Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
 Cerca
Friuli: 9 mila euro alla protezione civile dall'EnalcacciaLombardia. Un'app per mappare il rischio CoronavirusAnuu Benevento sollecita Atc a donare fondi per l'emergenzaEmilia Romagna: Assessore alla sanità ringrazia i cacciatoriFedercaccia Friuli Venezia Giulia dona 8mila euro all'Anpas di BergamoCites. Non cambia nienteFidc: un vaccino nel mirino, con lo Spallanzani per combattere il virusRegione Toscana approva proroga scadenze venatorieDa Fidc Campania 20 mila euro al Centro ricerche della Fondazione PascaleCoronavirus. Fidc Lombardia: testimonianza di un medico in prima lineaAnuu: "Domenico Grandini non è più tra noi"Emilia Romagna: quasi 100 mila euro anche dai cinghialaiCuneo: donazione dall'Arci Caccia per l'emergenzaFidc raccoglie quasi 800 mila euro per l'emergenza CoronavirusCampania. Proposte sul calendario venatorio 2020 2021Lazio, proroga scadenze per cacciatori e istituti faunisticiRinviata al 2021 Caccia VillageUn ventilatore polmonare al S. Martino di Genova dalle cacciatriciControllo volpe. Lav attacca Regione LombardiaMazzali segnala Mocavero in ProcuraDonazione alla Croce Rossa da Enalcaccia Una: dal mondo venatorio oltre 1 milione di euro per emergenza covid19La Cultura rurale contro il CoronavirusCct: attenzione alle fake news18 mila euro all'Azienda Sanitaria da Fidc FrosinoneFidc Emilia Romagna: donati 108 mila euro per l'emergenzaLombardia, rinviato termine iscrizione ad Atc e CaVietato spostarsi fuori dai comuni di residenzaDai cacciatori toscani altri 35 mila euro per la lotta al Covid 19Bana, il ricordo di Massimo MarracciBana, altri messaggi di cordoglioDa Federcaccia i primi 500 mila euro in beneficienzaBana: il ricordo della FACEI cacciatori veneti rinunciano a 300 mila euro per l'emergenza Covid-19Addio all'Avvocato Giovanni BanaStiamo a casaFidc Piemonte. Sulle specie cacciabili una risposta agli animalistiFidc: dalla Lipu una proposta sconvolgenteEmergenza Covid: altre donazioni dal mondo venatorioToscana: Arci Caccia in campo contro il Corona VirusDonazione alla Croce Rossa Italiana dalla Cabina di RegiaCovid-19. Raccolta fondi di ItalcacciaServe uno sforzo da parte di tuttiCovid-19: anche i Giovani Cacciatori si attivanoDall'Atc Caserta altri 100 mila euro per l'emergenza Eleonora e la storia di Nello. Un pensiero a tutti i cacciatoriCCT: Cacciatori gente concreta e onestaEps Campania propone fondo Emergenza Covid19Mazzali: le associazioni venatorie si autotassano per donare agli ospedaliAssessore Rolfi "il cuore grande dei cacciatori"Dreosto plaude alla solidarietà delle associazioni venatorieCovid-19. Ancora solidarietà dai cacciatoriAnnullata Assemblea Generale CICLombardia, le nuove disposizioni sulla fauna selvatica100 mila euro per emergenza sanitaria anche dai Cacciatori TrentiniRolfi: restituzione tesserini venatori al 20 aprileBerlato: Raccolta fondi dalle attività portatrici della cultura ruralePiemonte, per la Giunta 15 specie devono tornare cacciabiliFidc Sardegna "cacciamo il coronavirus"Veneto: sospesa caccia di selezione e censimentiBergamo: da Enalcaccia 5 mila euro all'OspedaleEmergenza Covid-19. Da Fidc nazionale altri 100 mila euro Covid-19. Da Arci Caccia Marche donazione al servizio sanitarioFidc Marche invita a donare il sangueCovid-19: 5 respiratori anche dall'Atc Unico di BresciaPiani di prelievo ungulati e galliformi. Indicazioni da Ispra CoronaVirus, CCT: "insieme per l'Italia"CoronaVirus: le cacciatrici si organizzano su facebookAnlc: "Tutti insieme contro il CoronaVirus"Da Fidc Bergamo 30 mila euro per l'emergenza CoronaVirusAnuu Lazio: Regione al lavoro per proroga tesseriniSvezia, a caccia fin dai 15 anniFidc Brescia dona 8 respiratori all'OspedaleCovid-19: raccolta fondi Fidc Friuli Venezia GiuliaEmilia R. Pompignoli chiede proroga termini tesserino venatorioNorvegia. 70 mila cacciatriciLombardia, consegna tesserini slitta al 20 aprileCoronaVirus: rimandata operazione Paladini del territorio Caccia di selezione sospesa. Un chiarimento dalla CCTFrancia, assemblea FNC: cacciatori in campo contro l'ecologia da salottoVeneto: Zottis (PD) chiede proroga termini riconsegna tesseriniPAC post-2020. Scienziati chiedono impegno per la biodiversitàRichiami vivi: Commissione Ue risponde a interrogazioneCovid-19. Sospesa caccia di selezioneFidc Umbria, vertici sospesi. Elezioni da rifareLiguria: incostituzionale caccia dopo tramonto. Ok accertamento capiAnuu: un febbraio da ricordareFidc Brescia: poco utili controlli a campione su tesserini venatoriCaccia in cucina. Ecco i ristoranti aderentiAbruzzo: approvato disciplinare caccia di selezione cinghialeAncora catture caprioli nell'area dell'ospedale di PistoiaStudiare la pernice elbana per salvare la specie in ItaliaSalerno, iniziate le immissioni di 4 mila fagianiMilioni di visualizzazioni per il video di "cucina" di un cacciatoreAnnullata Assemblea nazionale Anuu MigratoristiMolise, proroga per i corsi caccia selezione al cinghialeUe: nuova interrogazione contro bando del piomboToscana. Eps e CCT si confrontanoCinghiali. Assessore Mai "va cambiata la legge sulla caccia"Salvatore La Spada. Scultore e cinofiloM5S Piemonte: "sventato blitz su specie cacciabili"Cinghialai abruzzesi contro il Piano faunistico e IspraFassini: “Verifichiamo condizioni per Cabina di Regia in VenetoCinghialai puliscono le strade di Genga (AN)Specie simili, studio scientifico cita esempio italianoCinghiali, Remaschi smentisce Coldiretti "in Toscana 160 mila cinghiali"Piemonte: ecco le modifiche alla legge sulla cacciaCuneo, rinviati esami abilitazione venatoriaCacciatori arruolati contro le nutrie

News Caccia

Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar


mercoledì 8 agosto 2012
    

“Ci sono stati incontri con i cacciatori e si è lavorato per la tutela dei diritti di chi esercita questa attività”. Così ha esordito l'assessore regionale Renata Briano durante i lavori del Consiglio sul calendario venatorio. L'assessore ha ricordato che il calendario dello scorso anno, con valenza triennale è stato impugnato dal precedente governo e che le energie spese per difenderlo ("ci siamo avvalsi di uno dei massimi esperti", dice), hanno causato persino un'interpellanza da parte dell'opposizione per le spese sostenute.

"Quest'anno - spiega l'assessore - ci siamo trovati dunque in una situazione complicata, soprattutto per la giunta. La sentenza della Corte Costituzionale, infatti, è arrivata tardi, poco prima del 15 giugno. Abbiamo dovuto sentire l'Ispra e far fronte ad altri adempimenti: la logica seguita della giunta è stata quella di costruire un calendario che non rischiasse di essere impugnato. Si è cercato, quindi, una condivisione il più possibile allargata e, infatti, in commissione il calendario è stato modificato. Insomma si è lavorato insieme". Seppur d'accordo con i contenuti di alcuni emendamenti, l'assessore ha spiegato perchè non li avrebbe approvati: "quando ci si discosta dal parere dell'Ispra, bisogna avere gli elementi, dei dati scientifici, per giustificare la decisione, in caso di ricorso".

L'assessore ha concluso: "confermo, comunque, il nostro impegno per lavorare in caso di impugnativa. E, come prevede la nuova legge, approvata ieri, se il calendario venisse impugnato, la giunta varerà in tempi stretti un nuovo calendario che, dovendo tenere conto delle indicazioni del tar, dovrà essere necessariamente più restrittivo. Ci impegniamo per il prossimo anno a varare il calendario con anticipo rispetto a quanto avvenuto per questa stagione venatoria in modo, in caso di contestazione, di poter aprire la stagione con maggiore tranquillità".

 

Leggi tutte le news

17 commenti finora...

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

ogni anno perdiamo un pezzetto di liberta'fino all'estinzione ma la colpa è solo nostra! Se fossimo stati uniti al momento giusto Bruzzone sarebbe ASSESSORE e la musica diversa!!! MEDITIAMO GENTE MEDITIAMO!!!

da Gabriele Finale Ligure 08/08/2012 21.23

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Cacciatori di tutta Italia... non FATEVI ILLUDERE... Siamo soltanto merce di scambio per questi FALSI POLITICI.. io non credo più a nessuno... anche fuori del tema caccia...

da marco da Fucecchio 08/08/2012 15.55

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

sono trenta anni che dite l'anno prossimo buffoni!!!!!

da gianni 08/08/2012 14.03

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Per lo storno se ne parla a settembre, ma non ci sono belle notizie. Diffidate da chi vi assicura la deroga di questo uccello. Lo dico contro i miei interessi, sarebbe piu' facile dire che aprira' sicuramente, sarebbero assicurazioni in piu', ma non è un mio scopo accapparrarmi tessere con bugie a scapito di cacciatori delusi, come lo sono io. Quando avro' notizie saro' il primo a cumunicarle. Per chiunque volesse contattarci la mail è [email protected]

da Nicola Micheloni Pres. Anuu Val di Magra 08/08/2012 14.00

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

La verità Alessandro è che è più semplice nascondere la testa sotto la sabbia piuttosto che rimboccarsi le maniche e sostenere e dimostrare le proprie tesi davanti a qualunque contradditorio, che tra l'altro sarebbe fare ciò per cui si è pagati.

da HUNT 67 08/08/2012 13.01

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Volete anche i dati per la cesena e sassello?(dovreste averli) Per le anatre basta il paragrafo 2.7.2,ovvero swap (10 gg)....e arrivi al 31 gennaio sulla beccaccia si resta al 20 di gennaio.

da Alessandro Cannas. 08/08/2012 11.55

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Briano stra-bugiarda. La sentenza della Corte Costituzionale che non ammette il calendario nè per legge nè triennale risale in realtà al 26 aprile 2012. C'era dunque tutto il tempo per fare il calendario senza ridursi all'8 di agosto.

da Loano 08/08/2012 11.54

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

- i dati forniti dall’INFS (ora ISPRA) nella pubblicazione “Atlante della distribuzione geografica e stagionale degli uccelli inanellati in Italia negli anni 1980-1994” Biologia e conservazione della fauna, volume 103,1999, evidenziano, come riportato nel testo, che“…il passo di ritorno ha luogo a partire dal mese di febbraio.” (pag. 183); - nei dati contenuti nella pubblicazione INFS (ora ISPRA) “Licheri D., Spina F., 2002 – Biodiversità dell’avifauna italiana: variabilità morfologica nei Passeriformi (parte II. Alaudidae – Sylviidae). Biol. Cons. Fauna, 112: 1-208”; gli autori affermano a pag.111: “I dati di inanellamento indicano quindi che la migrazione di ritorno và da febbraio ad aprile”;

da Alessandro Cannas. 08/08/2012 11.31

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

x Valbormida. Perchè invece di cercare non fai ? Cambia, ribellati, fa quello che abbiamo fatto in tantissimi, siamo scappati, abbiamo detto basta a certa gente, sedicente amica nostra ! Fondala tu la tua sezione dell'unica associazione che PER DAVVERO DIFENDE I MIGRATORISTI ITALIANI CIOE' LA A.N.U.U. Mettiti in contatto con Alessio Piana il nostro Presidente Regionale, tutte le sere d' estate lo trovi a far tesserini nella nostra sezione di Genova Voltri. Aspettiamo tanti delusi da chi parla e non fa (tanti, troppi !) e pure, da chi, non sapendolo, fa parte, milita in una associazione venatoria che rema contro certa caccia e certi cacciatori.

da grifonenero 08/08/2012 11.29

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

? i dati contenuti nella pubblicazione Brichetti P. & Fracasso G., 2008 Ornitologia italiana, vol. 5 turdidae-cisticolidae Oasi Alberto Perdisa Editore, Bologna, dove un’analisi delle catture e delle ricatture a livello nazionale (Macchio e al. 1999, Licheri e Spina 2002, 2005) porta gli Autori ad affermare che: “Movimenti tra metà settembre-novembre (max. fine settembre-inizio novembre picchi prima-seconda decade di ottobre), con anticipi da metà agosto e ritardi fino a metà dicembre e tra metà febbraio-aprile (max. marzo-metà aprile), con anticipi da inizio febbraio e ritardi fino a inizio maggio”;? la bibliografia citata nella “Relazione tecnico-scientifica sull’individuazione delle decadi riferite all’Italia nel documento “Key concpts of article 7(4) of directive 79/409/EEC” a cura di Andreotti A., Serra L., Spina F. INFS 2004, dove nei sedici lavori citati alle pagg. 42-45, tratti dalla letteratura venatoria italiana, in tre viene individuato l’inizio della migrazione pre-nuziale nella fine del mese di gennaio mentre in tredici lavori la migrazione pre-nuziale viene collocata a partire dal mese di febbraio.

da Alessandro Cannas. 08/08/2012 11.26

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

? i dati contenuti nella pubblicazione Scebba S., 1987 – I tordi in Italia, Editoriale Olimpia dove in base ad un’accurata analisi delle ricatture a livello nazionale suddivise per un numero mensile e aree euring, si rileva come mese massimo delle stesse il mese di febbraio, il cui inizio coincide con l’avvio della migrazione pre-nuziale, come per altro ribadito dallo stesso Autore a pag. 20: “In tutto il mese di febbraio è presente una notevole attività migratoria che continua in marzo seppur in tono minore”;? i dati riportati nella pubblicazione ISPRA Spina F. & Volponi S., 2008 – Atalante della Migrazione degli Uccelli in Italia. 2. Passeriformi. Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Istituto Superiore per la Protezione e la Rcerca Ambientale (ISPRA). Tipografia SCR-Roma. 632 pp, dove a pag. 228 gli Autori affermano: “La massima parte delle catture si riferisce alla migrazione autunnale, che ha luogo tra fine settembre e fine novembre, mentre il passo di ritorno, numericamente ben più modesto per quanto concerne i dati di inanellamento, ha luogo a partire da febbraio, come suggerito anche dall’andamento dell’indice di abbondanza”; ? i dati forniti dall’INFS (ora ISPRA) nella pubblicazione “Atlante della distribuzione geografica stagionale degli uccelli inanellati in Italia negli anni 1980-1994” Biologia e conservazione della fauna, volume 103, 1999, evidenziano, come riportato nel testo a pag. 183 che: “… il passo di ritorno ha luogo a partire dal mese di febbraio”.

da Alessandro Cannas 08/08/2012 11.24

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

scusa nicola dello storno quando ne parlano?

da nico 08/08/2012 11.19

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Resto sconcertato da codesta affermazione sui dati scitifici relativi ai tordi,i quali son proprio dell'ispra,gli stessi la regione Liguria li ha. (SOLO REGIONE LIGURIA) i dati riportati nella pubblicazione scientifica ANDREOTTI, A., L. BENDINI, D. PIACENTINI & F. SPINA, (1999). The role of Italy within the Song Thrush Turdus philomelos migratory system analysed on the basis of ringing-recovery data. Vogelwarte, dove dalla tabella delle ricatture di esemplari inanellati all’estero, a pag.39, si evince che un movimento iniziale di migrazione prenuziale si verifica a partire dalla 1 decade di febbraio dato l’inizio del marcato aumento delle stesse. La publicazione scientifica del VOGELWARTE E' Quella deposita presso la commisone eurpea per i kc Italiani.Oltre questi di dati ad avallo di questa posizione sui tordi ne esistono diversi,sempre in possesso della Regione Liguria forniti da FACE.

da Alessandro Cannas. 08/08/2012 11.17

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Ma a parte il PD che e comunque invotabile cosi come Vendola e Di Pietro, il PDL con la Brambilla e C., Casini che sembra una bandiera segna vento; chi davvero come partito e non come persona singola come il Sig. Bruzzone ci difende e ci aiuta? E poi chiedevo al Sig. Micheloni se esiste una sezione dell'Annu in Valbormida visto che mi sembrate l'associazione più seria che realmente si impegna.

da Valbormida con il Piemonte 08/08/2012 11.04

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Eravamo presenti, caro Assessore e sinceramente le risposte da Lei date non ci hanno soddisfatto. Non è vero che la sentenza della Corte Costituzionale è arrivata tardi, è arrivata ad aprile e da qui si evince che si è mossa tardi Lei. Ha provato a presentare un calendario talmente restrittivo che avrebbe ridotto del 50% i rinnovi dei PDA. Ora siamo messi meno peggio e non bene, ma con un po' piu' di coraggio e volonta' ( politica ) si sarebbe potuto cacciare in maniera dignitosa, invece siamo qui a leccarci le ferite. Tra poco ci sara' la prova del 9 ..... deroghe storno, la prova che sancira' in maniera definitiva la nostra fiducia nel suo operato. A settembre ci sara' ancora gente in attesa di rinnovare, molto dipendera' da Lei, se veramente vuole dimostrare di essere al nostro fianco, quella è l'ultima fermata. Per quanto riguarda i vari ricorsi Tar nelle altre regioni, è bene che sappia, che Veneto e Emilia, li hanno gia vinti, uno con sentenza definitiva e uno con ritiro della sospensiva. Il buongiorno si vede dal mattino e noi ci siamo svegliati gia' da un pezzo............

da Nicola Micheloni Anuu Val di Magra 08/08/2012 10.54

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Cara briano ma quali sono i dati forniti dall'ispra?Esistono?E su che basi? Come mai in Corsica,Francia,Grecia e penisola iberica si cacciano fino al 28 di Febbraio? Lei vanta nel suo curriculum una laurea in Scienze Naturali e auspico che se le ponga certe domande. Se volete darla vinta alle associazioni onlus animaliste siate chiari.Dall'anno prossimo porto d'armi francese e spero che buona parte dei liguri mi segua. Poi i danni causati dalla fauna selvatica li fate pagare ai cinghialisti,ai selecontrollori e agli animalisti. Spero che con noi spariscano tutte queste associazioni scalda poltrone e accattoni di danari versati anche sotto forma di proventi venatori. L'avete fatta fuori dalla tazza.

da el divino 08/08/2012 10.51

Re:Briano: siamo pronti a soluzioni in caso di ricorsi al Tar

Bene alla fine si comprendere che il nocciolo sono i dati scientifici come gia dicevo in passato e ancor piu ribadisco oggi alla luce delle motivazioni date alle decisioni prese ieri: senza dati scientifici e/o osservatori regionali superpartes che correggano con dati inconfutabili le affermazioni ISPRA aspettiamoci passi avanti ZERO e piu tardi reagiremo peggio sarà riuscire a combattere e a sradicare quelle che ormai saranno viste come "consuetudini", sappiamo bene come vanno queste cose. Portare d-a-t-i s-c-i-e-n-t-i-f-i-c-i! Non so quanto "costi" e cosa serva per raggiungere questo obiettivo ma è rimasta l'unica strada percorribile e mi pare molto strano, quasi assurdo, che nessuno prenda in seria considerazione di agire in questa direzione e continui ad affidarsi al "buonismo" puntualmente disatteso dei giudici del Tar sperando in esiti a nostro favore. Quelle che da ieri sono inacettabili restrizioni del CV, saranno già l'anno prossimo normali regolamentazioni che verranno ovviamente riconfermate tali e quali se non peggio. Il passato ci insegna che per la caccia è sempre stato piu facile perdere pezzi che conquistarne e la negativa tendenza anche oggi resta confermata. E' assurdo che tutti e dico tutti si sia a conoscenza del fatto che i turdidi in relazione alla migrazione possano essere tranquillamente cacciati fino al 31 gennaio se non addirittura piu tardi, e ciò non avviene solo perchè un ente PREPOSTO (pagato da noi!!!) non è in "grado" di fornire le informazioni scientifiche necessarie??? Cose da pazzi anzi da Italia. Aggiungo l'ultima cosa: le restrizioni ai calendari e in generale alle leggi sulla caccia ogni hanno subiscono limitazioni ma le tasse che ogni anno ci sono richieste ovviamente aumentano. Con questo chiudo che è meglio.

da HUNT 67 08/08/2012 10.32