Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fiocchi "sospensive Tar ormai prassi per bloccare la caccia"Sicilia: Tar sospende in parte calendario venatorioCalabria: Tar sospende alcune parti del Calendario venatorioUe. Si discute sul futuro della selvagginaVeneto. Calendario valido. Sospesa caccia moriglione e pavoncellaCalabria. Tar si esprime su calendario 2019 - 2020Puglia: anticipato avvio caccia al colombaccioBelluno. La caccia al cervo rimane in vigoreSos Moriglione. Fidc "concluse analisi ali della scorsa stagione"Lombardia. Due giornate integrativeIncidente mortale. Lega "serve immediato cambio di rotta su gestione fauna"Arci Caccia: Piano faunistico Abruzzo sia base di partenzaToscana, storno "iter rendicontazione inapplicabile"CCT: Giani si occupi da subito di urgenze faunistico venatorieSardegna: Tar sospende caccia a moriglioneAbruzzo: Piano faunistico venatorio approvato all'unanimitàSagra degli Osei Sacile. Prime conseguenze per gli animalistiValle Salimbene: Diffida Anuu persuade il sindaco"Regione Umbria e mondo venatorio: il confronto non è più rimandabile"Inizio di stagione. In bocca al lupo anche dalla Cabina di Regia Buconi: "in bocca al lupo a tutti i cacciatori"Sparvoli: una stagione serenaVeneto: mobilità venatoria da ottobreLombardia: cacciatori autorizzati al controllo di 20 mila piccioniAnuu diffida sindaco di Valle Salimbene "no all'assurdo divieto di caccia"Abruzzo: Piano Faunistico al varo. Imprudente: "Passaggio storico"Lombardia: modifiche al Calendario VenatorioToscana. Massimo Fabbri cacciatore ecologistaUngulati. Vicini a un provvedimentoUna medaglia per i migliori trofeiUmbria. Guardie senza licenzaMoriglione. Raccolta ali, "più facile contribuire alla ricerca"Andrea Pieroni. Candidato cacciatore in ToscanaCovid e sicurezza a cacciaVeneto. La Regione va avantiToscana. Un cacciatore candidato in RegioneLiguria, Alessio Piana: “Gli ultimi cinque anni a difesa della caccia”Francia. Willy Shraen "cacciatori è il momento di resistere"FACE incontra il commissario per l'ambiente Sinkevičius sulla direttiva UccelliBrescia: riapre la caccia in due valichi interessati da rotte migratorieLiguria: approvata giornata di caccia aggiuntiva in appostamentoSacile: Caretta interroga il Ministro su aggressione animalistaRegione Toscana: accordi reciprocità caccia Umbria e LazioToscana: Tar sospende caccia pavoncella e moriglioneSardegna. Ok a Piani di prelievo per lepri e perniciCacciatori francesi sul piede di guerraToscana. Coldiretti chiede l'assessorato all'AgroalimentarePiombo. La Face rincara la doseDreosto (Lega), no a bando piombo, presentata proposta di risoluzioneIl patto coi lupi. Alle origini della cacciaSacile, ancora un'aggressione animalista alla Sagra degli OseiGoverno impugna riforma caccia ToscanaSicilia. Wwf impugna Tar respingeBelluno. Riapre caccia al cervoBuconi fa rettificare articolo diffamatorio su RepubblicaCaretta risponde a Sofri: "ipocrita è chi è contro la caccia"FACE: inattuabile proposta Comitato REACH sul piomboPiana candidato in Liguria: "cacciatori fondamentali per il territorio"Puglia, Fidc: "un successo la sentenza del Tar"Piombo zone umide. Dreosto "sarà battaglia all'ultimo voto"Liguria: approvato nuovo calendario venatorioSalute e caccia. Fidc risponde agli animalistiNuova stagione venatoria vecchie polemicheMacerata: progetto scuola delle FedercaccciatriciPreapertura. Fidc Veneto chiede delibera urgenteRegione Toscana: la preapertura resta in vigoreVeneto. Preapertura in parte sospesa dal TarPreapertura caccia 2020: dove e comeRegionali. Da Massaciuccoli un candidato cacciatoreToscana. Confermata preaperturaAbruzzo: approvato Piano faunistico e calendario venatorioSicilia, modificato Calendario VenatorioToscana. Chiarimenti sulla preaperturaBelluno: stop all'abbattimento di cervi

News Caccia

Ipotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc Marche


giovedì 12 luglio 2018
    

Riceviamo e pubblichiamo:

Continuiamo ad assistere ad iniziative per promuovere l’istituzione di un nuovo, l’ennesimo, Parco Interregionale, quello del Catria, del Nerone e dell’Alpe della Luna. Le federazioni regionali Federcaccia di Marche ed Umbria ritengono utile intervenire nel dibattito che si è aperto avanzando alcune considerazioni in merito a questa ipotesi.

Inutile nascondere che riteniamo che la tutela della biodiversità, obbiettivo che per primi come cacciatori abbiamo a cuore, possa essere fatta senza ricorrere al complesso sistema di vincoli, che peraltro sono già presenti (Oasi, ZPS, ecc..) che comporta l’istituzione di un Parco per tutti coloro che vi abitano e per le attività di qualsiasi tipo, anche economiche, che ricadono al suo interno, tenuto conto anche dell’ampiezza prevista, che andrebbe a interessare una porzione vastissima di territorio. Di solito, per esempio, non si considerano i vincoli urbanistici che scattano anche per le manutenzioni delle costruzioni esistenti.

Ci preme sottolineare in particolare come peraltro ancora oggi l’area in questione abbia mantenuto intatta tutta la sua bellezza proprio grazie a coloro che vi risiedono e vivono la quotidianità nel rispetto delle tradizioni e di un attento e sostenibile uso, anche produttivo, delle risorse naturali del territorio senza che si fosse sentito il bisogno di ricorrere a strumenti di particolare protezione o regolamentazione delle diverse attività quali quelli che un Parco prevede.

E non può fungere da “specchietto per le allodole” il prospettare chissà quanti milioni di euro di investimenti dovrebbe portare il Parco: troppe esperienze dimostrano l’esatto contrario, carenza di fondi per gestire, squilibri faunistici a favore delle specie opportuniste e più dannose per le produzioni agricole e la biodiversità, la realizzazione di piani di gestione farciti di vincoli e divieti e scarsissima gestione.

Ci sembra che l’istituzione di quanto ipotizzato altro non sia che l’ennesimo intervento calato dall’alto sulla testa dei cittadini residenti senza prendere in debita considerazione né le loro esigenze o necessità, né tantomeno le esigenze di tutela della flora e della fauna locale che gli abitanti della zona hanno dimostrato fino ad oggi di saper ben tutelare e conservare proprio perché le sentono come “proprie” e come tali le difendono.

Non è infatti con una visione basata su divieti e vincoli, ormai superata al punto che a livello nazionale forte è avvertita fra molti esperti e tecnici l’esigenza di modificare la legge 394 che li norma, che si può pensare di far nascere e trasmettere nei cittadini l’interesse a tutelare territorio, ambiente e fauna.

Per quanto riguarda il mondo venatorio, crediamo di aver dimostrato più volte la nostra disponibilità ad accettare regole e limitazioni se dettate dalla reale necessità di tutela e protezione di un habitat o di una specie selvatica, ma crediamo anche che provvedimenti quale quello in ipotesi con tutte le conseguenze che questo comporta (vedasi l’incremento dei danni alle coltivazioni agricole causati dagli ungulati), richiedano un maggior coinvolgimento da parte degli abitanti locali e che non possano essere presi dietro la spinta di poche persone, per quanto vogliamo pensare in buona fede e spinte da buoni propositi.

Riteniamo quindi opportuno che le Regioni Marche ed Umbria, i Sindaci interessati, coinvolgano direttamente le popolazioni residenti nella zona ipoteticamente destinata a divenire Parco, affinché queste possano esprimere il loro parere su una iniziativa che comporta ricadute di non poco conto sulla loro quotidianità e sul loro futuro.

Leggi tutte le news

7 commenti finora...

Re:Ipotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc Marche

a franceschiello toscanello c’è un’editoriale su questo forum che dice: MA DOV'ERA LA LIPU QUANDO CI RUBAVANO GLI HABITAT? SAREBBE INTERESSANTE CHE QUALCUNO DI QUESTI PENSATORI SCRIVESSE : DOVE ERANO LE “RICONOSCIUTE” IN PRIMIS LA FEDERCACCIA QUANDO RIEMPIVANO LA NAZIONE DI PARCHI? ECCO QUESTO POTREBBE ESSERE LO SPUNTO PER PRENDERE A CALCI IN BOCCA TUTTI QUESTI BARONI DELLA VECCHIA GUARDIA CHE SI SONO ASSICURATI STIPENDI, PENSIONI,VITALIZZI E COLLA PER POLTRONE DOVE APPOGGIARCI COMODAMENTE I LORO DERETANI TRUFFANDO E INGANNANDO I CACCIATORI DA 26 ANNI. IL TUTTO SERVIREBBE ANCHE PER SMORZARE L’ESASPERATA COMPETIZIONE E RICOMINCIARE DA CAPO PER CREARE UNA NUOVA UNICA ASSOCIAZIONE VENATORIA. PS. E NO CARO MIO A ME INTERESSA E COME DA CHE PARTE STARE. SE AVESSI LASCITO FARE ALLE SINISTRE OGGI AVREMMO AVUTO SUL TERRITORIO ALTRE 2/3000 INDIVIDUI NON OPERAI SPECIALIZZATI, TECNICI, RICERCATORI. ECC..ECC.. MA MANUALANZA X LE MAFIE.INVECE IO MI SON RINNOVATO CON BUONA PACE DI CHI INTERFERISCE ANCHE SENZA AUTORIZZAZIONE COSTITUZIONALE.

da Paolo 15/07/2018 4.02

Re:Ipotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc Marche

X Francesco dalla toscana, bisogna dare a Cesare quello che è di Cesare,questa volta purtroppo Arcicaccia batte FIDC 1 a zero, quindi questa eliminata dai mondiali!!!

da Fucino Cane 13/07/2018 0.47

Re:Ipotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc Marche

ci vuole assai a battere federciccia

da federciccia e legambiente stessa gente 12/07/2018 21.06

Re:Ipotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc Marche

ORAMAI L ITALIA è TUTTO UN PARCO, LA COSA ASSURDA è CHE SOLO LA CACCIA è VIETATA NEI PARCHI. ABUSIVISMO A NON FINIRE DISCARICHE DISBOSCAMENTO USO DI PESTICIDI E DISERBANTI CHI PIù NE HA PIù NE METTA ALLA FINE SI FA IL PARCO SOLO PER EVITARE LA CACCIA E METTERE ALTRI PRESIDENTI E MANGIONI A SFRUTTARE STATO E REGIONE, E LE AAVV STANNO A GUARDARE NB. NON HO FATTO ALCUN NOME CAPITO CANT.....E.

da GENNY 4 BOTT 12/07/2018 20.58

Re:Ipotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc Marche

O fucino cane abboziamola una buona volta a questa esasperante competizione fra associazioni venatorie che non ci porta a niente. Non importa sotto quale bandiera ma deve essere una sola.

da francesco dalla toscana 12/07/2018 19.36

Re:Ipotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc Marche

Cara FIDC, per il nuovo parco, questa volta vi siete fatti battere dall'ARCI!!!

da Fucino Cane 12/07/2018 18.28

Re:Ipotesi nuovo Parco Nazionale, il commento di Fidc Marche

Questo potrebbe essere un manifesto da attaccare ai muri dei vari paesi che comprende l'ipotetico parco, in modo che i cittadini tutti possano sapere la verità. Dopo di ciò fare un referendum, visto che adesso si parla di democrazia partecipativa. Pace e bene.

da jamesin 12/07/2018 18.03