Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<novembre 2020>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456
Mensile
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
dic18


18/12/2012 11.04 



Se dobbiamo dare una rinfrescata ai muri di casa chiamiamo l’imbianchino,  se il nostro giardino ha bisogno di una potatura ci rivolgiamo ad un giardiniere e se abbiamo problemi con la macchina la portiamo dal meccanico o dall’elettrauto, ma quando con la benedizione di Diana o di S. Umberto riusciamo finalmente ad abbattere un grosso cinghiale da trofeo, tutti, nessuno escluso, veniamo presi “dal fai da te” e ci trasformiamo subito in aspiranti tassidermisti. 

Ed è proprio a questo punto che a me viene da ridere, perché siamo onesti, quanti di noi sono veramente in grado di “estrarre” correttamente coti e difese dal cranio di un bel solengo? L’ultimo giorno di caccia un vecchio “canaio” della mia squadra ha abbattuto un grosso verro con delle zanne meravigliose. Mi offrii di preparargliele io, ma lui indispettito si affrettò a rispondermi: “Ma che scherzi? Così me le rovini. Io metto sottoterra la testa intera e vedrai che tra qualche mese le zanne saranno perfette e senza faticare!!!” Non ho avuto il coraggio di rispondergli, perché di “esperti” come lui purtroppo ne conosco troppi .

C’è chi per recuperare il trofeo di un cinghiale lega la testa intera sopra ad un albero e ce la lascia marcire per un anno intero. Mentre altri,  dopo essersi lasciati “quasi convincere” a procedere con la bollitura, mettono mandibole e mascelle in un pentolone e le fanno cuocere per un paio di giorni. Cosa gliene importa se poi il trofeo sotterrato o appeso ad un ramo non lo trovano più o se la decomposizione e le intemperie hanno fossilizzato il pregiato avorio, offendendo il nobile animale che lo ha generato? Il procedimento giusto per preparare un trofeo di cinghiale è farlo bollire e su questo non si discute, ma è un lavoro delicato e quindi è nostro dovere farlo con impegno e con passione, perché il pericolo che le zanne possano  danneggiarsi irrimediabilmente è sempre in agguato.

Io, per passione e/o per necessità preparo diversi trofei di cinghiale l’anno e credetemi, del mio modesto lavoro non si è mai lamentato nessuno. Per questo cercherò di descrivervi le semplici operazioni che solitamente svolgo e la pochissima attrezzatura di cui ho bisogno. Cominciamo dalla testa del cinghiale. Se in casa avete lo spazio adatto per lavorare tranquillamente, al ritorno della battuta portatela via intera, opererete meglio e recupererete così anche alcuni chili d’ottima carne! Altrimenti, quando voi e i vostri amici tratterete le spoglie dei capi abbattuti, tagliate (o fatevi tagliare) il trofeo all’altezza dell’occhio. Non vi impressionate se consiglio un taglio così abbondante, ma ci sono almeno due buoni motivi per cui lo faccio.

Primo se il capo è veramente grosso le radici delle difese potrebbero estendersi parecchio all’interno della mandibola; secondo, specialmente se usiamo un’ascia o una roncola, i colpi inferti troppo vicino alle zanne potrebbero scheggiarle. Sopra un comodo piano da lavoro scuoiate il muso senza preoccuparvi di quanta carne ci rimarrà sopra; poi con la dovuta cautela e con l’ausilio di una piccola accetta (o mannaia) e di un martello (normale o di gomma dura) cercate di ridurre al minimo le porzioni d’osso, dividendo con dei colpi precisi le due coppie di zanne (coti e difese) longitudinalmente. Queste operazioni consentono di eseguire la bollitura in una pentola di piccole dimensioni, e la minore massa ossea, prendendo calore più rapidamente, favorirà meglio la fuoriuscita dei denti dalle loro sedi.

Non dimenticate che il segreto per non rovinare il trofeo e per mantenerlo integro nel tempo è lasciarlo “cuocere” il meno possibile. Per evitare separazioni e divorzi, visto il cattivo odore che verrà generato, sarà meglio non procedere con la bollitura nella cucina di casa vostra. Meglio farlo all’aperto, in un garage o in una cantina. Procuratevi una vecchia piastra elettrica e una normale pentola di alluminio che oltre a servirvi egregiamente per preparare il trofeo del cinghiale potranno tornarvi utili anche nel trattare i trofei di altri ungulati fino alla taglia di un daino adulto.

Quanto tempo deve bollire un trofeo? Dai 30 ai 45 minuti. Il segnale per toglierlo dal fuoco ve lo darà la poca carne rimasta sulle ossa quando comincerà a staccarsi. A quel punto togliete mandibola e mascella dal fuoco e lasciatele raffreddare a temperatura ambiente, mai sotto un getto d’acqua fredda. Appena sarà possibile maneggiarle, potrete procedere all’estrazione vera e propria. Se avrete operato bene, con pochissimo sforzo oppure aiutandovi con un cacciavite medio, le coti si sfileranno semplicemente tirandole, mentre per estrarre le difese occorre più cautela. Dovrete spingere sulle punte affilate con un pezzo di legno, facendo molta attenzione a non ferirvi (alcune sono affilate come rasoi) e a non romperle. In questo modo le difese dovrebbero scivolare nell’osso  distaccandosi. A quel punto per estrarle sarà sufficiente prenderle con un paio di guanti da lavoro e tirarle indietro con forza. Può capitare che a volte non escano tanto facilmente ed allora è necessario spingerle di nuovo, il più a fondo possibile, e favorire l’estrazione tagliando con il seghetto la mandibola tra i canini e gli incisivi. Con un minimo di attenzione e con poca pratica, tutte le suddette operazioni sono più facili a farsi che a dirsi. Una volta recuperate intatte tutte e quattro le parti che compongono il trofeo, dovrete rimuovere le radici interne e provvedere alla pulizia finale.

Le zanne del cinghiale vanno pulite, ma NON SBIANCATE. E’ sufficiente strofinarle con una semplice spugnetta impregnata di sapone per ottenere un ottimo risultato. Per evitare che col tempo possano fesarsi (specialmente se non avremo operato correttamente), è meglio  riempire le parti cave con qualche sostanza particolare. Nel corso degli anni ho usato di tutto: cera fusa, Vinavil, stucco,  resina, ma ultimamente mi sono trovato molto bene anche con del normale silicone trasparente. E’ incolore, inodore e può essere usato in seguito anche per fissare il trofeo sul suo scudetto di legno con le foglie di quercia in metallo. Forse più in là cercherò di spiegare a quelli che ancora non lo sanno fare  come valutare un trofeo. Per adesso accontentiamoci di guadagnarcelo con onore e di riporlo tra i nostri ricordi più cari.
 
 
Marco  Benecchi
 
        
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.62.115
Aggiungi un commento  Annulla 

46 commenti finora...

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Ho seguito alla lettera la Tua procedura per estrarre le zanne di un solengo notevole, però non sono bastati 45 minuti, ma la "cottura" si è dovuta prolungare per circa 2 ore.
Ho consultato un libro (anche se un pò datato) di F. Ponti sul cinghiale che dice che la bollitura deve essere fatta partendo da acqua fredda pulita, con dentro del bicarbonato (1 cucchiaino per litro d'acqua) e bollire per oltre 2 ore a bollore moderato; lasciare poi raffreddare e 35-40 gradi, poi togliere e cercare di estrarre le zanne e le coti, tirando con "potente delicatezza" muniti di guanti per non tagliarsi. Tutto è riuscito bene. Sto aspettando (1 settimana) che si asciughino bene, poi le riempirò di sikicone trasparente e poi le farò valutare. In bocca al lupo.

da gian  03/02/2015 15.57

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Beh, certo con una BT è ovvio che basta un 243w! La BT è una palla che ti permette di sparare anche male, dato che si disintegra all'impatto, praticamente esplodendo dentro all'animale. I danni alla spoglia sono moltissimi, così come molta è la carne che si butta ed il piombo che si mangia.
Meglio palle più strutturate (RWS DK, norma vulkan, norma alaska ecc) tirate da calibri idonei come .308 o .30-06 (la differenza tra i due è davvero poca).

da Tom  05/04/2013 14.38

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

243 e 22.250 sono due caibri che non hai mai usato E TOTALMENTE DIFFERENTI !MA PERCHè non la smetti di leggere le tabelle e inizi a portali a caccia ??? sai che con il 22.250 un anno ho saprato 1500 capi IN UN ANNO!! e tu vuoi insegnarmi a me cosa e come va un 22.250 ??? ma fammi il piacere su! Tu no sei mai andato a caccia ne con il 243v che con 22.250 e i saputelli da libro come te ( che li riconosco lontano un miglio) dovrebbero smetterla di fare i primi della classe perchè in classe non sono mai entrati. Riguardo benecchi che spara con il 243al cinghilale di che ti racconti dei feriti e persi che sono il 50% sul totale! Certo, se tira un cinghiale all'anno ( selezione) allora è meglio che non scriva sta "melassa" del 243 che è un calibro ridicolo PER ME ripeto per ME . le tue distanze di tiro sono da terzo mondo dovresti allenarti di più .Oggi c'è tutto per sparare lontano non come una volta. L'etica è una brodaglia per riempirsi la bocca. la caccia è un 'altra cosa! saluti a casa

da Pablo  31/01/2013 15.53

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Leggi attentamente Pablo : 22-250 palla sierra blitzking 55 grani caricamento federal velocita alla bocca 1105 metri secondo - 243 winchester palla hornady v-max 58 grani caricamento hornady velocita alla bocca 1145 metri secondo. Potrai notare le velocita ed i pesi di palla molto simili, che rendono questi due calibri ottimi ed equivalenti varmint, in piu il 243 si puo permettere il lusso di montare palle di 100-105 grani che gli conferiscono le doti per attingere animali piu autorevoli. Quindi prima di giudicare leggi almeno qualche tabella balistica e non ti affidare al sentito dire.... quando Marco parlava del cinghiale fulminato con il 243 parlava di un cinghiale tirato in selezione e non in battuta, è quello della prima foto, il secondo che ha abbattuto al baratrone è quello della seconda foto ed è morto di 308 . Sei tu che hai letto male ed hai collegato la foto al post sotto. Bastava essere meno approssimativi, e se non credi a quello che ti ho detto chiedi a Marco. Io non caccio in battuta e se comunque dovessi andarci userei almeno un 308 proprio perché SICURAMENTE NON SAREI PRECISO COME DA UNA ALTANA. complimenti per l'ottima mira ma sulle distanze di tiro ognuno si affida alla propria etica venatoria, " IO " PRIMA di affidarmi alla mia arma e quando parlo appunto di 100-150 metri su cinghiale ricordati che parlo di selezione e non di battuta. Saluti Pablo.

da Jitter  18/01/2013 21.55

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Sono due calibri TOTALMENTE differenti e questo TORNO A RIBADIRE la dice lunga su cosa capisci di calibri. Ho ben sei 270 weatherby nella mia rastrelliera di tutte le forme e colori e so di cosa sono capaci di fare ma il 300 WM rimane il calibro MUST per tutti! 30 abbattimenti sono un nulla in una stagione ( ma di cosa stiamo parlando?? bho???) Adesso - però - mi devi spiegare come fai a piazzare una palla da 95 grain a un cinghilae in corsa a 100/150 metri del 243????? ( perchè di questo si stava parlando...ma forse non hai letto) Bufalo Bill al tuo cospetto è un dilettante! IO NON MI VANTO devo abbattere il capo a 500 ( quando capita ... rileggi) e LO SO FARE NEL 99% DEI CASI. questo vuol dire che da 50 a 300 potrei sparare senza appoggio! Adesso ragionaci sopra un pò ok??

da pablo x jitter  11/01/2013 8.49

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Ho citato e accostato il 22-250 al 243 in quanto calibri in grado di esprimere precisione sopra la media. Tiri con un 300 ma dici di usare anche "qualche weatherby" ed è per questo che ti ho citato il mio 270 che conosco molto bene tanto da avermi regalato piu di 30 selvatici in una stagione senza ferimenti. Sempre piu etico piazzare bene una balistic tip da 95 grani in 243 su un verro a 100-150 metri che tirare animali a 500 metri, ricordati che sei a caccia e che il vantarsi di un tiro a 500 metri non denota bravura ma incoscienza ed errori di valutazione maggiori sempre in agguato a distanze già dai 200-300 metri. Perdona anche il mio linguaggio colorito ma ero sull'onda dei post precedenti e non riesco a trattenermi quando vedo uno che non fa altro che argomentare discussioni con insulti. Ti ho provocato un pochino ed hai appunto mostrato la tua vera faccia!!!! Meditate utenti meditate........

Un grazie a Laura per i suoi auguri li vedo d'obbligo, visto che è riuscita ad inserire un post positivo.

da Jitter  10/01/2013 19.29

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

x jitter ma siete tutti suonati qua dentro? il 22.250 non centra nulla con il 243 e questa la dice lunga su cosa capisci di calibri ... UNA MAZZA!! te il 270 weatherby non lo hai mai visto nemmeno in cartolina e io ho parlato del 300WM ! se non prendi un camoscio a 500 metri stai a casa pivello sei da ciabatte e televisone!! l'etica è sparare a un cinghale con 243?? Vero no????? ridicolo e presuntuso essere ! la forestale cosa centra ?? tu sei complessato dalla nascita curati!

da Pablo  04/01/2013 8.22

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Pablo il cacciatore siderale.... Ma chi sei la reincarnazione di carlos???? Magari per compiere la tua missione anticamosci strisci per giorni nel fango tra formiche e sanguisughe ? Dai... A 500 metri l'etica della caccia la mandi a benedire, senza considerare comunque quante armi in 243 o 22-250 hanno vinto e vincono tuttora competizioni a distanze doppie dei tuoi poveri camosci. Anche io tiro spesso con un bel 270 weatherby ma quando imbraccio la mia 243 non soffro dei tuoi complessi di inferiorità verso i camosci (che cmq a 500 metri vanno a denunciarti alla forestale per tentato camoscicidio)

da Jitter  02/01/2013 10.12

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Scarabeo stercoraro?? Se non erro tale insetto vive nella merda........Amico sei nel tuo elemento.......rimani li e non aprire bocca........altrtimenti ti si riempie.......

da target  31/12/2012 7.54

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Caro Marco , sono felice di aver capito che il 243 è il calibro universale!! Riguardo il direttore della tua riserva di certo tira al massimo a 150 metri e un 243 può andare! I calbri che usi tu per il camoscio vanno benissimo ( sempre a mio avviso) Noi se troviamo un camoscio a 500 metri ( neve, pioggia, vento, sole, nubi, tempesta)LO DOBBIAMO SPARARE e abbattere. Con il tuo 243 ci fai le pippe! Non saremo dei professionisti come te , ma sappiamo fare il nostro lavoro e usiamo sempre il 300 WM o qualche Weatherby.Questo vale anche per il capriolo , il daino e il cervo. Gli animali dei tuoi clienti colpiti con il 300 WM che vanno via è perchè sono stati colpiti male. Io ho visto piu caprioli andare via sotto i colpi del "micidiale" 243 sempre perchè colpiti male! 200 caprioli ? non in Italia. le semiautomatiche vanno bene tutte , In fondo si deve sparare a 50 metri e basterebbe la fionda! Buon Anno....

da Pablo  30/12/2012 10.09

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

E' assurdo parlare per il gusto di far prender aria ai denti ... :)
Di semiauto, come sai, ho solo il mio (amatissimo ...) Saiga che ovviamente non può competere, ma che, per i soldini che costa, fà più che onorevolmente il suo.
Ho tante CARABINE, certamente più di quelle che mi servirebbero, ma sai, il vizio ... :)
Di semiauto in selezione davvero non ne senti il bisogno, io caccio solo quello, battute qui da noi ... beh, lasciamo stare che è meglio ... Quindi, quando ne ho una che mi soddisfa, per quelle 4/5 volte l'anno che la uso ... Basta e avanza ... !!!
Sul resto, discutiamone fin che vuoi. Sulle SA, lascio parlare chi sa.
Ragazzi, se Dio vuol tra un po' 'sto 2012 se ne finiosce ... Non vedo l'ora, è stato un'annaccio schifoso, spero tanto che il 2013 sia migliore. E non è che ce ne vuol tanto !!!
Metti caso che non ci si sentisse prima di Capodanno, UN GRANDISSIMO AUGURIO DI CUORE PER UN FELICE 2013 A TUTTI GLI AMICI DI QUESTO BLOG.
Un grande, affettuoso abbraccio a tutti da Walter

da OLD_Hunter x Marco  29/12/2012 20.09

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Caro Ennio,
ARGO, BAR, HK, etc, ormai hanno tutte raggiunto un ottimo livello di affidabilità e precisione.
Dopo spetta all'utente finale scegliere quella che più gli piace. BRAVIO OLD che ti sei espresso bene! Aspettavo la tua risposta prima di intervenire, infatti immagino che di semiauto ha poca esperienza.
Nessuno però mi impedisce di esprimere le mie preferenze
1) La regina INDISCUSSA delle SA è l'HK 770 K in 308
2) BAR, qualsiasi modello, dalla MK 1 in acciaio senzaCout Off alleultime Zenith
3) Winchester Vulcan (fotocopia BAR)
4) ARGO (solo ultimi modelli)
Poi quel che vuoi.................
Ciao
M
NB calibro 30.06
Il mio calibro preferito per il cingh in battuta è il 308 ma tutte le suddette armi sono NATE in 30.06 e riadattate a vari calibri.
Le prenderei SUBITO in 308 se avessero tutte le caratteristiche giuste, come: canna corta, otturatore adeguato, caricatore di misura giusta e non un 30.06 "spessorato" ORRORE!!!!!

da Marco x ENNIO  28/12/2012 11.20

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Caro Pablo ho all'attivo una VENTINA DI CAMOSCI (gli ultimi DUE un mesetto fa') e li ho cacciati con il 270 W, 7 mm RM, 257 e 270 Weath, ma il direttore della riserva di Carcoforo _ Rima _ Rimasco, caccia SOLO con una BSA in cal. 243 e di camosci ne ha fatti "qualche centinaio"!!!!!
IL 243 un CAMOSCIO NON LO VEDE NEANCHE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Lo "piega come un libro" come dice un mio amico toscano!
Io con il 243 ho fatto di TUTTO, più di duecento caprioli, cinghiali, daini, mufloni, etc!
E' uno dei miei calibri preferiti, ed ho 40 carabine!!!!!!
Che di BENELLI ne hai provate MOLTE PIU' di ME. Allora chiudiamo quì il discorso, altrimenti corro il rischio di ripetermi. IO FACCIO L'ARMAIOLO a tempo PIENO!! Ne monto, rismonto, taro, aggiusto DECINE E DECINE l'anno. Vivo IN PIENA MAREMMA e di Benelli ne avrò avute tra le mani più di cento!!!!
Dalle prime che facevano rosate di 20 cm (con 5 - 6 tipi di cartucce e ottica di mira!!!!) a 60 metri, alle ultime Endurance.che vanno molto bene.
GIURO SU DIO chel'ultima l'ho tarata ieri pomeriggio. testimone Fabrizio, se vuoi ti dò il suo cel. A 80 metri 3 colpi in 50 centesimi (munizioni ricaricate ovviamente) e ottica Zeiss Diavari 1,5 - 6 x 42!!!
Come già detto in passsato HO ACCOMPAGNATO e accompagno tutt'ora decine di cacciatori l'anno in varie riserve e MOLTO spesso ho visto animali andare via feriti colpiti da munizioni troppo potenti , uno dei più comuni è proprio il 300 WM, per non parlare poi del Weath che è peggio ancora!.
Siono calibri destinati a GROSSA selvaggina tirata a lunga distanza NON ENTRO I 100 metri.
Buon anno (non ANO!) anche a te!!

da Marco x Pablo  28/12/2012 11.09

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Cosa ne pensi OLD della Benelli Argo rispetto alle Browning ed alle H & K?
Grazie
Ennio

da Ennio x OLD HUNTER  28/12/2012 10.35

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Amico mio, io inorridisco quando sento un "portati qualcosa di più sostanzioso" parlando di camosci ...
Anche tu fanatico del .257 ? Bah ... de gustibus ...
Oppure appartieni alla nutrita schiera del long range hunter ?
Comunque sia, un .243 per il camoscio, fosse puro lontanuccio (ma sempre in termini ragionevoli) con una buona palla basta ed avanza.
Sul setolone ... giocatevela voi !!!
Un abbraccio da Walter

da OLD_Hunter x Pablo  28/12/2012 10.18

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Mi dispiace, Ennio, forse sono la persona sbagliata a cui fare questa domanda ... Purtroppo, non ne possiedo nemmeno una, quindi non ti posso dare alcun parere.
Esteticamente, l'Argo è molto bello, fatto in Italia da un grande gruppo, l'unico che ho provato (in 30/06) per il mio carattere picchiava come un mulo, ma è tutta una questione di forma del calcio.
Browning ... Beh, è Browning ... Serve dire altro ? :)
HK, non ne so praticamente nulla.
Però, fossi in te, se le trovi, un'occhiata alla Vulcan ... Costa poco, ma è pur sempre Winchester ... Ed a me piace molto, come linea.
Poi, detto tra noi, parliamo di Marche con la M maiuscola, credo che diventi pù una questione di gusti personali che di "bontà" del prodotto.
Un abbraccio da Walter

da OLD_Hunter x Ennio  28/12/2012 10.13

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Marco di benelli io ne ho provate molto piu di te ( anche se non sono mai stato chiamato da nessuno) e so bene come vanno usate e sono delle super armi MA SOLO PER CHI LE SA USARE come te. Riguardo alla 243 quando ho sentito caccia al camoscio mi sono inorridito. Hai poca esperienza di questa caccia pensa ai tuoi cinghiali e quando sali in montagna porta qualcosa di piu sostanzioso. comunque, MAI ANDREI A CINGHIALI CON UN 243 e neppure ci provo. la mia fida 300 WM va piu che bene ( selezione) e 30.06 in battuta. Buon Ano

da Pablo  28/12/2012 10.04

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Cosa ne pensi OLD della Benelli Argo rispetto alle Browning ed alle H & K?
Grazie
Ennio

da Ennio x OLD HUNTER  28/12/2012 9.10

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Ciao ragazzi, buona continuazione ...
Marco, non son daccordo con te quando parli di canne "scoppiate" ...
O sono canne vecchie e deboli (praticamente impossibile, poi parliamo di armi nuove) o MAI ho sentito di canne esplose in camera di scoppio.
Oops, no, scusa, succedeva in Vietnam quando i Vietcong lasciavano sul terreno dei .223 caricati a TRITOLO ... Beh, si, in effetti, scoppiavano proprio in camera ... Ma direi che non è il nostro caso.
Per fare un danno simile devi caricare al massimo della capienza con un apolvere velocissima, a questo punto non hai più un'esplosione ma una denotazione, che sono due cose diverse. Ma dubito che sia questo il caso. Chiusere che si rompono ? MAI sentito ! Anni fa una nota rivista del settore pubblicò un test distruttivo su una Remington 700, in .308 o 30/06, non ricordo.
Beh, nonostante cose da far rizzare i capelli in testa, non solo l'otturatore non cedette e men che meno la canna.
Vorrei davvero avere maggiori informazioni sui casi da te descritti, sono davvero degni di uno studio molto approfondito. Se per caso hai documentazione in merito, me la mandi ? Te ne sarei davvero grato ...

Credo di conoscere quel "friulano" che ha fatto il cervo col .243 ... Mentre ne conosco per certo uno che lo ha fatto con un calibro ancor più piccolo ... Ma io non lo farei mai !!!
Il .243 è un SIGNOR calibro, meritevole di ben altra considerazione di quella che ha.
Ha solo un difetto : per quanto si possa curare la ricarica, non mette mai 5 colpi attaccati, uno se ne và sempre per i fatti suoi.
Ma che importa ? A caccia, conta il primo ... :)
Un abbraccio a tutti da Walter

da OLD_Hunter  27/12/2012 21.20

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Ho capito! Hai ragione, la domanda è stata troppo precisa e meritava una risposta non altrettanto precisa, pena rischio troppo forte.
Ad ogni modo, dato per scontato che la Benelli Argo difetti non ne ha, se qualcun altro può esporsi di più gliene sarei grato.
Grazie
Ennio

da Ennio x Marco  27/12/2012 14.39

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Buoni Recinti costano, motivo per chi possono permetterseli in pochi......
Mi sembra di aver DETTO MOLTO IN CHIARO che le Benelli, come tutte le semiauto lavorano meglio asciutte " Mantenerla MOLTO PULITA ma NON LUBRIFICATA che non è la stessa cosa. STRANO MA VERO le semiauto devono lavorare quasi asciutte, con pochissimo olio in giro e solo nei punti giusti.
Mi preme sottolineare che le ultime ENDURANCE vanno veramente MOLTO BENE!!!
GIUSTO?
Poi di Benelli credo di averne provate a decine (anche per la Benelli stessa che mi ha chiesto di provargliele.... telefona in ditta e chiedi, sia al poligono sia a caccia!!!!!)
Con il 243 ho fatto effettivamente pochi cinghiali, dai 20 ai 30 e tutti con un colpo solo. Sempre ben piazzato. Non a caso rinomate marche come Browning, HK e Remington ci hanno camerato anche le loro semiauto. Pravalo e poi mi dirai. Non ci ho mai fatto i cervi (un mio amico friulano si!!), ma caprioli, daini, cinghiali e camosci non li vede neanche!
Dimenticano, quando parto da casa per cacciare SOLO i cinghiali, in battuta vado con il 308 o il 30.06, all'aspetto con il 7 mm RM, ma quando faccio una caccia più tranquilla vado con il 243. E tutte le volte che ho avuto un faccia a faccia con un cinghiale, mi sono comportato discretamente bene con l'energico 6 mm. Dovrò pubblicare qualche racconto in proposito, ma il Nostro spazio non è molto.
RIPETO, provalo poi mi dirai................................
NB è MOLTO IMPORTANTE la scelta della palla: da 95 - 100 grani di ottima fattura. Sui cinghiali (ma solo su quelli!!) si sono comportate benissimo anche le RWS KS da 96 grani!


da Marco x Pablo  27/12/2012 14.38

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Ho capito! Hai ragione, la domanda è stata troppo precisa e meritava una risposta non altrettanto precisa, pena rischio troppo forte.
Ad ogni modo, dato per scontato che la Benelli Argo difetti non ne ha, se qualcun altro può esporsi di più gliene sarei grato.
Grazie
Ennio

da Ennio x Marco  27/12/2012 14.32

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

recinti da 100 ettari sono piuttosto rari dalle nostre parti ( nord Italia) mi chiedo cosa costi solo la recinzione? Scandicci non so neppure dove sia !???? Certo, paragonare il 300WM con un 243 è cosa piuttoso ardua, poi sono punti vista ma ne vedo pochi a caccia di cinghiale con il 243 forse ci vai solo te. Io sono per il 300 WM. Riguardo alla Argo( una autentica bomba) tutti sanno che i Benelli vanno meglio asciutti che non lubrificati , ma forse non e hai provati tanti.

da Pablo  27/12/2012 10.59

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Caro Pablo, ma di che recinti parli? Quelli che ho frequentato io e che saltuariamente frequento sono almeno di 100 ettari. Corri il rischio di perderti tu stesso, figuriamoci di ritrovare un cinghiale ferito. Non vado mica a Scandicci o similari!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Poi, provalo il 243 sui cinghiali poi ne riparliamo. Per me (che ho qualche centinaio di cinghi sulle spalle!!!) il 243 è molto meglio di un 300 WM o di un 9,3 x 62. Provalo con le BT da 95 grani o con le Bosler Partition da 100, anche su roba più grossa di quella in foto!!!
Saluti
Marco

da Marco x Pablo  27/12/2012 8.41

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Caro Ennio, elencare i "difetti" della ARGO sarebbe come presentarsi volontario in tribunale per rispondere di calunnia e diffamazione!! diciamo che la ARGO di difetti non ne ha! Mantenerla MOLTO PULITA ma NON LUBRIFICATA che non è la stessa cosa. STRANO MA VERO le semiauto devono lavorare quasi asciutte, con pochissimo olio in giro e solo nei punti giusti.
Mi preme sottolineare che le ultime ENDURANCE vanno veramente MOLTO BENE!!!
Un caro saluto
Marco

da Marco x Ennio  27/12/2012 8.37

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Caro Uguccione, sono poche le cose che mi fanno veramente paura, ma, devo ammettere, tu sei una di quelle. Se una persona sana di mente, alle 0.24 circa mezzanotte e mezza, va su un sito che non condivide a scrivere certe scemaggini, allora c'è da stare preoccupati davvero.
Non avevi da fare altro? Magari far godere qualche donna!! Ci credi che dopo l'ultima strage negli USA mi spaventano moltissimo le persone come te....................
Poi, tanto per la cronaca, mi ci vuole ben altro per avere un orgasmo. (come pochi giorni fa quando la mia cucciola di setter inglese mi ha trovato e poi rincorso e preso una grossa lepre!!!) di "mostri" simili ne ho abbattuti più del gisto!!!

da Marco x UGUCCIONE!  27/12/2012 8.34

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

"Il "Mostro" in foto (120 kg) è stato "Fulminato" da una sola palla Nosler ballistic tip da 95 grani calibro 243 Winchester... Meditate gente, meditate......." HAI AVUTO ANCHE UN ORGASMO QUANDO LO HAI FULMINATO? SAI, QUELLA COSA CHE PROBABILMENTE TU NON RIESCI AD AVERE CON LE DONNE

da uguccione  27/12/2012 0.40

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Nel farti i miei migliori auguri di Buon Natale a te e famiglia, oltre che a tutti i più assidui frequentatori del blog, ti chiedo, in relazione al tipo di smontaggio e al tipo di presa di gas quali sono i difetti dell'Argo e come possono influire negativamente con il tempo e l'uso?
Grazie
Ennio

da Ennio x Marco  25/12/2012 10.28

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

mi riferivo al 243 , che non mi sembra un calibro da cinghiali. tutto quà. per questo pensavo che li avessi tirati in recinto dove anche se li ferisci poi li ritrovi sempre. Il 243 non è un calibro da cinghiali per me.

da pablo  21/12/2012 15.14

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Concettualmente la Benelli ARGO e la HK SLB 2000 non sono molto simili. Mi scuseranno i nostri connazionali, ma tra le due, preferisco la tedesca. Anche perchè (come la Merkel) ha un altro sistema di smontaggio rispetto alla ARGO.
La perdita di velocità dipende molto dalla munizione. Se in un calibro 30.06 si usano delle 150 grani, che sono caricate con polveri molto vivaci, il problema è minimo, con palle più pesanti il deficit velocitario è maggiore. Motivo per cui non capisco perchè facciano le carabine a canna corta in 30.06 e non in 308 (vedi Remington)!!! Comunque, per un fine venatorio il problema non sussiste.
Un saluto Marco

da Marco x Ennio  21/12/2012 14.30

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

In un tuo precedente blog, dedicato alle carabine, sostieni che le Argo della Benelli sono armi che non ti piacciono perché si dividono in due pezzi, ti chiedo lo stesso discorso vale anche per le H & K slb 2000 visto che anche quest'arma è scomponibile?
Mi sapresti indicare quanti m/s si perdono con canne più corte rispetto alle standard, tipo una 51 cm rispetto ad una 56 cm rispetto ad una 60 cm?
Tuo fido lettore ed ammiratore.
Grazie
Ennio

da ENNIO X Marco Benecchi  21/12/2012 14.15

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Se la canna si e aperta significa che c'era ostruzione. Ho viste delle armi scoppiare, sia 12 sia carabine, ma il danno avviene subito in camera di scoppio. Ad un tale con una Blaser R 93 gli si è piantato l'otturatore nella spalla. Ho visto anche un HK 770 e un Mauser Europa esplodere! sempre in prossimità delle chiusure!!!
Brutte cose!!!

da Marco x Carlo  21/12/2012 13.31

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

X Marco ....ho sempre pensato a uno scoppio fuori camera visto le cartucce che aveva altrimenti come doveva essere lo scoppio?..più basso?...così per curiosità. Auguri anche a te

da Carlo  21/12/2012 11.24

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Se la canna si è "strombonata" vuol dire che era ostruita. Cosa MOLTO frequente. Non sai le volte che è successo. Spesso basta poco più di una foglia!!!
Auguri
Marco

da Marco x Carlo  21/12/2012 10.35

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Senza andare lontano, è successo agli inizi del 90 ad un mio amico avvocato, uno di quelli che piace andare a caccia ma non hanno mai tempo. Quel giorno riusci a venire con la sua doppietta di cui era tanto fanatico, calcio tartarugato cani esterni tutta decorata ecc. Allo spollo sentii un botto strano alla posta vicino a me e dopo un attimo apparve l'avvocato con il fucile aperto, con una canna aperta sfrangiata a 10 cm dal vivo di volata, come si vede nei cartoni animati, e lui per fortuna solo frastornato. Cosa era successo. Uno scoppio fuori camera di scoppio, una cartuccia come dice OLD, roba vecchia perchè poi rovistando nel suo tascapane ho trovato cartucce da esposizione, roba che non caricavano più da una ventina d'anni, vai a sapere come le aveva tenute, polvere ammassata, inneschi difettosi, alcuni erano verdi per l'ossido che si era formato...insomma....bisogna stare attenti a ciò che si mette in canna....non si scherza. Saluti

da Carlo (non Carlo62)  21/12/2012 10.15

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Palla in canna = problema di polvere.
Poca, niente, deterioriata, bagnata ... Ma sempre problema di polvere.
Gli inneschi o partono o non partono.
Anche se "partono male", comunque infiammano la polvere, magari malissimo (come parrebbe sia successo al Marco) ma la palla esce.
Se NON esce, vuol dire che è stata spinta solo dalla forza dell'innesco e che la polvere non è bruciata, altrimenti magari "casca dalla volata" ma esce.
Mai sentito parlare dei "fuochi lunghi" ? Tra l'altro, pericolosissimi perché non sai dove si sviluppa la pressione massima. Beh, quelli si che sono dovuti ad inneschi difettosi (o ad errati caricamenti, ma questa è un'altra storia) ma comunque la palla esce, eccome !
Un abbraccio a tutti da Walter

da OLD_Hunter  21/12/2012 9.24

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Sono cose che succedono. Anche se non "dovrebbero succedere". A me un bel giorno (diluviava, e tirava vento, ma per il resto tutto ok!) trovai un grosso cinghiale (107 kg! pulito) con i setter. Gli tirai una Brenneke della Gevelot, le ricordate che lo inchiodò sul posto, ma ancora era vivo perchè preso un po' alto, allorchè gli tirai un'atra palla FIOCCHI sempre Brenneke originalòe che si piantò sul groppone del cinghiale per 1 cm!!!!!! In seguito le tolsi con le mani ed era quasi buona per essere ricaricata di nuovo. Per fortuna non la tirai per prima. Quando succedono quei fenomeni nel 90% dei casi dipende da un INNESCO fasullo!.
Un saluto a tutti Marco

Anche a cinghialetto che se lo becco nel bosco gli lancio contro i miei JAGD TERRIER e allora son dolori.
Io perdono sempre, loro MAI!!!

da Marco x Den  21/12/2012 7.08

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Buona sera Marco e a tutti voi..... Caccio in Piemonte il cinghiale, (quindi solo calibro 12) quest'anno mi è successo un piccolo aneddoto molto strano e molto pericoloso. Sparando una cartuccia commerciale purtroppo mi è rimasta nella canna. Nel mio semi-automatico (meno male che nn si è ricaricata la seconda cartuccia) altrImenti succedeva il patatrakkk... Morale: cinghiale via a gambe e cacciatore rimasto di stucco.. Spiegazioni? Grazie

da Den  20/12/2012 19.36

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Ti invio il mio indirizzo mail [email protected]

da Pier Giuseppe per Marco  20/12/2012 9.05

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Caro Pablo, non so se dal nome sei latino - americano o spagnolo, pazienza. Mi spieghi però una cosa? che significa "Ovviamente in recinto" Meditate Meditate? A cosa ti riferisci, perchè quì siamo tutti curiosi. Il primo cinghiale in foto l'ho tirato alla posta praticamente dietro casa (e' attaccato nel mio giardino!) ... il secondo l'ho abbattuto durante una bella cacciata a FABBRO, vicino ad Orvieto, chiedi in giro che quel mostro se lo ricordano. Era la battuta del Baratrone!
Un'altra domanda: hai mai cacciato in un "recinto"? Credo di no, perchè altrimenti lo avresti saputo che cinghiali simili non ce li puoi MAI TROVARE per l'incolumità di cani e cacciatori.
Asta la vista
M

da Marco x Pablo  20/12/2012 7.15

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Ciao Pier, se tu i avessi chiesto un consiglio su quale palla usare nel calibro 12, ti avrei consigliato proprio quella che usi tu e sempre la GUALANDI in caricamento AX Diamant che ho avuto modo di testare con degli effetti veramente esaltanti. Per quanto riguarda a caccia con i setter di cinghiali, li abbiamo fatti anche quest'anno!!!!
Mandami il tuo indirizzo mail.
Ciao
M

da Marco x P Giuseppe.  20/12/2012 7.09

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Abito in Sardegna, e ho ha disposizione solo il mio fidato benelli in cal. 12. Ti chiedo Marco secondo te, posto che la carabina semi auto sarebbe il meglio, che tipo di cartucce a palla potrebbero essere le più risolutive su cinghiali fino ad un massimo di 70kg non perfettamente centrati su distanze medie ( dai 2 ai 40 mt)? Io utilizzo delle ottime big game della B&P con palla gualandi, ma più di uno mi ha suggerito la brenneke in caricamento magnum. Il fucile ha canna da 65cm con strozzatori interni (io in genere uso il cyl) e camera da 76.
A proposito ti ho inviato un commento sul blog al cinghiale con il setter inglese, mi piacerebbe chiederti alcune cose, appena puoi leggilo e fammi sapere.
Grazie

da Pier Giuseppe  18/12/2012 21.29

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

ovviamente in recinto... meditate ... meditate ...

da pablo  18/12/2012 16.30

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

... e c'è qualcuno che continua a caricar su le 180 grani sul 30-06 [email protected]:))))
si medita si medita...............

Massi

da colombaio senese  18/12/2012 14.40

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

NB Mi riferivo al cinghiale della PRIMA foto.
Quello ritratto nella seconda era un po' più grande (e lo sembra anche di più perchè io ero messo molto indietro causa "ruscello" tra me e il cinghiale!!), ma è stato comunque sufficiente un SOLO colpo di 308 W palla Swift SCIROCCO da 150 grani. Ora che ci penso le ho finite e devo ricomperarle (più di 1 euro cadauna!!!)
Saluti
MB

da Marco Benecchi  18/12/2012 12.30

Re: La preparazione del TROFEO DEL CINGHIALE

Il "Mostro" in foto (120 kg) è stato "Fulminato" da una sola palla Nosler ballistic tip da 95 grani calibro 243 Winchester... Meditate gente, meditate.......

da Marco B x gli amici appassionati di Balistica  18/12/2012 11.31
Cerca nel Blog
Lista dei Blog