Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi | Notizie in Evidenza |
 Cerca
Bilancio sociale Fidc "raddoppia impegno sociale dei cacciatori"Mazzali: animalisti distruggono un altro capannoToscana. Consiglio di Stato respinge ricorso animalistaAcma: in Toscana recuperato beccaccino con trasmettitore satellitare del 2021 Fauna selvatica: Governo annuncia la riforma della legge 157/92Pac, cacciatori partner dei miglioramenti ambientali per la selvagginaCA TO3: "cacciatore circondato da lupi, prestare attenzione"In Gazzetta Ufficiale l'avvio della sperimentazione su contraccettivo GonaConSpiedo bresciano in lista prodotti tradizionali lombardiSimiani (Pd): ripristinare Comitato Faunistico Venatorio nazionaleParlamento UE chiede modifica status grandi carnivoriCaretta: proposta ministro Lollobrigida primo passo concreto su fauna selvaticaLollobrigida in Parlamento "occorre modificare legge 157 per emergenza cinghiali"Rendicontazione storno Toscana, nuove dateBruzzone (Lega) interviene su questione PSA Piemonte e LiguriaFidc: riprendono i monitoraggi sulla migrazione della beccacciaVaccari PD interroga il Governo sull'emergenza cinghialiPSA: Liguria snellisce procedure per i cacciatoriCommercio di animali selvatici: FACE si unisce a partner e governi alla conferenza globaleRegione Marche si adegua a ordinanza Consiglio di StatoColdiretti Torino chiede l'intervento dell'esercito contro i cinghialiDisturbo venatorio al Giglio. Fidc chiede intervento delle autoritàFirenze: nasce Unione Cacciatori Toscani UCTAnlc Marche "sul Calendario attendiamo giudizio di merito"CNCN protesta per gli attacchi animalisti ai cacciatori all’Isola del GiglioMarche: Consiglio di Stato ordina rispetto parere IspraAnziano in fin di vita dopo l'attacco di un cinghiale. Coldiretti "solo la punta dell'iceberg"Lombardia: sdegno dalle associazioni venatorie per voto in CommissioneLombardia: FdI protesta per gli emendamenti sulla caccia bocciatiMinistro Lollobrigida affronta la questione fauna selvaticaBruzzone "Regole cinghiale Liguria dissuadono la caccia, Ministro intervenga"Mazzali "ferito un anziano da cinghiale nel mantovano. Azioni inadeguate"Toscana: Entrano in attività i Centri di Assistenza VenatoriaConfagricoltura Liguria "inaccetabile la protesta dei cacciatori"Langone "i cacciatori andrebbero pagati altro che tassati"Macerata: progetto scuola delle Federcaccciatrici

News Caccia

Fidc: un altro passo importante verso l’unità


lunedì 23 dicembre 2013
    
Riceviamo e pubblichiamo:
 
Si è tenuta a Roma l’ultima assise nazionale della Federcaccia del 2013, che ha visto riuniti i presidenti provinciali della Federazione. Annunciato un unico contratto assicurativo per FIdC, ANUUMigratoristi e Arci Caccia. Approvato il bilancio preventivo 2014

Presieduti con brio e polso fermo da Marco Bruni, giovane presidente provinciale di Brescia, sabato 21 dicembre si sono svolti i lavori della 45^ Assemblea nazionale straordinaria della Federazione Italiana della Caccia, ultima del 2013 e di questo ciclo. La prossima infatti, prevista a primavera 2014, sarà l’assemblea elettiva che a conclusione del rinnovo dei quadri dirigenti regionali e provinciali eleggerà il nuovo Consiglio di Presidenza.

Normale quindi il tempo dedicato dal presidente Gian Luca Dall’Olio a ripercorrere nella sua come sempre precisa e a tratti appassionata relazione alcuni passaggi fondamentali che hanno caratterizzato questi anni, oltre a una netta analisi dell’attualità.

Risanamento del bilancio; lancio del progetto “Federcaccia di Domani”, volto a una rivisitazione della struttura federale; creazione dell’Ufficio Gestione Ambientale Faunistico Venatoria; maggiore partecipazione alle iniziative di Face Europa; rinnovato confronto con la società e con i diversi portatori di interesse, sono solo alcune delle iniziative intraprese positivamente nel corso di questo ciclo.

E ultimo, ma certo non meno importante, un forte impegno per la riunificazione del mondo venatorio italiano, che aveva visto una prima tappa significativa proprio all’assemblea nazionale di un anno fa, aprendo alla presenza dei presidenti delle altre Associazioni Venatorie una sorta di costituente volta alla nascita di un nuovo soggetto rappresentativo dei cacciatori.

Un progetto di ampio respiro che dopo 12 mesi di sforzi ha visto un primo concreto risultato che il presidente Dall’Olio ha potuto annunciare: l’accordo raggiunto con ANUUMigratoristi e Arci Caccia di offrire già dal 2014 un unico contratto assicurativo, sottoscritto con un solo broker con condizioni e prezzi uguali in tutta Italia, che consente di superare uno degli innegabili punti di divisione del mondo associativo.

Una pluralità che, come ha sottolineato il presidente, dura da mezzo secolo e che se all’inizio poteva rappresentare nel confronto un elemento positivo, si è rapidamente trasformata in divisione e poi in disgregazione del nostro mondo, e lo ha portato a una progressiva esclusione dal confronto con la società e con le istituzioni. “Parlare con una unica voce è una necessità che esprime anche la nostra civiltà di essere cacciatori. Perché la caccia è civiltà, lo è da millenni, e noi che siamo responsabili di aver fatto perdere questa consapevolezza alla società dobbiamo recuperarla. Per questo considero ritrovare una rinnovata unità un dovere di ogni presidente di Associazione”.

Terminata fra gli applausi la sua relazione, il presidente ha illustrato poi all’assemblea, che lo ha approvato all’unanimità, il bilancio di previsione 2014, ancora una volta in pareggio.

Il presidente ANUUMigratoristi Marco Castellani e Arci Caccia Osvaldo Veneziano, presenti in sala, intervenendo brevemente hanno espresso la volontà e l’invito di accelerare ancor più il processo di unificazione, lavorando con rinnovato impegno sul territorio per invertire l’attuale tendenza che vede la caccia minoritaria, recuperando il ruolo centrale della gestione dello stesso. Solo una forte Federazione che parla con voce unica, ha ricordato in particolare Castellani, può rappresentare i cacciatori e costringere anche gli altri attori esterni al mondo della caccia a rivolgerci attenzione e confrontarsi a un altro livello.

Doveroso citare i saluti e gli auguri fatti pervenire dal presidente Enalcaccia Lamberto Cardia e CPA Alessandro Fiumani, impossibilitati ad essere presenti, che come gli altri presidenti di associazione erano stati, con prassi ormai consolidata, invitati ai lavori assembleari.

Al vicepresidente Lorenzo Carnacina responsabile dell’Ufficio Gestione Ambientale Faunistico Venatoria, il compito di mettere in luce e sottolineare lo spirito che sta alla base del suo funzionamento e l’importanza di disporre di dati e informazioni tecniche su cui basare ogni scelta di politica venatoria. Un compito in cui è stato validamente affiancato dal dottor Michele Sorrenti, responsabile tecnico dell’Ufficio Avifauna Migratoria, che ha ripercorso quanto svolto in questi anni in termini di ricerche e, da soli o in collaborazione con le altre associazioni, nel fornire assistenza agli uffici caccia e agli assessorati nel predisporre calendari corretti o per confrontarsi, uscendone spesso vincenti, con gli innumerevoli ricorsi avanzati avverso i calendari venatori.

“Il lavoro dell’Ufficio Avifauna, insieme a quello dell’Ufficio Fauna Stanziale diretto dalla dottoressa Giorgia Romeo – ha sottolineato il vice presidente Buconi prendendo la parola – è quello che forse più ha permesso ai cacciatori di percepire gli sforzi e il lavoro svolto da Federcaccia. Ma è soprattutto l’esempio di come sia possibile soddisfare la necessità di rispondere alle richieste del nostro mondo agendo in modo da essere utili ai cacciatori e insieme alla caccia. Due cose che anche se può apparire forse paradossale, a una più attenta riflessione appaiono non essere sempre pienamente coincidenti. E l’impegno della Federazione in questi 5 anni è andato sempre in questo senso, con una visione che non si è limitata all’immediato, ma ha considerato conseguenze e programmi di più ampio respiro.

Su iniziativa del vicepresidente Antonio D’Angelo, ampiamente condivisa, la Federazione ha poi proceduto a premiare una rappresentanza dei partecipanti e dei selezionatori ai Campionati del Mondo per cani da Ferma e S.Uberto per gli importanti e prestigiosi riconoscimenti riportati nel corso del ciclo 2009 -2013: ben 60 medaglie e podi che – come ha ricordato D’Angelo – “hanno sì premiato l’impegno dei nostri atleti, ma anche gli sforzi della Federcaccia per mantenere e sostenere il settore sportivo, attraverso il quale si è perseguita una maggiore selezione delle razze da caccia a favore di tutti i cinofili e si è contribuito a promuovere e diffondere quei valori di educazione, etica e disciplina che devono essere propri di ogni cacciatore”.

Le parole del presidente Dall’Olio, che ha ringraziato tutto il Consiglio di presidenza e i dirigenti per il sostegno, l’impegno e il lavoro svolto in questi anni, auspicando che, chiunque ne sia alla guida, Federcaccia proceda anche nei prossimi anni sulla strada del rinnovamento, hanno concluso con un pizzico di legittima commozione i lavori.
 

Roma, 23 dicembre 2013 – Ufficio Stampa Federazione Italiana della Caccia

Leggi tutte le news

40 commenti finora...

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Grande la redazione che cancella i post che non le piacciono....all'italiana maniera! Scusa padrone...Io obbedire e chiedere scusa se avere insultato sti gran magnacci delle AAVV! non si verificherá più, W le associazioni venatorie e in particolare W la federcaccia!! prrrrrrrrrrrrrr

da wp 26/12/2013 22.21

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Tanto per precisare, perchè non sono cose da meno all'espandersi dei parchi, ci si dimentica che ci sono anche le aree contigue ai parchi che in provincia di Salerno hanno preso un territorio quasi equivalente al parco di migliaia di ettari ( interi comuni )dove per legge la caccia è consentita solo ai residenti del parco e ai residenti delle stesse aree contigue, per cui altra legge da rivedere secondo il mio modesto avviso. E che dire poi delle nuove disposizioni di rete Natura 2000 su SIC e ZPS, dove per la beccaccia sempre in questa provincia (SA) è stato imposto un orario dalle dalle 7 alle 12, il che vuol dire altre limitazione che si stanno affacciando per dare man forte ai vari territori vietati. Credetemi, con tutto il rispetto per il dott. Sorrenti che effettivamente nel contesto della nuova Fidc si sta impegnando assieme ad altri, non se ne può più siamo arrivati al capolinea, per me Ettore1158 ha ragione ! Un augurio di cuore a tutti, per un anno migliore sia per la caccia che per tutto quello che interessa la nostra quotidianità. Cordialit

da jamesin 26/12/2013 21.41

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Ribadisco che la strada per il calendario del Lazio era il ricorso al consiglio di Stato nel mese di settembre, A nulla serve l'articolo 55 del danno irreparabile visto che l'ordinanza di quest'anno era chiaramente viziata da illogicità manifesta. Il vizio della illogicità manifesta consegue alla violazione di alcuno degli altri principi della logica formale e/o dei canoni normativi di valutazione della prova, ovvero alla invalidità (o scorrettezza) dell'argomentazione per carenza di connessione tra le premesse della abduzione o di ogni plausibile nesso di inferenza tra le stesse e la conclusione. Ordinanza TAR 3866/2012 "Viste, con riferimento all’impugnativa del calendario venatorio regionale del precedente anno, l’ordinanza cautelare di questa sezione n. 4908/2010 nonché le sentenze nn. 2443/2011 e 8640/2012 (non appellate) e tenuto conto dei postulati ivi delineati; Considerato, in sede di sommaria deliberazione del gravame, propria della presente fase cautelare del giudizio, che il provvedimento impugnato appare, rispetto a quello oggetto delle pronunce sopra indicate, decisamente arricchito nella sua componente motiva e che le censure dedotte – rafforzate con la produzione difensiva della resistente amministrazione – non appaiono manifestamente fondate al punto da giustificare la sospensione interinale dell’atto avversato." ORDINANZA TAR 03610/2013 "Considerato che, ad un sommario esame, le censure formulate in ordine al difetto di motivazione e carenza di istruttoria non appaiono destituite di fondamento, anche tenuto conto del rapporto depositato dall’ISPRA in data 17 settembre 2013;" Ma gli avvocati delle AAVV pare siano stati di altro parere e ora ci becchiamo un a bella chiusura anticipata.

da Maremmano 26/12/2013 21.40

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Poveri noi! C'è ancora qualcuno che crede che le AAVV abbiano la bacchetta magica. Be! quella proprio non ce l'hanno ma a qualcuno di quei signori che hanno scritto tante baggianate qua sopra diciamo. Ma non fate altro che sciacquarvi la bocca con discorsi che non dicono assolutamente niente, sparate contro tutto e contro tutti. A voi non andrà mai bene niente perché siete solo disfattisti e non proponete MAI niente. Brontolare è facile ma agire è un'altra cosa. Voi sarete sempre a rodervi il fegato di rabbia, vi sfogherete sempre con chi fa qualcosa perché tanto a voi non andrà mai bene nulla perché tanto a caccia come vorreste andare voi, non si andrà più. Non vi stanno bene Associazioni Venatorie!OK! Andate dalle assicurazioni private e poi brontolerete con queste noi invece che nelle AVV ci crediamo ancora, di cacciatori (parolona) come voi non sappiamo cosa farcene.

da Faloppo 26/12/2013 21.28

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Ringrazio il collega Sorrenti per la pronta risposta alla mia domanda,la quale risposta mi conferma quello che vado dicendo da anni e che stranamente nessuno dei ns. sindacati di categoria(AA.VV)abbia mai pensato a questa sciagurata TRAGEDIA che si sta abbattendo sulla ns. categoria.Sono passati 20 anni dai famosi referendum(persi)dei soliti noti e questo purtroppo non ci ha messo in guardia sulla possibile strategia alternativa che si e' andata configurando nei ns. confronti:l'unica strategia che si poteva configurare era quella piu' semplice e cioe'"LA SOTTRAZIONE STRATEGICA DI TUTTI I TERRITORI POSSIBILI ALL'ATTIVITA' VENATORIA " e questo anche andando a by-passare la legge ,che mi sembra si attesti sul 30% di territorio protetto(percentuale massima).La cosa grave e' che le ns. associazioni in tutti questi anni si sono preoccupate di altri problemi sebbene importanti, ma non come questo, perche' questo e' VITALE ed e' urgente e necessario risolverlo quanto prima perche' ne va della caccia e di tutto quello che ne deriva.Credo che questa sara' la ns. piu' importante battaglia che dovremo sostenere,in quanto i ns nemici difficilmente molleranno l'osso in quanto DIRETTAMENTE ,FUNZIONALE E REDDITIZIO AL LORO SCOPO: quello di abolire la caccia IN MODO PACIFICO E LEGALE(ALMENO SECONDO LORO).Di nuovo un saluto.

da ettore1158 25/12/2013 21.54

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Michele Sorrenti Ufficio Avifauna Migratoria FIDC: Credo fermamente che come lei scrive adesso a ettore1158 si stia comportando come Ponzio Pilato, cioè che si stia lavando le mani del problema! Da mia personale esperienza le dico, parchi e C. in mano ai cacciatori!!! Le rinnovo gli auguri.

da s.g. 25/12/2013 21.30

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

SIg. Ettore, ha ragione. Sul punto della sottrazione di territorio all'attività venatoria non sono stati conseguiti risultati. Purtroppo molti e molti anni di indifferenza su questo punto, anche da parte di tutte le associazioni venatorie, hanno portato alla situazione esistente. La informo comunque che con FACE Europa si sta preparando un dossier su tutte le iniziative di conservazione e ripristini ambientali messi in atto dal mondo venatorio. Con questi documenti si intende modificare la considerazione dei politici sulla caccia, e da ciò proporsi come gestori dei territori, sia per protezione degli habitat, sia per gestione venatoria. Spero quindi che anche in questo possa avvenire un'inversione di rotta, così come è accaduto per le stagioni di caccia e le specie cacciabili, inteso come mantenimento di quanto consentito dalla 157. Saluti e ricambio gli auguri.

da Michele Sorrenti Ufficio Avifauna Migratoria FIDC 25/12/2013 19.21

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Buonasera,volevo porre una domanda al Sig. Michele Sorrenti: ammesso e non concesso che la FIDC o qualsiasi altra associazione abbia in questi anni conseguito vari risultati, che hanno portato a non penalizzare ancor di piu' l'attivita' venatoria,(e di questo gliene diamo atto),pero' cosa si e' fatto sotto l'aspetto ambientale per contrastare la STRATEGIA antiparco ormai divenuta insostenibile?sono 40 anni che vado a caccia e sono quaranta anni che spesso vado a delle assemblee e mai o quasi mai si pronuncia la parola PARCHI !!!! forse si ha paura dei media!!!della gente comune imbambolata da quattro pseudo-ambientalisti!eppure queste aree ormai hanno sforato in tutta Italia e vengono istituite per abolire in modo legale la ns. passione(essendo in buona parte illegali ,oltre la percentuale consentita).Sono 40 anni che vado a caccia e osservo che queste aree continuano ad aumentare a dismisura senza che nessuno intervenga.La mia domanda e' questa:cosa ha fatto la sua federazione o altre per contrastare questa illegalita' negli anni passati?e cosa sta facendo adesso per cercare di recuperare tutto quel territorio che eccede oltre la percentuale stabilita per legge?lo sa che senza il territorio la caccia muore? e se la caccia muore si portera' dietro tutte le associazioni, nessuna esclusa.Attendo ,se vuole la sua risposta e la saluto per le feste natalizie.Auguri.

da ettore1158 25/12/2013 18.08

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Michele Sorrenti Ufficio Avifauna Migratoria FIDC: Beh, leggendo quello che ha scritto,Giuliano Anselmi libero cacciatore, mi sembrano, per quanto poco giuste le sue rimostranze. Sorrenti, senta a me, è inutile dar da bere a chi non ha sete. Buon Natale.

da s.g. 25/12/2013 16.58

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Signor Anselmi, forse lei confonde le associazioni venatorie con le istituzioni. Se non vuole crederci sono fatti suoi, io le ripeto che dal 2010 la FIDC e FACEITALIA sono riuscite ad arginare un attacco fortissimo sferrato al mondo della caccia italiano, con il supporto della Guida ai calendari dell'ISPRA. Avere vinto molti ricorsi al TAR e due al CDS è un grande risultato che ha consentito di non penalizzare i cacciatori con riduzioni della stagione e di specie che non erano quasi mai state proposte prima. Se pensa che le associazioni venatorie possano cambiare l'ordinamento giuridico e amministrativo eliminando i ricorsi ai TAR lei è fuori dal mondo. Tenga presente che il TAR è uno strumento anche per il mondo dei cacciatori, quando ci sono cose che non vanno bene. Per concludere, questa parte di lavoro delle associazioni è solo uno dei tanti campi ed iniziative in cui siamo impegnati.

da Michele Sorrenti Ufficio Avifauna Migratoria FIDC 25/12/2013 11.08

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

unitario x far morire quel poco di caccia che è rimasto l'invisibile dall'olio fa la sua passerella annuale con isuoi quadri quadretti e i giovani bruni cose serie no vero la politica italiana è l'immagine perfetta di questi nullafacenti

da dylan 24/12/2013 21.05

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

AUGURI A TUTTI COLORO CHE SI IMPEGNANO PER UN QUALCOSA DI UNITARIO PER IL MONDO VNATORIO.RURALE. BUONE FESTE A CHI SI SENTE BUONO.

da ATTILIO 24/12/2013 20.32

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

GIONNY: Grazie e ti farò sapere!

da s.g. 24/12/2013 17.44

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

X s.g. SAI/FONDIARIA

da GIONNY 24/12/2013 15.32

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

osservatore: Fammi sapere quel'è lassicurazione privata che ti da una copertura per andare a caccia, io non ci riesco se non sborsando una cifra esorbitante. Tanti auguri a tutti!!!

da s.g. 24/12/2013 12.54

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Visto che la Fidc parla tanto di unità, visto che l'unità è un concetto che deve valere da nord a sud, potreste per favore per prima cosa fare in modo che non ci siano regioni di serie A e regioni di serie B. Poteste per favore adoperarvi per risolvere i problemi di carattere amministrativo derivanti da luridi e pretestuosi ricorsi. Vivo nel Lazio e ad oggi ancora non è stata presa una decisione definitiva dal Tar sul ricorso contro la sospensione del calendario venatorio con modifica dello stesso a seguito del ricorso. Dovreste per prima cosa e nel lazio e nelle altre regioni adoperarvi per dare certezze ai cacciatori tutti sia che siano vostri tesserati (io lo sono.. purtroppo visto come vi comportate) sia che risiedano in altre associazioni. Adoperarsi(veramente) per il bene della caccia porterà benefici in primis proprio a voi che avete fatto della caccia una terra di conquista di poltrone e di bonifici bancari. Auguro a tutti i cacciatori un buon Natale e un sereno Anno.

da P.G. 24/12/2013 12.31

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Maremma,proprio perche' e' una battaglia giuridica,tentare, a suo tempo un ricorso al Consiglio di Stato per demolire l'ex art 55 sul grave danno irreparabile ci avrebbe portato a un rigetto della richiesta da parte del Consiglio di Stato,avrebbe sostenuto che il DUBBIO sul grave danno sussisteva, e ti respingeva l'istanza in attesa della sentenza di merito del Tar.Perche' questo? Perche la 157 e' di principio una legge di protezione e la fauna intesa come parte integrate ambientale e patrimonio dello Stato....Non e' difficile...Cosi e' valido per i vari ricorsi dove si e' perso gioni di caccia,o cambiano la 157 e l'art 18 bis o ste giostre ci saranno sempre.

da Ale.C. 24/12/2013 11.51

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

MAREMMANO, LA BATTAGLIA COSI' COME E' ADESSO IL SISTEMA DEI RICORSI AL TAR NON E' GIURIDICA... E' PERSA! IL CALENDARIO DEVE ESSERE 1, NAZIONALE E UNICO X TUTTA ITALIA ED INSERITO NELLA LEGGE NAZIONALE! QUESTO E' L' UNICO SISTEMA PER AVERE CHIAREZZA. SE DEROGHE, SIANO PER TUTTI ALTRIMENTI NIENTE. SE I TEMPI SONO DAL - AL CHA SIANO DAL AL E NON +10 O -10. QUANDO UNA LEGGE E' CHIARA E PRECISA, E' INATTACCABILE. SE OGNI COMUNE EMANA UN CALENDARIO...ALLORA, USIAMO QUELLO DI FRATE INDOVINO! BUON NATALE A TUTTI... E DOMANI POLENTA E OSEI!

da MATTEO.BS1973 24/12/2013 11.20

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Il fatto che la FIDC abbia presentato una memoria difensiva non centra nulla con il fatto che invece di arare nel merito bisognava immediatamente ricorrere al consiglio di Stato. Le AAVV dovrebbero avere legali migliori. I tecnici non bastano. La battaglia ora è giuridica.

da Maremmano 24/12/2013 11.08

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Valentino Carbone, stiamo sempre aspettando gli studi del tuo sindacato venatorio, così da disporre di dati attendibili per superare quelli ispra nella stesura dei calendari e davanti ai tar...Fare gli incazzati, i rottamatori o i demolitori può andar bene per un po' di visibilità, ma poi quello che occorre è sapersi muovere sui piani tecnico-scientifici. Minacciare cause a destra e a manca, mandare diffide alle amministrazioni, letterine alla stampa di settore, fare interventi pubblicitari su tutti i forum venatori, sono cose di cui sono capaci tutti. Ma per migliorare la situazione della caccia in Italia occorrono risorse, umane e finanziarie, e teste tecnicamente preparate nei vari settori, non predicatori da pulpito domenicale. E questo lo dico senza acredine alcuna, e altresì sottolineando la mia scarsa affinità con l'associazione italiana più grande e rappresentativa...

da Inforziato 24/12/2013 10.11

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Chi li difende e li loda è solo perchè ne fa parte ed ha l'interesse che tutto rimanga come è. Sono come i politici pensano di propinarci queste ca..te pensando che uno co caschi. Buone feste a tutti coloro che ancora credono che la caccia e la cinofilia sia una passione per virtuosi e non per opportunisti legati alle poltrone.

da Antonio (AQ) 24/12/2013 9.38

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Sig Sorrenti la posizione che occupa le fa vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. Complimenti. Invece di questo disco rotto ci dica perché mai dovremmo esultare se il vari Tar ci hanno dato ragione quando poi siamo stati costretti a stare a casa nel periodo migliore delle caccia alla migratoria con tanto di beffa degli animalisti. Elenca le cose positive baipassando quelle negative, mai i cacciatori nella buona o nelle cattiva sorte sono stati penalizzati comunque e a TUTTI gli DEVE RISPETTO e SCUSE lei e la su Fidc e la tanto sbandierata Face.

da Giuliano Anselmi libero cacciatore 24/12/2013 7.00

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Robespierre, faresti meglio ad informarti prima di scrivere baggianate, la FEDERCACCIA ha presentato una memoria difensiva per il ricorso in Lazio e le stesse argomentazioni sono state inviate alla Regione Lazio per la propria difesa. Grazie anche alla collaborazione di FEDERCACCIA e FACEITALIA molti calendari venatori sono passati indenni ai ricorsi al TAR e CDS. Veneto, Liguria, Toscana quest'anno, Calabria, Veneto, Lazio, Umbria etc. l'anno scorso. Documentarsi prima di scrivere è il minimo per non fare figure da sprovveduto.

da Michele Sorrenti Ufficio Avifauna Migratoria FIDC 23/12/2013 22.59

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Vedo (purtroppo)che molti non capiscono se non niente, molto poco e questo mi dispiace moltissimo. AUGURI a tutti.

da Franco 23/12/2013 21.58

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

valentino carbone un grazie alla Fidc potresti dirglielo almeno per tutte le decine di migliaia euro che ha speso in ricerca in questi ultimi tre anni...cosa che le altre associazioni non mi sembra abbiano fatto..se in Umbria, Sicilia, Calabria etc... i tordi chiudono al 31 gennaio o se in Umbria e nel Veneto il carniere dell'allodola è di 100 capi invece che 50...il merito è solo di Fidc...ricordalo..!!

da Daniel 23/12/2013 21.57

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Scegliere la stessa compagnia assicurativa non significa affatto riunire il mondo venatorio,significa soltanto ottenere un prezzo migliore dalla compagnia assicurativa.Non spacciate per unità i maggiori introiti che potranno avere le aavv grazie a questo accordo

da robespierre 23/12/2013 19.26

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Massimo rispetto per tutte le opinioni, per chi pensa che sia il solito bla bla e chi pensa che si sia intrapresa la strada giusta. Il mio pensiero, espresso più volte su questo blog, è che non ci sia più tempo. Forse, 15 anni fa, quello di oggi , sarebbe stato un bel passo avanti. Ora c’è bisogno di passi lunghi, di passi veloci ! Si crei un’assemblea costituente permanente del nuovo soggetto unitario, non si continui con questi ritmi da bradipo ! Il tempo è scaduto, non si può vivacchiare sperando di sopravvivere così altri 10 anni ! Fate questa benedetta unità, ma fatela adesso, subito, se si ha la volontà, quanto tempo ci vuole ? 3, 6, 12 mesi ? non pensate sia un tempo ragionevolmente breve, se si ha veramente voglia di staccare il posteriore dalle poltrone? Fatelo, o meglio fatelo fare a volti nuovi e vedrete che tutti noi, quelli delle assicurazioni private, torneremo subito, senza se e senza ma. Ma se pensate di rivederci con tanti buoni propositi o con la sola unità assicurativa, beh… penso che aspetterete parecchio…

da Sergio Ventura 23/12/2013 18.59

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

sono favorevole alla riunificazione delle AA.VV., anche perche' se continua cosi', grazie alla legge 157 del 1992, presto le AA.VV. potranno chiudere i battenti tutte quante.......quello che vorrei sapere e' cosa vorrebbe fare il nuovo soggetto associativo UNICO per riformare la vessatoria legge 157.....soprattutto l' assurdo e suicida percorso normativo previsto per il calendario venatorio. Il calendario venatorio nazionale deve essere vigente in ogni parte del Paese indistintamente, laddove i calendari venatori regionali o provinciali non possano essere applicati a causa di impugnazioni piu' o meno strumentali dei nostri nemici. tanto per fare un esempio, l' elenco delle specie cacciabili deve essere esteso almeno allo storno, e tra le specie abbattibili sempre e cmunque (topo, arvicola, talpa e ratto) deve essere inserita anche la nutria e altri animali alloctoni altamente nocivi per l' equilibrio ambientale. Ci vogliono cervelli e idee nuovi, altrimenti meglio stare a casa e continuare a morire di morte lenta.

da Fabrizio 23/12/2013 18.50

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

la stessa fine la devono fare anche quelli che ancora si tesserano da costoro(cioè la mia stessa categoria)non permettendo a certi dirigenti di farli sparire e costringere l'unione di tutte le federazioni riconosciute(e non).....ora incazzatevi pure che poi vi faccio correre ad uno ad uno...... non vi si può sentire più ai comunicati di queste e voi che le appoggiate.....!!!!!

da valentino carbone 23/12/2013 18.47

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Altro che legislatori giudici tar. Bisognerebbe andare a ritroso e strizzare le [email protected]@@ a chi venti anni or sono partorì questo schifo alimentandolo fino ad oggi. Mai come ora resta difficile se non impossibile metterci una pezza. Una pezza poi da chi, dagli stessi che vollero la 157 e ancora si ostinano a mantenerla creando e fomentando questo schifo di contenzioso? Siamo seri. I giovani sono scusati ma la vecchia guardia quella che ha vissuto questo travaglio dovrebbe essere molto più onesta nelle valutazioni.

da Agostino A. 23/12/2013 18.27

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Aggiungo:Oggi per ricorrere contro una semplicissima multa bisogna sborsare circa 40 euro in bolli,prima chiunque a torto o ragione ricorreva contro le multe stradali,oggi le persone ben si guardano di sborsare 40 euro a priori non sapendo se il risultato è certo!perchè non si applica lo stesso criterio anche per i ricorsi amministrativi al TAR??Basterebbe far sborsare 100.000 euro a ricorso in bolli agli animalari,poi se vincono si restituiscono........

da vincenzo 23/12/2013 18.11

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Perfettamente d'accordo con Matteo Bs.1973, in quanto e'stato dimostrato piu' volte che i ricorsi sono stati presentati ESCLUSIVAMENTE per sospendere i calendari venatori a prescindere dell'eventuale responso (sia negativo che positivo),sempre negativo per le associazioni animalare.Il punto e' questo:si deve andare a modificare l'iter dell'eventuale ricorso e se questo risulta essere negativo(come tutti quelli presentati fino ad adesso)allora si dovra' pagare una penale che corrisponda al danno corrisposto .Ecco basterebbe cosi' poco per "frenare" questi ricorsi fatti a "prescindere" e dopo i primi due o tre la storia sicuramente andra' a cambiare,e quando si inizia a pagare centinaia di migliaia di euro non so quanto possano convenire alle parti ricorrenti i continui ricorsi.Basterebbe poco......l'importante che ci sia la volonta' di farle le cose !!!! Un saluto.

da ettore1158 23/12/2013 17.22

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

IL LAZIO, LA LIGURIA , IL PIEMONTE ECC. ECC., VOLETE CAPIRLA CHE NON E' COLPA DEL LEGISLATORE O DEL POLITICO DI TURNO CHE SCRIVE MALE I CALENDARI, MA DEL SISTEMA GIUDIZIARIO ITALIANO CHE PERMETTE A CHIUNQUE DI FARE RICORSI, A VOLTE PERSI IN PARTENZA, SU QUALUNQUE ATTO AMMINISTRATIVO. QUANTI RICORSI HANNO VINTO POI??? QUASI NESSUNO! E ALLORA VUOL DIRE CHE IL LEGISLATORE HA LEGIFERATO BENE. PERO' INTANTO TU A CACCIA NON CI VAI... IL LORO INTENTO E' QUESTO, NON AVERE LEGGI RESTRITTIVE, MA PROCEDIMENTI SOSPENSIVI, CHE IN PRATICA INCHIODANO TUTTO A PRIORI!!!!!! FIN CHE CI ANCORIAMO A FIDC SI FIDC NO, A CACCIA CI ANDREMO SICURAMENTE SEMPRE MENO! NON E' LA LEGGE SULLA CACCIA DA CAMBIARE, MA IL SISTEMA GIUDIZIARIO CHE E' DA 3 MONDO!

da MATTEO.BS1973 23/12/2013 16.36

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Grazie del Buon Natale che ricambio di cuore.Mi chiedo come mai oggi l'associazionismo venatorio nella mia regione,il Lazio,non abbia reagito alla assurda sentenza del Tar ed all'inerzia della Regione che ci condanna alla chiusura della beccaccia e fagiano al 31 Dicembre e dei tordi al 10 gennaio.Se è vero che c'è bisogno di braccia e cervelli è pure vero che nel Lazio ci vorrebbe un Robespierre per "tagliare"orrizontalmente i vertici di tutte le associazioni venatorie e ricominciare da capo.

da Robespierre 23/12/2013 15.25

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Probabilmente è stato fatto un copia-incolla come probabilmente faranno, se non l'hanno già fatto, in periodo natalizio, anche gli altri siti internet della caccia. D'altra parte, lo so che a qualcuno dispiace, ma Federcaccia è l'unica associazione, adesso indirizzata verso una rapida unificazione, che rappresenta i cacciatori e li sostiene nei vari contesti istituzionali e d'opinione. Vogliamo che faccia qualcosa di più? Chi vuole bene alla caccia, abbandoni la propria etichetta, ormai inutile, e entri in questo processo unitario. C'è bisogno di braccia e di cervelli, oggi come non mai. Chi si rifiuta è colpevole altrettanto come chi viene rimproverato di non fare abbastanza. Buon Natale

da Santa C. 23/12/2013 14.49

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Complimenti per i commenti autocelebrativi e e della redazione filo-feder in difesa della fidc. Non avete ancora capito che questa Av e i loro dirigenti stanno antipatici al resto dei cacciatori italiani, che sono la maggioranza dei cacciatori praticanti.

da Bekea 23/12/2013 14.24

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Rimane il fatto che uno come carbone,risulta una minoranza all'interno delle minoranze,e che tali sono destinate a rimanere!!...osservatore ha pienamente ragione.......

da Sfugliatella 23/12/2013 13.34

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Ricordiamo che, per coloro a cui non va mai bene niente,ci sono le assicurazioni private,nessuno li obbliga ad aderire alle associazioni.Buone feste a tutti.

da osservatore 23/12/2013 13.25

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

Ricordiamo che La redazione Big Hunter concede questo spazio di assoluta libertà a tutti, per un confronto che sia utile strumento di conoscenza e di interscambio, nel rispetto delle altrui idee ed usando un linguaggio consono e civile. I commenti potranno essere eliminati dalla redazione in base a criteri da essa stessa stabiliti.

da REDAZIONE BIGHUNTER MAGAZINE 23/12/2013 12.54

Re:Fidc: un altro passo importante verso l’unità

bla bla bla chiacchiere chiacchiere chiacchiere parole parole parole,si cambia per rimanere tutto com'è......continuate imperterriti ad offendere l'inteligenza altrui senza vergogna e ritegno..... vi auguro di fare la stessa fine che avete fatto fare la caccia.....!!!!!

da valentino carbone 23/12/2013 12.44