Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<giugno 2020>
lunmarmergiovensabdom
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293012345
Mensile
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
set5


05/09/2014 8.44 

La curiosità è femmina, così mi sono messa alla ricerca di qualche cosa di  particolare, qualcosa che possa sorprendere e incuriosire e ho trovato lei: “la tomba della caccia e della pesca”. La necropoli di Monterozzi, collocata su una collina ad est di Tarquinia, comprende circa 6000 sepolture databili fin dal VII secolo a.C. Del vasto complesso, dal quale proviene la più cospicua testimonianza di nuclei pittorici di arte etrusca, fa parte la Tomba della Caccia e della Pesca.

La Tomba, databile al 530 a.C viene rinvenuta nel 1873. E' stata scavata a 10m di profondità ed è accessibile ancora oggi tramite la gradinata originale composta da sei scalini, irregolari e ‘lunghi’ con pendenze differenti, scavati nel tufo (nenfro o macco, pietra locale).

La grande importanza riconosciuta alla Tomba della Caccia e della Pesca si deve in particolare al ricco nucleo pittorico che decora le sue pareti, nelle quali viene dato ampio spazio al tema marino quale luogo di espiazione e interprete del passaggio.

Su una barca a bassa chiglia trovano posto quattro personaggi: un timoniere rematore seduto a poppa laddove lo scafo è colorato in ocra; tre marinai d’appoggio posti nella parte centrale dell’imbarcazione di colore chiaro e un pescatore che sulla prua azzurra tiene tesa la sua lenza. Un occhio, la cui funzione apotropaica (contro gli spiriti maligni) era quella di “sorvegliare” la direzione, è realizzato nel campo azzurro della prua.

Tutt’intorno guizzano i delfini e gli uccelli dispiegano il loro volo. Un uomo rappresentato in primo piano e le cui dimensioni sono maggiori rispetto ai marinai, compare sulla riva alle spalle della barca intento a colpire i volatili con una fionda da sopra una rupe. Sembra alquanto importante la posizione che egli assume, come se fosse una posa plastica appropriata per il lancio con la fionda. Si tratta di una postura assai impostata dovuta all’apparente irrigidimento del corpo, poiché essa rappresenta nel modo migliore l’attimo prima in cui il proietto venga  lanciato.

La scena, semplice e complessa allo stesso tempo, si presenta partendo dall'angolo sinistro, verso destra, che poi è anche il senso della teoria di caccia. Un altro cacciatore, anch’esso armato di fionda, è raffigurato sulla parete di destra mentre da sopra una roccia è impegnato nella caccia; un altro pescatore attenta invece col suo arpione ai pesci che transiteranno al di sotto delle rocce.

Per la prima volta nella storia dell’arte un’intera camera è dedicata alla ricerca, riuscita, di un ambiente che coinvolga i personaggi e li relazioni all’ambiente naturale stesso. Quello che il pittore ha voluto tentare è il coinvolgimento totale della figura umana all’interno di un unico ecosistema. Il dado è trasformato in un ecosistema marino-costiero, come se si trattasse di una ricostruzione virtuale della realtà a cui lo stesso defunto avrebbe partecipato dopo la sua morte.

Godetevi la scena, e da buoni cacciatori, immaginatevi protagonisti dell'azione.
 
 
 

Leggi anche:

Mihaela Cretu: "arte e caccia nella storia"

 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.69.62.16
Aggiungi un commento  Annulla 

8 commenti finora...

Re:TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA

Il fatto che venissero affrescate le pareti delle tombe con scene venatorie ci deve fare riflettere circa la grande importanza del ruolo della caccia nella civiltà etrusca. Questi dipinti, destinati a rimanere per sempre chiusi nelle tombe e sepolti con i morti, avevano lo scopo di conservare i bei ricordi terreni ed allietare la vita dell'aldilà dei defunti!! Nessuna divinità, ma scene di caccia e pesca! Quale migliore compagnia per l'eternità? Erano veramente avanti. Non a caso nelle tombe affrescavano anche scene di sesso.

da walker  06/10/2014 17.09

Re:TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA

Solo ad immaginare cosa sarebbe stato andare a caccia in quel paradiso naturale al tempo della civilta' etrusca mi viene la pelle d'oca

da walker  06/10/2014 12.20

Re:TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA

Complimenti, davvero un bell'articolo. Grazie

da Simone  06/10/2014 11.05

Re:TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA

io l'ho vista. grande popolo gli etruschi. erano più europei di noi. giravano e commerciavano con tutto il mondo conosciuto. avevano caposaldi in tutti i porti del mediterraneo, e prima dei romani fondarono città. io credo che il buon vivere toscano, così come si definisce oggi, abbia radici profonde in questo popolo. che ancora vive. cavalli sforza, tempo fa, trovò ceppi etruschi puri nel sangue degli abitanti di un piccolo paese della campagna senese. Murlo. Se ci andate, vi troverete pace e serenità e gente civile, come quella di duemilacinquecento anni fa. che meraviglia.

da Porsenna  06/10/2014 10.12

Re:TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA

Grazie, appena ne avrò occasione, andrò a vederla

da Sergio Ventura  04/10/2014 12.19

Re:TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA

non c'è dubbio che se proviamo a insistere sulla cultura sulla storia e sull'arte, e confrontiamo le nostre credenziali con quella di certi neandertaliani erbivori, come dice reni, li asfaltiamo alla grande. va bene parlare di calendari e di specie cacciabili, ma se vogliamo recuperare il tempo perduto, ci dovremo dedicare un po' di più a queste cose. anche per farlo sapere in giro, a questa massa indistinta di buzzurri, ormai starcotta dalle balle della televisione. poi dicono che se piove è colpa dei cicli biologici. no, è colpa di chi ci vorrebbe scemi.

da m. aniello  03/10/2014 17.37

Re:TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA

gli animalari cercano di nascondere la caccia all'opinione pubblica come i nazzisti bruciavano le bibbie perchè non venissero lette, alla fin fine il premio hadol hitler è dato proprio a chi si distingue nella difesa degli animali........

da dardo  03/10/2014 17.18

Re:TARQUINIA: LA TOMBA DELLA CACCIA E DELLA PESCA

Grazie, tutto questo a quelli come noi apre l'anima,agli altri dovrebbe far imparare a stare zitti.

da Renzo Benzi  03/10/2014 17.03
Cerca nel Blog
Lista dei Blog