Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Fidc: dall'Ue richiesta divieto caccia moriglione e pavoncellaToscana approva caccia in deroga allo stornoBruzzone "La legge ligure sui Parchi rimarrà in vigore"Puglia: ok legge caccia 20 giornate migratoria in mobilitàGoverno impugna legge Liguria su riperimetrazione ParchiFidc Veneto sull'incontro con l'assessore PanA Macerata ripartono i corsi per nuove guardie venatorieAbruzzo. Presentata proposta calendario venatorio Tar Campania ordina ricalcolo del territorio cacciabileCaccia Veneto. Le richieste di Berlato alla RegioneBrescia. Otto rinviati a giudizio per il controllo del cinghiale Roccoli, ancora nulla di fatto in LombardiaFidc Umbria: dalla Regione inutili penalizzazioni sul calendario venatorioFidc Bergamo "i cacciatori siano impiegati nel controllo faunistico"Caccia cinghiale. Regione Calabria sollecita modifica 157 I cacciatori catanesi impegnati nella tutela ambientaleBerlato alla guida di ACRAncora risultati dallo studio sul beccaccinoHabitat floridi nelle zone gestite dai cacciatoriPiemonte. La nuova GiuntaCCT: attenti a ddl tutela animaliModena. Nuove guardie volontarieCalendario Campania: la Federcaccia dissenteFoggia. Corso di formazione per cacciatori di selezioneSvizzera: meno vincoli per l'abbattimento dei grandi predatoriSICILIA. La Regione incontra i cacciatoriFIDC. Si riunisce a Roma il consiglio di presidenza Benevento. Proposte per la caccia al cinghialeCalendario Venatorio CampaniaLARA COMI RINUNCIATOSCANA: PIANO DI PRELIEVO DEL CAPRIOLOPIEMONTE. FEDERCACCIA SUL CAPRIOLOFIDC BERGAMO: UN CORSO DI FORMAZIONE PER LA CACCIA COLLETTIVA AL CINGHIALEUK. I GIOVANI E LA CACCIALOMBARDIA. LO SCIOPERO DEI CINGHIALAI MUOVE LA REGIONESTUDIO COLLI EUGANEI SU EMERGENZA CINGHIALIArezzo Corso Articolo 37Caccia bloccata. Fidc Piemonte scrive agli associatiDopo servizio de Le Iene dietrofront sulla volpe della RegioneCCT: in Toscana servono convenzioni per superare parere Ispra Atc Firenze Sud, tempo di bilanciIn Senato inizia esame su Ddl proteggi animaliFACE, il progetto del mese è quello di FedercacciaComo: i cacciatori di selezione incrociano le bracciaPiccoli uccelli. Campionato spagnolo di cantoFidc Veneto, Tosi lascia. Possamai nuovo PresidenteUmbria, nuovo sistema informatico per la caccia di selezioneKC: la Spagna dice la sua"Sui calendari venatori il solito terrorismo animalista"Notizie da WeHunter: in Puglia presentate modifiche al Piano faunisticoCalabria, "l'agricoltura si impegni su cinghiale e per la biodiversità"Marche, Regione inserirà tortora in preaperturaSu Instagram la caccia è under 30Francia. La migrazione pre nuziale del beccaccinoBenevento, ancora ferme abilitazioni venatorieGiunta non approva. Caccia di selezione bloccata in PiemonteRavenna, Coldiretti chiede Piani controllo ungulatiLav: Regione Lazio finanzi ricerca su contraccettivi per cinghialiMassimo Bulbi Presidente Fidc Emilia RomagnaCacciatori salentini in campo per la difesa dell'ambienteFidc, Liguria. Sui caprioli pieno appoggio alla RegioneBaggio: attacchi animalisti mi avvicinano ai cacciatori Fauna selvatica. Sul tavolo del Ministro Centinaio la proposta CiaBornaghi (Fidc Bg): novità positive per la caccia lombardaSpecie aliene tra cause principali perdita biodiversitàMazzali "mio emendamento salverà molti appostamenti fissi"Salvini spara sui Ministri Cinque Stelle: "avanti senza Toninelli, Trenta e Costa"Piemonte. Vignale esce dal Consiglio regionaleFiocchi va in Ue "voglio mantenere gli impegni presi"Berlato torna al Parlamento europeoSuggerimenti EPS su Calendario Venatorio CampaniaLombardia, via libera all'Osservatorio. Rolfi "Sarà nostro Ispra"KC, Italia isolata. Commissione UE riapre la partita Quasi debellata peste suina in SardegnaSardegna. Parere positivo Ispra su caccia a lepre e perniceLega, in Ue almeno 8 parlamentari pro cacciaPD, riconfermati a Bruxelles De Castro e SassoliForza Italia. Passano Comi* e TajaniEuropee. Fratelli d'Italia, più voti per i pro cacciaCCT: l'animalismo esce sconfitto dalle urneEuropee: netta vittoria per la Lega. Animalisti allo 0,6%In Liguria all'esame nuovo regolamento su richiami viviTar Campania annulla Piano controllo cinghialeLazio, protocollo d'intesa su cinghiali accontenta gli agricoltoriIl punto sulla caccia con il Commissario uscente Karmenu VellaEuropee. Cacciatori al votoIl Botswana reintroduce la caccia agli elefantiCinghiali, Rolfi: servono risposteElezioni Europee 2019. I candidati vicini al mondo venatorioAnimalisti rinviati a giudizio per aggressione a cacciatoriFidc Pg: i candidati alle europee amici dei cacciatoriFidc, chiarimento sulle coperture assicurative "Giornata della biodiversità. Insostituibile il ruolo dei cacciatori"Appostamenti caccia Toscana, Montemagni (Lega) bacchetta la GiuntaEuropee. Fiocchi "meno burocrazia e ostacoli per i cacciatori"Il Ministro upupaFano, 400 bambini alle lezioni di didattica ambientale Fidc

News Caccia

Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica


giovedì 15 febbraio 2018
    

 
 
 
Il Parco dell'Arcipelago toscano sta formando operatori  specializzati (cacciatori) che parteciperanno all’eradicazione di fagiani e pernici ibride (alectoris, una pernice incrociata con la coturnice orientale) all’isola di Pianosa.

L'operazione è compresa nel progetto Resto con life, cofinanziato dall'Ue. Le due specie, importate a partire dal 1800 per scopi venatori, sono considerate alloctone. L'obbiettivo è dunque il miglioramento dello stato di conservazione delle specie rare dell'arcipelago, uccelli marini e avifauna nidificante della macchia mediterranea. L'isola, si legge nel progetto, ospita popolazioni nidificanti di specie ornitiche di interesse comunitario, quali averla piccola, succiacapre, calandrella, berta maggiore e gabbiano corso ed è un'importantissima area di sosta per gli uccelli migratori. L'intervento sugli ibridi di pernice ha inoltre una specifica finalità conservazionistica rivolta alla Pernice rossa, specie a cui è dedicata un’ulteriore azione compresa nel medesimo progetto LIFE, che prevede l’immissione nel territorio isolano di alcune coppie di Pernice rossa prelevate dall’isola d’Elba.

Su indicazione dell'Ispra il protocollo di eradicazione, partito sulla carta ad autunno 2016  (fino alla primavera 2017), prevedeva la cattura con le gabbie e, qualora l’intervento di cattura non fosse risultato totalmente risolutivo, abbattimenti tramite arma da fuoco da parte di operatori autorizzati (selecontrollori volontari abilitati dal Parco).
 
Secondo il protocollo i fagiani catturati avrebbero dovuto essere destinati ad un'ampia zona recintata in attesa del loro trasferimento lontano dall'isola. Il documento parlava anche di consegna dei capi agli Atc che ne avrebbero fatto richiesta, privilegiando quelli che hanno collaborato alle attività di cattura della lepre europea (sempre parte del progetto life). Con il vincolo di poterli liberare  solo in altre zone protette o interdette alla caccia. Mentre per le pernici ibride, per scongiurare rischi di inquinamento genetico, si prevedeva il divieto di ripopolamenti  in  altri  ambiti territoriali.  Quelle che non possono essere ospitate presso i centri di recupero, secondo il protocollo life devono essere soppresse.

La formazione di selecontrollori di questi giorni, è stata criticata aspramente dall'Arci Caccia di Livorno e vista come un passo indietro sulle catture. “Questa operazione necessitava almeno di un confronto - scrive Arci Caccia - per verificare altre soluzioni tecniche percorribili per raggiungere lo scopo prefissato dall’ Ente Parco".  "La cattura, per il ripopolamento, per noi è la prima soluzione da previlegiare".     Arci Caccia Livorno ha chiesto ai propri soci, anche se hanno partecipato ai corsi a pagamento organizzati dall’Ente Parco, di  non partecipare agli abbattimenti, "convinti da sempre che la gestione del territorio passa anche da momenti di confronto, collaborazione e approfondimento con tutti i soggetti che il territorio lo vivono, lo lavorano e lo godono. L’Ente Parco dell’Arcipelago Toscano ha dimenticato questi passaggi!".
 


Leggi tutte le news

12 commenti finora...

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

Ciao Carlo non devo convincerti io, è semmai l'idea, il progetto che è in discussione, un po come una famiglia o un azienda che anzichè investire in progetti utilizza gli utili per vacanze ecc.. tutte e due scelte dignitose, in libertà. A me piacerebbe di più seminare per raccogliere nel tempo, a te piace di più seminare per raccogliere domani, importante è non eradicare e su questo siamo entrambi daccordo, un saluto, con rispetto, Rimescolo

da Rimescolo 16/02/2018 21.31

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

Per Rimescolo. L'idea che vengono prelevati da una zona protetta per rimetterli in una zona protetta,anche se come hai detto tu , per rinsanguare,non mi convince. Dietro c'è sempre lo zampino, la spinta di chi vorrebbe proprio preservarli e basta senza futuri eventuali abbattimenti....i soliti insomma .Invece , come ho detto nell'altro spazio, approfittando di tutti questi mesi di chiusura da qui alla prox apertura,sì potrebbe tranquillamente spalmarli su territori liberi da vincoli, atteso che sono soggetti nati liberi, selvatici veraci che potrebbero da subito procreare senza stare sempre a speculare lungo le tabelle di zone vincolate .

da Carlo rm1 16/02/2018 13.12

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

Sarebbe da eradicare chi scrive certe stupidate

da sap 16/02/2018 11.17

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

S,g ne abbiamo un migliaio sopratutto in una ZRC ,fox free.. ma non si e' mai pensato a catture ,come gia' riferito... Un vero peccato ,sono volatori splendidi..

da toni el cacciator 15/02/2018 21.50

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

Rispondo a Carlo cercando di essere chiaro. La mia opinione e la mia indicazione del lancio in aree di ripopolamento e cattura verte a consolidare una specie indubbiamente selvatica e riproduttiva, in una zona idonea che ne permetta l'irradiamento esterno. Secondo me c'è bisogno di "rinfrescare" con ceppi di selvatici sani, le zone di ripopolamento o di rispetto venatorio. Tutto questo per continuare la caccia a selvatici veri che si irradiano in territori liberi, come era una volta. Solo per logica di caccia sarei felice che ciò accadesse, anche se saprai che ormai per me il passaggio del tempo consiglia scelte di disciplina diverse. Con rispetto, Rimescolo

da Rimescolo 15/02/2018 21.19

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

...Se non sapete cosa fare veramente li veniamo a prendere noi quei fagiani, vero Toni?! Non sono in grado di quantificare il valore genetico che hanno per le mani!!! Comunque, eradicazione NO!!!

da s.g. 15/02/2018 18.51

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

UANDO NON SANNO COSA FARE PER PASSARE IL TEMPO E FARE FINTA DI MERITARSI UNO STIPENDIO, ALLO SPARANO CAVOLATE. MA FINITELA ,SIATE SERI E ANDATE A PRODURRE, MAGARI IN FONDERIA O IN MINIERA.

da BRETONE 15/02/2018 18.27

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

quando incominciamo con lo scoiattolo grigio ed i pappagalli????????????? Quante itaglie (voluto errore) ci sono????????

da marco col-mor 15/02/2018 16.40

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

Posso essere d'accordo sul fatto di procedere a catture se poi vengono reimmessi in altre zone a scopo di ripopolamento. Quando leggo però ....con il vincolo di liberarli solo in altre zone protette o interdetto alla caccia, allora dico che Sì proceda agli abbattimenti.

da Carlo rm1 15/02/2018 15.16

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

Grazie alla redazione...la mia opinione l'ho esposta in altri post, però voglio ribadire il concetto di conservazione e gestione di una specie allo stato libero capace di fornire sicuri e sani effetti riproduttivi. Non eradicazione ma utilizzo della plus-presenza con catture autorizzate, in territori idonei di ripopolamento. Associazioni ed enti preposti sospendano gli interventi di abbattimento e si impegnino alla gestione di questo "tesoretto"per il futuro di ogni cacciatore e ambientalista responsabile. Con rispetto, Rimescolo

da Rimescolo 15/02/2018 14.49

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

Il fagiano e' specie alloctona, anzi c'e' un articolo di legge nazionale che lo tutela proprio perche' importato dai romani dal Colchide...

da toni el cacciator 15/02/2018 14.21

Re:Eradicazione fagiani e ibridi di pernice da Pianosa: è polemica

Saranno speci aloctone, ma quale miglior modo di avere per gli atc selvaggina di pregio a costo zero?!... Pianosa, paradiso terrestre!!!

da s.g. 15/02/2018 12.59