Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<aprile 2021>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
Mensile
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
ago2


02/08/2008 

La diffusione del cinghiale ha consentito di riorganizzare la caccia in molte aree, soprattutto interne, offrendo occasioni di frequenti incontri; mentre lo stato di salute della fauna selvatica ha registrato per numerose altre specie di interesse venatorio, una notevole e costante riduzione di densità. Tuttavia la stessa capacità di adattamento del cinghiale in aree non vocate, continua a provocare gravi danni all’agricoltura senza che siano adottati adeguati indirizzi di controllo.
L’organizzazione di caccia al cinghiale, che prevede una pluralità di partecipanti nell’ambito di zone o distretti previamente assegnati, realizza la più adeguata attuazione del principio di caccia programmata.
Occorre, non di meno, prevedere l’assunzione di precise responsabilità nei confronti delle comunità insediate sul territorio per quanto in particolare riguarda il capitolo del risanamento dei danni.

Stefano Masini
(Responsabile Area Ambiente  e Territorio - Coldiretti)

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.38.40
Aggiungi un commento  Annulla 

6 commenti finora...

Re: Organizzazione di caccia al Cinghiale

Buonasera a tutti,
potrei ( sotto alcuni punti di vista ) essere d' accordo con il sig. Andrea ma dovrei fargli solo un appunto.....io non sò da voi ma da noi il cinghiale si caccia nel bosco ben lontano dalle coltivazioni e non nei campi.

da Luca  27/08/2011

Re: Organizzazione di caccia al Cinghiale

Si generalizza un pò troppo! Non si sa di cosa si parla! Ricordo che prima di essere cacciatori siamo persone diverse e uniche! Evidentemente il signore Andrea non ha mai "passeggiato" per cinghiali ne conosce le speculazioni di alcuni agricoltori (solo alcuni). Che ci siano persone ripugnanti si sa e ci sono in tutti i campi! Vergognoso è sentire generalizzare nel terzo millennio non sentirsi cacciatore.!!!!

da minos  21/10/2008

Re: Organizzazione di caccia al Cinghiale

per mastro andrea
buong giorno mi chiamo federico e vado anche di cinghiali!
prima di esprimere pareri così drastici provi ad entrare nel mondo dei cinghialai , quelli veri , e si faccia delle esperienze sue personali. posso assicurarle che cambierà opinione sia sui cacciatori di questi tanto odiati animali e anche sui suoi cari amici agricoltori. la prego di non interpretare il mio commento al suo intervento come una critica ma solo come uno spunto per una piccola riflessione !!!!
saluti.

da federico  11/09/2008

Re: Organizzazione di caccia al Cinghiale

non concordo assolutamente, i contadini secondo i cinghialai dovrebbero solo essere daccordo a nutrire tantissimi animali senza mai chiedere i danni, dalle mie parti questi cacciatori, se cosi si possono definire, definiscono tutti quegli agricoltori che si lamentano dei danni dovuti alla notevole popolazione di cinghiali, caprili ecc. come degli "spacca marroni", termine del tutto emiliano e sopratutto offensivo per i cacciatori VERI e tradizionale come me!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Attenti cari cinghialai, prima o poi per un motivo o per un altro i contadini spacca marroni come li definite troveranno il sistema di non vedere piu i loro territori fonte reddito CALPESTATI da inutili e alloctoni animali quali cinghiali, caprioli, daini ecc. e dagli ancora meno utili CINGHIALAI , bravi solo a cacciare in BRACCATA, GIRATA, IN SELEZIONE ED IN PIANO DI CONTROLLO abbattendo non animali selvatici nutriti e cresciuti nel terreno di altri e macellando quintali di carni.
oltre al danno anche la beffa, la rivalità fra squadre impone di pasturare gli animali per tenerli dentro alla zona di girata, braccata, o di piano di controllo, naturalmente la pasturazione avvine in terreno di agricoltori che si vedono ancora piu martoriato il priprio terreno da rumate appositamente volute dai cacciatori stessi.
VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! a volte mi vergogno di essere un cacciatore, anche se non pratico questa forma di caccia, da parte mia posso solo chiedere scusa agli agricoltori e sostenerli con tutta la mia solidarietà.

da mastro andrea  04/09/2008

Re: Organizzazione di caccia al Cinghiale

Sono daccordo contadini e cacciatori insieme per salvare l'ambiente.

da Gino da Pontedera  06/08/2008

Re: Organizzazione di caccia al Cinghiale

Caro Stefano, Lei ha ragione, il cinghiale non conosce ostacoli avendo capacità di adattamento ad ogni habitat e la caccia organizzata e programmata è senza dubbio ulcuno la strada da percorrere e migliorare, cosi come equilibrio tra fauna e territorio. Altro capitolo è il risanamento dei danni. Là dove un'agricoltura intensiva ed a volte oserei dire scellerata, solo figlia di sovvenzioni annuali comunitarie che togliendo colture tradizionali per inpiantarne di nuove finanziate, senza soluzione di continuità, automaticamente fà si che venga a mancare il territorio vocato a quella specie e la fauna selvatica, come Lei dice, va in costante riduzione di densità. Allora se continuiamo solo a risarcire i danni provocati dal cinghiale e magari anche dallo storno, come già avviene, il problema non finirà mai. La soluzione a mio avviso è semplice, lapalissiana se vuole, gli esuberi di diffusione della specie vanno tolti e la caccia è strumento unico per farlo. Che lo si usi, anche fuori dei tempi legiferati per l'attività venatoria. Certo non potremo mai togliere interamente i danni causati ma ridurli certamente si, nel rispetto di una giusta densità di sopportazione per ciascuna area. E con quei soldi risparmiati sovvenzionare fasce di rispetto - 15/20 mt - da lasciare incolte, tra un appezzamento di coltura e l'altro che diano la possibilità di ricreare l'habitat necessario alla lepre come al fagiano in un territorio ormai super specializzato come il nostro. Il futuro passa attraverso collaborazioni sempre più strette tra il nostro mondo e quello agricolo, in molti lungimiranti lo stanno già facendo e questa a mio giudizio, per il bene di tutti cacciatori e non, è la strada da percorrere.

da Luca da Grosseto  03/08/2008
Cerca nel Blog
Lista dei Blog