Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<novembre 2020>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456
Mensile
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
giu24


24/06/2015 

José Bové, deputato europeo per la lista francese di Europa Ecologica, leader no global, famoso anche per aver sfasciato un McDonald's, è un produttore di formaggio roquefort, ottenuto dal latte delle sue pecore, allevate nella regione del Lozère.

Anni fa, a sorpresa, con una dichiarazione pubblicata da Le Monde, Bové disse in chiaro che se i lupi attaccano un gregge, è lecito usare il fucile. “Non si può essere contro la desertificazione delle campagne, l'infinita espansione urbana e, al tempo stesso, a favore della creazione di spazi dove gli agricoltori non possono vivere. Si deve poter sparare al lupo, perché la priorità è quella di mantenere i contadini nelle zone di montagna”.

A suo tempo la dichiarazione fu ovviamente giudicata “pro domo sua”, ma su quella traccia, un gruppo di 21 deputati presentò in Parlamento una proposta di legge per permettere l'uccisione dei lupi, specie protetta dal 1973.
La notizia non fece scalpore neanche nella cartesiana Francia, perché nel frattempo era arrivata notizia che negli Stati americani del Wisconsin e Minnesota era già in atto un programma che prevedeva l'abbattimento di 600 capi su 4000 esemplari. In proposito la Timber Wolf Preservation Society fece rilevare l'assurdità di aver speso cifre enormi per ripristinare una popolazione di lupi per poi distruggerla di nuovo, e la Human Society of the United States fece ricorso contro la decisione con cui il Fish and Wildlife Service federale aveva tolto i lupi dalla lista delle specie protette. Le autorità federali risposero che i costi dei rimborsi per il bestiame ucciso erano ormai insostenibili, che le licenze rilasciate erano pochissime e che, tra l'altro, i cacciatori erano obbligati a fermarsi ai confini delle riserve degli indiani Chippewa, che avevano offerto asilo ai lupi.

Necessariamente fu fatto ripensamento alla situazione europea, che stimava in 250 i lupi presenti in Francia, 2500 in Romania, 2000 in Spagna e 800 in Italia. Aumento previsto 15% l'anno. I difensori dei lupi obiettarono che in rapporto ai numeri del bestiame (principalmente pecore) la percentuale di danno era molto bassa e gli indennizzi assolutamente sostenibili.

Passati alcuni anni, la questione si ripresenta in questi termini: da una parte sarebbe quindi dimostrato che i danni al patrimonio zootecnico sono minimi, e quindi pastori e lupo potrebbero convivere. Dall'altro ovviamente, tutto il contrario.

La cosa vera è che nel basso Lazio, Toscana e Liguria anche recentemente i lupi hanno fatto danni attaccando capre e pecore, oltre a sbranare, letteralmente, venti esemplari di pony Esperia, il rarissimo cavallino dal manto nero.

Al di là dei danni, delle precauzioni, e dei rimedi attuati o attuabili, anche chi non è direttamente interessato si domanda perché, negli ultimi anni, il numero dei lupi sia così aumentato, e i loro attacchi siano così frequenti e improvvisi anche in zone ritenute sicure.

E una domanda che, per ora, non ha trovato risposta: perché non hanno più paura dell'uomo?

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.79.75
Aggiungi un commento  Annulla 

4 commenti finora...

Re: ATTENTI LUPI. STAN TORNANDO TEMPI CUPI

E magari lle' pure ricchgiune

da Jo  04/10/2015

Re: ATTENTI LUPI. STAN TORNANDO TEMPI CUPI

E' tutto un magna magna io denuncio che i lupi mi hanno divorato il gregge e piglio soldoni. Ma se fosi un allevatore serio i lupi vicino al mio gregge non si avvicinerebbero mai.

da Mjatttafanducul  25/07/2015

Re: ATTENTI LUPI. STAN TORNANDO TEMPI CUPI

LE RAGIONI DELL'AUMENTO DEI LUPI SONO LE STESSE CHE PER I CINGHIALI I CERVI ECCETERA. UN ECCESSIVO SENTIMENTALISMO NELLA GESTIONE DELLE POPOLAZIONI SELVATICHE. UN EQUILIBRIO CHE A CAUSA DEI TROPPI SOLDI CHE SI DANNO A ORGANIZZAZIONI INCOMPETENTI E INTERESSATE A FAVORIRE SE STESSE PER LA PROTEZIONE DEL PATRIMONIO NATURALE, NON SEGUE PIù I SUOI FLUSSI STORICI. LA DEMONIZZAZIONE DELLA CACCIA (PIù CHE DEI CACCIATORI) HA FATTO Sì CHE ANCHE UN GESTORE A COSTO ZERO (CON PERDIPIù INTROITI PER LO STATO) ABBIA RIDOTTO RAPIDAMENTE LE SUE SCHIERE E IL SUO IMPATTO BENEFICO. LE AREE PROTETTE GESTITE COME IN NESSUN ALTRO POSTO AL MONDO. SI POTREBBE DIRE: A CAZZO DI CANE. OGGI, ANCHE A CAZZO DI LUPO. SPERIAMO CHE FINISCANO I FONDI PER FORAGGIARE QUESTI PARCOMANI E PER QUESTE ASSOCIAZIONI ANIMALISTE CHE INVECE DI OCCUPEWRASI DEI VERI PROBLEMI DELL'AMBIENTE E DELLA FAUNA SI ARRICCHISCONO ALLE SPALLE DEI GONZI

da J.L.  25/06/2015

Re: ATTENTI LUPI. STAN TORNANDO TEMPI CUPI

Proprio così. ...il tempo ci darà ragione...presto ci saranno i primi attacchi all'uomo. ..solo questione di tempo....

da Roberto pt  25/06/2015
Cerca nel Blog
Lista dei Blog