HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | Foto | I Video | Sondaggi | Quiz | Forum | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Downloads | Fresco di Stampa | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
  Cerca
Archivio
<giugno 2017>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
Mensile
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
feb 28


28/02/2017 17.04 

 
 
Il porto d’armi lo presi nel lontano 1976, appena compiuti sedici anni e con la firma di mio padre. Due anni dopo, in occasione della maturità, mi fu regalata la prima carabina da caccia, perché di sportive ne avevo già due: la Diana Werke modello 27 ad aria compressa e la mitica Beretta Super Sport in calibro 22 Long Rifle. Era una Browning BAR semiautomatica modello Affut in calibro 270 Winchester con tanto di cannocchiale Browning 4 x 32, montato su attacchi EAW a pivot, il tutto by FUSI & C di Milano. Con la BAR, oltre a farmici le ossa ed abbatterci diversi cinghiali, contrassi definitivamente la Febbre della caccia a palla e la passione per l’arma rigata che tuttora ho da quasi quarant’anni. Fortunatamente sono stato un “lavoratore precoce” per dirlo in termini pensionistici (anche se non so quando potrò andarci..!) perché ho iniziato subito a darmi da fare appena diplomato, così qualche soldino tutto mio cominciai a vederlo presto.

Negli anni a seguire, appena le mie magre finanze lo permettevano, correvo subito a comperarmi una nuova carabina, quasi mai per necessità, ma spesso per il semplice e puro desiderio di possederla. A quei tempi ero giovane, euforico ed anche un pochino inesperto sull’uso vero e proprio che doveva essere fatto con una carabina in grosso calibro. Ero orientato verso le munizioni che facevano un gran botto, che ti demolivano la spalla col rinculo, che a vederle sembravano dei soprammobili e che distruggevano ogni possibile oggetto, dalle bombole del gas (piene e vuote) alle rotaie dei treni! Nell’ordine acquistai un 30.06, un 7 mm Remington Magnum, un 8 x 68 e addirittura una 375 Holland & Holland Magnum, ma un bel giorno mi fu regalata una “piccola” carabina Remington modello 700 BDL calibro 243 Winchester e da allora tutto cambiò. Con quell’arma, diciamo piuttosto modesta, ho abbattuto veramente moltissimi animali, come volpi, caprioli, daini, mufloni e cinghiali; mai nessun cervo, ma sono convinto che con la palla giusta riuscirei a tirarlo giù abbastanza facilmente.

 
Da allora cominciai a rivedere tutto quel che avevo appreso in anni e anni di costante e appassionante lettura venatorio-balistica delle più rinomate riviste di settore, perché qualcosa non quadrava. I conti cominciarono a non tornarmi più, specialmente dopo quello che lessi in una bella rivista di armi, forse la più accreditata del momento. Un articolo in particolare rivoluzionò drasticamente il mio fragile, idilliaco mondo, dove un loro “esperto” (forse il più famoso) di carabine e calibri per la caccia a palla, ad un lettore che gli chiedeva quali fossero secondo lui le armi ed i calibri più idonei per la caccia al cinghiale, lui rispondeva che in arma semiautomatica, non se la sentiva di consigliare un calibro inferiore a 338 W.M. con palla da 275 grani, mentre in Bolt action l’ideale sarebbe stato il 375 H&H Mag. o meglio ancora un buon 416 Rigby o Remington Magnum!



Quelle frasi scritte da una firma “autorevole” mi sconvolsero, perché io, nonostante la giovane età, avevo già fulminato diversi cinghiali con il misero 243 W, per non parlare degli altri animali. In seguito venni poi a sapere che “l’esperto” in oggetto non aveva neanche la licenza di caccia, così decisi che se avessi voluto imparare qualcosa avrei dovuto essere un autodidatta. Cominciai a collaudare i calibri e le munizioni con una filosofia nuova, partendo dal basso verso l’alto e non viceversa. Fino ad allora avevo usato l’8 x 68 e il 7 mm RM con palle pesanti come se fossero gli unici in grado di abbattere gli ungulati italiani, quando invece potevo ottenere gli stessi risultati (e forse anche migliori), con munizioni, e soprattutto con armi meno impegnative. Perché c’è una bella differenza tra l’andare a caccia con un carabina in assetto “pronta caccia” carica, con cannocchiale, attacchi e bipiede di quasi cinque chilogrammi di peso e centodieci centimetri di lunghezza con una di tre chili e mezzo che non arriva al metro. Senza contare poi il minor rinculo, la maggiore maneggevolezza, il costo delle munizioni, la vampa di bocca e molto altro ancora. Avete presente cosa dicevano in quella famosa pubblicità di una nota marca di caffè? “Ma quanta comodità mi sono perso nella vita?” Fu così che le carabine camerate nei calibri medio–grossi vennero relegate in soffitta, con sporadiche sessioni di tiro al poligono più per motivi nostalgici che per altro.

Poi, con il passare degli anni, i patrii confini cominciarono a diventarmi stretti ed anche il desiderio di provare nuove esperienze divenne sempre più forte. Sin da bambino mi ero riproposto di conseguire il “Gran Slam” europeo, ossia di abbattere tutta la selvaggina ungulata e pregiata cacciabile nel Vecchio Continente: dal piccolo gallo forcello al grande alce. L’impresa fu impegnativa, ma tutt’altro che impossibile da realizzare anche per un modesto impiegato come il sottoscritto. Visto che la passione non mancava, bastò solo essere metodici, pazienti e parsimoniosi e se per cacciare nei boschi nostrani il 243, il 25.06 e il 270 erano fin troppo potenti, ipotizzai che per abbattere orsi, stambecchi e grosse alci ci sarebbe voluto qualcosa di più prestante.
 
Ed ecco che i calibri dai 7 agli 8 mm furono immediatamente “resuscitati”, poi sostituii i vecchi “Habicht” con dei cannocchiali più moderni, più performanti, ma anche … molto più costosi. Abbandonai i 6–8 x fissi per passare ai 2–12 o addirittura ai 2–15 x 56. I vecchi reticoli 4–4-A furono sostituiti da reticoli balistici e illuminati, così come le munizione furono assemblate con proiettili più tecnologici. Insomma, prevedendo avventure più impegnative, ristrutturai tutto il mio arsenale e soprattutto dovetti rivedere la mia filosofia balistico–venatoria.

Nonostante il mio entusiasmo fosse incontenibile e la mia cultura in materia ormai consolidata e piuttosto vasta, il destino beffardo aveva in serbo per me tante nuove sorprese. Per inseguire i selvatici che mi ero prefissato di catturare ho girovagato in lungo e in largo per tutta l’Europa, con alcune sporadiche spedizioni in Asia ed anche nel Nord America e volete sapere quale è stata la scoperta più simpatica, la più disarmante che ho fatto tutte le volte che facevo conoscenza con le mie nuove guide? Che erano armate tutte con maneggevoli carabine camerate nei calibri che io, a torto, avevo ritenuto insufficienti. Era come essere tornato a scuola a studiare di nuovo i cicli termodinamici, praticamente mi ero ritrovato al punto di partenza. Allorché mi venne un dubbio amletico: “ma i grossi calibri a cosa servono se non li usano per cacciare i grandi selvatici?”


 
Sinceramente ancora oggi che “gioco a carte e bevo il vino” (poco), non è che lo so proprio bene.., diciamo che quel dubbio non l’ho risolto al cento per cento! Soprattutto ancora non mi spiego la grandissima diffusione di grossi calibri dove invece non dovrebbero esistere. Se famosissimi cacciatori professionisti africani come Lake, Blixen, Sheibler, Corbett, Hemingway e tanti altri usavano piccoli calibri nel Continente Nero come il 265, il 275, il 30.06, l’8x57 JS e il 303 British, come mai oggi tantissimi cacciatori italiani usano calibri africani, dai vari .300 in su, per cacciare caprioli e cinghiali? Misteri della fede.

La prima volta che sono stato in Croazia per cacciare l’orso bruno europeo al carnaio, Ratko, il mio guardiacaccia, volle giustamente sapere in che calibro fosse la mia arma. Gli risposi orgoglioso in 9,3x62! Lui, dopo essersi fatto una risata, mi disse che nel suo Paese non c’erano elefanti! Anni dopo è accaduto più o meno la stessa cosa in Estonia, dove io ed un mio amico eravamo stati invitati a partecipare ad una battuta mista a cinghiali, orsi ed alci. In tutto eravamo diciassette cacciatori così armati: dieci avevano armi in 30.06, cinque in 308 e due in 300 Winchester Magnum. Volete sapere chi erano gli ultimi due? Ovviamente io ed il mio amico! Molto più recentemente siamo andati a caccia di cervi in Ungheria. Cervi pannonici, che raggiungono facilmente i trecento chilogrammi di peso, che io ho sempre cacciato e devo dire con molta soddisfazione, con l’8x68 Shuler. I miei amici avevano invece due 300, un Winchester e un Weatherby, siete curiosi di sapere con quali armi si sono presentati i nostri accompagnatori? 7x57, 7x64 e 8x57 JS. C’è da ricordare che quando un locale ferisce un selvatico si scatena più o meno una festa alla quale partecipano tutti, mentre se piazza malamente un colpo un “cliente straniero”, si pensa subito al risarcimento quantizzato in circa la metà del valore stimato del trofeo. Ecco che allora uno decide di andare sul sicuro.

Oggi con You Tube è possibile vedere filmati di caccia in tutto il globo, dal Polo Sud al Polo Nord, come dall’Asia alle Americhe, stando comodamente seduti davanti ad un pc o meglio (per chi ancora ci vede bene!) visualizzandolo sullo schermo di un I-Phone, è possibile vedere azioni di caccia spettacolari. E’ lì che ho visto abbattere grossi selvatici africani, imponenti pecore asiatiche e gigantesche alci a lunghissima distanza con dei calibri “adeguati”. Ma, scusatemi, ancora mi riesce difficile capire chi usa un 30-378 Weatherby o un 300 Remington Ultra Magnum per tirare ad un cervo sulle Alpi e sugli Appennini. Che poi il cervo è la scusa, perché conosco chi invece ci tira anche a caprioli e daini!. Una volta ho letto sul mio Blog che un signore amava andare a caprioli con il 300 WM, dicendo che non rovinava la spoglia (?!?!?!) e che si sentiva eticamente corretto perché eseguiva sempre degli abbattimenti netti e puliti. Volete sapere una cosa? Non sono riuscito a dargli torto. Ultimamente io sto andando a caprioli con il 222.
 

Marco Benecchi

 

 

 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


54.224.127.133
Aggiungi un commento   Annulla 

102 commenti finora...

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

con il 30.06 è meglio. più calmo e letale. Non ho mai cacciato l'orso al carnaio. Ma io intendevo il cervo .In Slovenia raramente ho visto tirare cervi oltre i 50 metri e se sei bravo con una 222 gli spari nell'occhio. Ovvio la mia era una provocazione "scherzosa" ! A notte fonda sparo circa un centinaio di cinghiali all'anno ( per lavoro ) uso faro , rilevatore termico e infrarossi armisight . Meglio del faro non c'è niente e si tira al massimo a 40 metri . calibro ? 30.06!

da gino   21/03/2017 11.50

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Dimenticavo
Ti sei chiesto perché Miro, lo sloveno preferisce il 30.06 al 9,3 x 62 per il cervo??
Indipendentemente dalle distanze di tiro?

da Marco B x Gino   20/03/2017 13.53

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Hai mai cacciato l'orso di notte al carnaio?

Da quel che dici ne deduco di no...
Tu a NOTTE FONDA tireresti con un 222 nell'occhio di un selvatico?
M

da Marco B x Gino   20/03/2017 13.51

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

li tirano a 30 al massimo a 30 metri potrebbero usare una 222 e tiragli nell'occhio ma sono dei pessimi tiratori ( anzi non sanno proprio sparare) la fortuna è che vivono sul posto e hanno mille possibilità contro i nostri due o tre giorni! il paragone non regge MB.

da Gino   20/03/2017 8.18

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Sono APPENA RIENTRATO dalla Slovenia dove ero andato per "tentare" di abbattere un orso...
Ci è andata male ma pazienza, ritenteremo in autunno e/o in primavera prossima.
Come al solito io avevo dietro la mia Steyr Mannlicher Stutzen (Regalo del mio più caro amico Fraterno!) calibro 9,3 x 62, mentre il mio accompagnatore......
L'8 x 57 JS, definito senza mezzi termini MIGLIORE del 9,3 per l'orso.
Nella sua Trophy Room aveva un grosso trofeo di cervo appena abbattuto, sui 9 kg, molto bello in tutto, come rose, stanghe, colore, corona.
Gli ho chiesto con che calibro l'avesse fatto (in rastrelliera ha solo Steyr Mannlicher in calibri vari dal 222 al 9,3 x 62!) e lui indovinate come mi ha risposto?
Con il 30.06 palle da 165 grani.....
Valli un po' a capire questi Sloveni.
Un caro saluto a tutti
Marco

da Marco Benecchi x TUTTI GLI AMICI   19/03/2017 19.11

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ti ringrazio Marco per la tua risposta sei stato molto esaustivo.

Un saluto.

da Agostino   18/03/2017 19.51

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Il 9,3x64 però (sarà perché l'arma è leggera) scalcia come un mulo....

da Filippo 53   17/03/2017 19.16

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

375H&H e 9,3x64 bellissimi! Certo è questione di gusti io preferisco il calibro sostenuto al piccolo calibro. Senza polemica alcuna. solo Precisazione!!

da Gino   17/03/2017 15.47

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

375H&H e 9,3x64 bellissimi! Certo è questione di gusti io preferisco il calibro sostenuto al piccolo calibro. Senza polemica alcuna. solo Precisazione!!

da Gino   17/03/2017 15.47

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

375H&H e 9,3x64 bellissimi! Certo è questione di gusti io preferisco il calibro sostenuto al piccolo calibro. Senza polemica alcuna. solo Precisazione!!

da Gino   17/03/2017 15.46

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Di nuovo ciao Gino. Dici delle cose che condivido pienamente. Non sono un grande cacciatore, ma un pochino di armi e dell'uso a caccia qualcosa conosco. Poi però parli di gusti (sui quali evidentemente ognuno la vede come gli pare). Ecco, io ho in rastrelliera un 375 H&H e un 9,3x64, ma a caprioli non ci vado. Se poi qualcuno ci andrebbe anche a marmotte, padronissimo. Senza polemica

da Filippo 53   17/03/2017 9.27

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

con il freno di bocca un grosso calibro calcia meno di un 243 senza freno. Il peso è relativo mica fai la cerca e te ne stai fermo ad aspettare . la vampata è superiore ma cosa cambia? la canna dipende può essere lunga o corta , dipende dia gusti. le cartucce ? fai ancora i conti alle cartucce? ( ???) quando doppi è la stessa identica cosa ma io CHIARIAMOLO sto parlando di caccia da appostamento e non in battuta che per me non centra niente con la caccia a palla. Filippo , perché con il 338 il capriolo non lo abbattevi?

da Gino   17/03/2017 8.28

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ciao Gino. Non voglio far deprimere nessuno. Però - come ha detto MB - se avessi usato un 338 dovevo portare più peso, sopportare più rinculo e rumore, a parte il fatto che ero a caprioli, e credo che nessuno vada per caprioli con un 338. Stammi bene

da Filippo 53   16/03/2017 23.32

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

OK,
Manteniamo la calma però...
Ora dimmi, sinceramente...

Il calibro "grosso" ha più rinculo?
Ha una vampa di bocca maggiore?
L'arma che lo camera è più pesante?
E' più sabilanciata?
Ha la canna più lunga?
Le munizioni costano di più?
Quando vai a ripetere il colpo (io ho cacciato per oltre vent'anni con il caricatore da 10.. Aimè..!)
Con il calibro "grosso" hai più difficoltà a riallineare il tiro?

Detto ciò, continuo a ripetere
INDIPENDENTEMENTE dai gusti personali,
Perché devo sopportare tutto quello che ho sopra elencato quando ho abbattuto più di 400 cinghiali con dei calibri diciamo...
Piccoli? Giuro su DIO di aver fulminato un cinghiale di 158 chili con una SST Hornady da 150 grani calibro 308..
Spalla piena!
Con 70 - 80 testimoni
Battuta del Casalone Forane di qualche anno fa..
Per non parlare di molti altri (Filippo & C mi aiutano a tenere i conti...)

Tutto qua......
Saluti
Marco

da Marco B x Gino   16/03/2017 19.57

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

si perché se invece di un 25.06 ( calibro teso da wildcat) avevi un 300 o 338 o 300 rum o 378 cosa sarebbe cambiato ? NIENTE ! cadeva sul posto! quindi il calibro è una questione mentale. c'è chi si trova bene con i piccoli calibri chi con i grossi dov'è il problema. ? E poi perché uno usa un piccolo calibro è più bravo di uno che ne usa uno grosso?? siamo alla follia totale ! da depressione

da gino   16/03/2017 17.17

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Premesso che in battuta non adopererei il calibro sotto indicato, forse il più grosso cinghiale da me abbattuto (e scusate se mi ripeto, l'ho già scritto) era un verro (ungherese!) che, dopo sventrato, ha fermato la bilancia a 93 Kg. Certo, un cinghiale di 130/140 Kg non è un record; quello che è più interessante è che è stato fulminato a 155 metri da una palla (modestamente, ben indirizzata) del peso di 100 grani in calibro 25/06. Era una Ballistic Tip caricamento originale Federal. Un mio amico dice che la miglior polvere è la "Drittite".... in caricamento "Centrite"! Cerchiamo (io per primo, ovviamente) di tirare dove si deve tirare... IBAL a tutti, specie a MB (sa lui perché)

da Filippo 53   16/03/2017 16.40

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

grande non è piccolo e funziona SEMPRE molto meglio. Non farti incantare!

da Gino   16/03/2017 14.41

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

NO.
L'ho già detto, non l'ho provato perché dopo le deludenti prestazioni dei vari 300 sono passato subito a calibri maggiori,
Ma CREDO che dovrebbe andare molto bene.
Con la giusta palla ovviamente!
Mi piacerebbe provare delle TUG,
Vedrai che a breve le collauderò..
Saluti
M

da Marco B x Little   16/03/2017 13.05

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Buongiorno Marco..una curiosità..hai provato il 9.3x62 sui "bufali nostrani" che si vedono in foto? Se si, come va il calibro contro queste bestie?

da little john   16/03/2017 10.23

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Caro Agostino,
Qui non li tratta di "considerare due modi di vedere"
Qui si tratta di Appurare quali sono le pure e semplici realtà,
Ossia si tratta soltanto di andare semplicemente a CACCIA.
Punto e basta.
Io, come narrato nell'articolo, vivo giornalmente con una carabina in mano dal lontano 1976 e di cinghiali ne ho abbattuti "diverse centinaia" con calibri medio - piccoli senza nessun problema.
Una ventina solo la scorsa stagione
Ho SEMPRE usato il 308 e il 30.06 con palle da 150 grani, raramente da 165 grani.
Sono quello che con 9 colpi ho fatto 7 capi in 12 - 15 secondi, e non ho MAI sentito la necessità di dover usare un calibro maggiore.
Secondo me chi usa e consiglia il 9,3 x 62 (calibro Africano adatto anche ai bufali!) per i nostri cinghialotti nostrani lo fa perché
"A caccia deve esserci andato poco" e quindi ha deciso, magari per insicurezza, di "puntare subito in alto, sul sicuro"
Perché e sempre meglio abbondare e perché "Grande è sempre bello, anzi bellissimo!"
Sempre nel racconto, scrivo che i grossi calibri non li ho visti utilizzare neanche contro la grossa selvaggina europea figuriamoci per i verrotti italiani
Una volta mi hanno detto: "Si ma per i capi dell'Est Europa"????
Franz Albert , il biondino della Aimpoint che stermina cinghiali ungheresi, croati e rumeni come birilli nei famosi video usa il 270 W e il 7 x 64......
Un caro saluto
Marco

da Marco Benecchi x Agostino   16/03/2017 6.00

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Buonasera Marco,ci sono molti cacciatori che si definiscono esperti che sostengono che per abbattere i cinghiali pulitamente il calibro migliore è il 9.3x62. Secondo quanto ho letto il tuo modo di vedere è completamente opposto. Sono curioso di sapere come mai nascono queste due teorie così completamente opposte, o meglio cosa hanno di positivo e di negativo entrambi i modi di vedere.

da Agostino   15/03/2017 21.12

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ragazzi...
Solo per diritto di informazione volevo Comunicarvi che su YOU TUBE ho pubblicato qualche mio "filmato" di pessima qualità cineasta ma molto simpatici,
Girati perlopiù in gioventù
"quando ancora avevo i capelli castani"
Comunque, già il fatto che li ho ancora tutti, mi sembra sufficiente.
Un caro saluto
Marco

e buone...risate!!!!

da Marco Benecchi x TUTTI GLI AMICI   12/03/2017 12.26

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Giusta la pronuncia di Vierling del nostro Marco, però quell’arma ha 4 canne (Vier=4) e sospetto che la 157/92 non lo consenta.
Le combinazioni delle tre canne del drilling sono una combinazione di scioglilingua teutonici e di pensate dell’UCAS (Ufficio Combinazione Affari Semplici). Ho trovato le seguenti:
-Drilling “normale”: due canne lisce affiancate, e una rigata generalmente sotto, salvo il Blaser che l’ha sopra
-Doppebuechsdrilling: il contrario del precedente, ovvero due canne rigate affiancate e una liscia sotto; serviva a sparare a pallini (volpe? lepre?) durante battute agli ungulati
-Bockbuechsenflintendrilling: sissignori, si chiama così un fucile con canna liscia sopra, una rigata di calibro maggiore sotto (come un combinato) e una canna rigata di calibro minore fra le altre due, ma disassata a destra; serviva per sparare a tutto: cervo e cinghiale col calibro maggiore, capriolo con il calibro minore e altri selvatici a pallini
-Waldlaueferdrilling: due canne lisce affiancate con una rigata in mezzo; serviva per tirare a un eventuale ungulato (un tempo non molto comuni) mentre si cacciavano altri selvatici più piccoli (starne, fagiani, lepri).
Non ho finito, ce ne sono ancora 3
-Bockdrilling: tre canne una sopra l’altra come un combinato, con una canna rigata di calibro minore sopra, una liscia in mezzo e una rigata di calibro maggiore sotto
-Buechflintendrilling: una canna liscia a sinistra, una rigata di calibro minore a destra e una rigata di calibro maggiore sotto
-Schrotdrilling: tre canne lisce, due affiancate e una sotto
Se qualche residente nei territori dell’ex Impero Austro-Ungarico ha qualcosa da aggiungere gliene solo grato.
Invito caldamente i colleghi del forum a imparare a memoria queste definizioni e a ripeterle nei momenti sconforto, tipo quando arriva il “trofeo di una vita”, si ha un bisogno impellente e le cartucce sono rimaste in macchina.
IBAL a tutti

da bansberia   11/03/2017 12.31

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Non un bel tiro,
Ma bellissimo
E fai i complimenti al tiratore da parte mia.
Anche io in Svezia ho tirato ad un forcello sulla punta di una pianta con l'8 x 68 da oltre 130 - 150 ma purtroppo non l'ho preso....
Colpire un bersaglio piccolo e "nervoso" come una volpe a quella distanza è eccezionale,
Ma fattibile se si dispone di un arma precisa e di un APPOGGIO STABILE..
Secondo me il problema principale dei tiri a lunga distanza è il calcolo esatto della traiettoria della palla.
Con il tuo bel 6,5 x 68 tarato a 200 metri, ben fermo sullo zaino o sul bipiede a 280 una palla da 6 grammi non credo che sarebbe calata più di una decina di centimetri!
Con il reticolo 4 o 4 A filo schiena avresti BENISSIMO potuto tirargli anche con un vecchio Habicht 6 x 42
M

da Marco B x Tiroler   10/03/2017 20.29

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Il TRE canne da te descritto è il VIERLING e si pronuncia Fierling...
Forse una delle pochissime armi che DESIDERO ardentemente possedere, ma che aimè
purtroppo non ho.
Il bock è il comunissimo COMBINATO,
Almeno così lo chiamano ancora in molti in montagna!
Di solito i VIERLING erano 16 o 20 - 7 x 65 - 22 Hornet o 5,6 x 50 RM
E sono TUTTI di produzione Ferlach..
Se ne trovi uno prendilo SUBITO.
M

da Marco B x Little   10/03/2017 19.47

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ciao Marco. Con i miei "attrezzi", non sparerei ad una volpe a 280 m. ... perlomeno non con la sicurezza di fulminarla, con un reticolo 4 e la carabina tarata sui 200 m. Considerato che ha tirato con gran certezza, a me quello è sembrato un gran bel tiro: mi sbaglio? WH

da tiroler x Marco   10/03/2017 18.09

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

MB mi fai sorridere... io le ultime due volpi (magari un po' più vicino!) le ho tirate rispettivamente con il 9,3x74R (in Ungheria) e col 9,3x62 (dalle mie parti). Sono morte sul posto, ci credereste???

da Filippo 53   10/03/2017 17.52

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Bockdrilling ovvero 30r blaser, canna liscia e calibro piccolo tipo 22 hornet?

da Little john   10/03/2017 15.18

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Tiroler,
oltre ad essermi simpatico vedo che sei anche un "burlone"
Si, perché se un 30 R Blaser che assomiglia più ad un 300 WM che ad un 30.06 non avesse "Fulminato" una volpe anche a 600 mt ci sarebbe stato da discutere per un anno intero....
Comunque avresti dovuto vedere in azione un 5,6 x 50 RM o un 22-250 sulle volpi per capire cos'è veramente l'effetto Red fog
La Nebbia Rossa!!!
Buona
M

da Marco B x Tiroler   10/03/2017 11.33

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Un mio amico ha un Bock blaser e ne è contentissimo. Possiede anche un 7 stw ma usa quasi sempre il Bock anche all'aspetto. Gli ho visto sparare una volpe a 280 m... fulminata! Prendilo il 300 blaser, che sia kipp o bock. È veramente un gran attrezzo

da Tiroler x Little   10/03/2017 8.59

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Poi, se non in kipplauf allora in che arma?
Combinato o express?
Non vedo altrimenti,,,

da Marco B x Little   10/03/2017 7.23

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

30 R Blaser
Solito eterno dilemma:
Per farci cosa?
M

da Marco B x Little   10/03/2017 7.22

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Intendo il calibro..non l'arma..devo ammettere che non sono un grande amante dei kip..

da little john   09/03/2017 21.29

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

E se vi dicessi kipplauf in 30r blaser? A me non dispiacerebbe...

da little john   09/03/2017 21.24

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Mi spiace contraddirti ma nel MIO CASO non è stato così.
Ho preso il porto d'armi a sedici anni con la SOLA firma di mio padre,
Perché se ci fosse voluta anche quella di mia madre allora credo che l'avrei preso a 18....
I vigili mi hanno sequestrato non so quante fionde.
Una volta anche la Diana 27..
Un'altra volta ho colpito di rimbalzo un vicino perché ho sparato dalla finestra della cucina ad un topo quindi puoi immaginare che allegria mia madre a farmi prendere un calibro 12...........

Un caro saluto Marco
Classe ... 60....

da Marco B x Luciano   09/03/2017 20.56

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Caro Marco hai scritto una cosa inesatta: nel1976 per prendere il porto d'armi occorreva anche la firma della mamma, non solo quella del babbo. Poi ci fu un altro problema: nel 1978 entrò in vigore la legge 968 che tolse il porto d'armi ai sedicenni....almeno per qualche mese....sono un tuo coetaneo come avrai capito.

da Luciano   09/03/2017 18.55

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Cari Ragazzi,
Il problema non è QUASI MAI la precisione dell'arma, quanto l'abilità del tiratore.
Ho sparato con decine di BAIKAL monocolpo in calibri 222 223, 308 e 30.06 con delle rosate da paura....
Sempre se riesci ad abituarti a sparare con il fucile "in sicura" per quanto è duro lo scatto
e soprattutto se riesci a tenerlo fermo!!!!
Al poligono TUTTI i Kipplauf fanno ottime rosate.
A tutte le distanze, se si ha l'accortezza di far freddare la canna dopo pochi colpi.
Ma, badate bene, parlo di Kip con la K maiuscola...
Quindi costruiti da bravissimi artigiani e/o note marche.
Il problemino è un altro.....................
Riuscire a tenerlo fermo sullo zaino al momento del tiro..
Sembra una anguilla.
Conosco MOLTI cacciatori di montagna che hanno equipaggiato i loro kip con dei bipiedi...
Non è certo il massimo in stile ed estetica, ma molto valido per sfruttare appieno le potenzialità delle munizioni
Io ho un VIMA LPegaso EDL Lusso in 7 mm RM e un Prinz Zanardini in 7 x 65 R con canna Lothar Walther "sceltissima".
Più o meno sparano ugualmente bene, ma sul rest ......
A caccia.... mai portati
L'unico con il quale mi ci sono divertito parecchio è stato un vecchio Zanardini Fucsh in calibro 5,6 x 50 R Magnum....
OK,
Ora Basta così, ai Kipplauf abbiamo già dedicato molti altri articoli.
Per concludere vorrei poter esprimere il mio giudizio
KIPPLAUF = 6,5 x 57 R
Poi ognuno lo prenda nel calibro che vuole.
Li ho visti anche in 300 Weatherby Magnum....

da Brivido!!!!!!!

da Marco B x Tutti   08/03/2017 20.54

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Si hai ragione ma io seguivo il filo del discorso ed ho fato la "battuta"! Ho un Merkel kif in 243,, uno spettacolo come eleganza e prestazioni però ma non mi azzardo oltre i 200 metri! ma sono contento.

da Pierino   08/03/2017 20.49

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ciao Pierino; nonostante personalmente io sia un convinto sostenitore del 300WM, mi pare davvero fuori luogo su un Kipplauf, non credi? Si tratta di armi molto leggere, e - a parte il rinculo - non credo siano molto eleganti con canne da 65, più magari il freno di bocca, mi sembrerebbero canne da pesca! Uso spesso e volentieri il 300, ma su una R-93. Queste, potresti dirmi, sono le solite questioni di gusti, soggettive per antonomasia. Credo però che ci siano anche motivi più squisitamente tecnici che mi fanno ritenere il Kipplauf arma da calibri meno vigorosi. Il 300WM è a detta di tutti in grado di abbattere senza problemi qualsiasi animale europeo, anche il più robusto. Ma proprio perché nasce per tirare animali robusti, forti incassatori, non credo sia stato pensato per adoperarlo su un fucile monocolpo. E' infatti più che probabile dover replicare una palla, anche se la prima ha raggiunto una zona vitale, quando spariamo animali di qualche quintale di peso (a me è successo con l'alce in Canada). Ovviamente se le case costruttrici producono Kipplauf anche in 8x68 o 9,3x74R, ancora meglio potrà essere usato in 300WM; ma personalmente credo sia fuori luogo per le caratteristiche del Kip e delle caccie per cui è stato pensato. Attenzione: mi piace affrontare questi argomenti solo per amore della discussione, ma senza alcuna sfumatura polemica.
Tanta salute
PS: il mio K-95 a 200 metri fa un buco solo (con i primi due colpi, poi allarga un poco la rosata, ma essendo monocolpo va più che bene)

da Filippo 53   08/03/2017 19.08

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

bello ma difficile da sparare e su 10 kif ne vanno bene due al massimo! ma se vuoi tirare a 100 metri vanno tutti bene. calibro ? ma ovviamente un 300WM il miglior calibro al mondo!

da Pierino   08/03/2017 18.33

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Buongiorno Marco.
Spiace di essere stato così ...maldestro. Hai perfettamente ragione. Cercavo un calibro generico x tiri anche lunghi da usare su kip, A suo tempo lessi un articolo di Bruno Modugno in cui diceva di essersi dotato di un kip in 7RM x la caccia in montagna (penso caprioli, camosci...); so anche che tu sconsigli di impiegare munizionamento rimless in armi basculanti/pluricanna. Per giunta in vari complessi venatori si può impiegare solo dal 7 mm in su per certi capi....e mi piace un sacco il kip che è leggerissimo e nn ingombrante. Vedi il Mustang di Gamba ad esempio. Tutto qua. Saluti.

da FILIPPO60   08/03/2017 15.01

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Certo Marco, hai ragione, nel momento in cui posso andare solo al camoscio, mi affido al vecchio 6,5x68, così come se posso uscire solo al cervo, preferisco il calibro che tu ben conosci. Ma in apertura e per un mese e mezzo/due, solitamente, non ho di questi limiti e, allora, decido secondo il tipo di caccia che intendo praticare quel giorno(aspetto o pirsch), piuttosto che sul selvatico e cerco di trovare un buon compromesso. Un caro saluto. WH

da tiroler x Marco   07/03/2017 22.51

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Carissimo,
Io quando caccio in MONTAGNA sono ospite o invitato
Pagante o no...
Parto già da casa con uno scopo ben prefissato.
So in partenza cosa mi aspetta.,
Mi è anche capitata qualche "opzione" di Camoscio-capriolo o di camoscio-cervo,
Ma non rientrano nella norma.
In Maremma è diverso perché "giocando in casa" mi può capitare di tutto.
Motivo per cui ho fatto grossi cinghiali e robusti daini con il 243.
Come caprioli (in gioventù!) con l'8 x 68....
Tutto quà...
Anche tu, mi sembra di aver capito che usi calibri diversi secondo il tipo di caccia...
Buona serata
M

da Marco B x Tiroler   07/03/2017 21.32

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Scusa Marco ma, questa volta non ti seguo. Come fai a dire: "... Io se sono al capriolo VADO AL CAPRIOLO! Se vado al camoscio cerco il camoscio E se devo fare un cervo idem.."? Se vai a caccia, vai a caccia! Se esci al camoscio e - ovviamente nella tua disponibilità - vedi un cervo o un capriolo, cosa fai? Non tiri perché sei al camoscio? Sinceramente, dopo tanti anni, mi capitasse di vedere un cervo(o un capriolo) nella mia disponibilità mentre sono al camoscio e lo lasciassi andare, prima ancora di auto darmi dell'imbecille, ci penserebbe il consueto amico/esperto che mi accompagna! Poi, ovvio, che ogni caccia ha le sue peculiarità ma, almeno al cervo e capriolo, si esce senza porsi, ancor prima di uscire dalla porta cosa, i limiti su cosa sparare e cosa no. Poi, certo, se l'unico capo che uno può prelevare è un cervo, o un camoscio, o un capriolo, hai ragione tu ma in tutte le altre occasioni, ripeto, la caccia è caccia! WH

da tiroler x Marco   07/03/2017 21.15

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

La Carne dei Tori?
Di tutto di più....
Ma tutto dipende dal responso del responsabile ASL,
Del Veterinario
I capi in foto sono andati all'inceneritore.
Se sono capi più giovani "sani" vengono macellati e la carne data in beneficenza.
Anche ai "Cacciatori" viene data una Parte, ma con me cadono bene perché non sono molto amante della carna vaccina
Io O maiale O pollo!
Preferisco un petto di pollo e/o una fettina di arista ad una bistecca!

Comunque chi l'ha mangiata dice che è molto buona
Oltre ad essere un po' più dura del normale!
Saluti
M

da Marco B x Gigi   07/03/2017 17.18

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

UNA CURIOSITà LA CARNE DEI TORI LA SMALTITE O è COMMESTIBILE?

da GIGI   07/03/2017 16.06

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Buongiorno omonimo. Come ho scritto più volte, con il mio K-95 6x62 Frères ho abbattuto una decina di camosci e molti caprioli (tra cui anche tre siberiani). Lo uso dal 2002 e ne sono entusiasta (dell'arma e del calibro). Non l'ho mai testato su animali più grandi ma, trattandosi di un 243 supermaggiorato, non credo dovrebbe avere difficoltà, con la palla giusta, ad abbattere pulitamente anche animali ben più pesanti e/o coriacei. Recentemente ho acquistato (per ragioni quasi esclusivamente estetiche) un K-95 Stutzen in 7x65R. Il calibro è un classico delle armi basculanti e, almeno stando alle pubblicazioni delle Case produttrici di munizioni, viene consigliato anche per cervo e cinghiale. Però (e in questo do ragione a MB) non l'ho testato personalmente se non su caprioli, per i quali certamente non crea problemi. Quindi non ti so dire l'efficacia di questa combinazione (arma con canna di 50 cm e calibro 7x65R) su - ad esempio - un grosso verro. In base alle mie pluriennali esperienze con il fratello 7x64 non esiterei a consigliartelo, ma per ora non posso farlo a seguito di esperienze dirette. Quanto al 7 RM, certo è più potente e radente, ma rincula molto di più e inoltre su un basculante preferisco sempre un calibro Rimmed (vero Marco?????)

da Filippo 53   07/03/2017 13.25

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Siamo alle solite........
Ma proprio alle solite,
Tanto siamo qui per chiacchierare...
Innanzi tutto stai chiedendo consigli alla persona sbagliata,
Perché, anche se ne ho due di Kip, uno proprio in 7 x 65 R e uno in 7 mm RM,
Non me la sentirei di andarci a caccia in montagna!
Sicuramente FILIPPO 53 ti sarebbe rispondere meglio...
Quel che mi sconcerta è sempre la solita cosa.
Caccia in Montagna
OK, ma a che cosa??
Qui ormai è diventata una abitudine dire:
"Se quando sono al capriolo mi esce anche il cervo"
Io se sono al capriolo VADO AL CAPRIOLO!
Se vado al camoscio cerco il camoscio
E se devo fare un cervo idem..
Quindi Kip x la caccia a che cosa???
Perché per SOLI caprioli e camosci io MAX lo prenderei in 6,5 x 65 R altrimenti meglio il 6,5 x 57 R o il 6 mm Freres...
Ovviamente col 7 mm RM fai dal capriolo al cervo includendo anche cinghiale e stambecco
Ma in quel caso occhio a prenderlo con un buon freno di bocca!
Quasi indispensabile
Buona
M

Dimenticavo
Non l'ho usato l'8 x 68 sui tori perché non mi andava di sbatacchiare la mi bellissima Steyr Mannlicher sui fuoristrada in continui sali - scendi, cassone etc...
Ma credo che sarebbe stato più o meno come il 300 Weath....
Chissà, forse con la palla Blindata Vollmantel da 196 grani...

da Marco B x Filippo   07/03/2017 8.01

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Complimenti Marco. Con capi/tori del genere non hai bisogno certo di andare in africa per un safari. Il tuo 8x68S lo classificheresti nel novero dei 300 per questa caccia al toro nel Lazio? Sarebbe stato sufficiente? L'ho provato al poligono ed è ...notevole a dir poco!! Un parere...il kipplauf di cui si parlava nel blog....sto valutando se prenderne uno in 7x65r o in 7 RM. X la montagna. Puoi cortesemente darmi un parere?Più adatto, preciso ed equilibrato il primo, più potente e disponibile il secondo?
Grazie.

da FILIPPO60   07/03/2017 0.34

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Beh, allora potete stare tranquilli che, anche non arrivando al rapporto maschi/femmine indicato, non rischiate nulla. Buon per voi!

da tiroler x Filippo 53   06/03/2017 19.48

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Il nostro ATC è molto grande; nel mio Distretto non c'è PIU' alcuna penalità, ma non so dire se non venga applicata all'intero ATC. Credo di no

da Filippo 53   06/03/2017 16.32

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

scusi, ma la eventuale penalità non viene comunque attribuita alla riserva/atc? Qui la penalità viene scontata dalla riserva...

da tiroler x Filippo 53   06/03/2017 16.27

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Se faccio un certo numero di uscite (almeno quelle minime previste) la penalizzazione non c'è più (mentre in passato era prevista)

da Filippo 53   06/03/2017 16.04

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

ma non ti penalizzano con il punteggio per il piano non completato?

da mario   06/03/2017 14.18

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Salve amici. Ho premesso che il mio rifiuto di tirare femmine in questo periodo può rappresentare un errore gestionale; ma la mia esperienza di ormai molti anni (pratico la selezione da quando è stata introdotta in Umbria) mi fa dire che per vari motivi, da quando le femmine di capriolo si tirano da gennaio a metà marzo, vuoi per la neve, con la quale in Umbria non si può cacciare (!!!!); vuoi perché a gennaio è ancora possibile praticare la caccia col cane; vuoi perché i caprioli (anche per la caccia ad altre specie) sono nervosi e quindi ancora più elusivi; insomma, non sono mai riuscito a tirare femmine prima della fine di febbraio. Col risultato che la gravidanza è ormai avanzata e come ho già detto estrarre quei corpicini mi da noia. So bene che il concepimento è avvenuto in estate, ma, come si dice, "occhio non vede, cuore non duole".... Anche nella specie umana l'interruzione volontaria della gravidanza si può fare, per ovvii motivi, entro poche settimane dal concepimento.
IBAL

da Filippo 53   06/03/2017 13.20

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Se guardi bene l'ultimo toro in foto ha una 270 grani 375 piazzata MOLTO indietro, ma è stata comunque risolutiva.
Tiro dai 100 ai 130 mt CON ANIMALE IN MOVIMENTO
Ho mirato davanti al pento, ma sempre dentro la sagoma.
Il tiro che mi piace di più è quello di PUNTA.
Li inginocchia come nella corrida, ma se partono (appena ti vedono) miri sempre piuttosto avanti!
Il primo (e forse è anche uno dei più grossi!)
Ci sono voluti tre colpi di 300 Weatherby Spalla piena e un quarto nel collo a terra....
Fanno "impressione" anche da morti quando sono giù......
M

da Marco B x l'amico Little   05/03/2017 18.58

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Una curiosità x MB..dovendo sparare a dei bestioni del genere dove si mira? In cassa? Collo? Head shot?

da Little John   05/03/2017 16.47

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Grazie! Molto interessante

da Little John   05/03/2017 16.42

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Le rispondo con piacere.
La materia è molto articolata ma, per sommi capi, si articola in questo modo. In aprile censimento annuale del cervo e del capriolo per aree campione su tutta l'area della riserva. 4/5 censimenti ai quali devono partecipare(almeno ad uno) anche i forestali. "Logicamente" viene considerato solo quello controfirmato dagli agenti. A luglio il censimento dei camosci sempre con la presenza dei forestali. Sulla base degli avvistamenti e dell'incremento netto annuo, i comitati faunistici di tn e bz stilano il piano dei prelievi e assegnano i capi(genere/classe) alle diverse consulte(accorpamenti di riserve per aree omogenee tn). Questo come linea guida. Bisogna poi tenere presente dei piani di obiettivo pluriennali(cervo e capriolo) ai quali è necessario attenersi per evitare penalità successive, a danno della riserva. Per quanto concerne il capriolo in particolare, è stato ammessa la possibilità, a parità di assegnazione rispetto all'anno precedente, di prelevare solo il 70% di femmine/piccoli del totale dei maschi prelevati. Nel caso di assegnazione di maschi superiore all'anno precedente, la percentuale sale all'80%. Per le zone di fondovalle Adige è richiesto sempre il rapporto 1:1. Un altro discorso merita ancora il camoscio per il quale le due province hanno un approccio diverso. A bz, in area di rogna conclamata, si ammettono abbattimenti tali da diminuire drasticamente la densità di popolazione(anche fino all'70-80% della popolazione stimata). A tn viene chiusa la caccia(di solito 4 anni) per permettere la sopravvivenza di un ceppo resistente(di solito ne sopravvive, alla prima infezione, un 20%). Guardi che ho tranciato tutta la materia con l'accetta perché ci sono poi diversi altri parametri ai quali fare riferimento. La materia è abbastanza complessa. Se lo riterrà interessante sarò ben lieto di essere più dettagliato. WH

da tiroler x little John   05/03/2017 16.21

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

In questo caso si possono fare degli aggiustamenti..l importante é prelevare anche femmine e piccoli..una domanda, in provincia di Trento e Bolzano chi fa censimenti e piani di abbattimento?il guardiacaccia o le province?

da little john x tiroler   05/03/2017 11.47

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Nelle zone ad alta densità di capi ha ragione ma, nel caso della nostra caccia, mediamente sopra i 1400 m, le condizioni di sopravvivenza non sono equiparabili a situazioni standard monitorate per le quali, le do atto, si considera corretto il rapporto di 1:1. WH

da tiroler x little John   04/03/2017 23.25

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

P.s. Per i cinghiali si consiglia di spingere di più sui prelievi di classe 0,1 rispetto ai cervidi

da little John   04/03/2017 19.58

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

So che abbattere una femmina gravida non é piacevole ma occorre ricordare che il piano ideale di abbattimento, in genere é 50% animali giovani classi 0 e 1 e 50 % adulti (classe 2 e superiori) ..e parallelamente 50% maschi e 50 % femmine..lo stesso vale per i cinghiali che a gennaio possono avere feti gia sviluppati. Io sono Dell idea che é meglio turarsi il naso e sparare a una femmina gravida ma con il piccolo già svezzato che sparare a una che ha appena partorito o che ha ancora il piccolo che allatta e che dipende dalla madre. Per tutte le specie.

da little john   04/03/2017 19.53

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Carpineto Romano è nella lista...
Vedrai presto il cambiamento comportamentale come cominceranno a sentire i primi...
Colpi...
Dove stiamo "lavorando" ora in due anni di Tentativi più o meno maldestri erano riusciti a ferirne uno....
Qualcuno s'illudeva di abbatterli con i 12 caricati a palla....
Saluti
Marco

da Marco B x Romeo   03/03/2017 20.46

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

...scusa mi sono un attimo incasinato sulle percentuali. Nel caso di 30 capi assegnati e TUTTI abbattuti, andranno prelevate almeno 8 femmine e 13 piccoli. WH

da tiroler x Filippo 53   03/03/2017 20.17

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ti dico cosa facciamo noi: sul totale dei maschi abbattuti(bisogna arrivare a un minimo dell'80 dell'assegnato per non incorrere in penalità), deve essere prelevato il 70% tra piccoli e femmine. Sta al rettore della riserva valutare la percentuale. Normalmente facciamo un 35% di femmine 65% di piccoli. Nell'ipotesi di 30 maschi assegnati alla riserva, tutti abbattuti, vanno prelevati come minimo 11 femmine (bimbe o bestie visibilmente deperite) e 13 piccoli. Se ne viene abbattuto solo l'80%(dei maschi), il calcolo sarà di 6 femmine e 11 piccoli. Sono valori che possono subire qualche variazione, ovviamente. WH

da da tiroler x Filippo 53   03/03/2017 20.02

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Sono contento che il mio modesto parere sia condiviso da altri cacciatori. Quanto alla domanda di Tiroler, purtroppo non c'è risposta (a parte forse la politica, intesa nel senso peggiore del termine, e cioè ottenere consenso e quindi voti....)

da Filippo 53   03/03/2017 19.40

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Lei fa benissimo: è un madornale scivolone etico-gestionale e il suo comportamento, dal mio punto di vista, è ineccepibile. Per quel che mi riguarda, nonostante l'evoluzione embrionale dalle nostre parti sia ritardata, mi rifiuto di tirare ad una femmina potenzialmente gravida. E da noi si chiude il 15 novembre! Mi domando per quale motivo non vi diano la possibilità di gestire autonomamente il piano, variando percentualmente il prelievo tra femmine e piccoli. WH

da tiroler x Filippo 53   03/03/2017 17.11

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Io abbito in zona Carpineto Romano dove ci sono parecchi tori e vacche inselvatichite e posso asicurarti che se non sei tu ad allontanarti e di corsa loro non hanno alcun timore altro che 100-150 m ti prendono a cornate se non te ne vai.

da Romeo   03/03/2017 14.46

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Bravo Filippo dovrebbero fare tutti come te . Le femmine sarebbero da tirare in settembre / ottobre anche i piccolo sebbene siano veramente piccoli .oppure femmine settembre / ottobre piccoli in gennaio/ febbraio.

da Pietro   03/03/2017 14.23

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ciao Pietro. In effetti qui in Umbria dobbiamo (o meglio, dovremmo) ancora tirare le femmine di capriolo. A me - dato che immancabilmente le trovo gravide - da fastidio, e infatti ogni anno riconsegno la fascetta della femmina adulta. Forse sarà un errore dal punto di vista gestionale; ma io francamente non me la sento. Anche perché (come dovrebbe fare ogni selecontrollore) gli animali li eviscero da solo, e tirar fuori dei feti ormai abbastanza ben formati è (almeno per il sottoscritto) disgustoso. Fino a qualche anno fa tiravamo le femmine a ottobre; poi invece dopo la chiusura della caccia, fino a marzo inoltrato. Bah...

da Filippo 53   03/03/2017 13.11

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Mi sto facendo una cultura sugli effetti dei "grossi calibri" sui GROSSI SELVATICI..
Verificando il lavoro svolto dai vari proiettili su animali di oltre un metro di spessore
M

da Marco Benecchi x TUTTI   03/03/2017 12.41

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”


Qualcuno ha scritto:

""""con il 300 WM puoi fare TUTTO!""""

Ma, CREDETEMI, non è così.....


E lo posso giurare davanti a un giudice....

Tanto ormai è di dominio pubblico,

Se ne è occupata addirittura anche Striscia la Notizia

Che in vita mia non ho MAI visto

Io e due "miei collaboratori", che ho coinvolto in questa "impresa"....
Siamo stati incaricati dalla PROCURA di abbattere i TORI SELVATICI e/o rinselvatichiti nella provincia di Roma...
Animali SENZA proprietari che sono nati liberi e affetti da una strana malattia trasmissibile per BAVA
CACCIA DIFFICILISSIMA perché nel 90% dei casi i selvatici non conoscono l'uomo.
Ed escono dal bosco a notte fonda, si spara SEMPRE da lunga distanza e in movimento.
E in cattive condizioni di luce
Caccia alla cerca coi fuoristrada

Ho usato di TUTTO a partire dai vari 300 Winchester e 300 Weatherby (viste le distanze di tiro e le condizioni di luce!)
INSUFFICIENTI!!!
non fermano grossi capi neanche con tre colpi addosso palle da 200 - 220 grani
TIRI Sempre sopra i 100 - 150 mt di distanza
Al disotto è impensabile avvicinarli
Ho saltato i 9,3 x 62 e x 74 per passare subito al 375 e al 378 e le cose sono cambiate dal giorno alla notte.
Il 416 non è adatto oltre i 100 - 150 mt
Almeno il mio express.
Coin il 375 palle da 250 - 270 hai degli abbattimenti.. diciamo puliti, con tori e vacche da 600 a 1300 kg di peso entro i 30-40 metri dal tiro..
Ma è come sparare a dei sassi....
Praticamente sto tirando più "bufali" di Mark Sullivan....
Scherzo, ma in fin dei conti è così.
Ho visto soggetti adulti incassare tre colpi di 300 Weatherby in cassa come se nulla fosse.
Il 375 e il 378 sono un'altra cosa.

Buona giornata a tutti dal Vostro light hunter
Marco

da Marco Benecchi x Andrea e Little   03/03/2017 12.37

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Hai ragione Filippo tirare con un kif a 300 metri è da professionisti. Ma io non sopporto le cose da una sola angolazione e MB crede di avere ragione su tutto invece non è cosi. Riguardo i CC e ASL se si riferisce ai piani di controllo fa bene a farsi accompagnare! Dalle nostre parti chi spara alle femmine gravide ( sparano anche adesso) con il faro o l' infrarosso vengono EMARGINATI . e uno che fa certe cose non si deve chiamare cacciatore. Oltre a questo. Il tipo del 300 non mi sembra cosi maleducato ma uno che ha fatto una scelta ! e come ho scritto all'inizio uno spara con quello che vuole e come gli pare !

da Pietro   03/03/2017 8.59

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Dalle mie parti si dice:"meglio invidia che pietà", Marco facci sapere cosa ci fai con i grossi calibri, che nel caso tuo sono da cacce africane e non ce li vedo i Carabinieri in Sud Africa o in Congo.
Ciao
Andrea

da Andrea   03/03/2017 8.42

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”


"Purtroppo l'Educazione non si può comperare al mercato"

da Marco B x Filippo 53   03/03/2017 7.20

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Personalmente sono del parere che tirare lontano non sia tanto difficile. Ovviamente avendo l'attrezzatura giusta. Anzi, sono convinto che sia più difficile tirare a 300 metri con un Kipplauf che pesa meno di tre kg che a 500 con una carabina preparata per le lunghe distanze (che pesa più del doppio e ha un'ottica super specializzata). Una volta ancora devo leggere giudizi sprezzanti su chi la pensa diversamente. Egregio Pietro, credi sia così semplice tirare un capriolo a 50 metri? Certo, la fucilata non pone problemi. Ma ci devi arrivare così vicino... Comunque se ti piace sparare distante, che problema c'è? Magari non te la prendere con chi invece preferisce andare vicino alle sue prede. Stessa cosa per 300WM. Tanta salute

da Filippo 53   02/03/2017 21.50

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Caro John se ti dicessi cosa ci faccio con quei calibri accompagnato da Carabinieri e ASL diventerei il cacciatore più invidiato d'Italia,
Cosa che io da buon """light hunter"""
Non voglio....
Buona serata
M

A volte tiro ai caprioli anche a 70 - 75 metri, ma devo impegnarmi parecchio..
In Ungheria sono riuscito a tirare anche a 80 metri.............

da Marco B x Little   02/03/2017 20.24

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Hai perfettamente ragione per quanto mi riguarda: Io a 500 non so e non mi interessa neanche sparare..gia a 300 metri farei fatica a premere il grilletto figuriamoci a 500..

da Little john x Pietro   02/03/2017 18.21

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

uno tira a 50 metri perché non è capace di farlo a 500! e torno a riscriverlo i ditkat nella caccia non fanno bene a nessuno.

da Pietro   02/03/2017 17.08

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

No beh questa storia dei calibri e delle asl voglio proprio sentirla! Son curioso!

da Little John   02/03/2017 13.22

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

si vado a caccia con il 300WM e a leggervi mi sono sbellicato dalle risate . se questo è il livello sono felice in futuro ci saranno sempre più ungulati in Italia! Bravi . I filmati li guardo in TV non su youtube , che fanno tutti ribrezzo ! In Bocca al lupo light hunter!! che ridere

da 300 WM   02/03/2017 11.09

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Dimenticavo ancora...
Scusami
Tu stai andando a caccia con il 300?
Io, con TESTIMONI affidabilissimi (corpo forestale, carabinieri, polizia provinciale, protezione civile, ASL, etc!) sto usando 375 HH 378 WM e 416 Rigby.....
GIURO
M

da Marco B x Quello del 300   02/03/2017 10.50

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Dimenticavo...
Se vuoi vedermi sparare CORTO vai su you tube...
Ho qualche filmato sulla caccia al capriolo in Ungheria
Dove LORO usano il 222...

Poi, mi farebbe MOLTISSIMO piacere vederne uno TUO di filmato
dove tiri
LUNGHISSIMO
Cosa che a me non piace affatto,
COME GIA' DETTO IN MILLE MILIONI di occasioni
Il tiro lunghissimo non lo vedo CACCIA
Preferisco tirare a 50 metri piuttosto che a 500.
A 50 metri un selvatico percepisce il tuo RESPIRO.
A 500 non sente neanche lo sparo
Muore senza onore.
M

da Marco B x Quello del 300   02/03/2017 10.48

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”



io sono 15 anni che non uso un cane da traccia e sparo forse il doppio delle bestie che tiri tu forse con il 222/3 ne avrei fatto largo uso!

Caro Quello del 300.. io non so neanche cosa sia un cane da traccia..
Poi, per i capi abbattuti ha sicuramente ragione
Arrivo a mala pena a 100 ungulati abbattuti l'anno,
Che detto tra noi sono una inezia...

Saluti
M

da Marco B x Quello del 300   02/03/2017 10.44

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

"Quello del 300"......credo che proprio non hai mai provato e nemmeno visto gli effetti del 223 sul capriolo!!

Come detto ho un 7 remington e un 270 oltre al 223....nei 200 mt (per me il max sul capriolo sono i 300 mt o poco oltre.......e solo in casi estremi...ovviamente non col 223....i 400 li lascio ai fenomeni)...con colpi non perfetti (cioè un po' dietro) ho avuto la netta sensazione che le piccole e veloci palle del 22 siano più invalidanti che delle grandi e più pesanti palle del 7 e 270.
Lo scorso anno a metà febbraio tirai una femmina a 175 mt col 270....presa leggermente dietro...fece 20/30 metri....la mattina seguente nello stesso identico posto tirai un piccolo col 223 (e oltretutto una carica minima con palla 60 grs spinta a solo 900/905 ms...ma precisissima)....stesso colpo un po' dietro e a dire il vero anche con un' inclinazione che lo fece uscire a fine costato e un po' basso.....l' effetto?...Due passi in dietro e....a gambe ritte!!!
Per me, pur rimanendo il 243 IL CALIBRO DA CAPRIOLI, nei 200 metri il 223 (il 222 non l' ho mai provato)....è più velenoso di quel che normalmente si crede!!
Poi....ripeto ora va di moda il 9,3x62 per i nostri cinghiali a 30 mt...quindi non mi stupisce certo sentir dire che il 300 è un calibro anche e per corvidi!!

da springer toscano   02/03/2017 9.50

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Le differenze tra un 222/3 e un 300 sono: con il primo spari al massimo a 200 metri?? se c'è vento puoi tornare a casa , se spari e prendi un capo dietro prima di tre chilometri non lo trovi e forse non lo trovi per niente nel 80% dei casi, se spari male fa più danni di un 300 , se ti capita il Daino mentre sei al capriolo o il cinghiale voglio vedere cosa fai ( le pippe!) se poi entriamo nel discorso del 350/400 metri lo puoi lanciare nel campo dietro a casa tua. Ricapitolando: il 222/3 calibro per marmotte / conigli/ volpi/ corvi / nutrie/ topi! con il 300 WM puoi fare TUTTO! da 50 metri a 500 metri NO PROBLEM! dal corvo alla cervo coronato vecchio e duro come un sasso! vento , pioggia, neve, NO PROBLEM! cartucce e ricariche che trovi in tutto il mondo a tutti i prezzi. NON C'è PARAGONE . poi come ha scritto Pietro uno spara con quello che vuole e questa polemica RIDICOLA che hai messo in piedi fa acqua da tutte le parti! A parte sulle Alpi noi non tiriamo con il 300WM a camosci E cervi!! io ho usato anche il 30/378 e 300 Weatherby a camosci e cervi ! Il tuo è un problema mentale ma anche perchè spari CORTO, e questo ti porta ad usare i piccoli calibri GIUSTAMEMNTE. Ma che la tua scuola di pensiero sia giusta è tutto da vedere ! a proposito io sono 15 anni che non uso un cane da traccia e sparo forse il doppio delle bestie che tiri tu forse con il 222/3 ne avrei fatto largo uso! Stammi bene che la caccia ancora aperta non ho trmpo di seguirti!!!!

da quello del 300   02/03/2017 8.45

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Per diritto di cronaca
Il primo alce dell'articolo è stato abbattuto con un 300 Weath Mag palla originale SPBT Hornady Spire Point da 180 grani
Il secondo giovane alce con BAR in 30.06 palla Originale RWS EVOLUTION da 184 grani
L'orso (300 kg stimati)
Abbattuto da un norvegese con SAKO in 308 W palla Sellier & Bellot SP da 180 grani...............

Vai un po' a raccontarlo in giro
M


NOTATE BENE
Ora vi faccio sbizzarrire un poco poi "dovrò" raccontarvi cosa ci sto facendo IO ora con i grossi calibri....
A presto
Marco

da Marco B x TUTTI   01/03/2017 12.20

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Caro Andrea grazie dei complimenti, anche se non c'era bisogno di farli...
Sono solo un modesto ma accanitissimo cacciatore
SINCERO
Niente più.
Per quanto riguarda "comparare" un 180 grs di un 30.06 con una 170 - 175 grs di un 7 mm RM potremmo quasi farlo entro i 100 - 150 mt...
Oltre la palla da 7 mm è MOLTO più efficace..
Poi molto dipende dal tipo di palla, ma se vorremmo utilizzare, ad esempio, due PARTITION NOSLER identiche, la 7 mm alle lunghe distanze ha un coefficiente Balistico migliore.
Ma entro certi limiti svolgono più o meno gli stessi compiti.
M

da Marco B x ANDREA   01/03/2017 12.16

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ok grazie, curiosità soddisfatta

da Iacopo   01/03/2017 12.12

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ma siamo sicuri che non siamo Fratelli...??
Bho...
Mi sembra che stavi parlando per me....
Buona
M
So incazzato nero...
Non si vede più un daino ed ancora avrei un fusone o un balestrone da tirare..
Col 7 mm RM ovviamente....

da Marco B x Springer Toscano   01/03/2017 12.12

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Presto detto,

Un cacciatore LOCALE spara il SUO capo e quindi non lascia nulla di intentato pur di portarselo a casa.
Ciccia e Trofeo....
Quindi, quando ne ferisce uno, si attiva prima un cane da sangue, poi se non basta, ne chiamano anche un altro... e così via
Mentre se un "Cliente" ferisce un capo Calvo o non necessariamente un tropfeo importante, il Tentato recupero è molto più "tranquillo"...
Dicono che tanto devono mangiare anche le volpi e i cinghiali
Ora si è aggiunto anche lo sciacallo dorato......
Saluti
M

da Marco B x Jacopo   01/03/2017 12.10

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

E pensare che ora va di moda consigliare il 9,3 x62 per il cinghiale....ritenendo insufficienti 30/06 e 308...oppure dicendo che fanno danni!!
Praticamente un calibro da orsi per sparare a 30 mt un cinghiale di 35 kg!!

Pienamente ragione a Marco!!

Io ho un 223 (che uso per il capriolo...anche se non sempre) un 270 winc. per cinghiale e capriolo un 7 rem....per cinghiali e...a volte caprioli (ma preferisco il 270.) e un 30/06 per il cinghiale!!

Le palle....55 grs per il 223 (bal tip)....130 per il 270 (bal tip capriolo e accubond cinghiale)...150 per il 30/06 (tig per la battuta) e.....una carica ai limiti inferiori per il 7 remington con palle amax da 162 grs (che lo trasformano in un arzillo 30/06....con un precisione da benc rest).

Saluti

da springer toscano   01/03/2017 12.03

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Ciao Marco, sono un tuo affezionato lettore, ora anche tuo seguace su you tube, più ti leggo e vedo, più mi sei simpatico, per l'efficacia dell'esposizione ma sopra tutto per l'attendibilità della fonte (oggi cosa diventata molto ma molto rara) accompagnata da una grandissima modestia.
Ho un curiosità che solo tu puoi risolvere, una palla da 175 grani in 7 rm quanto può essere più utile in termini di lavoro su grossi selvatici, di una 180 grani in 30.06?? Io ho l'impressione che alla fine si equivalgano-
Grazie
Con stima e simpatia
Andrea

da Andrea   01/03/2017 8.59

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Giustamente ognuno spara con cio' che vuole.....oppure c'e' chi per un motivo o un altro deve fare di necessita' virtu' non avendo piu' di un'arma cercando il miglior compromesso possibile (io ad es facendo selezione a cervo daino e capriolo utilizzo un 7RM)....ma al di la' di questo, con quella pochina di esperienza che mi sono fatta dal 1990 in avanti, sono anch'io convinto che quella del "grosso e' bello e necessario" sia soprattutto una moda che pero' non ha un effettivo riscontro di utilita' almeno per le caccie a palla italiane (piccolo es prima di conoscere questo blog ero convinto utilizzatore di 180-200 grs nel mio 30/06 ma quante piu' soddisfazioni seguendo il consiglio di Marco di non andare oltre i 165)..... Una curiosita', perché parlando dell'Ungheria dici che "quando un locale ferisce si scatena una festa" ? Non avevo mai letto niente a riguardo!!

da iacopo   28/02/2017 23.21

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

C'è anche da dire che quando sono stato in Kyrghyzstan non so cosa avrei dato per avere il mio 300 Weath dietro o un 300 Ultra o un 30-378...
Specialmente per le Marco Polo che le avvistavi sempre dai 400 ai 600 metri e se non ben colpite non saresti mai riuscito a recuperarle.

A "Cesare quel che è di Cesare"
Diceva il proverbio....

da Marco B x TUTTI   28/02/2017 19.48

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Bellissimo Botta è Risposta

E' quello che voglio dal BLOG

L'avete vista l'alce della prima foto?
Carabina Weatherby Accumark 300 Weatherby Magnum
Praticamente un Obice portatile
Con Swarovski Z 6 i 2,5 - 15 x 56......
Poi mettici carucce e bipiede
Io peso 90 kg e sono discretamente allenato eppure praticare la CERCA con quell'arma è stato sempre un calvario..
Per il peso OSCENO e l'ingombro mi limitavano moltissimo negli spostamenti.
In Bielorussia, mentre ero in "attesa" che un grosso alce rispondesse al nostro richiamo
non ce la facevo più a tenere l'arma sempre puntata verso il bosco. Mi sono dovuto costruire un rudimentale bastone perché "mi spezzava le braccia".....
Con una carabina in sintetico di 3 kg camerata in 308 o in 30.06 avrei risolto ugualmente la situazione con molta meno difficoltà.
Sarebbe bellissimo avere una carabina 300 Winchester magnum con delle caratteristiche simili ad una 243..
Io non ne ho mai viste!
M

da Marco B x TUTTI   28/02/2017 19.44

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

ma che polemica inutile UNO SPARA CON QUELLO CHE VUOLE.

BROVA Su questo non si discute.................

Stiamo solo Confrontandoci educatamente tra persone civili

""""""ma che polemica inutile UNO SPARA CON QUELLO CHE VUOLE.""""
OK

Ma non venire a dirmi che un'arma in 300 WM è UGUALE ad una calibro 222 perché allora

"non saremmo più amici!"
TUTTO QUA'
Io non ce l'ho mai avuta con i GROSSI CALIBRI per le loro, esagerate, inutili prestazioni balistiche
NO, quando mai
Io NON AMO le armi che li camerano.

E' MOLTO diverso
M

da Marco B x PIETRO   28/02/2017 19.35

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Scusamo ancora una domanda...
Tu sei "Quello del 300"

Perché io, oppure un altro, non potremmo essere "Quelli del 378 Weatherby Magnum"?

Sarebbe un ottimo calibro per tutta la selvaggina italiana
Io mio ha anche un buon freno di bocca.
M

da Marco B x Quello del 300   28/02/2017 19.30

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

Caro "Quello del 300...
Ho non hai letto il mio articolo oppure non hai capito bene quello che ho scritto...

Te lo ripropongo.
Saluti
M

Perché c’è una bella differenza tra l’andare a caccia con un carabina in assetto “pronta caccia” carica, con cannocchiale, attacchi e bipiede di quasi cinque chilogrammi di peso e centodieci centimetri di lunghezza con una di tre chili e mezzo che non arriva al metro. Senza contare poi il minor rinculo, la maggiore maneggevolezza, il costo delle munizioni, la vampa di bocca e molto altro ancora. Avete presente cosa dicevano in quella famosa pubblicità di una nota marca di caffè? “Ma quanta comodità mi sono perso nella vita?”

da Marco B x Quello del 300   28/02/2017 19.29

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

se non ci fossero i grossi calibri il 50% delle armerie sarebbe chiuso! ma che polemica inutile UNO SPARA CON QUELLO CHE VUOLE.

da Pietro   28/02/2017 18.42

Re: CACCIA A PALLA: “I grossi calibri a cosa servono?”

ma che cosa cambia se spari con 222 o 300WM ?

da sono io quello del 300WM   28/02/2017 18.33
Cerca nel Blog
Lista dei Blog