Logo Bighunter
  HomeCacciaCaniFuciliNatura
Editoriale | Blog | Eventi | Meteo | I Video | Sondaggi | Quiz | Le Leggi | Parlano di noi | Amici di Big Hunter | Amiche Di Big Hunter | Solo su Big Hunter | Tutte le news per settimana | Contatti | BigHunter Giovani | Sondaggio Cacciatori |
 Cerca
Archivio
<gennaio 2020>
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
Mensile
gennaio 2020
dicembre 2019
novembre 2019
ottobre 2019
settembre 2019
agosto 2019
luglio 2019
giugno 2019
maggio 2019
aprile 2019
marzo 2019
febbraio 2019
gennaio 2019
dicembre 2018
novembre 2018
ottobre 2018
settembre 2018
agosto 2018
luglio 2018
giugno 2018
maggio 2018
aprile 2018
marzo 2018
febbraio 2018
gennaio 2018
dicembre 2017
novembre 2017
ottobre 2017
settembre 2017
agosto 2017
luglio 2017
giugno 2017
maggio 2017
aprile 2017
marzo 2017
febbraio 2017
gennaio 2017
dicembre 2016
novembre 2016
ottobre 2016
settembre 2016
agosto 2016
luglio 2016
giugno 2016
maggio 2016
aprile 2016
marzo 2016
febbraio 2016
gennaio 2016
dicembre 2015
novembre 2015
ottobre 2015
settembre 2015
agosto 2015
luglio 2015
giugno 2015
maggio 2015
aprile 2015
marzo 2015
febbraio 2015
gennaio 2015
dicembre 2014
novembre 2014
ottobre 2014
settembre 2014
agosto 2014
luglio 2014
giugno 2014
maggio 2014
aprile 2014
marzo 2014
febbraio 2014
gennaio 2014
dicembre 2013
novembre 2013
ottobre 2013
settembre 2013
agosto 2013
luglio 2013
giugno 2013
maggio 2013
aprile 2013
marzo 2013
febbraio 2013
gennaio 2013
dicembre 2012
novembre 2012
ottobre 2012
settembre 2012
agosto 2012
luglio 2012
giugno 2012
maggio 2012
aprile 2012
marzo 2012
febbraio 2012
gennaio 2012
dicembre 2011
novembre 2011
ottobre 2011
settembre 2011
agosto 2011
luglio 2011
giugno 2011
maggio 2011
aprile 2011
marzo 2011
febbraio 2011
gennaio 2011
dicembre 2010
novembre 2010
ottobre 2010
settembre 2010
agosto 2010
luglio 2010
giugno 2010
maggio 2010
aprile 2010
marzo 2010
febbraio 2010
gennaio 2010
dicembre 2009
novembre 2009
ottobre 2009
settembre 2009
agosto 2009
luglio 2009
giugno 2009
maggio 2009
aprile 2009
marzo 2009
febbraio 2009
gennaio 2009
dicembre 2008
novembre 2008
ottobre 2008
settembre 2008
agosto 2008
maggio 2008
aprile 2008
marzo 2008
febbraio 2008
gennaio 2008
dicembre 2007
novembre 2007
ottobre 2007
settembre 2007
agosto 2007
luglio 2007
giugno 2007
gen14


14/01/2020 10.46 

 
Durante i miei viaggi in Svezia, ho potuto constatare di persona che in quel Paese, nell’era dei calibri Super Express, Magnum, Ultra Magnum e Wsm, molti cacciatori si ostinano ancora a cacciare l’alce, il più grande ungulato europeo, con il 6,5 x 55 Swedish. Non li ho criticati assolutamente, anzi, ma mi sono soltanto domandato quali fossero i motivi della loro scelta. Così, con molto tatto e con l’aiuto di un interprete, esternai le mie perplessità ai diretti interessati che, tranquillamente e senza problemi, seppero darmi delle esaurienti risposte. Innanzitutto mi confidarono che con il calibro 6,5 X 55 potevano abbattere di tutto, dal gallo forcello (gli ho tirato anch’io!!) al grande signore delle foreste nordiche, che era economico, che possedeva una precisione eccellente ed infine affermarono con orgoglio che il 6,5 x 55 faceva parte del loro bagaglio storico–culturale, al quale non avevano nessuna voglia di rinunciare, come d’altronde hanno sempre fatto anche gli americani con il 30.06! Trascorsi una decina di giorni con loro, ammirandone gli usi e i costumi mentre cercavo di apprendere le loro tecniche di caccia. Partivamo insieme al mattino quando ancora era buio, per rientrare soltanto al tramonto stanchi morti, infreddoliti ma felici. Il loro equipaggiamento, a differenza del mio, era veramente ridotto al minimo. In un minuscolo zaino portavano poche provviste, una scatola di fiammiferi, un’ascia, una piccola lampadina tascabile, qualche metro di corda ed il GPS, accessorio indispensabile nelle immense e pianeggianti foreste scandinave. Tre cacciatori su cinque imbracciavano l’immancabile carabina Husqvarna o Carl Gustafs in calibro 6,5 x 55 (gli altri erano armati con una 9,3 x 62 e una 30.06) ed avevano in tasca una decina di cartucce ben stipate in un contenitore di plastica, cinque blindate e cinque espansive. In ottobre non avevano bisogno d’altro. Al rientro in Italia mi riproposi di trattare il bel 6,5 svedese  e così eccomi qua.
 

Il calibro 6,5 x 55 Swedish Mauser è un calibro che alla soglia del terzo millennio ha già festeggiato da un bel pezzo il suo centesimo compleanno. Tutti i testi che ho consultato sono concordi nel datarne la nascita al lontano 1889, come frutto della collaborazione tra la Mauser e l’esercito svedese. Per la scelta del calibro gli scandinavi (oltre agli svedesi anche i norvegesi) optarono per il 6,5, ritenendolo moderno per quei tempi e seguendo la scia di molte altre Nazioni che lo avevano già adottato. Tra la fine dell’800 ed i primi del 900 videro la luce molti calibri come: il 6,5 x 53,5 R e il 6,5 x 54 Mannlicher Shoenauer, il 6,5 x 50 Arisaka, il 6,5 x 52 Mandragon, il 6,5 x 52 Carcano, il 6,5 x 57 Mauser e il 6,5 x 58 Portoghese.

Il 6,5 x 55 Swedish s’impose ben presto e senza fatica su tutti gli altri, superandoli sia in potenza che in precisione. I fucili d’ordinanza che lo camerarono furono nell’ordine i modelli: 94, 95 e 38, tutti più o meno derivati del Mauser modello 93 spagnolo. Come ho già accennato in altre occasioni, la popolarità e la diffusione di un calibro è sempre strettamente legata alle armi in cui veniva impiegato. Buona parte del successo ottenuto dal 6,5 x 55 è quindi dovuto alle eccellenti caratteristiche delle carabine Carl Gustafs modello 94 e 96. La prima versione militare della munizione svedese montava una palla Round Nose, blindata e lunghissima (33 mm) da 156 grani, ma dopo la Grande guerra si decise di adottarne una Spitzer Boat Tail da 139 grani, molto più potente ed accurata. Con quella palla il 6,5 x 55 dimostrò di essere una delle munizioni militari più precise in assoluto, tanto che alla fine dei due conflitti ci fu una vera e propria “corsa all’oro” per accaparrarsi tutti i Carl Gustafs ex ordinanza disponibili sul mercato. La loro destinazione principale inizialmente fu “sportiva”, visto che tuttora la combinazione arma-munizione è una delle più utilizzate e di maggior successo nelle competizioni in quella categoria e per il tiro a segno informale a trecento metri. Soltanto in seguito il 6,5 x 55 fu ben apprezzato anche in campo venatorio, grazie appunto alla grande disponibilità di armi militari, alla sua precisione e alla notevole scelta di palle con cui poteva essere caricato.
 
 

Come molte munizioni di origine europea, il suo impiego pratico è stato ed è tuttora monopolizzato dai cacciatori del vecchio continente, ma può contare su diversi estimatori anche negli States, così tanti che persino la Remington e la Winchester producono delle carabine in questo calibro (rispettivamente il modello 40 e il modello 70). In Italia il calibro 6,5 è da sempre sinonimo di caccia “alta”, di montagna per intenderci, dove necessitano munizioni tese, precise, di buona potenza e che siano camerate in armi leggere. Il 6,5 x 55, più o meno, può vantare tutte queste caratteristiche e quindi non c’è da meravigliarsi se molti cacciatori lo hanno scelto per la caccia a camosci e caprioli. E non crediate poi che potrebbe crearvi dei problemi se vorreste utilizzato per insidiare anche daini, cervi e cinghiali. Se è in grado di atterrare un grosso “bull” di alce, può abbattere praticamente ogni media selvaggina europea, sempre a patto di usare per ogni occasione la giusta munizione. Una cartuccia commerciale con palla Nosler Ballistic Tip da 120 grani viaggia a circa 860 metri al secondo, con relativi 2886 joule di energia. Tarando la nostra arma a duecento metri, a trecento avremo un calo della palla di 248 millimetri. Non è certo una radenza eccezionale ma è comunque accettabile. Dalle tabelle balistiche risulta che la carica commerciale più potente è il caricamento Norma con palla Oryx da 156 grani che sviluppa 3074 joule! Oggigiorno tutte le maggiori aziende europee produttrici di armi hanno il catalogo carabine in calibro 6,5 x 55, comprese le italianissime Zoli, Sabatti, Redolfi e MAG: Non mancano anche le solite stravaganze commerciali, come il vederselo proporre anche in express, combinati e drilling, preferendolo addirittura al parigrado quasi coetaneo 6,5 x 57 R. Il buon 6,5 svedese è prodotto e venduto da quasi tutte le ditte di munizioni. Non ne ha in catalogo la RWS, chissà perché, ma se è vero che il gruppo svizzero Ruag ha acquistato sia la Norma che la RWS, forse in futuro potremo avere delle cariche calibro 6,5 x 55 con il fondello siglato dalla rinomata casa tedesca. Il nostro 6,5 viene offerto con una gamma di palle talmente variegata da fare invidia al 270 W o al 30.06! Anche di proiettili sfusi calibro .264 millesimi di pollice se ne trovano una infinità, con granature che vanno dai leggerissimi 70 grani ai pesantissimi 160 grani. E’ curioso far notare che quasi tutti hanno una densità sezionale ed un coefficiente balistico eccellenti, spesso superiori a quello di molte altre palle di calibro maggiore. La scelta è sempre condizionata dal genere di caccia che s’intende fare. Nel caso specifico del 6,5 x 55, è più che mai valido il principio che impone di utilizzare palle di peso medio-leggero per la caccia alla piccola selvaggina e quelle di peso medio-pesante per la caccia ai selvatici robusti e di grossa mole.
 

La Svedese Norma (guarda caso!!) ha in catalogo ben sette cariche originali calibro 6,5 x 55, la finlandese Lapua sei e la Sako cinque. Dalle prove che ho personalmente fatto in poligono con una bellissima carabina Sabatti–Redolfi, ho visto che l’arma dava il meglio di sé con delle palle di peso sostenuto, facendomi riscontrare ottime rosate con le 140 e le 156 grani piuttosto che con le 100–120 grani. E mi risulta che non sono l’unico tiratore ad avere avuto simili risultati. Credo che questo sia il motivo per cui, specialmente per la caccia in montagna, molti cacciatori preferiscono le pesanti 140 grani a palle più leggere, sacrificando qualche centimetro in traiettoria ma acquistando sicuramente in costanza e in precisione. Purtroppo non sempre i nostri gusti personali coincidono con quelli della nostra carabina!

Il 6,5 x 55 Swedish è veramente un’ottima scelta per quel cacciatore di selezione che all’occorrenza vuole anche cimentarsi in una gara tra amici e colleghi. Tutte le munizioni originali sono ottime, ma come è nostra abitudine elencheremo alcune dosi di ricarica con la speranza che possano tornare utili a chi già possiede o a chi intende acquistare una carabina in questo calibro. Con una gamma di palle così vasta sarà necessario utilizzare di volta in volta delle polveri che abbiano delle caratteristiche specifiche. Trascurerò le granature eccessivamente leggere, che raramente si usano in campo venatorio, e orienterò il nostro piccolo studio sulle combinazioni che meglio esprimono le capacità della munizione. Gli inneschi migliori sono quelli tipo Large Rifle Bench Rest o gli Standard. Anche se a volte sono necessarie polveri lente molto progressive, non è il caso di usare i Magnum. Tutte le dosi elencate sono da considerarsi come MASSIME e da raggiungere per gradi, partendo da dosi inferiori di circa il 5%.
 






Pur essendo nata oltre un secolo fa, il 6,5 x 55 Swedish è ancora una munizione valida ed attuale che può dare molte soddisfazioni al cacciatore–tiratore, che occasionalmente vuole alternare la caccia al poligono di tiro.


Marco Benecchi
 
 
 

Tags:

Tuo Nome:
Titolo:
Commento:


162.158.78.182
Aggiungi un commento  Annulla 

29 commenti finora...

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Sa cosa disse una volta un vecchietto a un giovanotto che lo sfotteva: "la vecchiaia è una cosa tremenda, non te l'auguro😄😄😄😄😄😄

da Filippo 53  28/01/2020 20.40

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Ma allora sei vecchiariello.

da Tordo 82  28/01/2020 20.20

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

X il mio "vecchio" amico Carlo.... Nel 7x64 io mi sono trovato benissimo - quanto a letalita' - con le DK, che però sono fuori produzione. Non sono molto radenti, ma ci ho seccato diversi verri intorno al quintale. Sul capriolo ho usato con grande soddisfazione le Winchester 140 grani che montano una Btip ma finita diversamente. Le usavo anni orsono, e non mi ricordo come si chiamasse quella specifica cartuccia, che aveva nella mia R93 una precisione eccezionale. Più recentemente ho usato le EVO-GREEN, che hanno tanti pregi (precisione, efficacia, radenza) ma costano un botto.
Amico mio, tanta salute... Io sto in convalescenza perché mi sono operato al ginocchio sinistro. Spero nella prossima annata venatoria, questa l'ho saltata (sono fermo da due mesi e mezzo, e ne avrò fino a marzo...)

da Filippo 53  28/01/2020 20.08

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Macchè...

Plasticone verniciato "finto legno",
Ma devo dire che è venuto un bel lavoro...
M

da Marco B x Little  28/01/2020 7.53

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Toh! Finalmente una blaser che sembra una carabina! Calcio artigianale?

da Little John  27/01/2020 22.38

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Sul fatto che con un 308 o un 30.06 ci fai "TUTTO" ci sarebbe da discuterci sopra parecchio...
Concedimi una sola domanda:
Hai mai usato un 7 mm Remington Magnum?
un 300 ad alta intensità.. tipo Winchester Magnum o Weatherby?
Un 8 x 68 Shuler....?
o un piccolo 257 WM?
Come diceva Jerry Calà
Prooooooova....

Io vado a caccia ASSIDUAMENTE dai primi anni 70 e i calibri PER SFIZIO E/O PER CURIOSITA' li ho provati quasi tutti, dal 222 al 500 Nitro Express e devo dirti che il 308 e il 30.06 non mi hanno MAI, e sottolineo MAI, sbalordito come POTENZA RADENZA PRECISIONE E LETALITA'
Non come invece hanno fatto altri calibri come il 270 W, il 7 mm RM, i 257 e 270 Weaterby, i 300 Magnum e l'8 x 68 etc etc....

Quindi OK che il 308 e il 30.06 siano buoni calibri, ma per carità non ti esaltare nell'elogiarli...
C'è di MOLTISSIMO meglio sul mercato....

M

da Marco B x Huuuu  27/01/2020 18.46

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Carlo48, migliore cartuccia commerciale, SECONDO ME, in 7x64 e' la Brenneke con palla TOG 150 grani. Anche la Norma Oryx da 156 grani e' davvero buona. Poi ci sono le nuove Speed-Tip 150 grani della RWS che mi ispiarano parecchio ma nli e' un po' a fiducia.
Ricarica: TOG 150, Partition 160, Accubond 140 grani.
Curiosamente la Swift Scirocco 130grani e' l' unica palla che in 6.5x55 non mi ha mai soddisfatto. Molto rognosa da ricaricare.

da Flagg  27/01/2020 17.27

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Ma perche se invece del 6x5x55 avevi un 308 quella meravigliosa preda se ne sarebbe andata ferita??? Stessa distanza e stessa ottica?? domando??

da Huuu  27/01/2020 13.29

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

308 W e 30 06 il resto non serve ,puo anche andare benissimo , ma non serve.

da Huuu  27/01/2020 13.27

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

la cartuccia è Sako con palla scirocco2 denominata bonded 150 gr con puntalino in polimero nero.
sako la da x Vo 900 ciao marco e salute a tutti

da carlo48x Marco  27/01/2020 13.18

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Giustissimo,
Infatti ho un caro amico che ancora oggi va in giro tutto contento con una vecchia 127 e ci fa più o meno le stesse cose che faccio io col BMW...
Hai proprio ragione
MB

da Marco B x F  26/01/2020 19.56

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Chissa come mai sono decenni che piglio i vostri stessi esemplari con una 308 w senza aver mai sentito la necessita' di cambiare calibro

da F  25/01/2020 18.19

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

La foto dove sono ritratto con un cinghiale e Jack il mio vecchio Jagd, ho usato una Steyr Mannlicher SBS 96 in calibro 6,5 x 55 che, con le Nosler Partition da 140 fa faville, ma non provare a scendere col peso della palla che faresti rosate ridicole....

E questo mi è capitato spesso anche con diverse carabine calibro 7 x 64, ma sempre vecchi modelli..

M

da Marco B x Carlo e Luca G  25/01/2020 18.01

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Scusate il ritardo ma sono sempre....a caccia!
Più che il calibro, che comunque sappiamo o almeno io lo so, essere il 7 x 64,
Carlo avrebbe dovuto indicarci il PESO della palla, che "credo" viste le velocità in gioco dovrebbero essere da 140 a 150 grani..
Io fossi in te Carlo userei per TUTTO una Nosler Partition da 150 grani guarda tu se ancora riesci a trovarla in caricamento Norma oppure addirittura una 160 per cinghiale e daino,
E' molto meno radente delle 150 ma molto più prestante nei calibri 7 mm ,
sia come penetrazione sia come precisione!
Non a caso è la palla che prediligo nel mio 7 mm RM.
Le SCIROCCO sono sempre delle palle eccezionali a "PUNTA CAVA" Hollow Point quindi di rapida espansione, se spari al bersaglio PULITO, senza incontrare vegetazione sono perfette!

Saluti
Marco

da Marco B x Carlo e Luca G  25/01/2020 17.58

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

il cal. è il 7x64 canna MULTI RADIALE. cartuccia SAKO dati della casa Vo 900m non ricarico.
la userei x tutto dal capriolo palancone e cinghhiale si può fare??? grazie e salute a tutti
un saluto a tutti CIAO LUCA

da carlo48 x luca g  25/01/2020 13.59

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Pŕrrrrrrrrrrrriiìiihuuu prrrrttr...



da Fiore42  25/01/2020 13.32

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Carlo buonasera, non volevo rispondere ai “dementi” per fare un torto alla tua domanda più che pertinente.
Nonostante tu abbia posto la domanda a Marco posso solo dirti che lui l’ha sempre elogiata. È una bonded e quindi con piombo saldato al mantello, molto precisa. Io personalmente non l’ho mai utilizzata ma ricarico la sua “cugina” nosler accubond. Dacci qualche informazione in più sul calibro in cui la useresti (comunque essendo duretta ha bisogno di buone velocità)

da Luca G x carlo48  25/01/2020 0.33

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Prrrrrrrrrrrrrrrrrrr

da Dino vegan  24/01/2020 14.34

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

rispondete ai dementi ma la mia domanda è senza risposta sia pro o negativa salute a tutti

da carlo48  24/01/2020 13.36

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

RWS e Brenneke entrambi producono cartucce in 6.5x55. Anzi ci mettono pure i loro migliori o piu' recenti proiettili. E' uno di quiei calibri dove la ricarica domestica puo' produrre risultati incredibilmente buoni. In ogni caso le cartucce Norma, che possono sembrare un po' sotto le massime potenzialita'velocistiche, producono una costanza e precisione eccezionali. Con le Norma BT la mia carabina mette 3 colpi praticamente in un buco quasi sempre....rosata di 7-8 mm! Velocita' media su 5 cartucce misurata: 876 m/s. I caprioli li fulmina senza sciupare carne, o se volete non fa piu' danni di una Partition da 140 grani. Provare per credere.
Per la mia esperienza il 6.5x55 e' ideale per il capriolo, il camoscio. Con mufloni, cinghiali e daini trova il suo limite in animali non piu' grossi di 60-70Kg entro i 200-250 metri al massimo. Oltre questi pesi e distanze perde efficacia. Animali di stazza maggiore si possono cacciare, come fanno i nordici ma, sono solo se la distanza non va oltre i 100 metri. Per una caccia tuttofare meglio munirsi di un calibro maggiore. PArere personale basato sull' utilizzo da circa 12 anni....

da Flagg  22/01/2020 17.02

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Pure maleducato. Qui si parla di un 6.5; il 308 è un 7.62, quindi a rigor di logica è più grande del calibro citato.
Sicuramente non si stava parlando di sparare a 1000mt ma piuttosto di quanto siano inutili alcuni commenti, proprio come il tuo

da Luca G  21/01/2020 22.44

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Un 308 basta e avanza per qualsiasi forma di caccia, se poi volete abbattere ungulati a 1000 mt,allora avete ragione voi.

da ASTRONZOMACHEVOI  21/01/2020 14.33

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Ormai l’ignoranza ha preso il sopravvento. Gente ridicola che si nasconde dietro a nomignoli per dare aria alla bocca. Condividete le vostre esperienze e ampliate le vostre conoscenze ascoltando anche pareri altrui; i forum servirebbero a questo.
...rem tene, verba sequentur.....
Luca

da Luca G  21/01/2020 11.33

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

308 w il resto e' pupu'.

da HUUH  20/01/2020 19.00

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

Volevo farvi notare che se gli svedesi per cacciare l'alce in battuta usano i vecchi Carl Gustavs 6,5 x 55 io....
Ho usato la Browning BAR 30.06........
Molto meglio, credetemi!
M

da Marco B x Tutti  19/01/2020 17.14

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

L'HECLKER & KOCH 770 kurz è migliore della Benelli.....

Così facevamo da bambini...............................

da Marco B x Andrea  19/01/2020 17.13

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

La benelli 308 e' migliore

da Andrea  16/01/2020 21.15

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

arma intrinsecamente molto precisa. Possiedo un carl gustav che fu arma nelle gare di biathlon negli anni 60. Eccellente! L'ho usato una unica volta quando ancora si poteva andare al gallo con la carabina. WH

da tiroler  14/01/2020 15.48

Re: Il calibro 6,5 X 55 Swedish

ciao Marco il racconto ben fatto come al solito non c'e bisogno di altri commenti.
come al solito sono sempre a chiedere senza mai dare.
secondo la tua lunga esperienza la scirocco 2 sako può andare come balistica
su capriolo daino e sopratutto il lurido re della macchia??? salute a tutti

da carlo48  14/01/2020 13.59
Cerca nel Blog
Lista dei Blog