Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<settembre 2021>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910
Mensile
settembre 2021
agosto 2021
luglio 2021
giugno 2021
maggio 2021
aprile 2021
marzo 2021
febbraio 2021
gennaio 2021
dicembre 2020
novembre 2020
ottobre 2020
settembre 2020
agosto 2020
luglio 2020
giugno 2020
maggio 2020
aprile 2020
marzo 2020
febbraio 2020
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
set7


07/09/2021 15.52 

 
 
Durante un recente, “amichevole” scambio di opinioni nel mio blog, sono stato rimproverato di sottolineare troppo spesso che vado a caccia con le armi a canna rigata da più di cinquanta anni! Ammetto di esserci rimasto un po’ male, ma soltanto un pochino, perché sono sempre fermamente convinto che solo in base alle nostre esperienze personali e alle vicende realmente vissute sul terreno di caccia si possono trarre vantaggi e benefici futuri, sia per noi stessi sia per chi ha voglia di ascoltare i nostri consigli. Non dimentichiamo, poi, che in ogni campo, ma in particolare nel mondo delle armi e della caccia pratica, è quasi un obbligo cercare di evitare gli sbagli fatti e rifatti! Quindi, ricapitolando, permettetemi di dirvi che in tantissimi anni di caccia a palla: “Dalla Maremma al Nord America!” ho utilizzato un’ infinità di armi, di calibri e di munizioni e se c’è stata una palla che mi ha soddisfatto più di ogni altra, quella è senz’altro la Nosler Ballistic Tip, ancora oggi la mia ogiva preferita, almeno dal cal. 222 al potente 9,3 x 74 R. In tantissime occasioni mi ha sempre deliziato per costanza, precisione e soprattutto per la sua eccezionale letalità!
 
 

Sulla bontà dei prodotti Nosler non si discute. Tutta la vasta gamma di palle offerte dalla nota casa di Bend nell’Oregon, fondata da John Nosler e Clarence Purdey nel 1948, è caratterizzata dalla bontà dei progetti, dall’eccellente fattura e dalla qualità dei materiali impiegati. Dai mitici Partition ai nuovi Accudond, la richiesta delle ogive Nosler è sempre stata buona e costante sia in munizioni originali sia come componenti per la ricarica, ma ci sono delle palle, le Ballistic Tip, che hanno suscitato nei cacciatori, ed in particolare di quelli italiani, giudizi molto discordanti. Io quelle palle le ricarico e le uso da diversi anni in tutti i calibri che adopero normalmente a caccia, dal 5,6 x 50 R Magnum al 9,3 x 74 R e guai a chi me le tocca, ma conosco parecchie persone che, indipendente dal fatto che le abbiano veramente usate o se sono soltanto rimasti impressionati dalla loro particolare struttura, le criticano etichettandole come “troppo violente” sulla spoglia del selvatico. Effettivamente le Nosler Ballistic Tip, anche se hanno la punta ricoperta da ogive appuntite in policarbonato, sono pur sempre delle “Hollow Point” a punta cava e quindi rientrano a ragione nella categoria delle palle ad “espansione precoce”, ma non dimentichiamo che possiedono anche una base solida di sezione molto più spessa del normale e che sono state espressamente concepite per la caccia alla grossa selvaggina. Altrimenti non potrebbero essere caricate in calibri come i sette Magnum, i trecento ad alta intensità, l’ 8 x 68 Shuler e addirittura il 9,3 x 74 R.
 
 
La caratteristica di avere una deformazione veloce è per queste bellissime palle al contempo un pregio ed un difetto, sempre seconda dei punti di vista. Io non ho voglia di dividere gli appassionati di ricarica e di caccia a palla italiani in due schiere: quella dei favorevoli e quella dei contrari alle palle Nosler BT, ma è mio dovere ricordare a tutti che prima di esprimere un giudizio in ambedue i sensi sarebbe opportuno aver fatto parecchie prove con vari calibri e contro specie selvatiche differenti. Un giorno può capitare che un animale reagisca in un modo ad un colpo di carabina, mentre magari, tempo dopo, le cose vadano molto diversamente. Non possiamo affermare che un calibro od un tipo di palla vada bene oppure male, dopo averli provati o visti provati da altri soltanto pochissime volte. Ho conosciuto un vecchio bracconiere cadorino che in gioventù andava a caccia di cervi sui monti intorno a Cortina con una carabina in calibro 243 Winchester e con un kipplauf 5,6 x 50 R Magnum. Dopo aver ascoltato qualche sua avventura, non ho avuto il coraggio di ricordargli che quelle munizioni non erano certo l’ideale per dar la caccia ai grandi selvatici!
 
 
 

Ritornando all’oggetto del nostro articolo, vediamo nel dettaglio le caratteristiche delle famose, nel bene e nel male, palle Ballistic Tip. Sono senz’altro l’evoluzione delle Nosler Solid Base con la punta “Spitzer” in piombo, e sono sempre state facilmente riconoscibili dalla loro caratteristica ogiva acuminata in plastica di colore diverso secondo il calibro (arancione per il .22, rosso per il 7 mm, verde per i calibri trenta e così via). Stando ai testi in mio possesso la data ufficiale della loro comparsa sul mercato risale intorno alla metà degli anni sessanta, un periodo quello che vide anche la nascita di molti calibri “Magnum”, munizioni potenti che strabiliarono tutti con i loro pregi ma che purtroppo avevano anche alcuni piccoli difetti, tra i quali la spiacevole caratteristica di danneggiare con il rinculo le punte delle cartucce stipate nei loro caricatori. Spesso capitava che dopo aver sparato un solo colpo “Magnum”, il cacciatore si ritrovava con tre–quattro cartucce che avevano il piombo esposto della punta deformato, e questo andava a discapito della precisione nelle lunghe distanze e del coefficiente balistico. John Nosler decise di creare una palla che avesse la precisione di una Hallow Point Boat Tail e la prenotazione di una Solid Base semplicemente innestando sull’apice bucato della palla una punta di materiale sintetico che agiva come un cuneo per favorirne l’apertura. Le Ballistic Tip avevano il pregio di aumentare velocemente il proprio diametro, produrre un micidiale “fiore” con le pareti del mantello e disperdere altrettanto letali schegge di piombo. Il nuovo proiettile per come si comportò in “azione” sui selvatici, all’interno dei serbatoi e sulle rampe di alimentazione ottenne subito un meritato successo, tanto che molte note ditte produttrici di munizioni sia americane sia europee decisero di offrirlo nei loro caricamenti commerciali.
 
 

A quarant’anni dalla loro nascita le palle Ballistic Tip sono rimaste strutturalmente sempre le stesse, con lo stesso rivestimento ramato a sezione variabile ed il nucleo in lega di piombo ed antimonio. Attualmente la produzione si estende dalle piccole .22 - 5,56 mm alle pesanti 9,3mm - .366” e la richiesta, nonostante i suoi detrattori, è sempre in crescita. E’ dalle Nosler BT che sono derivati proiettili come le Norma Plastic Point, le Hornady Interbonded, SST, V-MAX e A-MAX, le Swift Scirocco, le Nosler Accubond, le Winchester Ballistic Silvertip (che sono delle comunissime BT rivestite di Lubalox in bisolfuro di molibdeno) e forse anche le Remington Bronze Point. Io dopo trent’anni di caccia a palla non ho ancora trovato un proiettile che abbatta “pulitamente” senza danneggiare la spoglia, specialmente quando colpisce un grande osso.
 
 
Ammetto che esistono delle palle in grado di produrre ferite più vistose di altre, ma tutte le volte che premo il grilletto il mio desiderio più grande è quello di veder cadere il selvatico colpito “fulminato” sul posto e non mi preoccupo se poi mia moglie dovrà cucinare qualche etto di carne in meno. Quando le palle Nosler Ballistic sono ben indirizzate difficilmente fanno feriti; entrano in cassa già ben deformate cedendo una grande quantità di energia. Io di BT a caccia ne ho tirate a centinaia e sono tuttora le mie preferite, dal piccolo e veloce 5,6 x 50 R Magnum al sempreverde tuttofare 30.06 non mi hanno mai deluso. OK, a qualcuno le palle “colorate” della Nosler non piacciono, pazienza, ma per cortesia non accaniamoci contro di loro e soprattutto non critichiamo chi le usa da tanti anni “con successo”. Non possiamo certo negare che le palle Ballistic Tip siano molto ben costruite, precise a tutte le distanze, che possiedono un eccellente coefficiente balistico, un’invidiabile radenza e che “lavorano” a dovere anche quando non incontrano grandi masse. Proprio in funzione alla loro particolare struttura mi permetto anche di annoverarle tra le palle più “sicure”, perché difficilmente fuoriescono dal corpo del selvatico e se non lo colpiscono si disintegrano facilmente colpendo bersagli solidi.



 
Marco Benecchi 
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


172.70.35.47
Aggiungi un commento  Annulla 

17 commenti finora...

Re: Le Nosler Ballistic Tip

le palle non dicono niente devi SOLO metterla nel bersaglio AL POSTO GIUSTO!! PUOI AVERE ANCHE UN PEZZO DI FERRO COME OGIVA! Troppe pippe mentali.

da Ric  16/09/2021 13.45

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Lupo69 mi sembra molto strano che hai avuto problemi con il .243 ed il .308. Soprattuttto, a partire dal calibro 30, l' aumento di tenacita' della Ballistc Tip e' evidente. Ha una camicia molto piu' robusta in rapporto al calibro. In particolare la versione da 180 grani. La stoffa e' sempre quella ma ovviamente per fuzionare su prede piu' importanti una Ballistic Tip in calibro 30 da 180 grani non puo' essere semplicemente una copia in formato maggiorato di una .222....c'e' una differenza come tra la notte ed il giorno. Anzi la stessa Nosler classifica la BT in .222 come varmint e non caccia.
Per me la BT da 120 grani in 6.5 e' una palla eccezionale nel 6.5x55 per sia per caprioli che per daini e cinghiali fino a 60-70 Kg di sicuro. Assolutamente letale e non fa piu' danni della Partition che e' un' altra delle mia preferite. Fcilssimo ottenere grand eprecisione anche in caricamente commerciali di buona fattura. Eccelletti le Norma con cui mi trovo benissimo e viaggiono pure un po' piu' veloci di quanto dichiarato....

da Flagg  11/09/2021 17.31

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Le munizioni in foto sono..
Da DX verso SX
22.250
243 (Nosler BT da 95 grani colere VIOLA)
25.05 (Nosler BT da 115 grani colere BLU)
270 Winch (palla Sierra SPBT da 130 grani)
257 Weath Magnum (Nosler BT da 115 grani colere BLU)
30.06 (palla Nosler Partition da 165 grani
300 Weath Mag


Tutti calibri da me MOLTO usati!
Insieme al 308 al 7 mm RM e all' 8 x 68 S

Saluti
Marco

da Marco B x gli amici  11/09/2021 11.39

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Le cartucce bone sono quelle che ci carichiamo in casa ,ogni prodotto industriale va' e non va' una va e 5 fa cilecca.

da Paolo rechiex  11/09/2021 8.10

Re: Le Nosler Ballistic Tip

ma perchè nun diche che invece delle palle bisogna vedè li mischietti de polvere che fai....

da ma che diche????  11/09/2021 7.15

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Ricaricati e usati sul "campo" i calibri .222rem, .243 win e .308win, sono/siamo passati praticamente subito alle Hornady e sempre Nosler ma Accubond. Per il .308 anche le Winchester Power Point. Visti i danni che fanno, si è continuato a usare le BT sul .222 fino a esaurimento scorte per il contenimento a corvi e nutrie (fino a quando ci è stato permesso), gli altri calibri per giocare in poligono, per tutte le forme di caccia... Parere personale naturalmente, detto questo, complimenti per il blog, leggo sempre cose interessanti

da lupo69  09/09/2021 13.44

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Fuochino un po' tutti
Ma nessuno che ha ancora indovinato
Piccolo aiutino.
La prima è un 22-250 (palla SIERRA SPBT da 55 grani!)
L'ultima una 300 Weatherby Magnum (palla classica Interlockt Hornady SPBT da 180 grani)

Però avete dimenticato il titolo dell'articolo: NOSLER BALLISTIC TIP...
Cosa le differenzia tra loro...??
Il colore della punta in polimero....
M

da Marco B x TUTTI gli AMICI  09/09/2021 12.36

Re: Le Nosler Ballistic Tip

x little jon ne hai azzeccate 4

da Paolo  09/09/2021 11.55

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Quelle fatte in casa contando anche i granelli di polvere... per carita' dopo 60 anni di caccia le ho provate tutte mi fido solo di me stesso. non e' che non sono buone ma non sono costanti ci manca poco e una e' diversa da un altra e' sempre un caricamento industriale

da Paolo  09/09/2021 11.54

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Le cartucce che funzionano sono quelle fatte in casa.

da Paolo  09/09/2021 11.51

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Ma , tutta robetta commerciale le cartucce che funzionano vengono confezionate da noi con due palle cosi' da anni di esperienza con tutto il rispetto per la grande industria ma funzionano una volta si e tre no' questa e' la percentuale .

da Paolo  09/09/2021 11.50

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Io dico da dx a sx : 22-250 - 243 - 25-06 - 270 win - 270 wea- 30-06 - 340 wea?

da Little John  09/09/2021 9.13

Re: Le Nosler Ballistic Tip

la seconda sembra un 8x68s parere personale.

da erri  09/09/2021 7.15

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Provo come a una lotteria.
Da sinistra:
- .300 Wea Mag
- .30-06
- .270 Wea
- .270 Win.
- .25.06
- 5,6x50
- .222 Rem.
-.

da bansberia  09/09/2021 6.52

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Forza RAGAZZI,
Vediamo chi indovina quali sono i calibri delle munizioni nella prima foto
Saluti
Marco

da Marco B x TUTTI  08/09/2021 19.25

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Le Ballistic Tip sono molto simili alle Hornady SST,
Ma le Nosler sono MOLTO più accurate...
Specialmente per i tiri a lunga distanza
Quindi, in battuta sono sovrapponibili.
Ma per la Selezione in Bolt preferisco le BT...
Cosa intendi per cinghiali "Veramente grossi"?
Da 150 kg in su?
In quel caso preferirei le Nosler Partition,
Ma fino a 100 - 120 kg sia le SST sia le BT sono risolutive!

M

da Marco B x Andrea  08/09/2021 19.23

Re: Le Nosler Ballistic Tip

Ciao Marco, in 30.06 quali sono migliori le Ballistic Tip o le SSt?
Per il cinghiale in battuta quale vedi meglio.
Nel suddetto calibro, per animali veramente grossi preferisci le Ballistic a le Partition?
Un saluto sincero.
Andrea

da Andrea  08/09/2021 15.51
Cerca nel Blog
Lista dei Blog