Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<ottobre 2020>
lunmarmergiovensabdom
2829301234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930311
2345678
Mensile
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
feb14


14/02/2017 11.45 



Quando nel lontano 1964 i signori Thomas Robinson e Artur Burns, rispettivamente direttori dei reparti Ricerca-Sviluppo e Metallurgico della Marlin, diedero vita all’energico 444 Marlin, di certo non immaginavano che in Italia sarebbe diventato uno dei calibri più amati e più richiesti negli Express da battuta. Il 444 Marlin venne progettato per essere usato in carabine Lever Action e per la caccia in bosco ai selvatici di grossa mole. Soltanto in seguito il suo provvidenziale collarino (rimmed) e le sue eccellenti doti balistiche lo trasformarono nella munizione ideale per gli Express da cinghiale. Esistono versione discordanti sulle origini del 444 Marlin. Il suo bossolo è sorprendentemente simile a quello del calibro 44 Van Houten Super, a sua volta ideato da E.B. Van Houten e da “Lucky” Wade di Phoenix, derivato dal bossolo della 30–40 Krag semplicemente allargandone il colletto.
 
Altri sostengono invece che lo sviluppo del bossolo cilindrico del 444 Marlin è avvenuto partendo e lavorando su uno semi-finito calibro 30.06 (tanto per cambiare!!), ad opera di Burns e di un tecnico della Remington: Earl Larson. Quel che è certo, grazie appunto all’interessamento di Larson, è che la Remington iniziò finalmente la produzione commerciale del 444 con una palla da 240 grani ( 730 metri al secondo e quasi 400 chilogrammetri di energia alla bocca!) e successivamente con un’altra da 265 grani (660 m/s e relativi 350 kgm). Il calibro 444 Marlin (10,91 mm) alla fin fine non è altro che un comunissimo 44 Remington Magnum “allungato” da 32,5 mm a 56,52 mm, tanto che con pochi accorgimenti è possibile ricaricare il 444 con i Dies del 44 RM e viceversa. La nuova munizione Marlin nacque principalmente sotto una forte spinta commerciale. A quell’epoca si sentiva la mancanza di una munizione moderna, potente, precisa e tesa da impiegare in carabine a leva (tanto amate dai cacciatori d’oltreoceano, sempre alla ricerca di un’arma in grado di poter esser pronta allo sparo con un rapido movimento), ma ciò che più premeva a John Malone Marlin era di poterla offrire in una creazione tutta sua.

Per il nuovo modello si partì dalla collaudata carabina 336 progettata nel 1949 da L.L. Hepburn, che già possedeva un chiavistello di chiusura particolarmente robusto, la finestra d’espulsione laterale e il castello predisposto per ricevere l’attacco per l’ottica. La nuova arma ebbe alcune sostanziali modifiche: canna da 24” (610 millimetri) con micro rigatura (Micro Groove) a 20 principi, serbatoio tubolare lungo due terzi della canna contenente cinque cartucce, calcio a pistola, calciolo antirinculo e mire particolarmente curate. Venne denominata 444 S e i modelli attualmente in commercio hanno adottato una canna lunga 22” pari a 560 millimetri, più che sufficiente per stabilizzare pesanti palle e per bruciare bene le polveri molto vivaci necessarie a spingerle. In quegli anni, di armi a leva “classiche”, quelle stile “Western” per intenderci, ce n’erano soltanto due in circolazione: la Winchester 94 e appunto la Marlin; la guerra tra i due Colossi era spietata e senza esclusione di colpi. Erano camerati in calibri come: il 30.30, il 35 Remington, il 44 Remington Magnum e il 45-70 Governament, tutti più o meno validi per la caccia a breve distanza in ambiente boschivo, ma nessuno di loro poteva vantare le caratteristiche della nuova munizione. La 444 era una vera “Proprietary Cartridge”, cioè una cartuccia sviluppata e messa in commercio dalla Remington espressamente ed esclusivamente per la Marlin.
Soltanto di recente la cameratura è stata “liberalizzata” e finalmente, lo scorso anno, anche la Hornady ha messo in commercio un nuovo caricamento calibro 444 Marlin, che con una palla da 265 grani FP in versione Light Magnum sviluppa una velocità di circa 700 metri al secondo ed un’energia alla bocca veramente notevole. Dalla collaborazione tra la Marlin e la Hornady è nata anche la 450 Marlin, che a mio avviso diventerà la degna erede della 444, essendo l’unica munizione in quella categoria in grado di tenergli testa. La 444 Marlin è stata concepita per la caccia a distanze medio–brevi a tutta la grossa selvaggina del Nord America, wapity, orsi ed alci compresi, ma il mio carissimo amico e Professional Hunter Afaso Compogalliani ai sui tempi la usò anche in Africa sulle grandi antilopi e persino contro i leoni e sempre con ottimi risultati.


 
Nel nostro Paese le corte e tozze palle calibro 444, dal coefficiente balistico non certo elevato perché condizionate dall’ogiva Flat Point, a testa piatta, come viene imposto alle munizioni usate in serbatoi tubolari, se spinte a velocità sostenute si sono dimostrate le migliori “medicine da prescrivere” al più scorbutico dei cinghiali. Possiedono tutte le caratteristiche che dovrebbero avere tutte le munizioni per la caccia nel folto e in battuta. Sono lente, sono pesanti, sono dotate di struttura robusta e di un profilo poco deviabile dalla verzura, inoltre sono sufficientemente precise e di potenza adeguata. Molti cacciatori nostrani dopo aver subito il fascino della carabina Marlin 444 S, l’hanno voluta provare anche sul campo, ma la maggioranza ne è rimasta ben presto delusa, non tanto per le qualità della munizione, quanto per il tipo d’arma, che purtroppo necessita di molta pratica prima di poterci replicare i colpi con celerità. Il primo a risolvere questo problema è stato Ennio Matterelli, che oltre ad essere stato uno dei più grandi campioni di tiro al piattello italiani è anche il progettista della carabina Sauer 200 e del primo Express giustapposto in calibro 444 Marlin.

Oggigiorno diversi grandi nomi e molti validi artigiani hanno in catalogo Express camerati in questo calibro; tanto per citarne alcuni: Mattarelli, Beretta, Rizzini, Fair, Fratelli Redolfi, Habos, Perugini e Visini, Zanardini e Bettinsoli. Io possiedo due armi in calibro 444, una carabina a leva Marlin e uno splendido Express giustapposto costruito dai Fratelli Redolfi di Manerbio (BS). La prima la utilizzo come arma da “recuperatore”, quando devo cercare un animale ferito nel folto; l’ho scelta per le sue doti di potenza, per la sua precisione e per la sua maneggevolezza, mentre il secondo lo uso per “pavoneggiarmi” quando vengo invitato alle Grandi Battute mondane al cinghiale, dove non ho il coraggio di presentarmi con la mia Heckler & Koch 770 K con il caricatore da dieci colpi e con il punto rosso!! Ambedue le armi sparano divinamente e sia in poligono che a caccia mi hanno dato molte soddisfazioni. Ho sempre utilizzato cartucce ricaricate con palle originali Remington da 240 grani SP spinte da 49 grani di polvere Norma 200 e innesco CCI 200. Non hanno mai avuto problemi a fermare grossi daini e coriacei cinghiali, almeno se tirati entro i cento metri e se ben colpiti.

 

Il rinculo del 444 non disturba più di tanto, purché l’arma sia dotata di un provvidenziale calciolo in gomma e meglio ancora se ventilato. L’Express Redolfi, dopo i primi collaudi, lo adopero soltanto per la caccia, mentre con la Marlin mi sono divertito parecchio anche a praticare del “Plinking” (tiro a segno informale). Ho provato il binomio arma–munizione anche a 150 metri e contro ogni sorta di bersaglio, spesso con degli effetti spettacolari. Cito un’esperienza soltanto: a ottanta metri di distanza, con una palla da 240 grani caricata abbastanza “tosta”, ho bucato una comune bombola del gas da parte a parte senza neanche farla muovere!!

Come abbiamo già accennato, originariamente il 444 Marlin veniva offerto soltanto dalla Remington e ad oggi si è aggiunto anche il caricamento Hornady. Tre in tutto!! Poi, visto il costo delle munizioni (dai 2 € in su, al pezzo!) e la facilità con cui lo si può ricaricare, è proprio il caso di “tuffarci” in una onesta preparazione casalinga. I Dies (a tre pezzi) sono costantemente distribuiti da tutte le più note case produttrici di accessori e componenti per la ricarica. Lo Shell Holder è il N° 27 Pacific o Bonanza, il N° 28 della RCBS, il N° 14B della Lyman e il N° 19 della Redding. I bossoli sono esclusivamente Remington. I normali inneschi Large Rifle vanno più che bene, mentre per i propellenti ho scelto quelli che hanno dato i migliori risultati: la Vectan T2000, la Norma 200, le IMR 3031, 4198 e 4227, le Hodgdon H 335, H 4198, H 4895 e H 322, la Vihtavuori 120 e la Hercules Reloder 7. Per la ricarica del 444 Marlin può essere utilizzata tutta l’infinita gamma di palle calibro 44 normalmente usate per il 44 Magnum. Ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le esigenze, da quelle in piombo nudo a quelle completamente camiciate (Full Metal Jacket). Date le caratteristiche balistiche del 444 è bene utilizzare palle di tipo SP o HP, discretamente robuste, con pesi varianti da 240 a 300 grani. Tutte le dosi che elencherò sono specifiche per un uso prettamente venatorio e devono essere considerate come MASSIME. E’ bene che siano raggiunte per gradi partendo da dosi inferiori di circa il 5%.


Polvere Dose (Grani) Palla (grani) Velocità (Fps)

T 2000 49 240 2297
T 2000 49 265 2264
N 200 49 240 2300
N 200 44 265 2050
N 200 40 300 2000
IMR 3031 53 265 2200
IMR 4198 45 240 2200
IMR 4198 45,5 265 2200
IMR 4227 42 240 2400
H 335 56 240 2222
H 335 56 265 2187
H 335 52 300 2023
H 322 52 240 2185
H 322 52 265 2164
H 322 48 300 2038
H 4198 49 240 2495
H 4198 47 265 2273
H 4895 53 240 2069
H 4895 53 265 2080
H 4895 50 300 1931
H 4198 43 300 2100
V.N120 48 240 2350
V.N120 46 265 2200
V.N120 44 300 2000
H-R7 51 240 2400
H-R7 47 265 2215

Per concludere voglio ricordare che il calibro 444 Marlin ha un’altro grandissimo pregio: abbatte pulitamente senza inutili devastazioni, a differenza di molti calibri che con le loro velocità elevate producono sul selvatico degli effetti non sempre belli da vedere.


Marco Benecchi 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.62.37
Aggiungi un commento  Annulla 

18 commenti finora...

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Salve
Più che un commento vorrei chiedere,se possibile,un'informazione: supposto credo correttamente che il 444 Marlin sia un 44 Magnim allungato,pensate sia corretto e possibile utilizzare palle del 44 Magnum per ricaricare il 444?
Grazie

da Alessandro  03/11/2017 13.03

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

......siccome mi pareva impossibile, ho chiesto. Adesso se mi dici che addirittura c'è uno che ha raddoppiato ....no comment ...all'anima dell'ottica! Non credo che a occhio nudo si riesca a vedere un bersaglio a 2400 m ...ma che usano il satellite? Mah.....

da Carlo rm1  28/02/2017 17.52

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

....se un militare, credo canadese, detiene il record mondiale di uccisione a mt.2475 con un calibro 50,
e' probabile che qualche "cacciatore" abbia fatto quello che tu hai visto.
Comunque e' tutto su internet......

da grillo parlante x carlorm1  28/02/2017 16.46

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

.....e come l'ho fatta la domanda? è vero o non è vero?....altrimenti Marco non ho capito...e poi se non rispondi tu, fonte qualificata più di tutti chi mi può rispondere? Cmq a me è sembrata una cosa impossibile....1240 yard anche perché mi sembra che avevano fuciletti in mano , quando per arrivare a quel,a distanza che carica dovevano sparare, quanta polvere doveva avere un proietto....bohhh io non ci capisco niente, lo ammetto....era più che altro una curiosità. Se poi non vuoi rispondere....ok mica me la prendo.

da Carlo rm1  28/02/2017 14.48

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Prova a rifare la domanda in un altro modo.
Vedrai che qualcuno ti risponderà di sicuro
MB

da Martco Benecchi x Carlorm1  28/02/2017 13.49

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Scusate sono sempre il solito profano di questa caccia ma poco fa ho visto un video su YouTube " 2017 Extreme Long Range Kill Shots" con un tiro a 1240 yard...poco più di un km...chiedo, può essere vero o sono cazzate ? Mi sembra una cosa impossibile.

da Carlo rm1  27/02/2017 18.09

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Con quei soldi comperi quel che vuoi.

7 mm RM e una buona ottica con reticolo illuminato 3 - 12 x 50 - 56.
Le marche non me le chiedere-.
Per piacere

Cosa prendere io?
Una Roessler, una Sako 75 - 85 una Browning XBolt o una vecchia European, una Remington, una Steyr , una CZ, una Sabatti.. vedi cosa trovi in giro
Attacchi fissi,
Per l'ottica io sono per KAHLES e Swarovski....
Lo puoi vedere dai miei articoli
Palle da 150 grani
Così ci fai dal capriolo al cervo
Per roba più dura e pesante 170 - 175.
In bocca
Fammi sapere
M

da Marco B x Filippo  21/02/2017 18.20

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Ciao Marco vorrei acquistare una carabina bolt action per farci il cinghiale in selezione.
Mi consiglieresti marca, calibro ed ottica, per un budget sui 2000/2500.
Grazie

da Filippo  21/02/2017 17.43

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Ciao Marco vorrei acquistare una carabina per farci il cinghiale.
Mi consiglieresti marca, calibro ed ottica, per un budget sui 2000/2500.
Grazie

da Filippo  21/02/2017 17.37

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

con quella lista della spesa, non vedo la differenza tra 9,3 e 444M forse perché è americano è migliore. salute a tutti.

da carlo48  21/02/2017 14.08

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Anche a me è venuto "incontro" non dico che mi ha caricato..
Quello no..
Un grosso orso nero (vedi video su you tube!)
Colpito bene da una 9,3 x 62...
Ma non ha fatto molta strada...
C'è SEMPRE il discorso, molto spesso dimenticato - sottovalutato..
Di dove si piazza la prima palla.
Come dicevano i vecchi cacciatori PH inglesi meglio una 375 che colpisce nel punto giusto che un 600 nitro che colpisce male per paura del rinculo e per il peso e l'ingombro dell'arma.
Una buona 165 - 180 grani sparata da un 308 o da un 30.06 PIAZZATA bene in cassa è risolutiva per qualsiasi selvatico Nord Europeo & C...
Ho visto in TV lo sceneggiato FORTITUDE le guide Norvegesi accompagnavano con il 30.06 all'orso bianco.
Uno di esse in armeria ha chiesto le munizioni e l'armiere gli ha risposto:
165 grani o 180?
E' CHIARISSIMO se non lapalissiano che anche io, se dovessi ritornare a caccia di animali importanti (come è già successo..) andrei "sul sicuro",
Ma non per questo dovremmo denigrare i calibri che usano gli altri..
So che per l'orso nero usano anche il 243 e il 270 W,
Io non l'ho mai provati quei calibri sui plantigradi, ma credo chi l'ha fatto è stato perché "in quel momento, quello avevano!"

Come tu hai ben detto..
L'orso colpito da una palla 9,3 x 74 R non è morto subito

Ho visto fare la stessa cosa con il 9,3 x 62 e con i 300 W e 300 Weath...
Chissà , magari un 8 x 57 JS o JRS o un 30.06 lo avrebbe fermato sul colpo perché avrebbe ceduto più energia di un calibro estremamente potente che alle corte distanze tende a cederne poca...
Per questo motivo dobbiamo SEMPRE fidarci dei consigli dei cacciatori professionisti specialisti nelle cacce che conoscono bene..
Salutoni
M

da Marco B x Filippo 53  20/02/2017 21.45

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Ciao Marco. Piccola divagazione: passi per l'alce; ma un orso della costa pacifica non lo affronterei con un 308... Mi sentirei più tranquillo con il mio 9,3x64 che tu conosci bene!!!! Si tratta di animali feroci e soprattutto vendicativi; stando a quello che mi hanno detto gli accompagnatori della caccia all'orso, questo, se ferito, oltre a diventare pericolosissimo, tende ad attaccare chi gli ha sparato. Anche quello che ho tirato io in Croazia è corso verso la ceka dove ero appostato, ma fortunatamente la palla del 9,3x74R aveva lavorato bene, e è crollato proprio sotto di noi. E se fossi stato a terra? In quei pochi secondi di vita, dopo la fucilata (pure ben indirizzata) avrebbe potuto ridurmi in briciole!

da Filippo 53  20/02/2017 18.51

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Caro Cedro,
l'8 x 57 JRS atterra pulitamente tutto quello che cammina sul Vecchio Continente,
Ma per quanto riguarda un express.
PERSONALMENTE mi piace con il "vivo di volata" più grintoso,

Quindi non sotto il 9,3.....

Ma è solo una pura questione Estetica

Alla fiera di Vicenza mi son "imbambolato" nello stand che organizzavano battute alle alci giganti in Kamchakta e in Magadan..
Mi hanno detto che sarebbe sempre meglio prendere un arma sul posto, viste le non semplici leggi locali..
Mi hanno detto anche detto di averne di adattissime e molto potenti
Per orsi ed alci giganti
Vuoi sapere in che calibro??
308 e 30.06..........
Un caro saluto
Marco

da Marco B x Vecchio Cedro  17/02/2017 12.54

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Bell'articolo come al solito, ben documentato e ben scritto. L' 8x57 R resta però sempre un'ottima medicina!

da Vecchi cedro  17/02/2017 10.47

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Aridatece Tex !

da Giardella  15/02/2017 20.18

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Se ti riferisci al fiocco di neve , si' l'ho vista ed ho apprezzato.
Effettivamente deve essere stata una bella esperienza, anche se io non so se sarei riuscito a
tirare a quell'animale......ma questo e' un mio limite.
Se ti ricordi, molto tempo fa, parlammo di un capriolo simile che frequentava la "Capita" a
Pescia F.na.........

da grillo parlante  15/02/2017 17.17

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Caro Grillo
"Purtroppo" si,
Anche se un dottore mi ha detto che i mancini sono più intelligenti perché sfruttano anche la parte sinistra del cervello..
Sarà vero?
Bhooo?
Comunque sarei ambidestro
Scrivo con la destra mentre SPARO soltanto con la sinistra.
Figurati che la foto in versione cowboy me l'ha scattata mia mamma mentre stavamo aspettando che si cuocessero i tortelli nel mio giardino di casa...
Ho impugnato di destro per mettere in risalto le caratteristiche della Commemorativa.....
Infatti,
Se vai a guardare sempre sul sito di Big Hunter vedrai che c'è un'altra foto dove invece imbraccio una lever action nel modo "giusto"

Visto Bianchina??

Un caro saluto
M

da Marco B x Grillo  15/02/2017 12.42

Re: Balistica. Il calibro 444 MARLIN

Marco, ma non eri mancino ?

da grillo parlante  15/02/2017 10.05
Cerca nel Blog
Lista dei Blog