Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<aprile 2021>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
Mensile
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
dic9


09/12/2015 11.12 

Blog Benecchi WILHELM BRENNEKE
 
Chi in ambito armigero-venatorio non ha mai sentito nominare la parola Brenneke? Credo nessuno, perché da oltre un secolo tutti gli appassionati di armi e di caccia nel mondo la assimilano alla famosissima palla in piombo per fucili ad anima liscia dotata di borra d’impennaggio avvitata e di costole trasversali di trafilamento. Ma ci siamo mai chiesti cosa significa davvero quel nome o almeno, chi era Brenneke? Wilhelm Brenneke era un famoso cacciatore-armaiolo che oltre ad aver progettato l’omonima, geniale palla calibro 12 da 31,75 grammi, ha ideato anche una serie di calibri per armi rigate e soprattutto una gamma di palle che ancora oggi sono tra le migliori costruite e più diffuse tra i cacciatori sportivi e professionisti di tutto il mondo. Indubbiamente Brenneke è stato un uomo che doveva aver amato molto la caccia, tanto da dedicarle tutta una vita.

Wilhelm nacque ad Hannover il 30 marzo del 1865 e morì a Lipsia il 4 novembre dal 1951. Sin da bambino trascorreva ore ed ore vagando per i boschi e per i prati che circondavano la sua città natale, inseguendo qualsiasi animale osasse attraversare la sua strada, armato con rudimentale arco da lui stesso costruito. La sua passione per la caccia era così forte che una volta cresciuto e acquisito i segreti del mestiere d’armaiolo dapprima come apprendista fabbro, poi come costruttore di casseforti e persino di motori marini con i pochi soldi risparmiati, decise di fondare la "Wilhelm Brenneke- “Fabbrica di fucili e di Munizioni" a Leipzig, una piccola cittadina industriale situata nell’Est della Germania. Il giorno successivo al suo trentesimo compleanno decise di mettere in pratica la sua idea fissa, la sua ossessione, quella di sviluppare delle ogive da caccia particolarmente prestanti che dovevano possedere una precisione straordinaria abbinata ad una notevole potenza e che generassero degli abbattimenti istantanei, dal momento che le attuali munizioni presenti sul mercato erano alquanto sottodimensionate e davano luogo ad un’alta percentuale di selvaggina ferita. Nel 1905 Brenneke introdusse la sua prima palla Ideal Standard, quella che rese famose anche le munizioni Vohm Hofe e che in seguito divenne il punto di partenza per lo sviluppo delle geniali TIG (Torpedo Ideal Geschoss) destinate alla selvaggina di media mole a pelle tenera e TUG (Torpedo Universal Geschoss) destinati ai grossi selvatici a pelle spessa, ancor oggi utilizzate e apprezzate in tutto il globo. Brenneke prese il vecchio bossolo militare M-88 utilizzato dall’esercito tedesco nei loro Mauser Gewehr K 98, e lo modificò in modo da poter ottenere velocità iniziale ed energia cinetica maggiori.
 
Blog Benecchi WILHELM BRENNEKE
 
Fu così che nacque l’8 x 64 S, una cartuccia complessivamente più lunga della progenitrice e leggermente più grande come diametro del fondello. Questo consentì al nuovo calibro ideato da Brenneke un aumento della pressione d’esercizio con un notevole incremento di velocità, potenza e radenza. Spronato da quel primo successo, Wilhelm decise di potenziare le prestazioni anche del bel 7 x 57 Mauser e dell’energico 9,3 x 62 Bock, ideando rispettivamente il 7 x 64, il 7 x 65 R e il 9,3 x 64 Brenneke, ancora oggi il calibro 9,3 mm – 366” più potente mai progettato. Forse non tutti sanno che negli anni tra la Prima guerra mondiale e la Seconda il 7 x 64 Brenneke fu considerato dai cacciatori tedeschi come "la cartuccia del miracolo", quella con cui poter cacciare tutta la selvaggina europea sia di montagna sia di pianura e fu talmente apprezzato anche dai tecnici militari che la Wehrmacht tedesca considerò l’ipotesi di sostituire l’ 8 x 57 JS Mauser con  il 7 x 64 per le armi dei loro cecchini. Purtroppo quei tempi non erano certo propensi per ideare armi e calibri da caccia, quando il mondo intero era intento più a farsi la guerra che a girare per i boschi, ma nonostante ciò Brenneke, insieme alle nuove palle, trovò anche il tempo di creare una decina di nuovi calibri come: l’8 x 72 R, l’8 x 64, l’8 x 66, l’8 x 80 e il 9,3 x 65 R. Chissà se qualche nostalgico cacciatore li usa ancora nelle foreste del Centro Europa? Ma la creatività del grande inventore tedesco non si fermò alle munizioni per canna rigata e alle armi, egli passò alla storia come il Padre–progettista della famosissima palla asciutta per fucile a canna liscia che rivoluzionò l’uso dei calibri 12–16 e 20 per la caccia in battuta alla grande selvaggina ungulata europea, cosa che non erano stati capaci di fare gli inglesi.. i più grandi cacciatori del mondo, in oltre un secolo di grandi battute coloniali.
 
Blog Benecchi WILHELM BRENNEKE
 
Con una punta di orgoglio possiamo definire la palla Original Brenneke Classic come un piccolo capolavoro balistico, ancora oggi sinonimo di traiettoria tesa, di elevata precisione e di potenza notevolissima. Sia nei periodi di pace sia in quelli di guerra, Wilhelm non smise mai di conseguire nuovi brevetti e di produrre ottime carabine su azione Mauser, pregiatissimi e funzionali drilling (da sempre la sua arma preferita!) ideare calibri, palle etc. Questo fino al febbraio del 1945 quando Brenneke scampò miracolosamente al bombardamento alleato del suo stabilimento, dove invece perirono suo figlio e suo nipote. Dopo un lungo e rocambolesco viaggio, l’inventore riuscì a raggiungere Berlino Ovest dove visse, cacciando cervi e cinghiali col suo fucile preferito, un pregevole basculante misto 16–16–8 x 72 R (ovviamente Brenneke), fino alla veneranda età di ottantasei anni. Purtroppo molti dei suoi progetti andarono perduti durante il conflitto, ma un appassionato pronipote, l’imprenditore tedesco dottor Peter Mank, riuscì a mantenere viva l’eredità lasciatagli dall’illustre antenato grazie anche alla collaborazione che ne derivò con i marchi storici Rottweil e Dynamit Nobel AG che si accaparrarono i diritti dei brevetti Brenneke. Come recita lo slogan dell’attuale ditta Original Brenneke le palle ideate da Wilhelm Brenneke sono state “Spesso copiate, ma mai eguagliate”. In virtù alle loro eccellenti caratteristiche sono state spesso soggette ad imitazioni, ma tuttavia, come accade di solito, la qualità delle imitazioni non è mai paragonabile a quella dell’originale. Infatti, è impossibile copiare più di cento anni di esperienza.


                                                                              
Marco Benecchi

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


173.245.52.163
Aggiungi un commento  Annulla 

185 commenti finora...

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

fAENZA 10/01/2016

SONO PIENAMENTE D'ACCORDO

Vittorio Gordini

da Vittorio Gordini Faenza RA  10/01/2016 16.48

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ho già detto che non voglio fare polemica con nessuno, anche perché può darsi che gli argomenti che a me interessano siano poco seguiti dai Blogger, ma di sicuro una discussione fra me e Toscano è ancora meno coinvolgente per tutti. Comunque hai ragione quando mi dici che io, dato che non sono toscano, certe cose non le posso capire, e lo dico senza ironia. Ma dormo ugualmente sereno. Buon anno. Per me basta così

da Filippo 53  05/01/2016 20.44

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

ma come ?? ho letto una polemica tua con uno che si spacciava per un super tecnico ( non ricordo il nome) ma avevi fatto un intervento dove con i tuoi soliti doppi sensi ti spacciavi per un tradizionalista e tiratore da corta distanza ! ora invece ti interessano pallottole e calibri che sono un argomento di una noia incredibile . devi sapere che il 12% ricarica, il 15 % ama la carabina il rimanente vuole solo sapere di caccia come dove e quando delle palle , ricette, carabine , non gli frega un fico secco! l art 37 è un argomento molto importante per noi toscani se tu non lo sei non lo puoi capire , amare o odiare criticare NO !! E UN GROSOOSO ERRORE ... buon anno a te e famiglia e sempre a Carlo

da Toscano  05/01/2016 20.09

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Il sottoscritto invece crede che l'argomento dello scontro fosse molto importante, per i molti che hanno scelto di essere Selecontrollori nel proprio territorio (Cervi e Buoi dei paesi tuoi), e non credono nel turismo venatorio per scelta (nella massima libertà di chi la pensa diversamente). Credo anche che molto si stato montato ad arte da politici incompetenti, da giornalisti compiacenti, ancor più incompetenti, dalla silenziosa complicità delle Associazioni Venatorie: il risultato sarà il disastroso Piano Triennale di Gestione degli Ungulati, con la scusa che sarà una Legge Obbiettivo, una volta approvata in via definitiva, rimarrà immutata nei secoli dei secoli, AMEN: sarà la condanna della Caccia di Selezione di chi intende viverla sul territorio. Di chi come me è sempre stato contrario ad una mercificazione della caccia, della valorizzazione della carne, della filiera corta o lunga. PATRIMONIO INDISPONIBILE ADDIO...

da Marco Firenze  05/01/2016 20.07

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Se ora mi mettessi a polemizzare con Toscano davvero sarei poco coerente. Perciò non replico, anzi ciao Toscano, tanti auguri di nuovo. Solo vorrei sapere quando avrei criticato qualcuno. Io ho sempre detto che rispettando la legge siamo liberi di fare ciò che più ci piace. Anzi, a volte ho criticato proprio quelli che criticano gli altri...

da Filippo 53  05/01/2016 19.29

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Filippo devi fare pace con il tuo cervello ho sei per la tecnica o per la tradizione , una volta critichi chi è tecnico, un'altra invece lo approvi , non fare cosi , fai cosi , mi sei sempre piaciuto ma sei diventato na sola. il blog è confronto e scontro sempre se non ci sono queste prerogative sai chi li legge i blog... nessuno!

da TOSCANO  05/01/2016 19.20

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Tosco e Toscano: MB secondo me invece ha fatto benissimo. Se il blog diventa uno spazio solo per due / tre persone che si scambiano insulti, sai che soddisfazione! Non voglio certo impedire uno scambio di idee, ma il blog dovrebbe essere interessante per tutti i suoi frequentatori, cosa impossibile se lo adoperiamo come campo di battaglia per un duello personale. Forza Marco, ho letto l'ul'ultimo racconto e l'ho trovato molto gradevole. Ancora auguri a tutti.
PS: a me garba molto conoscere i particolari tecnici della caccia, e credo a molti dei frequentatori del blog

da Filippo 53  05/01/2016 13.40

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

caro benecchi, ma chi se ne frega della palla che usano , il calibro , l'ottica ma che razza di discorso è questo ???? a volte rasenti il ridicolo sebbene ti stimi molti come cacciatore e hai scritto bene NON MI SONO MESSO NEL MESSO...hai fatto bene quando non si conoscono gli argomenti è giusto cosi. Suetre amigos

da Toscano di Pistoia  04/01/2016 23.17

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Benecchi hai scritto un post che sembra quello di un prete di campagna! Dicci piuttosto quanti capi fai in un anno...quanti in Italia e quanti all'estero? Quanti in Azienda e quanti in terreno libero? Quanti con art. 37? Dai che le polemiche sono il sale della vita!

da tosco  04/01/2016 21.01

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

"Ragazzi" innanzi tutto BUON ANNO a tutti Voi,
Ovviamente Famigliari compresi...
Poi, mi sento in dovere (anche se so che l'appello sarà vano) di pregarvi di moderare i toni....
FORTUNATAMENTE lungo il nostro bel cammino ci siamo "persi" qualche soggetto, diciamo "stravagante" e molto spesso gli interventi sono quasi sempre positivi,
Spesso ci scontramo su degli argomenti più o meno interessanti inerenti la nostra passione ma dobbiamo farlo sempre con spirito di amicizia e con educazione.
Come quando io dico di predilire il 270 Winc mentre Filippo non rinuncerebbe mai al 7 x 64...
Non vedo quali siano i problemi..
Ma quando subentrano dei disaccordi personali... allora conviene che gli antagonisti si scambino i propri dati personali e poi decidere se picchiarsi a morte oppure cercare di risolvere le loro questioni in altri modi...
Se ora ci ritroviamo con cinquanta interventi spesi ad offendersi a vicenda, alliora il Blog che lo teniamo attivo a fare?
Come avrete visto non mi sono pronunciato sull'articolo 37, come non mi sono schierato a favore di quello o di quell'altro.
Secondo me non era il caso...
Vi pregherei, tutte le volte che accadono episodi simili, di NON ESSERE PROVOCATORI e di TRONCARE subito la discussione quando diventa un po' troppo "accesa".
A Noi non interessa quanti capi abbatte un selecontrollore (se poi lo è!!!) in arrticolo 37,
ma COME li abbatte...
Con che cosa
Reazioni del selvatico
Palle usate
Calibri
Accessori
Episodi insoliti
Insomma che il "fortunato" cacciatore possa arricchirci con le proprie esperienze.
Se vuole, altrimenti pazienza
Con la speranza di essere stato ben recepito
Colgo l'occasione per "riporgere" i miei più cordiali saluti
Marco

da Marco Benecchi x TUTTI  04/01/2016 8.03

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Da questa scambio di opinioni mi sorge spontanea uns riflessione. Dati alla mano oggi in Italia ci sono circa 630000 cacciatori. Fra 10 anni ci sarà un crollo che porterà il numero di cacciatori a circa 250000 unità. Non sono dati miei ma elaborazioni che il dott. Toso (ex ispra) ha portato a un convegno sul problema cinghiale organizzata dall Associazione Teriologica Italiana, tenutosi a bologna i primi di dicembre. Secondo voi con bisognerà comportarsi di fronte a questa calo di cacciatori e al parallelo aumento generale della fauna ungulata in Italia? Chiedo scusa se il mio intervento é un po fuori dal tema..
Buon 2016

da little john  03/01/2016 11.58

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Buon 2016 innanzitutto al caro Marco e naturalmente a tutti i colleghi del forum, sia a quelli equilibrati sia agli estremisti rissosi.
Penso sarebbe il caso di richiamare all'ordine chi ha inventato e chi alimenta una ridicola polemica basata su cose (badge, articolo 37 ecc.) che sono incomprensibili a molti di noi. In ogni caso la polemica ha superato di gran lunga i limiti della discussione civile.
Auguri e saluti.

da bansberia  03/01/2016 9.56

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

I furbetti del quartiere.... Non è certo questo l'intento per cui a suo tempo prese vita l'art. 37vergognosi privilegiati indicati da nessuno.

da Toscano  03/01/2016 9.29

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

questa è la caccia del futuro ... preparati amico !!

da Toscano  02/01/2016 21.45

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

...22 capi...20 chili di media ...10 euro al chilo ...appero' ....

da Cristiano montano  02/01/2016 20.00

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ma la più bella e' che questo spara 22 animali gratuitamente...cosa che non ha uguali al mondo se non a costi improbabili. E i privilegiati siamo noi....

Ah...io rimango...

da Cristiano Montano  02/01/2016 19.23

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

e io farò richiesta alla Regione per una medaglia al valore civile per meriti sul campo ma lo sapete questo ququaraquaaaaaààà salva le vite UMANE grazie a lui non ci sono state più vittime sulle strade un vero EROE il primo eroe cacciatore spero che qualche rivista specializzata gli dedichi un servizio oppure Sky vada a filmare l'intrepido INDIO che si avvicina alla preda cosi silenziosamente che spesso riesce a legare l'animale senza neppure sparare ( perché rischia di sbagliare) e portare a termine il SUO LAVORO CON TANTO DI BADGE AL COLLO per essere riconosciuto dalla PP . Grazie Mario65 di esistere !

da Toscano  02/01/2016 18.58

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

...22... Dai puoi fare di meglio...farò richiesta personalmente perché Coldiretti a 30 ti dia una bella medaglia.

Forza ...l'anno e' appena cominciato.

da Cristiano Montano  02/01/2016 17.32

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

tu sei uno sfigato

da Pedro  02/01/2016 15.58

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Dimenticavo: Cristiano il 2015 si è chiuso con 22 capi.

da Mario65  02/01/2016 15.38

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Non ho nulla da rispondere perché caccio rispettando la legge è aiutando gli agricoltori a salvare i raccolti. Diffido tantissimo di chi si auto-definisce etico (caso mai dovrebbero essere i suoi conoscenti a testimoniarlo non certo incensarsi da solo...) perché dietro l'etica ho sempre trovato cacciatori egoisti che cercano solo di difendere i propri privilegi. Io ho fatto varie domande alle quali sono state date risposte che confermano l'egoismo venatorio di chi ha risposto. Faccio e caccerò sempre con l'art.37 nel rispetto della legge ....chiunque voglia può farlo e non esistono affatto raccomandazioni particolari, anzi chi partecipa è il benvenuto...ci sono problemi a trovarli i volenterosi! Gli abbattimenti in zone precluse alla caccia normale sono necessari alla salvaguardia delle colture e delle vite umane (incidenti stradali).
Poi Carlo con la tua corda ti ci puoi annodare le balle....e stringere forte!

da Mario65  02/01/2016 15.36

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

nessuno vuole fare il contraddittorio perchè la POLITICA in Italia è una specie di GESTAPO si fa cosi STOP! grazie a quattro funzionari frustrati di un lavoro che non amano ma sopratutto non conoscono concedono questo macello a quattro rinnegati afecionados della provincia solitamente sono guardie volontarie ma anche personaggi come questo mario65 che a 51 anni se lo legge suo figlio non so cosa possa pensare. ma questa è la Toscana . Una volta la regione guida oggi un mattatoio a cielo aperto.

da Paolo Bonomini di Arezzo  01/01/2016 17.08

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

...art. 37: come una medaglia. Una facciata e il suo rovescio. Parlo per la provincia di Siena giustificabile un suo utilizzo su reali danni proferiti da fauna selvatica in zone non vocate. Ahimè divenuto vera e propria attività venatoria senza regole e vigilanza per nicchia di eletti da chi è da cosa ancora da capire. No, così arriviamo a densità zero espletata da un manipolo si "privilegiati super eroi" inficati da nessuno. In barba ai migliaia di abilitati e sopratutto in barba alla razionale gestione del patrimonio indisponibile dello stato ( art. 1 della '157-92) e al suo reale danno proferito all'attività agricola. E non ad un campo gramigna e indicata come intervento solo per la compiacenza agli amici degli amici in divisa.... volontari e non solo. Radiografia di una situazione provinciale a prova di contraddittorio come è quando si vuole.

da Massimiliano  01/01/2016 14.36

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

MANGIATENE POCA DI CARNE....E' CANCEROGENA....E SMETTETELA DI ROSICARE....BONI A NULLA!

da mario65  01/01/2016 12.38

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

NON SONO TOSCANO MA COME HO GIà SCRITTO PRIMA CON STA STORIA CHE QUESTI SPARATORI POSSONO ANDARE QUANDO VOGLIONO E SPARANO A TUTTO LE GUARDIE MAI VISTE SI GESTISCONO LORO C'è STATA UNA NETTA DIMINUZIONE SIA DEI CAPRIOLI CHE DEI CINGHIALI GUARDA CASO PER ME DIRE CHE QUESTI PERSONAGGI SONO CACCIATORI è COME DIRE CHE I MUSSULMANI SONO CRISTIANI E PENSARE CHE IO LA CACCIA AGLI UNGULATI LA PRATICO SPORADICAMENTE MA NON SOPPORTO VEDERE LE MATTANZE COME GIUSTAMENTE QUALCUNO HA FATTO OSSERVARE ATR.37 O NON ART.37

da GIGI  01/01/2016 12.03

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

In effetti sono confuso...allora ....mario spara a 15 o 20 animali ogni anno e crede che sia giusto farlo evidentemente non ponendosi il problema che se tutti si fa come lui ...poi smette anche lui. Ma siccome non gli basta vuol sparare anche ai cervi acater cacciati da chi magari fa solo quello e per accedere a quel prelievo si è sottoposto a un esame complesso e una ancor più complessa gestione...Intanto augura a tutti annate venatorie come le sue (!) , ma dice di non sapere dove mettere la carne....Mario , con tutto il rispetto , ma non è che te consideri gli animali come carta da bucare ? E solo perché ti piace sparare ? E' probabile che Toscano mi conosca , se e' cosi , sa quanto io mi batta per presentare verso l'opinione pubblica l'immagine di un cacciatore misurato e rispettoso. Con quelli come te...ci faranno smettere tutti...anche te. Saluti

da Cristiano Montano  01/01/2016 11.38

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Marco , questo come ho già scritto in precedenza ha seri problemi neurologici è come parlare con il muro anzi il muro potrebbe darti delle risposte più sensate. Riguardo ai 10 cinghiali noi abbiamo fatto questa scelta sensata perchè non amiamo le stragi e lasciamo spazio alla girata e selezione . SI CHIAMA DEMOCRAZIA non strage ed egoismo come il tuo. Poi smettila di menarla con sta storia del bosco dalla prima elementare ( che dovrebbe essere anche il tuo titolo di studio) perchè del bosco siamo tutti pratici forse più di te. Riguardo ai parchi ben venga l'apertura ma con caccia regolare e aperta a tutti i selettori non ai lecchini come te.
Cristiano a questo della carne non gli frega nulla gli interessa solo SPARARE ,ma lo vuoi capire che siamo di fronte a gente senza nessun tipo di scrupolo che non sanno neppure riconoscere l'utero di una femmina di capriolo , cinghiale , cervo e daino e ti dirò di più a cinghiale scuoiato non sanno riconoscere maschi da femmine perchè sono SPARATORI molto scarsi. Un giorno abbiamo assistito come osservatori a una di queste mattanze oltre cento colpi per tre cinghiali in selezione tirano a vuoto in continuazione nessun controllo sul sangue nessun cane da recupero SI SPARA fine! ETICA ??? si della polvere da sparo!
ed ora vado mi hanno invitato in Emilia a tirare una femmina di cervo con la quale faro dell'ottima carne da gustare con gli amici. Si è solo un colpo per Mario non ne vale la pena meglio il recinto e la strage! Buon Anno a tutti ma sopratutto a Carlo che ama la carne quanto me . saluti .

da Tiscano di pistoia  01/01/2016 10.52

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”


Di nuovo Buon Anno a tutti!
Caro Marco stai cercando di intorbidire le acque e di confondere le idee a chi legge le tue risposte alle mie domande….perchè te, cercando di difendere il tuo orticello, sai bene come me come stanno le cose…

1-IL RICORSO DÌ CUI PARLO FU QUELLO FATTO IN ATC 4 FIRENZE AI TEMPI DEL FABBRI, E’ FINITO TUTTO CON ARCHIVIAZIONE DEL P.M. PERCHE’ IL FATTO NON SUSSITE E ANCHE LA DIRIGENTE PROVINCIALE DÌ FIRENZE CHE FIRMO’ L’ATTO E’ AL SUO POSTO, ANZI ORA E’ IN REGIONE…..COME VEDI SO BENISSIMO COME STANNO LE COSE E CIOE’ CHE L’ART. 37 E’ SEMPRE STATO APPLICATO CORRETTAMENTE ED E’ A PROVA DÌ ROCROSO.
2-TU STAI AFFERMANDO CHE E’ LOGICO CHE CI SIANO ZONE VOCATE AL CINGHIALE E LE STESSE NON SIANO VOCATE ANCHE AL DAINO….TI RICORDO CHE A VAGLIA, CALENZANO, SAN PIERO A SIEVE CI SONO VASTE ZONE VOCATE AL CINGHIALE….PERCHE’ LE STESSE NON SONO VOCATE AL DAINO? PER UNA SCELTA POLITICA…..CHE A TE EVIDENTEMENTE NON DA FASTIDIO….MENTRE INVECE LA SCELTA DÌ UTILIZZARE L’ART. 37 TI DA NOIA PERCHE’ QUALCUNO VIENE A MANGIARE IN QUELLA CHE A TORTO CONSIDERI CASA TUA MENTRE E’ TERRITORIO PROVINCIALE….PER L’AZIONE DÌ CACCIA: IO E LO RIPETO, CON ART. 37 CACCIO COME IN REGULAR SEASON, SOLO DA PUNTO FISSO E NON ALLA CERCA, OVVIAMENTE NON USO IL FARO….IN PRATICA CACCIO COME CACCIANO ANCHE IN STAGIONE NORMALE A SIENA E GROSSETO….L’AZIONE DI CACCIA E’ UGUALE…..SOLO CHE SI SVOLGE IN ZRC, ZRV, ECC. ECC. NON VEDO PROBLEMI…..ANZI, SPERO VENGANO APERTI ANCHE I PARCHI, TIPO CASENTINO…
3-CERVO BASE – CERVO APPENNINICO: NON ESISTONO DIFFERENZE DATO CHE SONO LA STESSA SPECIE E NON HA SENSO FARE ESAMI DIVERSI….ANCHE QUESTA E’ UNA SCELTA POLITICA CHE A TE VA BENE PERCHE’ A TE RIDUCE LA CONCORRENZA….MA NON HA MOTIVO DÌ ESISTERE SE NON PER LIMITARE L’ACCESSO AGLI ABBATTIMENTI….QUESTA E’ LA VERITA’ CHE TI DA NOIA PER IL SOLITO MOTIVO DELL’ART. 37: ODI CHE QUALCUNO VENGA A MANGIARE IN QUELLA CHE CONSIDERI, A TORTO, CASA TUA. MA TI DO UNA NOTIZIA…..A BREVE SARA’ RISOLTO ANCHE IL PROBLEMA DEL CERVO BASE-CERVO APPENNININO E TE LO DO PER CERTO.
4-PURTROPPO CI SONO VOLUTI I LUTTI PER FAR DECIDERE LA REGIONE A VARARE LA LEGGE-OBIETTIVO…ALTRIMENTI LA VOSTRA LOBBY AVREBBE CONTINUATO A FARE I PROPRI COMODI (CACCIARE GRATIS IN RISERVE PRIVATE SU SUOLO PUBBLICO) ANCORA PER DECENNI…..IL SANGUE DÌ TANTI POVERI CRISTI MORTI PER ESSERSI SCONTRATI IN MOTO E IN AUTO CON CINGHIALI DAINI E CERVI HA SCONVOLTO IL VOSTRO PICCOLO MONDO ANTICO….
5-HO LETTO SU QUESTO FORUM CHE A 10 CINGHIALI ABBATTUTI LA SQUADRA SMETTE LA CACCIA…..TI SEMBRA NORMALE MENTRE CI SONO I MORTI NELLE STRADE PER INCIDENTI CON FAUNA SELVATICA?
NESSUNO, TANTO MENO IO, VUOLE STERMINARE NULLA SOLO CHE VOI DOVETE FARVENE UNA RAGIONE: IL TERRITORIO CHE VIENE ASSEGNATO ALLE SQUADRE E AI CACCIATORI DÌ SELEZIONE NON E’ DÌ LORO PROPRIETA’, GLI ANIMALI NON SONO DÌ VOSTRA PROPRIETA’ E ANCHE ALTRI, RISPETTANDO LA LEGGE, POSSONO ACCEDERE AGLI ABBATTIMENTI.
INFINE RIORDA CHE IO VADO NEL BOSCO FIN DALLA PRIMA ELEMENTARE (OVVIAMENTE ACCOMPAGNANDO IL BABBO A CACCIA) E SO PERFETTAMENTE TUTTO DELLE BIRBONATE CHE VENGONO PENSATE E REALIZZATE IN TANTI DISTRETTI E COMPRENSORI DELLA PROVINCIA DÌ FIRENZE!!

da MARIO65  01/01/2016 10.13

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Visto che stasera mi hanno fatto prendere un caffè, che non prendo mai, ti rispondo io, tanto non ho sonno. Anche stavolta non me hai azzeccata una, mi dispiace perché la colpa non è tua, ma dipende dal fatto che è poco che sei nell'ambiente. Si nota dalle tue domande, a cui 99% dei cacciatori toscani sa rispondere senza problema alcuno. Iniziamo:
1) Alcuni anni fa è stato fatto un ricorso; e sono anche partirti alcuni Avvisi di Garanzia che hanno fatto un polverone che è durato anni, i cui effetti ancora si sentono. Informati bene..dai che la prima l'hai toppata...
2) Hai dimenticato Palazzuolo sul Senio, in cui il Daino vien cacciato in Area Vocata: bada bene che a Firenzuola ci sono anche zone non vocate. Ma veniamo a svelarti quel che tutti sanno: in tutte le zone vocate che hai elencato il daino non fa danni, quindi perché non dovrebbe essere “non vocata”? A Calenzano...Vaglia...c'è una maggiore antropizzazione, una discreta presenza di OLIVI, che sono incompatibili con il DAINO, esattamente come il CERVO non è compatibile con le vigne di Lamole di Lamole ecc. Ora, siamo sicuro che è colpa della fauna o dell'agricoltore che è penetrato sempre più in radure circondate da bosco e pretende che la fauna stia a guardare quel bel di dio...perché anche la fauna ha diritto di esistete..e non parlo di Daino, Capriolo ecc....perchè i danni vengo richiesti per storni, cornacchie, fagiani ecc. ecc. ecc. e persino cinghiali che a Scarperia hanno (udite, udite) mangiato 35 quintali di mele..i famosi CINGHIALI VOLANTI...richiesta che fece sganasciare dal ridere i tecnici faunistici di mezza Toscana. Quindi la domanda che hai fatto è un non senso: nessuno si avvantaggia o è svantaggiato di nulla...da un parte c'è un piano di abbattimento, dall'altra no...e allora? Vai a caccia...ma se va in ZRC 2 volte a settimana a tirare a “i che passa passa” non andare a giro a fare il fenomeno con chi macina km su km per cercare la sua indimenticabile azione di caccia...E' L'AZIONE DI CACCIA CHE FA IL CACCITORE...cerca di capire quello che ti dico...stai in ZRC in art. 37 su un panchetto esce il daino: bum...morto...una azione strepitosa???....ma vattelo a cercare nel suo ambiente, dove tutto gioca a suo favore e tu hai tutti gli svantaggi: le fogli secche, le foglie congelate, i rovi, ecc...ecc...lo avvicini...lo gattoni...ogni volta una sfida diversa, un tiro diverso...ma davvero non capisci??
3) Ho fatto l'esame del cervo base come tanti, ho aspettato il tempo necessario quindi ho rifatto l'esame per il cervo appenninico. C'è differenza nell'esame: sì...c'è differenza fra il cervo base e il cervo appenninico: no...mi sa che tu sei di quelli che vuole tutto e subito: tipico dei bambini viziati...il proverbio: tutto arriva per chi sa aspettare? NO??? Non era l'URCA che voleva fare ricorso ( non so chi ti ha detto questa bischerata, perchè di bischerata si tratta, e te lo garantisco perchè se l'URCA voleva fare una cosa del genere ero il primo a saperlo...e non avrei motivo di nasconderlo, ma poiché così non è:come al solito hanno sparato a caso)...chi invece voleva fare ricorso erano i cacciatori di CERVO APPENNINICO TUTTI...perché se tutti abbiamo seguito un certo percorso...con esame, praticantato, graduatoria: lo fate anche voi nuovi arrivati...che vi piaccia o no!!! E' una questione di equità, non di privilegi...non si prendono scorciatoie, tipico metodo italiano, ma si fa la fila: basta fare i soliti furbetti.
4) Attaccarsi ai morti, per fini personali è alquanto irrispettoso del dolore altrui. In tutte la attività umane vi è un rischio intrinseco, oltre all'ineluttabilità del fato: altrimenti non si dovrebbe andare a caccia, non allo stadio, non a sciare, non in barca, non in montagna, non in macchina, non a lavorare, non fumare, non bere, non in bicicletta ecc...che vuoi abbattere tutti gli ungulati in Europa? Chiudere tutti gli stadi? Che pensi che in Ungheria, non succedo incidenti, per non parlare dei paesi scandinavi...e mica hanno deciso di fare tabula rasa...dici cose senza senso. Davvero, credo che la caccia sia messa male se tu sei il “cacciatore” rappresentativo delle nuove generazioni. Uno che non ha capito che la caccia è una cosa, il contenimento caccia “NON E'”. Lo dice la legge a cui tanto ti appelli. Sei troppo presuntuoso, sei arrivato adesso, e ti stai mettendo a fare il professore con chi le regole ha contribuito a scriverle, con chi si da anima e corpo per la conservazione del nostro patrimonio faunistico, perché arrivi alle generazioni future e non sia irrimediabilmente danneggiato da decisioni politiche, prese sull'onda emotiva, hanno SEMPRE FATTO DANNI....
5) A questo non so risponderti perchè da Ex Capodistretto del Cinghiale, e EX canaio della mia squadra, posso solo dirti che tutti i cinghiali che passano sono passati davanti ad una delle carabine/fucili dei miei amici canai e postaioli, le fucilate le hanno sempre prese senza un attimo di incertezza...e questo vale per tutte le realtà che conosco....

Ma quando avrai fato tabula rasa dove vai adesso, poi che vuoi fare? Vuoi passare al distretto/comprensorio attiguo e sterminare tutto anche lì? Giusto per sapere...si fanno circa 90.000 cinghiali in Toscana e 30.000 caprioli...ti possono bastare o vuoi andare anche fuori regione?... Ti sei accorto che sei riuscito a “farti voler” bene praticamente da tutti qui?... Ti presenti male e magari sei anche una brava persona, ma se tutti ti dicono che la caccia non è sparare e segnare le tacche dei morti sul calcio della carabine...forse un dubbio dovrebbe venirti?...ma se ti senti nel giusto, che senso ha venire qui a cercare di convertire la maggioranza che la pensa in modo diverso? Va per la tua strada e fai delle belle stagioni di contenimento in art. 37...spero che quanto prima la situazione torni agli anni '50 (perché è quello che tentano di fare quelli come te)...finiti i cinghiali, finiti i caprioli, finiti i cervi, finiti i mufloni, finiti i daini, finiti i fagiani..tornano le starne (sì..aspetta e spera) e il passo come dio comanda (lo vorrei vedere)...ed io mi do alla pesca...

da Marco Firenze  01/01/2016 4.22

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario , intanto auguri.... Le tue domande hanno tutte una risposta che mi ripropongo di sviscerare con più calma ( stasera non è la sera adatta) . Però ti vorrei porre una domanda molto veloce : quando tutti gli animali prelevati fuori dalla caccia ordinaria dovranno obbligatoriamente essere conferiti ai centri di sosta per l'immissione in filiera ( come previsto dalla legge ) e saranno di esclusiva proprietà dell'ente , ovvero non sarà tua la carne e tantomeno i soldi , continuerai a fare 100 uscite l'anno ?...saluti.

da Cristiano montano  31/12/2015 19.47

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

TANTE CONTUMELIE MA NESSUNA RISPOSTA A QUANTO SEGUE:
1-La caccia con art. 37 presuppone, alla base, un atto dirigenziale firmato da un dirigente pubblico contro il quale atto si può fare ricorso al TAR. Faccio notare che nessuna associazione, nemmeno la più animalista ha fatto tale ricorso: chissà perché! Non hanno fatto ricorso nemmeno le AAVV e nemmeno l’URCA…
2-Qualcuno mi dovrebbe spiegare perché il DAINO viene cacciato col metodo conservativo a Firenzuola Barberino e Vallombrosa e Londa mentre viene cacciato col metodo della eradizione in tutti gli altri Comprensori. Perché un Daino è considerato autoctono a Firenzuola e alloctono a Vaglia e San Piero a Sieve che sono comprensori confinanti? Questa decisione della pubblica amministrazione vi va bene, dato che nessuno se ne è mai lamentato….sicuramente perché queste scelte avvantaggiano la ristretta cerchia di coloro che finora sono stati privilegiati….
3-perché gli abilitati al Cervo Base non possono cacciare il Cervo nell’ACATER?? Sono Cervi diversi? Come mai l’Urca ha minacciato il ricorso al TAR esattamente un anno fa quando la Provincia di Firenze ha provato ad estendere l’abilitazione? Ve lo dico io: sempre per il solito egoismo….
4-continuate a sostenere che i danni sono inventati...ma in Toscana ci sono stati MORTI in incedenti con fauna selvatica.....
5-leggo che alcune squadre NON supereranno i 10 capi di cinghiali a cacciata....se quelli che risparmiate verranno fatti abbattere con art 37 vi lamenterete?

ORA VADO A FESTEGGIARE IL NUOVO ANNO ...AUGURANDO A TUTTI UNA ANNATA VENATORIA COME IL 2015.....DAVVERO FANTASTICA PER ME!

da mario65  31/12/2015 19.19

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

è più comodo prendere i soldi senza fare niente e gli agricoltori ci si sono abituati e bene. Sapete cosa sarebbe da fare CHIUDERE LA CACCIA che si arrangino tra di loro ... invece ci sono troppi "sparatori" che per fare un tiro su un ungulato venderebbero la madre!! dove vogliamo andare ????

da art 37  31/12/2015 18.14

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Quando sento nella stessa frase Coldiretti e caccia sento già l'ipocrisia che galoppa..danni da daini..non conosco la situazione ma so di per certo che con un po' di prevenzione seria magari anche consorziale si ottengono ottimi risultati..se un agricoltore non vuole fare prevenzione non può lamentarsi..é come lasciare la porta aperta e poi lamentarsi che sono entrati i ladri.

da little john  31/12/2015 16.41

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

la carabina al massimo ne avrai due voglio esagerare 3 poi super dotate con ottiche fisse per tiri a 100 metri!!! se esci dal recinto ti facciamo un culo come un capanno DILETTANTE e non sei di Pistoia . Luciano quello è un'altro problema che non si risolve con l'articolo 37 ( questi vanno dove c'è il mucchio mica sono in grado di fare le cose serie sta accozzaglia di mercenari !

da Toscano di pistoia  31/12/2015 14.04

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Credo che Mario65 tutti i torti non li abbia..in fondo l'art.37 fa parte della legge Toscana sulla caccia...in quanto ai danni ricordo che ci sono stati molti morti e moltissimi invalidi per incidenti stradali causati da cervi daini e cinghiali in Toscana.

da Luciano  31/12/2015 13.50

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Dimenticavo una cosa importante: sono davvero preoccupato della opinione che ha di me, come cacciatore, Toscano di Pistoia: ho già portato le carabine in armeria!!

da Mario65  31/12/2015 13.47

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Dimenticavo una cosa importante: sono davvero preoccupato della opinione che ha di me, come cacciatore, Toscano di Pistoia: ho già portato le carabine in armeria!!

da Mario65  31/12/2015 13.36

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Insomma ho capito: sbaglia il pubblico amministratore che applica leggi approvate dai consigli regionali, sbagliano gli agricoltori a chiedere danni che per voi sono tutti immaginari e quindi vere e proprie truffe, sbagliano i cacciatori che partecipano agli abbattimenti art. 37 (spesso fatti per completare piani di abbattimento non realizzati da cacciatori fenomenali come Toscano di Pistola...gli unici ad aver ragione siete solo voi ...credo dobbiate riflettere su questo: quando il mondo va TUTTO al contrario di quello che pensiamo sia giusto ...forse ...e dico forse non è che a sbagliare siete voi??
Buon 2016 anche a voi!!

da Mario65  31/12/2015 13.32

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

i danni sono neurologici ai vostri cervelli bacati da troppo odore di polvere da sparo . La discussione potrebbe andare avanti per giorni in fondo il neofita Mario crede di essere nel giusto ( è lo è con la legge) ma come cacciatore è UN VERO FALLITO ! io uno come quello lo infilo in una tasca e lo levo dall'altra ne ho incontrati di art 37 dipendenti e li vedi dalla faccia che non ancora capito niente e se a 51 anni uno non ci arriva da solo la cosa è grave! Due cose. il faro lo usate tutti e non solo quando c'è la polizia provinciale ( che glia genti sono più seri) non scrivere BUGIE per favore. I danni ??? ma quali danni d'egitto non ci sono danni ma solo furberie degli agricoltori che d anni si beccano un sacco di soldi alle nostre spalle. Noi abbiamo fatto fare una perizia da perito privato a pagamento e i danni nel giro di un anno sono spariti!!!pensa te ? ma a TE ti fa comodo andare a caccia dove i CACCIATORI SERI non vanno perché sei impreparato e un gasato la tipica gastaura degli inesperti . E fai attenzione a scrivere nomi potrebbe essere controproducente per te limitati alle tue esperienze OSCENE personali che è meglio e non vado oltre. Continua la tua super caccia nei recinti della burocrazia e divertiti . SUPER HANTER DEI MIEI STIVALI! Buon 2016 scarso

da Toscano pistoia  31/12/2015 13.07

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cosa è Mario secondo te un " danno da fauna selvatica" ? Perché vedi , secondo me , per sua natura la fauna selvatica non fa danni , fa...la fauna selvatica. Ovvero mangia , raspa, scorteccia come e' naturale che faccia, quindi una situazione immanente , non modificabile e che essendo naturale non va modificata. Se si stabilisce che ogni fattore di disturbo per l'agricoltore va eliminato, dobbiamo creare un ambiente asettico , senza insetti , senza uccelli , senza mammiferi... A già , giusto...e'proprio quello che stanno facendo.

Intanto le api muoiono . I passeriformi spariscono , le malattie autoimmuni aumentano e nessuno di noi da esattamente cosa trova nel piatto. Gli ungulati hanno un valore economico ma prima ancora biologico e agli agricoltori andrebbe spiegato che quando le popolazioni sono in consistenze ecologicamente corrette vanno considerate un rischio di impresa non eliminabile e quindi un costo da gestire come qualsiasi altro. Gli animali non sono dei cacciatori, sono della comunità e ci devono stare per un interesse superiore a quello economico.

da Cristiano montano  31/12/2015 11.31

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

chiedo scusa, dopo la mattanza, avete almeno una filiera di frollatura sezionamento e distribuzione carni??oppure mandate il tutto ai vari zooprofilattici per l'incenerimento??? buon anno a tutti carlo PS per mè potreste impiccarvi tutti, al massimo vi presterei volentieri la corda. salute a tutti

da carlo48  31/12/2015 11.06

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Allora rispondo a Marco, il tuttologo, il super etico cacciatore, un po’ (tanto) egoista.
La caccia con art. 37 presuppone, alla base, un atto dirigenziale firmato da un dirigente pubblico contro il quale atto si può fare ricorso al TAR. Faccio notare che nessuna associazione, nemmeno la più animalista ha fatto tale ricorso: chissà perché! Non hanno fatto ricorso nemmeno le AAVV e nemmeno l’URCA….le uniche lamentazioni le fanno alcuni egoisti come te.
Confermo comunque che per la caccia col faro notturna occorre la presenza della Polizia Provinciale.
Alloctoni e non alloctoni. Qualcuno mi dovrebbe spiegare perché il DAINO viene cacciato col metodo conservativo a Firenzuola Barberino e Vallombrosa mentre viene cacciato col metodo della eradizione in tutti gli altri Comprensori. Perché un Daino è considerato autoctono a Firenzuola e alloctono a Vagli e San Piero a Sieve che sono distretti confinanti? Questa decisione della pubblica amministrazione ti va bene, caro Marco, dato che non te ne sei mai lamentato….sicuramente perché fai parte della ristretta cerchia di coloro che finora sono stati privilegiati….
Altra domandina: perché gli abilitati al Cervo Base non possono cacciare il Cervo nell’ACATER?? Sono Cervi diversi? Come mai l’Urca ha minacciato il ricorso al TAR esattamente un anno fa quando la Provincia di Firenze ha provato ad estendere l’abilitazione? Te lo dico io: sempre per il solito egoismo….troppa concorrenza!!
Infine: avete ghettizzato alcuni vostri colleghi che si sono avvalsi di una autorizzazione pubblica e vi siete dimostrati così i soliti cicciai egoisti da momento che vi hanno levato il tagliolo dal tegame, mentre nessuno altro ente o associazione ha avuto di che lamentarsi.
Una ultima considerazione sui danni: prova a chiedere a Paolo Bedoni se non ci sono danni a Firenzuola!! Dato che sei così informato saprai chi è….per cgli altri glielo dico io: il Presidente di Coldiretti di Firenzuola. Chiedilo a lui come ci si sente se a fine mese in busta paga trovi una trattenuta di 300 o 400 euro….per i danni da fauna selvatica!!

da mario65  31/12/2015 9.28

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario non hai la minima idea di quello che dici..sei l'apoteosi della disinformazione...infatti gli abbattimenti di notte con il faro li hanno fatti 2 cacciatori con il decreto accompagnati da altri cacciatori (manco voglio sapere chi ha tirato, visto che mi fa schifo a me come a tutto il comprensorio..infatti sono stati ghettizzati)....autorizzati dalla (per fortuna) Ex Provincia...prima sciocchezza che hai detto...il daino in Toscana non ci dovrebbe stare esattamente come non ci dovrebbe stare il fagiano (alloctono) i cinghiali importati dall'est (il 90% di quelli che ci sono) ecc...a Firenzuola col cavolo che viene cacciato rispettando la struttura di popolazione, infatti i 17 maschi non sono stati levati dal piano, quindi mancano ad occhio 100 femmine incinta...e se messe incinta da balestroni, vuol dire che non ha montato il miglior soggetto del branco...il che è un bel danno a lungo termine...e magari sappi che alcuni anni fa in Piazza S. Marco al Rettorato dell'Università degli Studi di Firenze c'era un cranio di daino preistorico ritrovato in Italia (ben prima della re-introduzione dei romani), oltretutto in Puglia ci sono pitture rupestri con Daini...quindi sul daino alloctono sarebbe da discuterne... se vuoi levare le specie alloctone ci rimarrebbe ben poca cosa (se facciamo il test del DNA a caprioli e cervi non so se hanno sangue italiano)...e ancora...anche nel comprensorio di Barberino non è in eradicazione il Daino, e così a Palazzuolo, ecc...quindi sei molto, MOLTO male informato...ma continui a non darci anche in merito ai danni: da noi si paga l'ATC, il Capriolo, il Daino, il Muflone...e con quale soldi pensi vengano pagati i danni fantasma??? Perchè di danni fantasma di parla, in quanto, come ho detto e so quello di cui parlo, NON CI SONO DANNI IN AREA VOCATA DA DAINO a Firenzuola!!!!! E se dico non ci sono, mi riferisco ai dati ufficiali dell'ATC...non ne hai azzeccata una...voglio dire anche per sbaglio una la potevi indovinare...ma è tipico del nostro popolo sparare affermazioni a caso...tanto poi qualcuno che ci crede si trova sempre...bisogna vivere sul territorio prima di parlare..non venire a fare turismo venatorio nelle nostre valli e sentirsi professori a casa d'altri...e detto questo faccio festa, tanto come dice bene Tpscano da Pistoia: e' TEMPO PERSO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

da Marco Firenze  30/12/2015 22.52

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

ma va al diavolo bamboccio!

da Pedro  30/12/2015 22.31

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

...fra l'altro caro Marco il Daino nemmeno ci dovrebbe stare in Toscana ...anche qua poi è buffa: a Firenzuola viene cacciato rispettando la struttura della popolazione...in tutti gli altri comprensori con logica di eradicazione...ridicoli!

da Mario65  30/12/2015 22.16

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Di notte col farò e art. 37 ci vanno gli agenti della Polizia Provinciale laddove ci sono stati danni e richieste di risarcimento. Non certo noi semplici cacciatori....
E poi....perché non li pagate voi i danni? Direttamente al proprietario del terreno e senza burocrazia? Ma di cosa parlate?

da Mario65  30/12/2015 22.11

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario io non ho piu niente da aggiungere se uno NON CI ARRIVA NON CI ARRIVA le stragi prima o dopo si pagano ma non le paghi Te le paghiamo NOI quelli che hanno fatto un passo indietro di fronte a questa porcheria . In fondo se non siamo noi CACCIATORI a difendere il nostro patrimonio cosa credi che lo faccia il politico di turno ? NO MARIO stai sbagliando , forse proverai divertimento a fare questi abbattimenti ma il conto arriverà anche da voi e PRESTO. Riguardo le squadre , dovresti sapere che pagano dei bei soldi , sono controllate dalla Polizia Provinciale costantemente, al suo interno ci sono persone che potrebbero essere anche tuo padre che si divertono a stare fermi dietro una siepe ad aspettare il cinghiale della vita e spesso non sparano un colpo per tutta la stagione mentre TU HAI IL BADGE ma non ti senti ridicolo ? Oltre a questo, da tempo, noi come moltissime altre squadre ( non tutte per carità) a dieci animali ci si ferma! MA QUESTO NON VUOL DIRE NIENTE sono affari nostri! Ora basta , fai quello che ti pare , ma smettila di fare il super hunter che non lo sei per niente .

da Toscano di Pistoia  30/12/2015 20.51

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Caro Marco Firenze ....questo è solo l'inizio.

da Cristiano Montano  30/12/2015 20.33

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Oggi sono stato a caccia del daino, caccia alla cerca in un santuario di palanconi, sui 900 metri di altitudine. Tutto il giorno a cercare, neppure una traccia, una fatta, nulla di nulla di nulla, DI NULLA, DI NULLA. Non mi era mai successo in 15 anni....provate ad indovinare cosa è successo a metà-fine stagione dello scorso anno: ART. 37, DI NOTTE CON IL FARO, CON L'ABBATTIMENTO DI 17 MASCHI, DI CUI 15 PALANCONI. E ADESSO CHI RISPONDE DEI DANNI FATTI ALLA STRUTTURA DI POPOLAZIONE? CHI? I FUNZIONARI CHE HANNO FIRMATO L'ATTO DIRIGENZIALE? SAI CHI NE RISPONDE? LA POPOLAZIONE DEI DAINI, DESTRUTTURATA...SPERO NON IRRIMEDIABILMENTE...LE COSE VANNO FATTE RESPONSABILMENTE E NON A TAVOLINO FACENDO DANNI...PERCHE' QUI DANNI ALLE COLTURE NON CI SONO..NON CI SONO...NON CI SONO...NON CI SONO...E' CHIARO???????????????????

da Marco Firenze  30/12/2015 20.12

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Oggi sono stato a caccia del daino, caccia alla cerca in un santuario di palanconi, sui 900 metri di altitudine. Tutto il giorno a cercare, neppure una traccia, una fatta, nulla di nulla di nulla, DI NULLA, DI NULLA. Non mi era mai successo in 15 anni....provate ad indovinare cosa è successo a metà-fine stagione dello scorso anno: ART. 37, DI NOTTE CON IL FARO, CON L'ABBATTIMENTO DI 17 MASCHI, DI CUI 15 PALANCONI. E ADESSO CHI RISPONDE DEI DANNI FATTI ALLA STRUTTURA DI POPOLAZIONE? CHI? I FUNZIONARI CHE HANNO FIRMATO L'ATTO DIRIGENZIALE? SAI CHI NE RISPONDE? LA POPOLAZIONE DEI DAINI, DESTRUTTURATA...SPERO NON IRRIMEDIABILMENTE...LE COSE VANNO FATTE RESPONSABILMENTE E NON A TAVOLINO FACENDO DANNI...PERCHE' QUI DANNI ALLE COLTURE NON CI SONO..NON CI SONO...NON CI SONO...NON CI SONO...E' CHIARO???????????????????

da Marco Firenze  30/12/2015 20.12

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

e' incomprensibile il rancore che trasuda da certe risposte! io ho solo raccontato come funziona l'art. 37 in Toscana! se non è presente la Polizia Provinciale che controlla i PdA ed elenca in apposita scheda TUTTI i partecipanti non si può neanche avviarsi al punto sparo! questo è AD OGGI l'art. 37. LA NUOVA LEGGE OBIETTIVO NON E' ANCORA STATA APPROVATA, IO PARLO DELL'ART. 37 OGGI IN VIGORE!
se accettiamo le regole della caccia di selezione NON POSSONO ESISTERE SANTUARI nei quali gli animali siano non cacciabili! ripeto ho solo raccontato la mia esperienza bella e faticosa, un secondo lavoro ormai!
x Carlo 48: anche quando vado nella regular season tolgo la vita ad un animale....ma se ce ne sono troppi qualcuno deve pur farlo 'sto lavoro, no? a volte parlate come la Brambilla!!

UNA CONSIDERAZIONE: PENSO CHE QUESTO LIVORE SIA IN PARTICOLARE DI CERTI CAPI SQUADRA CINGHIALAI CHE TEMONO IL CALO DEI LORO NUMERI E DI PERDERE I CAMPIONATI STAGIONALI FRA LE VARIE SQUADRE, QUESTA SI PRATICA ABOMINEVOLE E RIVOLTANTE....

IO DI LAVORO FACCIO IL TURNISTA: O LA MATTINA O IL POMERIGGIO SONO SEMPRE LIBERO.....

da mario65  30/12/2015 14.49

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

hai scritto un a serie di menzogne senza limiti solo perchè TI VERGOGNI DELLO SCHIFO CHE FATE vattelo a leggerlo il tuo amato 37 che permette la caccia senza orari ( VAI A LEGGERE PRIMA) e con tutti i mezzi possibili! ma tu lavori? o sei un baby pensionato statale ? no perchè da quello che scrivi mi sorge un bel dubbio MA DOVE CACCI IN TOSCANA ? che mi informo su come vengono attuati i prelievi in art.37 dalle vostre parti. Da come racconti , servono super cacciatori con attrezzature super per averla vinta con quei diffidenti animali che vivono senza LEGGE nei parchi e nella aree chiuse alla caccia !! i capi distretti cosa fanno? ma dove? ma hai 51 anni o 25 ? mi sembri un fanciullo che di caccia non capisce proprio un bel niente e si diverte con il giocattolo dell'art,.37 ma non ha i coglioni PER RIFIUTARE UNA SIMILE PORCHERIA ?? MA POSSO CAPIRTI hai fame di abbattimenti come i bambini con i regali di Natale che non bastano mai. Fanciullo devi crescere eticamente e mentalmente tra qualche anno la penserai come me perchè ti renderai conto dello schifo che stai facendo Tu e tutti quelli come te. Riguardo al badge infilatelo la ... che fai più figura IPOCRITA.

da Toscano di Pistoia  30/12/2015 14.35

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

quando gli animali saranno eradicati, dove andrete a ricominciare la mala opera??? non provate pena per quei poveri animali???? ho oltre 40 anni di norcino e per quei poveri animali provo ancora pena e tristezza. quando vado a caccia e devo sezionare l'animale, provo tristezza . dico sezionare: macellare è una parola volgare nei confronti degli animali. meditate togliere la vita a un animale sono capaci tutti, avere rispetto NO----------salute a tutti e di nuovo buon anno....... anche agli SPARATORI art. 37 ??? mai e p0i mai si potrebbe gestire meglio la cosa.

da carlo48  30/12/2015 13.50

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Caro (si fa per dire) Toscano di Pistoia io non so se davvero sei toscano, ma la caccia con art. 37 non funziona come immagini tu. Si caccia sotto stretto controllo della Polizia Provinciale, la caccia è aperta A TUTTI gli abilitati art. 37 (dopo regolare corso SENZA ESAME FINALE) e si caccia esattamente come nelle zone libere: anzi è vietata la cerca! Non si caccia di notte ne' con il faro. Si caccia nella ZRC, ZRV ecc. cioè in zone ove gli animali si rifugiano in periodo di caccia. Non è affatto caccia più facile che in stagione normale, anzi! Non so chi ti ha raccontato tutte le cazzate che hai in testa, ma informati prima di scrivere, che fai figure meschine. Purtroppo gente disposta a lavorare per la collettività ce n'è sempre meno ed ecco che noi volenterosi siamo costretti, per il bene di tutti, a fare oltre 100 uscite l'anno e i capi distretto praticamente ci precettano per portare i risultati a casa! Per me è diventato un lavoro (piacevole) ma come tutti i lavori alla lunga stufa. Per tua opportuna conoscenza pratico con regolarità la caccia in battuta al cinghiale (sabato-domenica-mercoledì + battute di controllo laddove autorizzate), martedì e venerdì sono di art. 37....riposo (non sempre) solo il giovedì. Come vedi è un lavoro vero e proprio...manca solo il badge.

da mario65  30/12/2015 11.22

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Toscano. Forse hai ragione, e in fondo sotto certi aspetti credo che la pensiamo allo stesso modo; ma non potresti essere un pochino più garbato nell'esprimere le tue idee?

da Filippo 53  29/12/2015 22.05

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cristiano ho capito quello che dici. Ma quella è una scelta politica come il jobs act lamlegge Fornero ecc. ecc. L'unica risposta da dare e quindi politica....alle scorse regionali mi risul che Enrico Rossi sia stato eletto con oltre il 60% dei voti....come Renzi prese il 40,8% alle europee. La maggioranza decide...

da Mario65  29/12/2015 20.21

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

MARIO65 non fare lo spiritoso e neppure il fenomeno lo so che siete protetti per fare queste porcherie dalla Polizia Provinciale io sono entrato dopo aver letto un paio di tuoi interventi PATETICI dove fai il super hunter mentre PER ME non lo sei ANZI sei il solito OPPOSTUNISTA di turno che si diverte ( sai che divertimento a fare il cacciatore dove non c'è una REGOLA se non quella di sparare a VISTA) alle spalle della collettività . E approvo l'intervento di Cristiano cha ha toccato il punto sugli AGRICOLTORI. ma tu cosa vuoi capire , i tuoi interventi ( leggili ben) sembrano di un ragazzino neppure troppo preparato.
Gigi SPARANO A VISTA TUTTO L'ANNO è ora di finirla o almeno ( chi lo fa ) che non ci prenda per i fondelli con il badge Ma DOVE SEI DI PISTOIA? Perché non vieni la domenica mattina alla battuta con il tuo badge invece di andare in giro di notte con il faro? CACCIATORE?? maremma che ........

da Toscano di Pistoia  29/12/2015 19.43

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cristiano ho capito quello che dici. Ma quella è una scelta politica come il jobs act lamlegge Fornero ecc. ecc. L'unica risposta da dare e quindi politica....alle scorse regionali mi risul che Enrico Rossi sia stato eletto con oltre il 60% dei voti....come Renzi prese il 40,8% alle europee. La maggioranza decide...

da Mario65  29/12/2015 19.32

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

COMUNQUE QUELLO CHE DICE IL TOSCANO SUCCEDE ANCHE DA ME CACCIA TUTTO L'ANNO E NON SOLO PORCASTRI TUTTO CON BENESTARE DI REGIONE E PROVINCIA

da GIGI  29/12/2015 17.41

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

No Mario...aspetta...non ho detto che ci siano atti illegittimi. La nuova legge regionale dice esplicitamente che le densità obiettivo saranno stabilite su base " gestionale e non biologica" . Ecco , io credo fermamente che quando si piega l'ecologia all'economia si fa esattamente il contrario di quello che andrebbe fatto. Perché su questa base si può permettere al ilva di Taranto di inquinare quanto vuole solo perché conviene. Per esempio...le zone " non vocate con densità tendente a zero" sono una bestemmia ecologica, che non ha altre ragioni di essere se non quella economica. Ecco, io credo che un cacciatore debba perseguire l'obiettivo del miglior ambiente possibile...non quello dell'agricoltore più ricco possibile...

da Cristiano montano  29/12/2015 17.03

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

X CRISTIANO MONTANO: SE HAI DUBBI COME QUELLI CHE DICI LA SOLUZIONE NON E' L'OBIEZIONE DI COSCIENZA, MA LA DENUNCIA ALLA MAGISTRATURA! IO INVECE CREDO SI DEBBA AIUTARE LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E IL MONDO AGRICOLO UNENDO L'UTILE AL DILETTEVOLE!

da MARIO65  29/12/2015 16.45

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario...tutto giusto...però la cosa è un po più complicata. Spesso si ha la sensazione che questi interventi non siano funzionali a un riequilibrio ecologico , ma a zittire le ire del mondo agricolo. A volte giuste, a volte...no. Non pretendo di conoscere ogni realtà regionale ma a Pistoia , visto lo strapotere dei vivaisti, questa sensazione è tangibile. E i risultati sono quelli sopra prima citati. In questo senso un cacciatore veramente attento ai problemi ambientali non dovrebbe avallare certe scelte, dove e se il problema non è pretestuoso ( cioè di origine economica o peggio politica) ha il dovere di fare carico anche di questo tipo di azioni. A Pistoia qualche dubbio ce l'ho anche io...

da Cristiano montano  29/12/2015 16.23

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Toscano di Pistoia perchè rosichi? Chiunque ha fatto il corso art. 37 ed è abilitato può partecipare agli abbattimenti decisi da tecnici faunistici e amministrazione pubblica per tutelare ambiente, fauna e incolumità pubblica. Se non vuoi partecipare, resta pure a letto che nessuno ti ci obbliga. Io preferisco fare gli abbattimenti e uscire un centinaio di volte all'anno piuttosto che andare all'estero. Non credo di fare nulla di male e le tue conumelie nemmeno mi scalfiscono.

da mario65  29/12/2015 14.49

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

grazie filippo, dopo quanto hai scritto, penso che se dovrò usare le green non avrò problemi su daini e porcastri. buon anno e salute a noi vecchietti (qualcuno ha scritto che dobbiamo limitarci alle spese al supermercato) ma io vado a caccia anche una volta all'anno ma ci vado.-- alla facciaccia di chi parla tanto x dare aria alla lingua. a una certa età ci siamo arrivati ma certi pseudo giovanotti???? ciao e auguri carlo

da carlo48 x filippo53  29/12/2015 14.37

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Buongiorno Carlo. Ho usato la EVO Green su numerosi caprioli e su un solo cinghiale. I risultati sono eccellenti. Nel "mio" 7x64 ti garantisce: precisione, radenza (non comune) e letalità. Tutti gli animali sono stati da me colpiti in cassa, e non hanno fatto che pochi metri. Anzi, il verro (a circa 270 metri) è caduto sull'ombra. Per i caprioli il calibro è forse esuberante; e quindi può capitare che produca effetti diversi ma l'efficacia è garantita. Ho ordinato dal mio armiere di fiducia le EVO green in 270, ma ancora non gli sono arrivate. Non vedo l'ora di provarle; hanno un GEE (secondo RWS) migliore del mio 6x62 Frères.
In conclusione: effetti sulla spoglia variabili; fuga breve o nulla; precisione molto superiore alla media; radenza come un 257 Wby!!!!
Tanti cordiali auguri per un sereno 2016

da Filippo 53  28/12/2015 13.02

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

hai scritto pocanzi, che non cambierai più le evo green nel 7x64 come vanno? magari su un porco di 50--70--kg?? siccome ho sentito certi ronzii niente di che PB si PB no. se tutto va bene, andrò a caccia ai primi di marzo all'aspetto, ho due femmine daino e i cinghiali, tutti quelli che capitano --maschi--. i tiri alle daine e porci possono arrivare fino a 200 -mt più o meno. grazie filippo ciao salute e di nuovo buon anno a tutti

da carlo48 x filippo53  28/12/2015 10.42

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Filippo Carlo sono INCAZZATO nero con questi soggetti che fanno i grandi cacciatori ALLE NOSTRE SPALLE si perché quella selvaggina è anche NOSTRA ! La devono sparare i cacciatori a caccia aperta e con un minio di ETICA ho visto foto incredibili femmine gravide con i piccoli nella pancia sbudellate come dei maiali con QUESTI SUPER CACCIATORI che si vantano! noi abbiamo fatto un presidio per evitare queste mattanze contro la Polizia Provinciale ( che va detto hanno degli ordini) e abbiamo vinto ma solo temporaneamente perché certa gente ci prova GUSTO e forse è l'unica caccia dove riescono POCA CONCORRENZA, NIENTE SELZIONE, TECNICA DA BAR SPORT E POI mi dite di non incazzarmi!!! Io il Bon Ton lo uso con le persone per bene non con sta manica di predatori da strapazzo che ( badate bene) saranno la rovina della caccia perché dove passano loro NON CRESCE PIU L'ERBA!! ATTILA era un dilettante ...

da Toscano Pistoia  27/12/2015 18.00

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

toscano è cosi, hai ragione io lo dico x sentito dire di tali mattanze. quoto con filippo in quanto a certe espressioni. ciao toscano ciao filippo di nuovo buon anno. salute carlo

da carlo48  27/12/2015 10.28

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Toscano. Forse hai ragione, e in fondo sotto certi aspetti credo che la pensiamo allo stesso modo; ma non potresti essere un pochino più garbato nell'esprimere le tue idee?

da Filippo 53  27/12/2015 7.15

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Caro Marco , chi partecipa a certe mattanze non può e non deve essere chiamato cacciatore ma AFFOGATO SENZA SCRUPOLI un soggetto che ha rovinato e continua a rovinare il nostro patrimonio per MONETIZZARE CHICHESSIA ( hai scritto bene ) non ho niente contro mario65 ma fare i grandi per andare a sparare a caccia CHIUSA , NEI PARCHI, CON IL FARO, A QUALSIASI COSA A ME FA SCHIFO ! E NON CI ANDREI MAI non ho bisogno di certe misere per andare a caccia. Filippo a volte le cose ti escono di bocca senza troppa difficoltà .

da Toscano Pistoia  26/12/2015 16.53

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ma che vada la "Polizia Provinciale"(razza in via di estinzione a quanto pare) a fare gli abbattimenti in art.37, per poi conferire i capi alla filiera della carne...io (ed amici) andiamo a caccia e NON facciamo volontariato andando a sparare a tutto quello che passa per far monetizzare chichessia...e se mai mi dovessero obbligare "purtroppo" padellerò sempre...

da Marco Firenze  26/12/2015 13.45

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Buon Natale.... auguri Filippo... dai domenica vado a smaltire tutto... provo alla ricerca dell'ariete....

Ps... x Marco B... le foto che ti ho mandato con "le pecore" non le ho fatte perché rappresentavano un mio trofeo.... ma erano le prime della STUTZEN.... comunque BUON NATALE...
Avevo chiesto a Babbo Natale una Tikka stainless in 7mm Rem Mag, ma non me l'ha portata...

da PAOLO79  25/12/2015 20.00

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ehi Toscano! Sei sempre così affettuoso o solo a Natale?

da Filippo 53  25/12/2015 19.53

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

mettitelo in quel posto il badge. avete distrutto tutto siete dei veri delinquenti.

da Toscano di Pistoia  25/12/2015 12.22

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cristiano dove cacci? Qua da noi in Toscana è come un lavoro...se non vai a fare gli abbattimenti art37 (zone di rispetto, ripopolamento e cattura ecc) il capo distretto quasi si offende...ti ripeto...è un lavoro, ora poi con la nuova legge regionale ci manca solo che ci diano il badge come in ufficio!

da Mario65  24/12/2015 22.00

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cristiano dove cacci? Qua da noi in Toscana è come un lavoro...se non vai a fare gli abbattimenti art37 (zone di rispetto, ripopolamento e cattura ecc) il capo distretto quasi si offende...ti ripeto...è un lavoro, ora poi con la nuova legge regionale ci manca solo che ci diano il badge come in ufficio!

da Mario65  24/12/2015 22.00

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario , ti confermo che io ho appena finito il corso per"cacciatore formato" che pero avevo già fatto anche a Bolzano e che da gennaio si potrà cominciare a conferire i capi in filiera. Informati. Ma tieni presente che i capi in controllo ci andranno automaticamente , quelli da caccia ordinaria , massimo uno a testa. Se posdo essere utile...basta chiedere.

da Cristiano montano  24/12/2015 19.40

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Sono calati in generale...ma sono calati tanto in montagna ( dove potrebbero stare) . Solo due anni fa io avevo in assegnazione 3 caprioli e 2 cervi...quest'anno 1 e 1 più forse un capo a scalare.a i cervi non ci sono neppur per tutti e in un distretto neppure i caprioli. Ripeto , dal monitoraggio fatto nel 2014 abbiamo una quantità di lupi impressionante.

da Cristiano montano  24/12/2015 19.35

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Martedi sono in zrc a Daini, Venerdi ancora zrc a cinghiali; la prossima settimana (la prima del nuovo anno) ho declinato l'invito e il capodistretto quasi se l'è presa a male....ma io ho anche una famiglia e un lavoro, alla fine arriverà il Prefetto a precettarci!!...poi non so più dove mettere la carne....per fortuna ho sentito che proprio nel pistoiese stanno iniziando a ritirarla per la macellazione....

Ma sono davvero calati così tanto i caprioli a PT? Anche i Cervi?

P.S. ART 37 IO CACCIO COME SEMPRE: 7MM REMINGTON MAGNUM + 8X50...DOPO REGISTRAZIONE DA AGENTI DELLA EX PROVINCIALE IO VADO....PROPRIO COME SEMPRE....solo che ora, ripeto, è diventato un impegno!

da mario65  24/12/2015 18.59

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

l'articolo 37 è per i paraculo degli atc gente che può usare anche le bombe a mano , di notte , di giorno, femmine gravide, maschi a caccia chiusa , striati, uno schifo e una strage di innocenti senza senso I VERI CACCIATORI DOVREBBERO RIFIUTARSI invece

da p  24/12/2015 18.50

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ti capisco Mario..io sono preoccupato per il problema opposto. Io caccio "sui monti di Pistoia " tra l'acquerino e l'abetone e noi non abbiamo più grandi popolazioni infatti qui art 37 non se ne fanno e e assegnazioni sono calate negli ultimi anni almeno della metà e con la nuova legge che tende a ragionare come se la toscana fosse tutta uguale , temo un ulteriore peggioramento . Per non parlare dei lupi che ormai sono nei paesi...e spingono quei pochi animali verso il piano e i ben noti vivai ...boh...speriamo bene

da Cristiano montano  24/12/2015 18.31

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cristiano dove cacci? Qua da noi in Toscana è come un lavoro...se non vai a fare gli abbattimenti art37 (zone di rispetto, ripopolamento e cattura ecc) il capo distretto quasi si offende...ti ripeto...è un lavoro, ora poi con la nuova legge regionale ci manca solo che ci diano il badge come in ufficio!

da Mario65  24/12/2015 18.20

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario ...se non fossi un po più giovane, direi che ci hanno separato alla nascita. Pensa il mio 8x50 è montato sul remington in 243...quanti caprioli, i primi...altri tempi. Oggi siamo più in difficoltà , pochi capi, pensa solo una femmina di cervo e alcuni cacciatori niente del tutto. Mala tempora currunt...

da Cristiano montano  24/12/2015 17.29

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cacciavo con un 6x42 e mi trovavo da dio; ho preso un 8x50 e mi ci trovo uguale. Mi piace la caccia in movimento nella macchia e fra i pruni ...potrei usare un 243 e un cinese e i risultati non cambierebbero in modo sostanziale dato che caccio di mattina. La notte sto bene a letto! Non mi ritengo superiore a nessuno ma nemmeno inferiore. Non caccio all'estero perché mi avanzano le 100 giornate in Italia. Non devo ne' voglio dimostrare niente e nessuno.
Mi accontento ...e godo!!
Buon Natale

da Mario65  24/12/2015 15.37

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Solo per augurare a tutti, ma proprio a tutti, di trascorrere in piena serenità le prossime feste. Fede sotto l'albero troverà forse del carbone, dato che è stato cattivello, ma CHI E' SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA diceva un tale... Scrivo mentre vedo il programma di Modugno sul tiro a lunga distanza. Ma E' CACCIA? Lungi da me però criticare chi ama questa specialità. Non ricominciamo. Assicuro a tutti che non ho mai inteso offendere nessuno. E RINNOVO A TUTTI I MIGLIORI AUGURI DI BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO

da Filippo 53  24/12/2015 15.09

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Carlo 48 ti rispondo per educazione ma è l'ultima volta che entro nel blog. Per passione sono diventato un mezzo macellaio , con tanto di cella frigorifera, segaossa, macchina da sottovuoto a campana a barra, congelatori e frigo per ogni situazione e tuto quanto serve per sistemare un bestia abbattuta , pensa ho finito ora di preparare le bistecche di cinghiale da fare alla griglia ( e sono pochi che ci riescono afarle bene come me ) per il cenone di domani con tutti i fratelli, figli, genitori e amici meno fortunati che sono rimasti soli. Oggi sono in ospedale a fare volontariato perché anni fa sono rimasto coinvolto in un gravissimo lutto familiare e ora mi dedico anche agli altri e se hai letto TI HO FATTO DEI SINCERI AUGURI...per la tua situazione ... certo sono strafottente perché ho un bagaglio importante alle spalle ma scrivo verità e Tu lo sai STA SEMPRE NEL MEZZO ! A BENECCHI 50 colpi 9 animali il suo amico è veramente scarso riguardo a Laslo so chi è benissimo lo visto in moltissime fiere di settore , in televisione ed è una persona veramente speciale e brava ma io ho i miei contatti e amici . Noi andiamo in Ungheria per testare le carabine ( suona brutto ma è cosi) effettivamente l'unico problema è il telemetro che non segna sempre la distanza. ma ci sono modelli che vanno non sempre ma vanno. C'è chi consuma gli scarponi dentro la macchie a ama tirare a 30 metri chi invece preferisce farlo a 300 /400/500 metri SIAMO DIVERSI E ALLORA DOV'E IL PORBLEMA ? L'etica ?? ma perché credete ancora che si sbagliano più animali a 400 che a 40 metri? proprio ieri sera su Sky passava una puntata di Bruno Modugno sul tiro lungo . magari provate a guardarla. Oppure continuate con la preistoria a cacciare con il famoso 8v50/56 l'ottica per neofiti o per la caccia al palco , ottima per il cinghiale in notturna ( ottica molto luminosa) ma il mercato offre di meglio. poi dipende dalle tasche le mie GRAZIE A DIO vanno molto bene e spendo molto per la caccia perché la VITA E' BREVE e si deve godere. Adesso vado, un grande BUON NATALE A TUTTI dallo strafottente e presuntuso FEDE... ER MEJO!!!

da Fede per mario  24/12/2015 14.12

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

sono con tè. aspetto solo risposta da Fede sulla sistemazione delle carni. auguro a tè e signora, a tutto quel bene che si chiama FAMIGLIA. BUON NATALE E FELICISSIMO ANNO NUOVO carlo. PS vai avanti cosi di lor non ti curar.

da carlo48 x Marco B.  24/12/2015 13.40

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

sono con tè. aspetto solo risposta da Fede sulla sistemazione delle carni. auguro a tè e signora, a tutto quel bene che si chiama FAMIGLIA. BUON NATALE E FELICISSIMO ANNO NUOVO carlo. PS vai avanti cosi di lor non ti curar.

da carlo48 x Marco B.  24/12/2015 13.34

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

E con questo verrei concludere...
Alcuni anni fa sono stato invitato dalla Swarovski in una rinomata azienda venatoria per provare i nuovi Z 6 a forte ingrandimento.
Ho tirato a 200 - 300 - 500 metri con due SAKO TRG in calibro 308 e 300 WM con dei compensatori preparati dall'amico Emes Besseghini....
Andare a segno era TROPPO FACILE, ma con armi da 10 kg...
sul bancone del poligono e con la massima tranquillità....
Paragonare quello "sparare" alla caccia di selezione in Maremma mi è sembrata una offesa.
Giuro, non capisco che gusto ci si provi a colpire un selvatico che proprio non ha nessunissimo sentore del cacciatore che lo sta cacciando...
Ma che già detto pocanzi..
I gusti son gusti.
Calma FEDE
Calma...
MB

da Marco Benecchi x TUTTI  24/12/2015 13.04

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

GEPI, vai a rileggerti il mio intervento precedente...
Non mi sembra di aver detto che il 308 è un buon calibro da montagna....
Potresti anche usarlo, perché no, ma come ho sottolineato: "esistono calibri migliori"
Ora vorrei dire due parole sul fenomeno del rinculo....
Chi se lo becca tutto, è chi PROVVEDE A FARE LA TARATURA DELL'ARMA.
Poi a caccia, ma chi lo avverte!!!!!!?????
Il problema delle armi camerate in calibri "energici" è invece lo PORTATILITA'.
Come Peso, Ingrombro, maneggevolezza....

Credo che con una carabina calibro 7 mm RM e un buon cannocchiale 8 x 50 - 56 ci fai praticamente tutto.
è un po penalizzante l'ingrandimento fisso (semmai dovesse capitare di finire un capo ferito nel bosco), ma fino a 200 - 250 sei un "signore".
Piero Masseroni, uno dei più grandi armaioli ITALIANI, maestro nella preparazione delle armi da camosci per tutta l'aristocrazia del Nord Italia, usava montare solo degli 8 x o al limite dei 10 x fissi..
Lui diceva che se il suo Amico - Cliente aveva bisogno di ingrandimenti maggiori era....
Poco sportivo!!!!
Ne ho diverse di armi con sopra un buon 8 x 50...
Come molte altre con ingrandimenti maggiori fino addirittura a 25 x, ma tendo i cannocchiali sempre intorno ai 10 -max 12.
Se vai a caccia in Trentino, Piemonte, Alto Adige e fai qualche padella sui camosci... i guardia - guide- accompagnatori, la prima cosa che fa, ti consiglia di "SCALARE" con gli ingrandimenti..
Se a qualcuno dovesse capitare di andare a caccia di caprioli in Ungheria dal mio amico Laszlo senza carabina, lui potrà prestarvi la sua Marlin 25.06... ha sopra uno Swar 6 x 42!!!!!
Buone Feste
Marco

MB

da Marco Benecchi x GEPI  24/12/2015 12.58

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

TANTISSIMI AUGURI DI BUONE FESTE E PER UN FELICE ANNO NUOVO A TUTTI.
Spero soltanto (ma già so che la mia speranza sarà vana!) che con l'Anno Nuovo MOLTE PERSONE "crescano". Ma chi ci crede????????
Mia moglie Nadia ha i capelli castani a "caschetto"...
A me piace così, ma quando andiamo a fare una passeggiata
NON MI METTO A PRENDERE IN GIRO TUTTE LE DONNE CHE PORTANO I CAPELLI DIVERSAMENTE DAI SUOI... e magari picchio i loro mariti che invece le adorano!!
Ma riusciamo a capirlo che, NON POSSIAMO AVERE TUTTI GLI STESSI GUSTI???
Ci riusciamo a capirlo?????????????????????????
Per DIO!!!
Una cosa che per me è meglio non è detto che lo sia anche per un altro.
Ritorniamo alla caccia ai calvi in Ungheria...
Dove l'IMMAGINARIO (che poi ne ho conosciuti MOLTI così, e giusto perché siamo a Natale che ho perdonato FEDE per avermi dato del bugiardo. Forse l'offesa più grave che qualcuno potesse mai farmi!!
Se avesse avuto qualche dubbio avrebbe dovuto tenerselo per se o, meglio, telefonare a Laszlo per sapere se era vero....
Visto che è Natale, ci sono passato sopra Altrimenti lo avrei pregato di allontanarsi dal BLOG), anche se magari non gliene può fregare di meno.
Comunque, il Cacciatore in oggetto tirava con uno delle carabine più radenti in assoluto, con una traiettoria praticamente lineare fin quasi a 300 metri.
Invece lui, non contento, con la sua una Weatherby 257 Ottica Zeiss con torrette e parallasse (che se avesse avuto la parola lo avrebbe mandato a quel paese per quanto gli ha rotto le scatole!!!) sparava come un matto offendendo il Guardia perché non riusciva comunicargli la distanza esatta....
Lui in Ungheria era andato per tirare LUNGO, io per trascorrere due - tre giorni con gli amici....
Chi ha torto e chi ragione?
Ognuno la pensa come crede, ma MAI criticare gli altri.
Con frase offensive e "pernacchie" che proprio mi mancavano..
Mha....
Credo che in certi casi mio nipote di due anni ha più giudizio..
MB

da Marco Benecchi x TUTTI  24/12/2015 12.45

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Dai Marco....sono bravi ragazzi ...solo un po vivaci . Non sparire così...

Piuttosto non ti sembra curiosa l'attrezzatura di Mario65 , 7 remi mag con 8x 50 SWARO ( fantastico , ne ho uno anche io ) per la cerca a distanze medio brevi ?

Ehi Mario aspetto un opinione anche da te... E auguri a tutti!!!

da Cristiano Montano  23/12/2015 22.54

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

E basta!!!! Che p...e!!!!! E io qui e io la' e te così è te cosa'....... Ma non è ora di smettere di fare i bambini maleducati che litigano a chi ce l'ha più lungo? La maggior parte di noi che seguiamo il blog vogliamo farlo per scambiarci opinioni ed esperienze oppure per migliorare le ns conoscenze....dopo un po' e' stucchevole e fastidioso leggere certi tipi di commenti e spero che chi può farlo prenda provvedimenti!!!!
Scusate lo sfogo ma mi sembrava doveroso....
In ogni caso approfitto per augurare a tutti non solo buone feste ma un ottimo anno nuovo!!!


da Iacopo  23/12/2015 20.14

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

a 51 anni fa l'atleta ah ah ah farai fatica a stare in piedi a montanaro o dei miei stivali A RAMBO !! prrrrrrrrr

da p  23/12/2015 18.47

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

ben detto massi. fede hai rotto col tuo scritto che a 60 anni si puo andare al supermercato e basta. hai ragione noi anziani, non abbiamo bisogno di manovelle fatte in bosco. spari a dx e a manca 400/ 600m. ma sai trattare le spoglie? e come? devi crescere ragazzo----- di nuovo auguri a tutti carlo














'

da carlo48  23/12/2015 14.06

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Grazie Marco per i consigli.

Avevo pensato anch'io al 300 Winchester (un calibro che mi ha sempre affascinato), ma mi sembrava un pò eccessivo per il Camoscio.
Ho un amico che ricarica, quindi non avrei problemi a farmi fare munizioni ad hoc.
Cosa ne pensi dell'utilizzo di una 150 grani (o 165) Nosler Partition per il Camoscio (e saltuariamente il Capriolo...) e magari una 180 in caso di Cervo ?
Io non amo i freni di bocca, quindi ti chiedo anche se, secondo te, un 300 Winchester Mag. in una carabina di peso medio (3,3 - 3.5 Kg.) è gestibile senza problemi.
Ho esperienza con calibri non standard e ho sparato col 7x64, col 270 Win, col 308 e anche col 7 Remington mag.
Ultima domanda, che lunghezza di canna è il giusto compromesso ?
65 cm. ?

Grazie ancora e Buon Natale
Gepi

da Gepi x Marco Benecchi  23/12/2015 13.58

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Marco benecchi. Perché non provi a mettere un freno a queste illeggibili idiozie? Almeno per Natale risparmiatecele....... facciamoci gli auguri e cerchiamo di augurare salute a tutti....

da Massi  23/12/2015 13.31

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Obbravo p... Datti da fare, pochi panettoni e tanto scarpinare.
Che devi crescere, devi evolvere, maturare....imparare...

da mario65  23/12/2015 12.59

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

si rosico hi hi voglio anche IO sparare al palancone a 10 metri dopo aver fatto l'indio nella savana appenninica tra neve e,fango lupi e orsi ma MARIO l'impavido cacciatore appenninico che non teme nulla e piazza la palla nell'occhio del terribile Dama Dama una delle specie piu difficili al mondo da cacciare!! BRAVO MARIO65 SEI IL NOSTRO FUTURO PUNTO DI RIFERMENTO DELLA CACCIA IN APPENNINO il nostro eroe!! GRANDE MARIOOOO

da p  23/12/2015 10.42

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cari colleghi, facciamo due considerazioni elementari:
1. Dal calendario risulta che è Natale, quindi non un periodo per scambiarsi insulti e contumelie
2. Per lo meno da quando sono usciti i primi fucili a percussione (ma forse è successo anche prima) ci sono state lunghe polemiche fra i fautori del progresso tecnico e i sostenitori della "caccia sportiva". Nessuno dei due partiti ha completamente ragione o torto, ma entrambi hanno un pò dell'una e dell'altro.
In ogni caso le risse sul forum sono veramente sgradevoli e sarebbe ora che i più ragionevoli le abbandonassero.
Buon Natale a tutti.

da bansberia  23/12/2015 10.03

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Non rosicare P....devi consumare ancora tanti scarponi prima di diventare un Cacciatore!

da mario65  23/12/2015 9.49

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

togliti anche il vizio di sparare cazzate che a 51 anni è ora ! ballista!

da P  23/12/2015 8.34

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ecco Pedro...che caccia i camosci in quota ....dove si vede un moscerino a 4km di distanza!! Io caccio NEL BOSCO, TRA I PRUNI IL FANGO LA NEVE ECC ECC
Io sono sicuramente un inesperto (e non voglio nemmeno diventare esperto nei tiri lunghi) ma la soddisfazione di arrivare a 50 metri da un Palamcone e ....sparargli in una...pulce me la sono tolta io...per tutto il resto c'è VISA !!

da Mario65  22/12/2015 20.48

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

mario e piantala sparare a 400 metri in montagna è la regola e sullo zaino e tra la neve ( il fango lo avete solo negli appennini ) e i camosci cadono eccome se cadono! Fede sarà esasperato nei toni ma tu sei un grande inesperto sul tiro. se spari a 100 metri cosa ne sai di appoggi? vuol dire che hai provato e sbagliato perché serve il manico che non si impara a salvare la gente nei boschi ma sparando!

da pedro il moontanaro  22/12/2015 19.25

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Salve a tutti. Mi pare che ora i toni siano più tranquilli. Così va meglio... Come sempre, ognuno ha un po' di ragione. In effetti conosco dei cacciatori di selezione che non sarebbero in grado di colpire neanche un rinoceronte, se fosse cacciabile, e quindi sistematicamente sbagliano (se va bene, se va male feriscono) i capi che continuano ad assegnargli. E per questi soggetti sarebbe bene varare dei corsi obbligatori di tiro, al cui superamento subordinare gli abbattimenti. Ma conosco anche cacciatori che sparano benissimo, dotati di tutte le diavolerie più tecnologiche, e nonostante ciò sbagliano classe e/o sesso del capo assegnato, quando pretendono di tirare un capriolo a 600 metri. Non ho mai inteso offendere i frequentatori del blog; mi sono lamentato dei toni troppo accesi, e a mio parere fuori luogo. Ho già detto infatti che - se si rispettano le regole e il buon senso - ognuno dev'essere libero di fare ciò che meglio crede, accontentando i propri gusti ed inclinazioni, senza per questo essere criticato o deriso. Compreso Fede, il cui ultimo intervento - anche questo più moderato - avrei potuto sottoscrivere anch'io. Buon Natale

da Filippo 53  22/12/2015 18.08

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Quante cose si leggono...vorrei vedere sparare a 400 metri da una postazione NON preparata e con incerto appoggio !!! Vorrei proprio vedere il grande tiratore impegnato a lunga distanza appoggiato a uno zaino fra il fango e la neve. Dietro la tastiera tutti campioni....almeno due li ho dovuti riportare a casa che si erano persi nel bosco....buone feste!!

da Mario65  22/12/2015 17.34

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

uno che spara a 400 m senza un appoggio saldo, o è un fenomeno, o non gliene frega niente della bestia...

da tiroler X Mario65  22/12/2015 17.20

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Quante cose si leggono...vorrei vedere sparare a 400 metri da una postazione NON preparata e con incerto appoggio !!! Vorrei proprio vedere il grande tiratore impegnato a lunga distanza appoggiato a uno zaino fra il fango e la neve. Dietro la tastiera tutti campioni....almeno due li ho dovuti riportare a casa che si erano persi nel bosco....buone feste!!

da Mario65  22/12/2015 17.04

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Credo che confondere il tiro al bersaglio a 400 m.(come prova d'esame) con la caccia non sia un corretto approccio. Io non mi considero un grande tiratore, sono solo un cacciatore di quasi 60 anni che ha sbagliato anche a 40 m, in certe condizioni e, talvolta, ha fatto anche dei tiri splendidi: ogni schioppettata(a caccia) ha la sua storia e, forse, un po' più d'umiltà, dichiarando anche le sconfitte oltre che le vittorie, sarebbe opportuna... perché è capitato a tutti di sbagliare, per i più diversi motivi. La sicurezza assoluta del colpo non c'è mai. Se tiro al bersaglio posso anche essere sicuro di piazzare il colpo in 10 cm a 300 m , ma durante la caccia è tutt'altra cosa. Da le mie parti c'è un detto che dice che la parte che sta intorno al bersaglio è molto più grande del bersaglio stesso. In certe condizioni sono tanti anche 150 metri, in altre si può tranquillamente tirare a 300. L'importante è essere in buona fede. Chi, come me, ha una semplice ottica, senza tabelle e regolatori vari, dovrebbe conoscere bene la sua arma e regolarsi di conseguenza. WH

da tiroler  22/12/2015 15.38

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

...a proposito in toscana ormai si fa selezione con l'arco quasi dappertutto...se ti interessa..

da cristiano montano  22/12/2015 14.39

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Tanti auguri anche a te fede...

da cristiano montano  22/12/2015 14.29

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Personalmente ho.sempre praticato il tiro a breve distanza, ma quello che dice Fede non é del tutto sbagliato... sapere come.comportarsi in tiri a lunga distanza é importante... conoscere bene la propria arma e la.propria strumentazione deve essere fondametale... non bisogna mai azzardare per uno sfizio personale.... Comunque per ora non é il mio caso... mi reputo ancora inesperto e troppo infingardo per andare a controllare l'esito di un tiro a lunga distanza....

BUONE FESTE A TUTTI....

da Pallo79 x Fede e tutti  22/12/2015 14.22

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cristiano, il corso da accompagnatore della scuola di Bolzano è per turisti e non ti serve a nulla se no sei residente , Nessuno ti farà mai accompagnare nessuno se non fai parte di una riserva di diritto di quella provincia o regione. I dati per me sono sbagliati però posso anche sbagliarmi ma ne dubito. Detto questo , se cacci come mario perché tieni le tarature a 300 metri che senso ha? però hai ragione il fenomeno del tiro lungo ha contagiato molte persone negli ultimi anni, colpa anche della case produttrici di strumentazioni ottiche , carabine e proiettili. ogni rivista che apri, blog, siti web si parla sempre del tiro a lunga distanza e io ne sono affascinato e lo pratico senza pormi troppi problemi etici perché sono preparato e so quello che faccio SEMPRE. Io caccio anche con l'arco s e so come avvicinare una preda o fare ore di appostamenti e credo che l'arco presto verra sempre più impiegato per risolvere i problemi vicini alle case o strade e mi sta bene . ma se devo scegliere carabina bolt action e tiro a distanza sempre. Un ultima cosa , chiedo scusa a Benecchi che ha frainteso i miei toni e non verro più a disturbare ha ragione a Voi piace andare a caccia cosi a me NO! Preferisco blog dove la gente ha una visione a 360 gradi non a 90° come voi. . Cristiano, io credo che uno DOVREBBE SAPER SPARARE FINO 400 metri in tutta tranquillità anzi ti dirò di più farei una prova d'esame prima di rilasciarti il permesso perché se buttoi dentro un a palla in 50 cm di bersagli a 400 metri sotto questa distanza hai una sicurezza incredibile . Ma so già che tra poco riceverò insulti , parolacce, definizioni grottesche. Sono abituato. Buon Natale Cristiano e Carlo 48 per la sua malattia che spero gli passi in fretta per poter tornare ad andare a caccia anche con chi non la pensa come lui. AUGURI

da Fede  22/12/2015 13.42

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Bravo Cristiano montano e anche Edo!!!
più caccia e meno tiro al bersaglio!!!!!!!!!!!!! ETICA!!!!!!!!!

da VECCHIO CEDRO  22/12/2015 13.38

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Hai ragione fede...la mia storia venatoria e' simile a quella di Mario65...e le mie carabine sono tarate fino a 300 metri. Però i dati che ho pubblicato vengono dal mio corso per cacciatore e accompagnatore al camoscio della scuola forestale di Bolzano, nonché da varie tabelle balistiche...diciamo che mi fido. Non mi fraintendere , non ho niente contro i buoni tiri a lunga distanza. Ma credo che in un blog pubblico sia giusto dire che devono essere ponderati , preparati, e soprattutto necessari. A volte invece sembra che il gioco sia diventato quello di sparare sempre più lontano più per soddisfare il proprio ego che per reale necessità. Sono sicuro che non è il tuo caso...ma se sei intellettualmente onesto e ti guardi intorno e' un fenomeno difficile da negare.saluti

da Cristiano montano  22/12/2015 10.13

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

FEDE,
PER CORTESIA.
Primo ed ultimo avvertimento.
FALLA FINITA...
Con i soliti toni e con le tue solite uscite provocatorie.
Se il blog non ti piace non lo visitare.
Ad American Snipers ti stanno aspettando a braccia aperta...
NOI la caccia a palla la concepiamo in un altro modo, magari anche armati di fionda...
Riporto quel che hai scritto:

Quini per me la trasmissione è già finita . cantatevela e suonatevela da soli! vi viene molto bene.


Invece continui con il tuo solito fare...
TROPPO strafottente!!!
Davvero troppo

RIPETO

SMETTILA
FALLA FINITA

e faccio finta di non aver letto una parala tra le tante che hai scritto
OK?

MB

da Marco Benecchi x FEDE  21/12/2015 21.29

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Cristiano troppi libri e poco pratica 5 m/s sono circa 10 nodi ( se non mi sbaglio) per una velocità di circa 18 km orari e non si sposta un bel niente a 20 lm orari di vento è una brezza molto leggera INIFLUIENTE alla caccia! Ma porca miseria invece di dare dei dementi ma avete mai provato a sparare lungo? una volta almeno? Mario ma cosa ti servono le palle evo per tirare a 150 metri che cadono anche con la fionda??? semplicemente ridicolo anzi patetico ! io quelli come te li ho già catalogati tanti anni fa e neppure li vedo a caccia mi fate TENEREZZA e un po' pena! continua afre i tuoi inseguimenti nelle intricate e pericolose boscaglie dell'alto appennino toscano dove ogni anno spariscono migliaia di escursionisti e cacciatori senza paura come te ! MARIO IL MESSNER DEGLI APPENNINI TOSCANI!

da Fede  21/12/2015 21.09

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Giusto come contributo alla discussione e per dare un dato su cui riflettere .....una palla da 180 gr sparata da un 300wm (!) con vento laterale di 5 m/s , a 400 metri sposta di 45 centimetri. Se il vento è di 10 m/s ...anche 120 cm.

E in certe condizioni , soprattutto alpine , calcolare tutto può non essere semplice...

da Cristiano montano  21/12/2015 20.36

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Fede io nel bosco ci vado con dalla più' tenera età e non solo a caccia. Ti sembrerà strano ma è così'. Conosco ogni singola pianta dei miei boschi e ci potrei andare anche bendato. Sono nato nel gennaio del 65 e quindi gli anni ormai sono 51.
Il porto d'armi l'ho preso nel 1983 esattamente a 18 anni. Appena è stato possibile ho praticato la caccia di selezione ed i risultati sono quelli prima descritti. Non faccio gare con nessuno tanto meno con i dementi che si vantano di tiro a 700 metri....il tiro più lungo 150 metri e sempre alla cerca, che avvicinarmi è la parte più bella della caccia di selezione. Abito vicinissimo al posto di caccia tanto che quasi sempre non uso nemmeno l'auto!!
Con le evo green mi trovo benissimo, ma io tiro sempre quando vedo il bianco degli occhi!!

da Mario65  21/12/2015 20.25

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Fede io nel bosco ci vado con dalla più' tenera età e non solo a caccia. Ti sembrerà strano ma è così'. Conosco ogni singola pianta dei miei boschi e ci potrei andare anche bendato. Sono nato nel gennaio del 65 e quindi gli anni ormai sono 51.
Il porto d'armi l'ho preso nel 1983 esattamente a 18 anni. Appena è stato possibile ho praticato la caccia di selezione ed i risultati sono quelli prima descritti. Non faccio gare con nessuno tanto meno con i dementi che si vantano di tiro a 700 metri....il tiro più lungo 150 metri e sempre alla cerca, che avvicinarmi è la parte più bella della caccia di selezione. Abito vicinissimo al posto di caccia tanto che quasi sempre non uso nemmeno l'auto!!
Con le evo green mi trovo benissimo, ma io tiro sempre quando vedo il bianco degli occhi!!

da Mario65  21/12/2015 19.02

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao John. Forse avrai letto che adopero anch'io le EVO Green, però in 7x64. Eccellenti per precisione, addirittura eccezionali per radenza (essendo leggere ma lunghe). I danni sono variabili. A volte notevoli, a volte molto ridotti. Come è facile intuire dipendono sia dalla distanza (e quindi dalla velocità) sia dal punto d'impatto (ossa); ma questo non c'è bisogno che te lo dica io. Personalmente comunque non le lascio, almeno nel 7x64. Buon Natale

da Filippo 53  21/12/2015 17.22

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Una domanda per Mario 65, come ti trovi con le evo green? Parlo soprattutto di danni alla spoglia..per quanto riguarda invece le sfide di chi abbatte più animali o chi tira più lungo non mi esprimo..discorsi da poco..

da little john  21/12/2015 17.16

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

si sparavi a 11 anni ahahah va laaa spara meno cazzate ! e bevi meno che perdi la memoria e non sai fare di calcolo , ma forse hai la licenza elementare , prima 35 anni adesso 40 anni alla prossima risposta saranno 50 perchè andavi con papi a un anno a caccia di cervi (nel lontano 1966) quando gli appennini erano invasi dagli ungulati ( manco uno)!!! brutta bestia la verit

da Fede  21/12/2015 16.27

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario ..ti dai un anno in più ! @:)

da Massi del '66  21/12/2015 16.18

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario allora cacci dal 1980 che cazzata!! dove erano i cervi i caprioli i dani nel 1980 nell'alto appennino toscano ? Spara meno BOMBE !! BUMMMM!! Gli scarponi in appenninio???? ma fai morire dal ridere andate a caccia tutti con il fuoristara al massimo farete duecento metri che BOMBEEEEE CHE TIRIII ...il poi tui che avrai 60 anni dove caz vuoi andare ?? a fare la spesa!! altrochè articolo 37 --- professionista della cazzata! Filippo, ti leggo spesso e so che sei un cacciatore preparato e bravo ( ti leggo pure sulle riviste ) ma qua tutti number ONE , poi le prendi sul campo e sai le padelle a GO GOOOOOO .

da fede  21/12/2015 14.48

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Da mario65 x Marco Benecchi: da un paio di anni uso esclusivamente RES EVOLUTION GREEN da 127grs. Alle mie distanze sono anche troppo!

da mario65 x Benecchi  21/12/2015 13.12

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

CARO FEDE...ABBI FEDE!! CACCIO IN ALTO APPENNINO TOSCANO SIA REGULAR SEASON CHE ART. 37. Faccio circa 100 uscite annue e caccio sempre alla cerca in ambiente boschivo che frequento da almeno 35 anni. ASSICURO AI NEOFITI COME TE CHE SO AVVICINARMI IN SILENZIO ASSOLUTO...ANZI TI CONSIGLIO DI USARE MENO IL NOTEBOOK E PIÙ GLI SCARPONI!!

da mario65 x Fede  21/12/2015 12.00

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Per fortuna ogni tatto scappa fuori qualche genio come mister Fede che ci illumina altrimenti come faremmo.

da Michele  21/12/2015 11.40

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

MARCO!!!! sto Fede è un'altro fenomeno meglio di Flag te lo ricordi ? sapeva tutto lui adesso abbiamo il grande Fede che conosce tutto l'Appenino, A FENOMENO!!!!!

da Bracco  21/12/2015 11.36

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Fede. Stavolta hai ragione, vado almeno una volta al mese al poligono La Folce. Con il K95 adopero quasi sempre il bipiede. Ma - ripeto - mi pare ovvio doverlo fare, non ho mai detto il contrario. L'ultimo camoscio tirato era a 280 metri, ma dato l'angolo di sito, notevole, il telemetro me lo ha fatto tirare come se fosse a 215. Tra l'altro il mio K95 è in 6 Frères, calibro molto spinto. Come vedi, non disdegno la tecnologia. Però, come gusti personali preferisco arrivare il più vicino possibile alla mia preda.
Tanta salute

da Filippo 53  21/12/2015 11.17

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mario ho fatto un rapido calcolo e risulta che tu in media hai abbattuto in APPENNINO circa 17 capi all'anno e questo mi sembra molto strano visto che conosco ogni angolo di Apennino . Però. sareio curioso di capire dove si trova questo eden della caccia dove Daini, Cervi e Caprioli si possono cacciare senza ottica. Ma anche la tua atterezzatura lascia molto a desiderare ( 8x50 fissso anteguerra, per neofiti o incapaci) per me sei uno spara BOMBE e grosse!
Filo per piazzare una palla a 300 metri su bersaglio grande come un notebook serve avere un arma preparata e saper sparare BENE.( io lo faccio ache con il bipiede ) ma non mi dire che tu prendi la prima carabina che ti passa per le mani, butti su una cartuccia qualsiasi e via centro a 300 metri!!! Per preparare le armi serve anche il pc dove i programmi ti aiutano e molto e forse li avrai usati acnhe tu.
Cristiano, il problema della carne è sempre molto sentito nelle valli e ti posso assicurare che entro i 200 metri il collo è il mio punto preferito e nei calvi la testa! ma oltre non è consigliabile.

da Fede  21/12/2015 8.56

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Bravo...
E tanti auguri di Buone Feste...
Marco

Nb a me non serve saperlo, ma puoi raccontarlo agli amici del blog..
Palla?
Peso e foggia...

da Marco Benecchi x MARIO 65  21/12/2015 6.22

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Uso una carabina sako cal 7mm remington magnum e una 8x50 svaro.

da mario65  20/12/2015 14.23

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Io caccio sempre alla cerca in appennino...e dal 1992 ho abbattuto circa 300 caprioli, circa 80 Dani e 15 cervi. Mai avuto necessita' di tirare oltre i 150 metri. Avrei potuto fare anche senza ottica.

da mario65  20/12/2015 14.20

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

che calibri e ottiche usi? io uso una Sabatti in 7x64 e Kahles 3-12--56 senza regola di parallasse - prima usavo cartucce commerciali RWS ks 162-- poi mi sono trovato meglio con dk 154-- con detta palla, cade tutto sui 250m . ciao carlo. buone feste e salute a tutti. (io non ricarico)

da carlo48xmario65  20/12/2015 13.57

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Io caccio sempre alla cerca in appennino...e dal 1992 ho abbattuto circa 300 caprioli, circa 80 Dani e 15 cervi. Mai avuto necessita' di tirare oltre i 150 metri. Avrei potuto fare anche senza ottica.

da mario65  20/12/2015 12.49

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Salve Cristiano. Hai ragione ma, almeno per me, forse anche a causa della mia età (non credo che dopo i sessanta si possa avere l'agilità di un ragazzo) è più facile tirare a 300 metri che avvicinarmi a 50. Sarà che ho sempre tirato discretamente ma non mi pare tanto difficile piazzare una palla su un bersaglio grande come un notebook (ho usato questo paragone non per caso). Altrimenti - e qui ha ragione Fede - meglio lasciar perdere.
Tanta salute

da Filippo 53  20/12/2015 10.01

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Non credo a quello che sto per dire....ma Fede ha almeno parzialmente ragione. Spesso l'etica dell' " avvicinatore " serve da scusa per non allenarsi nel tiro a distanze più lunghe. Altrettanto spesso l'essere buoni "sniper" diventa una scusa per non tentare un doveroso avvicinamento.
Se si tiene presente l'obiettivo finale della nostra azione , ovvero l'abbattimento certo e rispettoso delle carni , le due cose non possono essere considerate antitetiche. Quindi non condanniamo la tecnologia , miglioriamo il nostro tiro insieme alla nostra capacità di avvicinare . Con una nota , fede , quando il tiro si allunga le variabili esogene che il tiratore non può controllare aumentano la propria influenza ,quindi se puoi , avvicinati un po' ...
Ripeto , la tutela della nostra passione passa dalla massima valorizzazione delle carni, in questa ottica non può bastare abbattere ...bisogna abbattere "bene"...e lo spazio che c'è tra la fine della scapola e il diaframma di un camoscio è roba di pochi centimetri. Saluti.

da Cristiano montano  20/12/2015 7.39

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Fede. Ma che sei nervoso? Io ti avevo comunque salutato con un Buon Natale... Non mi pare il caso di agitarsi

da Filippo 53  19/12/2015 20.13

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

vedi Filo , ho solo detto che la tecnologia è utile a caccia e TUTTI (ANCHE TU )ne fanno largo uso. Quando benecchi ha scritto quelle cose mi ha fatto cadere i maroni per terra ! come uno che fa il giornalista RIFIUTA LA TECNOLOGIA ma che razza di informazione fa???? Poi come si fa a consigliare di andare a caccia con il 6 ingrandimenti che sono ante guerra e rischi di ferire una bestia nel 50% dei casi perché non la VEDI anche a 100 metri!! MA TU HAI MAI USATO UN 6 INGRANIMENTI A CACCIA DI SELEZIONE IN MONTAGNA O COLlINA?? ma cosa avete tutti 25 anni e vista da 10+10? Chiudo, quando poi ha tirato fuori l'amico IMMAGINARIO che con 50 colpi ha fatto 9 animali in Ungheria mi sono cascate pure la braccia! Quini per me la trasmissione è già finita . cantatevela e suonatevela da soli! vi viene molto bene.

da Fede  19/12/2015 14.49

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Fede. Non dubito che tu sappia riconoscere gli animali per classe e sesso a qualsiasi distanza. Però lascia perdere i giudizi sugli altri. Ci risiamo : chi apprezza altre cose viene considerato un incapace. A parte l'etica, io preferisco tirare un animale il più vicino possibile. A volte non mi riesce di avvicinarmi come vorrei, e allora sparo (se sono convinto di ciò che sto facendo ) anche a 300/350 metri. Oltre non mi è sembrato il caso. Non sono neanche attrezzato per tirare più distante. (Se hai letto qualche mio intervento sai che uso spesso un Kipplauf). Come ripeto, mi piace di più avvicinarmi per quanto mi è possibile. Ovviamente per i camosci cacciati in alta montagna il discorso è relativo, ma se potessi gli tirerei a 50 metri! Se invece tu gli spari abitualmente a 400 metri vuol dire che sei un esperto tiratore e ti piace sparare lontano. Fine della trasmissione. Spara anche a un chilometro ma non sparare giudizi affrettati.
Buon Natale a tutti

da Filippo 53  18/12/2015 21.16

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Innanzi tutto diamoci del tu,
CHE è FONDAMENTALE per colloquiare tra amici,
Poi passiamo al resto.
Come già detto il 308 Winchester è PIU' CHE ADATTO a TUTTA LA GROSSA SELVAGGINA EUROPEA.
Solo che non è proprio il massimo come Radenza,
Specialmente con palle di buon peso da 165 - 180 grani.Il cervo è un selvatico che può sfiorare i 300 kg e trecento metri sono davvero tanti...
Io sceglierei meglio un 7 mm Remington Magnum che è un MAGNUM molto ben gestibile oppure un 270 Winchester e/o 7 x 64 che alla lunga distanza mantengono prestazioni superiori.
Entro i 200 metri una buona palla da 165 grani è ottima per un grande cervo, ma quella da 180 sparata da un 300 WM è MOLTO meglio!!!!
Se riesci a prendere una 270 Weath Mag come la mia, Ultralight che dotata di freno di bocca ha il rinculo di un 243. potrebbe essere un'ottima soluzione
Ma per il capriolo è un po' troppo esuberante.
Mentre per camoscio e cervo e risolutiva a tutte le distanze.
Per concludere secondo il mio modesto parere il 7 mm RM sarebbe l'ideale.
Per il cervo meglio il 300 WM ma se prevedi più camosci e caprioli allora vai col 270 W..
Buone Feste
Marco

NB il 308 usalo in semiauto in battuta e/o come calibro da tiro che è molto preciso, ma per la montagna esistono calibri "più dedicati"!

da Marco Benecchi x Gepi  18/12/2015 15.47

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Una domanda tecnica, se posso....
Cosa ne pensa del 308 Winchester per il Cervo ?
Secondo lei è sufficiente per tiri entro i 300 metri ?
Siccome vorrei acquistare una carabina per cacciare prevalentemente il capriolo ed il camoscio (ma potrebbe, in un futuro prossimo, capitare anche il cervo...) e non amando particolarmente i calibri magnum, il mio armiere mi ha consigliato questo calibro (308 Winchester), ma dice che, secondo lui, andrebbe bene anche un 6,5x55.

Lei cosa ne pensa in proposito ?

Grazie anticipate e cordiali saluti.
Gepi

da Gepi x Marco Benecchi  18/12/2015 15.21

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

bravo fede: ci mancavi proprio con le tue eperienze. i tiri km.trici? spiegami un po'. ciao marco.. un abbraccio un grazie e salute, a tutti BUON NATALE carlo

da carlo48  18/12/2015 13.21

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Benecchi in Ungheria io ci vado due volte all'anno ai calvi e se il tuo amico ha sparato 50 colpi per 9 calvi deve smettere di andare a caccia e raccoglire funghi e tu con quella attrezzatura avrai fatto la setssa a fine oppure spari a 150 metri che non ha senso. Che fai a fare ai calvi per sparare a 100 metri sul cofano della macchina?????
Il principio del binocolo con telmetro e calcolo balistico piu angolo di sito è lo stesso del notebook e nelle tue foto sfoggi sempre un leica ( certo preistorico) ma sempre tecnologicamente molto avanti. Tu una femmina di camoscio intermedia fai fatica a riconoscerla anche a 100 metri e non fare il montanaro che ti vi viene male. Con i 30 ingrandimenti di un ottica - invece- io capisco di cosa si tratta fino a un chilometro camoscio--muflone..daino..capriolo...cervo...ma anche con i 12 si fa bene . Oltre a questo uno che spara bene sorpa i 300 a 200 può farlo senza neppure guardarci LA QUESTIONE E' UN'ALTRA ci si deve allenare e bene e sapere semrpe dove va la tua palla a qualsiasi distanza ! A me chi fa l'etico mi da l'impressione che non sappia sparare . Ma è un discorso lungo ma scusami perchè non vai a caccia con l'avancarica ? saluti e Buon Natale antico!!

da Fede  18/12/2015 12.40

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Paragonare un telemetro ad un Notebook mi sembra una eresia.
Il telemetro serve per "controllare" una distanza che, nell'80 % dei casi se hai un minimo di esperienza, l'hai già quasi indovinata.
Personalmente non ho mai avuto bisogno nè del reticolo balistico, nè dei Click, nè di compensatori vari e tiro quasi sempre tra i 10 e i 12 ingrandimenti.
Visto che raramente azzardo un tiro oltre i 200 - 250 mt e se dispongo di ottiche con ingrandimenti maggiori, li uso solo per "controllare" meglio il capo che stò prendendo di mira.
Perchè è molto facile confondere una femmina da un maschietto di capriolo calvo come una femmina di camoscio da un maschio e così via.. 12 - 14 - 16 - 18 - 25 ingrandimenti possono esserti di aiuto come un mini Specktive!
Ho cacciato metà della mia vita con i 6 max 8 x e devo dire di essermela cavata piuttosto bene!
Utilizzando le dimensioni del reticolo 4 - 4 A come un rudimentale telemetro!
Il "Puntino Rosso" serve solamente se hai un reticolo molto sottile e per cacce prettamente notturne come orso, cinghiale, cervo ed a volte il daino,
Ma per tutti gli altri selvatici non serve.
Quì non si tratta di fare le VERGINELLE, ma di fare una nettissima destinzione tche può esserci nel tiro tra un cacciatore tradizionale ed un "tiratore", che è una cosa ben diversa.
E' tutta la vita che sento parlare di ETICA del tiro medio - lungo e poi i più accreditati importatori di armi ed accessori incitano l'acquisto di "strumenti" (non di armi da caccia) per il tiro a 1000 metri...
Ma sono punti di vista che vanno comunque rispettati.
Io sono uno di quelli che quando sbaglio un selvatico da lunga distanza vado SEMPRE E COMUNQUE a controllare sul posto.
Anche se ho tirato da un canalone all'altro.
Ben venga la teconolia...
A chi serve.
Mentre chi si accontenta della propria eperienza non ne dovrebbe sentire il bisogno.
Come ha detto su questo stesso Blog Bansberia a proposito di cacciare i camosci con l'8 x 57 JRS io, paradossalmente potrei dirti che sarebbe possibile cacciarlo anche con il 444 Marlin o un 45/ 70 - 90 come Carabina Quigley, il problema sarebbe quello di riuscire a calpirli conoscendo esattamente la DISTANZA di tiro ed il calo della palla.
Ecco perchè in passato, quando non esistevano i telemetri, si cercava di utilizzare i calibri più RADENTI possibili, proprio per cercare di avere una traiettoria più lineare.
Per concludere vorrei ricordare a Fede che uno strumento di PRECISIONE com'è un cannocchiale da mira dovrebbe essere il più "ermetico e modulare" possibile.
Senza troppi accessori "movibili" e senza ulteriori possibilità di infiltrazioni di agenti esterni come acqua, polvere, etc.
Recentemente sono stato a caccia di calvi in Ungheria con un mio amico che si è presentato con uno di questi ultimi, nuovi cannocchiali "spaziali".
Correttori, Torretrte, Reticolo balistico etc.. Più di 1 kg di roba...
Morale?
50 colpi per fare 8 - 9 caprioli. Il Guardia mi ha detto che invece di concentrarsi sui tiri non faceva altro stare a muovere "rotelle" sopra e di lato...
Io per quel genere di caccia uso un modestissimo Leupold Vari X III 3,5 - 10 x 50 reticolo Plex. Non ha neanche il collettore di parallasse...
Buona
M

da Marco Benecchi x Fede  18/12/2015 9.57

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

OK però chi non usa il telemetro? chi i nuovi binocoli con clacolo dell'angolo di sito ? chi non usa i 15/20/30 ingradimenti? chi non usa i click , il compensatore, il reticolo balistico, il puntino rosso, PERCHE NON SI SMETTIAMO TUTTI DI FARE LE VERGINELLE e diciamo grazie alla tecnologia?

da Fede  18/12/2015 8.16

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ma se la 9,3 x 64 Brenneke non te la sistemo io, chi te la sistemerebbe??
Poi, a lavoro finito, gli facciamo due foto e le pubblichiamo sul Blog.
In settimana "ci toglieremo il dente"
Salutissimi
M

da Marco Benecchi x FILIPPO 53  16/12/2015 19.41

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Edo,
Cominciamo per ordine...
Sono le 19,30 e mi sono appena tolto gli scarponi dai piedi.
Sono in giro per boschi dalle 6 d questa mattina.
Non sono neanche cosa sia il "" notebook """
Anche se qualche sospetto ce l'ho..
Ho un telefonino da 70 euro e se potessi tirerei anche ai camosci da 100 metri...
Forse hai sbagliato persona....
Di una cosa devo darti atto...
Quando vado al poligono (praticamente un giorno si ed uno no!)
Mi piace fare delle belle rosate quando l'arma che sto provando - tarando è in grado di farle!!!
E, se poi ti senti un DIVERSO,
Mi spiace per te, ma né io né tutti gli altri amici del BLOG possiamo farci niente...
Saluti
MB

da Marco Benecchi x EDO  16/12/2015 19.39

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Non ti conosco e non so quale problema di salute tu stia affrontando , ma tanti ,tanti, tanti auguri . Carlo 48

da Cristiano montano  16/12/2015 19.06

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

un caloroso saluto ed in bocca al lupo di e col cuore per Carlo 48....
Colle di Val d'elsa -Siena


da Massimiliano Piersimoni  16/12/2015 18.23

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Non vado a caccia col notebook,
Quel che mi serve, ce l'ho sulo smartphone. SE mi serve ...
Sai perché ?
Si, vorrei poter sempre tirare in pochi cm quadrati SOLO per fulminare l'animale sul posto ed evitargli sofferenze. Cosa che, grazie a Dio, finora si è avverata praticamente sempre.
Poi, non sparo mai se non sono più che sicuro, ma se, per caso, dovessi sparare oltre i canonici 200 mt, allora un bel software che mi dice quanto cala la palla e dove devo piazzare il bersaglio nel reticolo, è davvero utile.
Utile, non indispensabile.
Se non ce l'ho, o mi avvicino o faccio a meno di tirare.
Io la penso così ... E non pretendo di essere nel giusto.
Avete un cellulare Android ? Procuratevi Strelok+, costa meno di 10 euro, e li stra che vale.
Un abbraccio a tutti da Walter

da OLD_Hunter x Edo  16/12/2015 14.09

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Mi unisco a Filippo per fare auguri speciali a Carlo.
Non possiedo un notebook e, se lo possedessi non lo porterei a caccia perchè ho già abbastanza roba. Però non vedo perchè dovrei criticare chi lo porta, così come non critico il collega che si porta dietro il termometro (che poi non legge). Per quanto riguarda il software, penso che per portarlo occorra anche il "hard" percè altrimenti non è trasportabile. O no?
Non capisco perchè criticare chi caccia in altro modo. Dove vivo e caccio c'è discreta presenza di cesene, a cui non sparo mai, (anche perchè il fucile a pallini di solito dorme nell'armadio) però non critico i colleghi che le cacciano.

da bansberia  16/12/2015 12.12

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

E' doveroso fare auguri doppi a Carlo; e per le prossime Festività e per la sua salute. Speriamo che l'anno prossimo sia migliore per tutti. Anche per Edo, che si ritiene tanto differente. Sai Edo, io sono davvero artificiale... Pensa che ora sto mettendo a punto una canna in calibro 9,3x64 su una vecchia Blaser 850/88, che probabilmente non userò mai a caccia! E mi aiuta il capo della nostra setta, MB... Apprese queste elucubrazioni, ti autorizzo a sentirti ancora più distante da noi poveri mortali... Senza polemica, anzi con spirito natalizio spero che il prossimo 25 dicembre ci faccia trovare sotto l'albero tanta serenità

da Filippo 53  16/12/2015 10.45

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

edo tu puoi andare a caccia anche con la fionda chi te lo vieta? E Benecchi non ha mai esagerato nelle distanze e tiri incredibili quindi il tuo intervento non ha molto senso . Comunque io vado caccia con il notebook e mi diverto tantissimo .il mondo è bello perchè vario!!

da Snipe  16/12/2015 8.26

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

oggi andate a caccia con il notebook e software.volete sparare da 200-300 mt e mettere la palla nel giro di 2-3 cm quadrati.
quanto siete diversi....quanto mi sento differente
vi vedo artificiali, anke a te caro benekki.
E' solo un mio pensiero

da edo  15/12/2015 22.13

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Carlo.... tanti auguroni anche a te e speriamo bene per l'anno nuovo.... io ieri ho fatto con la Stutzen in 7x64 (giusto per onorare il grande Wilhelm Brenneke) un altro cinghialetto....
Cartuccia ricaricata con palla Ballistic Tip da 140 grani... spinta da 48,5 grani di N 140....

da Paolo 79 x Carlo48  15/12/2015 19.46

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

UN GRANDE IN BOCCA AL LUPO CARLO 48

da Cacciatore  15/12/2015 17.29

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

colgo l'occasione, per ringraziare Marco x i suoi bellissimi racconti e soprattutto x il BLOG in cui si impara sempre qualcosa dato che, nella vita non si è mai imparato abbastanza. (LASCIAMO PERDERE I CATTIVI MAESTRI CHE PURTROPPO!! NE ESISTONO TROPPI) colgo l'occasione x augurare a tutti un BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO. ciao e salute a tutti carlo ps. la malattia progredisce, speriamo bene!! un abbraccio a tutti salute carlo

da carlo 48  15/12/2015 15.00

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Bello il drilling, ma occorre sia fatto come si deve. Ho visto in Francia un cinghialaio di pianura cacciare con un cosidetto "express drilling" (due canne 8x57JRS+una cal.16) finire all'ospedale perchè tirando a un camoscio (sissignori, con l'8x57JRS) gli erano partiti i due colpi a palla. Tre punti al sopracciglio, impattato dal cannocchiale.
Il drilling era stato prodotto in Francia da un'azienda abbastanza famosa.
Nessun italiano sano di mente ordinerebbe spaghetti all'amatriciana in ristorante cinese o tedesco. Per analogia meglio comprare il drilling a Est del Reno e Nord delle Alpi.

da bansberia  14/12/2015 16.40

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Caro Marco, bell'articolo e mi associo alla tua scuola di pensiero.
7x64 uber alles, w il drilling (che io uso!!!) !!!!
Cal 16: il meglio calibro per la canna liscia (imostrato balisticamente!).

La palla asciutta? da eliminare!

W Benecchi: il Brenneke de noaltri!

da vecchio cedro  14/12/2015 14.40

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Anche con un modestissimo 6,5 x 57 o un 270 Winc in ITALIA fai tutto............
Con molto meno rinculo, arma MOLTO più leggera, compatta e maneggevole.
Il mio caro amico Giusepe Rumerio, sicuramente il più grande, bravo scultore in legno DEL MONDO, di Ortisei,
Usa da anni e sempre con successo il 6,5 x 57 R per il cervo...
Per non parlare del 270 W!
A distanze ragionevoli ovviamente!
Io che a caccia ci vodo "solo un pochino",
il 300 lo uso dall'alce in sù....
E quando lo faccio, tutti i miei colleghi di caccia si mettno a ridere perchè loro, sempre per lo stesso selvatico (da 400 a 600 kg di peso!!) usano TUTTI il 30.06 o il 308!
Saluti
Marco

da Marco Benecchi x SANTO  14/12/2015 9.28

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

mi fate morire dal ridere 100000 calibri mentre con un 300 WM FAI TUTTO e di piu! e poi quanti sono queli che possono tirare un cervo coronato al'anno a pagamento? molto pochi con i prezzi che ci sono in giro Ma forse voi siete dei super ricchi e allora beati voi! Buon Natale

da Santo  14/12/2015 8.23

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

E' molto simile come "colori",
Ma per il cervo uso solo lo STEYR MANNLICHER modello S calibro 8 x 68 S
Quel grosso maschio l'ho abbattuto da 240 metri in Ungheria al bramito mentre rientrava dai granturcheti per inoltrarsi nella foresta.
Saluti
Marco

da Marco B x Mirco  11/12/2015 11.49

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Scusa Marco, innanzitutto articolo interessante e piacevole, ma soddisfa una curiosità: nella foto che Ti ritrae hai, per caso, in mano un Mauser Europa 66?

Grazie

Ciao

Mirco

da Mirco  11/12/2015 11.41

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Caro Filippo,
Tu dici: Non poteva doppiare il colpo rigato in caso di necessità....
Ma aveva comunque altre due belle canne caricate come voleva lui, Palla asciutta, "terzarole", addirittura poteva disporre di una oltreriore canna rigata tramite un adattatore in una delle due canne lisce. Di solito la destra...
Avere un drilling dietro è più o meno come avere dietro un Kipplauf e una doppietta contemporaneamente.
Ti sembra poco?
Le armi miste basculanti erano destinate a chi con una SOLA ARMA voleva fare tutto e soprattutto nello stesso giorno..
Come la caccia alla stanziale e l'aspetto serale ad un capriolo, cinghiale cervo,
Oppure come chi al mattino voleva tentare la fortuna con il cane da ferma magari a forcelli, ma se si presentava il becco giusto, tirava fuori dallo zaino il cannocchiale Rigorosamente Montatto ad incastro e il gioco era fatto!
Oggi a chi può capitare una cosa così? Considerando anche le attuali leggi vigenti?
Detto ciò, se ti dovessero avanzare due lire, anzi due euri, perchè non mettere in rastrelliere un del drilling o un onesto combinato?
Meglio quello che una carabina da 8 chili per il tiro ad un chilometro!!!
Almeno io li preferisco.
I calibri..???
Oggi si usano forse in egual misura il 12 come il 20..
Il 16 si trova esattamente nel mezzo, quindi come non potrebbe essere idoneo per fare tutto?
L'8 x 72 R era invece un calibro abbastanza tranquillo, come i primi 8 x 57 JR, 8 x 60 R etc...
Erano calibro destinati alla caccia alla grossa selvaggina come cinghiali e cervi in battuta e/o entro i 100 mt in ambiente boschivo, considera che la palla dell'8 x 72 R era da 7,9 e non da 8,2 "S".
Di solito con foggia T Mantel con molto piombo esposto.
Herr Brenneke non poteva certo disporre nè degli attuali acciai ad altissima resistenza, nè delle moderme macchine utensili computerizzate a controllo numerico.
Si costruiva i propri fucili a mano e con quello che riusciva a trovare sul mercato devastato dalla Guerra Mondiale!!
E quì torniamo ai Non Felici paragoni con gli altri Costruttori - ideatori....
Magari nati in una nazione che non ha subito mai una invasione per non parlare di un bombardamento!!!!
Buona giornata
Marco

da Marco Benecchi x Filippo 60  11/12/2015 7.22

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Salve Marco.
Come sempre bell'articolo. Un bel tributo al grande armaiolo Brenneke. Ho letto che usava con piacere un drilling 16-16- 8x72R sulla grossa selvaggina. Un paio di domande. I calibri 16 e 8x72R avrebbero senso oggi? Mai sentito parlare dell'8x72R: oggi a cosa sarebbe paragonabile? Probabilmente il 16 veniva usato solo per i capi da piuma e il rigato per gli ungulati: non poteva però doppiare il colpo rigato in caso di necessità per cui fare di questo drilling l'arma principale per la caccia grossa europea mi sembra un pò riduttivo anche se "de gustibus...". Pensavo che un drilling così servisse per la caccia da piuma e solo in caso di incontri non previsti e fortunati il colpo rigato servisse per darsi una possibilità. Mi puoi chiarire sta cosa? tieni conto che non ho un drilling e non ho la mentalità del possessore dell'arma pluricalibro. Spero di provvedere perchè certo affascina e poi tu parli sempre benissimo dei combinati e pluricanna in generale.

da FILIPPO 60  11/12/2015 0.04

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Marco. Non volevo mettere in competizione Brenneke e Weatherby. Solo mi è venuto spontaneo citare un famosissimo ideatore di cartucce americano che - senza fare scale di valori - può benissimo essere messo sullo stesso piano del protagonista del tuo racconto; si tratta di due innovatori straordinari. Ma lungi da me fare delle graduatorie... Anche Paul Mauser e John Moses Browning furono due eccezionali inventori / precursori, e trovo impossibile (oltre che inutile) dire che uno era migliore dell'altro.
Tanta salute

da Filippo 53  10/12/2015 20.13

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Non si può paragonare il 9,3 x 64 con il 375 come non si può paragonare il 9,3 x 62 con il 35 Whelen...
Anche se ambedue le "coppie" sono sovrapponibili come prestazioni, come il 280 e il 7 x 64, l'8 x 68 e il 338 WM, il 22-250 e il 5,6 x 50 RM e così via,
La diffusione dell'uno a discapito dell'altro dipende esclusivamente da due fattori:
1) Dalla disponibilità delle armi che li camerano
2) Dalla disponibilità di munizioni e di vari tipi di caricamenti.
Ecco perché oggi si trovano molte semiauto 9,3 x 62 ed una sola in 35 Whelen che più o meno ha le stesse caratteristiche.
M

da Marco Benecchi x TUTTI  10/12/2015 19.56

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ragazzi,
Innanzi tutto grazie dei Vostri sempre graditissimi interventi.
Come già detto, ho creato il NOSTRO BLOG proprio per questo motivo...
Ma non mi piace il solito "confrontino" a chi ce l'ha "più lungo".
Qui non stiamo parlando di chi è o è stato più o meno bravo nel creare nuovi calibri,
Anche perché non si può certo paragonare Brenneke con Weatherby per molti motivi...
Primo tra tutti il periodo di "genio creativo" molto a sfavore del tedesco e dal fatto che Brenneke ha fatto praticamente TUTTO da solo, mentre Weatherby è partito dal bossolo del 300 Hoilland & Holland Magnum e si è divertito a modellarlo secondo ispirazione e/o esigenza,
con un "piccolissimo" aiuto dato dalla NORMA AMMUNITION,
Scusate se è poco..................
Ad il grandissimo ED riconosco invece il super merito di aver ideato la splendida azione Mark V delle sue carabine.
Personalmente, visto che di carabine Weath ne ho 4, posso dirvi che è una delle migliori azioni oggi in commercio da me provate...
Saluti
Marco

da Marco Benecchi x Gino e tutti gli altri  10/12/2015 19.49

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

375 contro 9,3x64: vi prego di leggere i dati che pubblica RWS sul suo trovaprodotti. La palla su entrambe le cartucce è una TUG. Il calibro tedesco è nettamente superiore. Saranno dati "patriottici"? Comunque io li possiedo tutti e due, e il 9,3 ha un rinculo più fastidioso (anche se sono due carabine diverse e forse non è corretta questa osservazione empirica )
Auguri e IBAL a tutti

da Filippo 53  10/12/2015 14.21

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Bravissimo Walter; giusta osservazione. Una cosa è un genio, un'altra una grande azienda...

da Filippo 53  10/12/2015 12.33

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Grazie.
E' vero, è una creazione Norma basata su un bossolo USA.
E allora, dovremmo parlare anche del 6.5x47 Lapua, anche molto interessante.
Certo che entrambi non si devono all'intuizione del singolo ma sono creazioni di grandi case.
Forse è questa la differenza.
Ciao, buona giornata.
Un abbraccio da Walter

da OLD_Hunter x Filippo 53  10/12/2015 10.59

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Walter. Mi ero dimenticato di precisare che il 6,5x284 è stato elaborato dai tecnici Norma

da Filippo 53  10/12/2015 10.25

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Weatherby era un "wilcatter" che studiò e provò una sua idea rivoluzionaria, tuttora validissima e proprietaria : il bossolo con la spalla tonda !
Funzionò, anzi, funziona tuttora, e su quel principio ha sviluppato una suite di calibri dal .244 al .460 difficilmente superabili.
Onore al merito ...

da OLD_Hunter x Gino  10/12/2015 9.53

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Beh, sai, temo che RWS sia un po' "nazionalisticamente di parte" ... ! :)
Confronti basati du dati oggettivi :
Palle TUG da 300 per il .375, 293 per il 9,3.
Polvere N150.
Canna da 22' (56 cm).
Pressioni attorno ai 3800 bar.
9,3x74 : Con 66 grs fà 5170 Joules (528 Kg/m)
.375 H&H : Con 70 grs fà 5330 Joules (544 Kg/m).
Come vedi, siamo lì, o poco via, con un leggero vantaggio del .375 rispetto al 9,3x64, avendo una volumetria del bossolo di 95 grs. di H2O rispetto agli 88 del 9,3 e di conseguenza una maggior elasticità di caricamento. Inoltre, le palle del .375 sono leggermente più grosse del 9,3x64 (.375 vs .366) con conseguente diversa densità sezionale.
Insomma, sono molto simili, ma il .375 H&H resta, seppur di poco, in testa come prestazioni.
Come diffusione, sia della cartuccia che dei fucili, e come gestibilità (leggi rinculo) non c'è storia.
Ho provato il suo fratellino "minore" (9.3x62), credo che possano essere simili, ed il rinculo era quasi più fastidioso del mio .458, che è tutto dire : ma, si sa, il rinculo dipende da molti fattori, non ultimo la conformazione del calcio rispetto la spalla, quindi molto soggettivo.
Un abbraccio da Walter

da OLD_Hunter x Filippo 53  10/12/2015 9.49

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

375 contro 9,3x64: vi prego di leggere i dati che pubblica RWS sul suo trovaprodotti. La palla su entrambe le cartucce è una TUG. Il calibro tedesco è nettamente superiore. Saranno dati "patriottici"? Comunque io li possiedo tutti e due, e il 9,3 ha un rinculo più fastidioso (anche se sono due carabine diverse e forse non è corretta questa osservazione empirica )
Auguri e IBAL a tutti

da Filippo 53  10/12/2015 8.52

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Il Grande Weatherby non è neppure da paragonare con con Brenneke.

da Gino  10/12/2015 8.33

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Carissimo.
Concordo assolutamente con te su alcuni punti :
1) Di personaggi come Brenneke, oltreoceano, ben pochi. E nemmeno Weatherby starebbe alla pari !
2) I "wildcat" spessissimo sono inutili o doppioni (l'ho anche detto ...)
Quanto ai calibri Blaser, sono talmente "di nicchia" che non me la sento di prenderli in considerazione, e, alla fin fine, sono anche loro doppioni di altri, ai quali magari ci hanno aggiunto solo un collarino ...
Ho forti dubbi che il 6.5-284 sia un'invenzione europea, se non altro perché discende (come dice il nome stesso) dal .284, che è americanissimo, e anzi, se hai fonti che possano confermarlo, mi farebbe piacere saperlo. Così, per mia curiosità.
Il 9,3x64 nacque per poter dare ai coloni tedeschi che stavano soprattutto nella zona dell'attuale Namibia un calibro "di casa" col quale affrontare i Big africani senza ricorrere al .375 H&H, che costava una fortuna : non ebbe un grandissimo successo, probabilmente non tanto per la potenza quanto per le palle che montava al tempo, e comunque rimase confinato nell'ambito della comunità germanica.
Che (oggi, e ricaricando) abbia prestazioni paragonabili al .375, te la passo, ma superiori ... :) :) :)
Inchiniamoci, comunque, al Grande Brenneke, che senza di lui, in Europa, saremmo ancora ... Alla polvere nera !!!
Un abbraccio da Walter

da OLD_Hunter x Filippo 53  10/12/2015 8.23

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Ciao Walter. Quando dico che i calibri americani surclassano quelli tedeschi perché i loro ideatori hanno vinto la guerra faccio una battuta, che però ha un fondamento di verità. Non credo che la creatività europea sia sparita. È innegabile che in America sono stati messi a punto decine e decine di nuovI calibri, ma sul punto vorrei fare qualche pacata osservazione. In primo luogo spesso (anzi, molto spesso ) si tratta di calibri inutili, perché sovrapponibili ai precedenti. Altre volte invece sono inutilizzabili perché troppo esasperati. Come sempre non si può generalizzare. Ad esempio il 25--06 si è rivelato eccellente. Ma anche il "nostro" 6,5×284. Per non parlare dei nuovi calibri Blaser. Dove invece non c'è storia è sulla diffusione commerciale dei prodotti americani. Da questo punto di vista non si può non riconoscere la superiorità delle case statunitensi, davvero schiacciante. Tuttavia il nostro MB ha fatto la biografia di una persona geniale. Oltreoceano - a parte Roy Weatherby - non credo ci siano stati personaggi di uguale spessore. Ripeto: il 9,3×64 Brenneke ha prestazioni paragonabili se non superiori al 375 H&H ma è quasi sconosciuto. Non certo per motivi tecnici, ma esclusivamente di diffusione commerciale. Perciò è doveroso ammirare il genio di Herr Brenneke. E poi magari usare ( come me) il 300WM....

da Filippo 53  09/12/2015 23.37

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Grande e profondo rispetto per Herr Brenneke.
Tanto per cominciare.
Poi, non si può non riconoscergli che fu praticamente l'unico "wildcatter" d'Europa.
E non mi sembra certo poco.
Peccato che sia stato praticamente l'unico !!!
Da quel che mi ricordo, a parte le sue creazioni, i calibri nuovi nati in Europa negli ultimi decenni si contano sulle dita di una mano, e tutti sono rimasti calibri molto "di nicchia", anche se almeno il .270 GS (Giani-Sabatti) si sarebbe meritato maggior fortuna. Ok, discende dall'8X68, niente di nuovo, ma era davvero formidabile !
Le sue pur eccellenti (specie per il tempo) invenzioni di Brenneke (palla asciutta a parte) sono del tutto sorpassate dai moderni calibri made in U.S.A., dove il Wildcat è enormemente più diffuso, vi si dedicano decine e decine di persone, con alterne fortune.
Da questo ne discende una incredibile fertilità di nuovi calibri, onestamente non sempre migliori di quelli preesistenti.
Ma molti di questi nuovi impianti balistici sono lontani anni luce dai var X57 e X64 europei.
Anche le sue palle, al tempo, furono rivoluzionarie, ma oggi, pur rimanendo una scelta onesta e collaudata, sono state messe in ombra da decine di novità provenienti da oltreoceano.
Prova ne sia che, a parte il 7x64 e l'8x68, anche in questo blog si parla quasi sempre di palle e calibri americani !
Brenneke fu davvero un grande, e le sue creazioni fanno parte del piacere della "tradizione europea".
Ricordiamolo e rispettiamolo.

Un abbraccio a tutti da Walter

da OLD_Hunter  09/12/2015 16.22

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

bravo Marco! bella biografia di Guglielmo Brenneke (cosi in italiano) complimenti. come dicono Filippo e Max mi accodo anche io la mia Sabatti 7x64 e nulla più calibro perfetto. salute a tutti carlo

da carlo 48  09/12/2015 14.33

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Bell articolo in cui compare uno dei calibri che piú mi ispirano..ovvero 8x64 brenneke..da noi praticamente sconosciuto..usato un po in Francia e in Germania...se non fosse per la difficoltà a trovare munizionamento e dies nonché una carabina un pensierino ce l ho farei..anche se con un 8x68 mi complicherei meno la vita...

da little john  09/12/2015 12.36

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

la mia CZETINA in 7x64..........micidiale........

da max1964  09/12/2015 12.19

Re: WILHELM BRENNEKE “L’uomo che rivoluzionò la caccia a palla in Europa”

Sono anni che su questo Blog sostengo la validità più che mai attuale del mio amato 7x64. Non posso esimermi quindi dall'esprimere il mio apprezzamento per l'articolo di MB. Tra l'altro l'autore sa bene che da poco sono possessore di un'altra creazione del grande armaiolo: il 9,3x64. Devo ancora metterlo a punto, ma, stando ai dati che pubblica RWS, la stessa palla TUG (e come potrebbe essere diversamente...) risulta molto più prestazionale nel calibro tedesco che nel più diffuso 375 H&H. Controllare per credere. Una volta di più mi sento di poter dire che nella caccia a palla gli ultimi anni hanno visto rivoluzionare gli strumenti ottici: ma quanto al munizionamento (cartucce e ogive) un genio come Herr Brenneke (a parte Roy Weatherby) deve ancora nascere.
Buone Feste a tutti

da Filippo 53  09/12/2015 12.08
Cerca nel Blog
Lista dei Blog