HomeCacciaCaniFuciliNatura
Archivio News | Eventi | Blog | Calendari Venatori | Essere Cacciatore | Cenni Storici | Falconeria | Racconti | Libri | Arte | Indirizzi | Vignette Satiriche | Nella casa di caccia | Dati Ispra | Le ottiche di Benecchi |
  Cerca
Toscana: tesseramento a colpi di lettere Tar Umbria sospende preapertura caccia a marzaiola Preapertura Lazio, Ispra favorevole a due giornate Veneziano su accuse Enpa: i cacciatori proteggono l'orso Dopo la preapertura in Umbria “Insieme è Festa del Cacciatore” Piano faunistico veneto 2014 - 2019 passa al Consiglio Preapertura caccia Lazio 2014: ok per il 1° settembre Calendario venatorio Prato: tutti i dettagli delle integrazioni Enalcaccia Emilia Romagna: da abolizione Province opportunità per la caccia All'Accademia faunistica bergamasca nuovi corsi per cacciatori 35 anni di Direttiva Uccelli. FACE: "il ruolo positivo della caccia" Tar salva preapertura caccia in Sicilia Veneziano: stagione venatoria precaria Atc RM2: 27 agosto giornata di ripopolamento MAREMMA: FESTA GRANDE SOTTO I PLATANI DELLA PARRINA! Calendario venatorio Molise, ok in Commissione Preapertura caccia Toscana: ecco le disposizioni Preapertura caccia 2014: si parte il primo settembre Svi (Sindacato Venatorio Italiano): donazione a Emanuele Scifo Caccia ungulati sulla neve e controllo nutrie: Modena ringrazia Puglia: tavola rotonda sulla gestione della fauna al Game Fair Confederazione associazioni venatorie, un passo avanti Anlc Massa Carrara "mai nato piano provinciale 2012 - 2015" DEFINITIVE LE MODIFICHE ALLA 157/92 La carne di cervo spopola nei supermercati inglesi Arci Caccia Veneto: su calendario Belluno restrizioni ingiustificate Accordo Atc Siena "a senso unico": protesta la Libera Caccia "La caccia tra emergenza ed opportunità": dibattito nel pisano ANLC: silenzio da Regione Lazio sul calendario venatorio Evento anticaccia Wwf: nemmeno 20 le adesioni Calendario venatorio Lazio: la firma è del commissario Montalbano Arci Caccia: Nuove “modalità” di ammissione all’ATC RM1 Calendario venatorio Belluno recepisce limiti Ispra La Federcaccia al fianco delle specie in pericolo di estinzione A Prato i cacciatori per il Meyer BIGHUNTER GIOVANI: Andrea Tedone “scrivo di caccia e di natura per mia figlia” Arcicaccia: massima collaborazione contro gli incendi Veneziano: unità Associazioni Venatorie “partorire o abortire” Decreto 91, caccia: Senatore Vaccari soddisfatto Fidc: "dall'UE pronuncia storica sui calendari venatori italiani" Commissione Ue a Zanoni: la caccia italiana è conforme alle norme Ue

News Caccia

Cani: obbligo microchip e iscrizione all'anagrafe


venerdì 8 agosto 2008
    

È stata emanata il 6 agosto dal sottosegretario alla Salute Francesca Martini un'ordinanza urgente che stimola Regioni e Comuni italiani a mettersi in regola con l'obbligo di registrare tutti i cani ad un'apposita anagrafe e marchiarli con microchip identificativi. Un provvedimento utile anche contro gli abbandoni che avvengono sistematicamente ogni estate: una registrazione capillare permetterebbe infatti di rintracciare i proprietari dei cani abbandonati e li inchioderebbe alle loro responsabilità. L'applicazione del microchip deve essere fatta da veterinari pubblici competenti per territorio o libero professionisti abilitati ad accedere all'anagrafe canina regionale, ai proprietari viene rilasciato un certificato di iscrizione che ne attesta la proprietà. Spetta ai comuni l'obbligo di registrare all'anagrafe tutti i cani randagi rinvenuti ed ospitati nei canili convenzionati e dotare le Polizie locali  di dispositivi per la lettura di microchip. L'ordinanza sottolinea anche il divieto di vendita dei cuccioli di età inferiore a 2 mesi e di cani non identificati e registrati: è al di sopra dei due mesi di età infatti che il microchip diventa obbligatorio. Entro 90 giorni dall'entrata in vigore dell'ordinanza il ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali definirà, con un provvedimento da sancire in sede di Conferenza Stato-Regioni, le modalità per assicurare l'interoperatività tra la banca dati canina nazionale e le anagrafi canine regionali. Lo stesso provvedimento individuerà un unico documento di identificazione e registrazione dei cani, che dovrà essere adottato in sostituzione della certificazione attuale.

(Ansa)

Leggi tutte le News

Leggi tutte le news

0 commenti finora...