASSOLUTO 30/07/2013 14.49

Re:ALLA FIERA DELL'EST

x zero. il problema siamo NOI che nel nome del nostro egoismo facciamo la guerra tra NOI. non arriveremo mai capo di niente.

da Gino 30/07/2013 8.10

Re:ALLA FIERA DELL'EST

quì non si deve ( dovrebbe ) barattare niente!!!!! La caccia è una PUNTO, ma se belin continuiamo a dire non spariamo a quello perchè è troppo piccolo, a quello nò perchè è troppo colorato quell'altro no perchè ha il musetto da bravo , andiamo a caccia 123 giorni in meno così non si sentono i botti e non disturbiamo nessuno, con la neve no con due sottozero nò quando non piove da troppo tempo no quando i campi sono allagati no........... MA DITEMI VOI QUALE E' QULLA ATTIVITA', HOBBY,.......... RUMENTA COME LA VOLETE CHIAMARE CHE FA DI TUTTO PER DARSI DELLE MARTELLATE SUI COGLIONI ( NOI )

da ZERO ASSOLUTO 29/07/2013 17.59

Re:ALLA FIERA DELL'EST

meglio dieci giorni di caccia in meno ai tordi ma la possibilità di cacciare ovunque! Libero !

da libero 29/07/2013 14.13

Re:ALLA FIERA DELL'EST

X Ladron, magari fossero solo incompetenti, questi sono VOLUTAMENTE contro di noi, per cui...........non ci sarà mai limite al peggio!!!

da andrea ge 29/07/2013 13.52

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Amici, ricordatevi che quando sono state apportate delle modifiche queste sono state sempre in peggio(leggi restrizioni). Bene, ad esempio, dice Gionny. Occorre uno schema di legge che ripensi la materia in modo complessivo e non penalizzante per i cacciatori(ormai in via di estinzione e come tali degni di tutela al pari di qualunque altra specie). Correzioni e modifiche su un impianto di legge ormai datato rischiano di generare un "Frankenstein" di norme difficilmente gestibile.

da Pompeo Trombetta 29/07/2013 13.35

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Libero ho visto cosa hanno combinato quelli liberi (di prenderselo nel ciocco) quando hanno toccato la 157.... 20 giorni meno ai tordi x 10 gg in più ai corvidi!!!

da Gionny 29/07/2013 11.09

Re:ALLA FIERA DELL'EST

sentili ... questi stanno bene e se ne fregano degli altri...LA CASTA DEI CACCIATORI RESDIENTI ... QUELLI CHE NON PAGANO UN TUBO... INVECE SPERIAMO CHE CI METTANI LE MANI W LA CACCIA LIBERA A TUTTI NON Ai soliti noti... kompagni ... LIBERTA LIBERTA LIBERTA ...

da libero 29/07/2013 10.55

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Lasciamola stare la 157 che se ci mettono le mani questi incompetenti sarà solo peggio.

da Ladron 29/07/2013 10.43

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Speriamo veramente che non ne facciano niente, perché di solito sono sempre lesti quando ce da bastonare il mondo della caccia!

da estevan 29/07/2013 10.25

Re:ALLA FIERA DELL'EST

Speriamo non ne facciano di niente, ogni modifica fatta di recente e' stata un disastro.

da Gionny 29/07/2013 9.01